giovedì 31 ottobre 2013

Non basta la laurea in veterinaria

 
Fonte: Leggo

BRESCIA - «Oggi ho visto scene da film horror in questa cascina». Bastano queste parole di una veterinaria dell'Asl di Brescia a dare l'idea di quanto scoperto, martedì pomeriggio, in un'azienda agricola di Nuvolera, paese a una ventina di chilometri da Brescia. Vitelli morti da diversi giorni abbandonati su pallet di legno in un prato fuori dalla cascina; cani bruciati tra i rifiuti; diverse ossa di animali sparse tutt'intorno, compresi mascelle e teschi, con tutta probabilità di cani. Il titolare dell'attività, un veterinario di 56 anni, è stato denunciato alla magistratura; intanto, nei prossimi giorni, le forze dell'ordine compiranno altri accertamenti utili alle indagini.

Un ripassino di matematica

 
Testo di Fabrizio Belloni

Lo avevo già scritto, ma repetita iuvant.
I sionisti, utilizzando l’enorme potere ricattatorio che il denaro dà loro, cercano di obbligare quanti più Paesi possono ad introdurre il neologismo “negazionismo” tra le fattispecie di reato. Bisogna capirli: ci hanno costruito sopra un castello di propaganda da quasi settanta anni, che ha offerto loro due vantaggi importanti:
Sono riusciti a far passare nell’inconscio collettivo il criticare le infamie commesse dallo stato di Israele come attività e comportamento antisemita. E’ una bufala siderale e falsa in partenza; falsa perché i semiti non sono solo gli ebrei. Anche i loro “cugini” arabi sono di origine semita, come lo erano nell’antichità gli Accadici, per esempio. Ed altri ancora. E menzognera e vile perché mi devono spiegare cosa c’è di antisemita nel denunciare al mondo l’utilizzo di proiettili e bombe al fosforo contro i bambini di Gaza. C’è solo l’attuazione del Talmud: “I giudei sono esseri umani; le altre persone del mondo non sono esseri umani, ma bestie” (Baba Mezia).

Un eroico soldato

 


VENEZIA - Uccise il cagnolino a calci: assolto. Colpo di scena nel processo per l’uccisione del piccolo "Baubo", avvenuta il 2 dicembre 2010 vicino alla chiesa dei Frari a Venezia. Il giudice Rocco Valeggia, accogliendo le richieste della difesa e considerato che l’imputato aveva risarcito il danno, ha assolto il 27enne Massimo Francesco Zanardo, militare di Lutrano di Fontanelle (Treviso) che era chiamato a rispondere dell’accusa di uccisione di animali.
Il giudice, sulla base delle indagini difensive, ma anche di riscontri medico legali, ha ritenuto che il militare, impaurito dall’avvicinarsi del cagnolino, lo avesse colpito con un calcio sferrato per legittima difesa. Una condotta, sempre stando a quanto ricostruito in aula, dettata dalla paura e non dalla volontà di uccidere. Non solo. Baubo era un cagnolino malato che non riuscì a reagire al calcio e rimase fermo.

L'ebbrezza del cupio dissolvi




Massacro organizzato in Galizia. Uno sport come un altro? La Federazione galiziana della caccia (Spagna) ha organizzato l'annuale "campionato di caccia alla volpe". Quest'anno, 44 squadre di 10 membri ciascuna hanno partecipato a questo spettacolo collettivo. La foto mostra il risultato ottenuto nell'edizione 2012. Non ci sono parole!

Nelle parole di un vescovo, la quintessenza della menzogna

 


La fondazione Migrantes, organismo pastorale della Cei (Conferenza episcopale italiana), strizza l'occhio ai circhi con animali. E' preoccupata del fatto che "i graduali incentivi verso attività circensi e spettacoli viaggianti senza animali" determinino "una scelta culturale precisa, che non corrisponde alla storia del circo italiano e non favorisce certamente un corretto rapporto tra uomo e animali". "Spiace che, ancora una volta un tassello importante e riconosciuto della storia e della cultura italiana - spiega monsignor Giancarlo Perego, direttore generale della Migrantes - venga offeso e sacrificato alla luce di scelte ideologiche".
Secondo monsignor Perego, ancora, "la valorizzazione di un mondo animale 'amico dell'uomo', compagno di strada per tante persone e famiglie dello spettacolo viaggiante, con l'attenzione educativa al mondo dei bambini e ragazzi, paradossalmente viene sacrificata, impedendo di fatto di investire in spettacoli e attrazioni in cui possano essere protagonisti gli animali stessi". La nota diffusa dalla Migrantes insiste: "I maltrattamenti, che purtroppo caratterizzano altri luoghi e altre forme di spettacolo clandestino, da perseguire pesantemente, sono identificati - lamenta l'organismo della Cei - in un luogo, il circo, e in uno spettacolo, quello viaggiante, che da sempre ha guardato agli animali come alla risorsa più importante del proprio lavoro e dello spettacolo".

mercoledì 30 ottobre 2013

Paganesimo e cristianesimo: un'altra finta contrapposizione

 

Testo di Paola Ceretta

Halloween non è una festa che abbiamo importato dagli Stati Uniti. Anzi, è quella che viene definita una festa di ritorno: rituale le cui origini si perdono nella notte dei tempi che, oltre un secolo fa, venne esportato dagli emigranti irlandesi. Ma, sorpresa: è anche una festa italiana, molto milanese perché Milano è una città celtica. Halloween, la notte delle streghe, la notte in cui tutto può succedere, è la vigilia del Samain, che si conclude l’11 novembre, noto, in Italia, come estate di San Martino. E’ l’ultimo periodo utile per i raccolti tardivi, prima di mandare in letargo i campi, da risvegliare con la semina, in primavera. Una sorta di capodanno dilatato in 10 giorni (1/11 novembre), in cui si conclude il ciclo della luce e se ne apre un altro, alquanto oscuro.

Il Pitbull non è una bambola di gomma

 
Fonte: AIDAA

E' ricoverato all'Ospedale San Raffaele di Milano in gravi condizioni un trentenne  azzannato ed evirato dal proprio Pitbull. Il fatto, secondo una prima ricostruzione, sarebbe avvenuto nella giornata di lunedì, mentre l'uomo si trovava in compagnia del proprio cane nella propria abitazione milanese. Ad avvertire il 118 è stata la fidanzata dell'uomo che non rispondeva alle sue chiamate. Quando i pompieri sono entrati nell'abitazione hanno trovato l'uomo nudo, privo di conoscenza con pene e testicoli strappati, ferite al fianco e l'animale ancora intento a infierire sull'uomo, mentre il secondo cane presente in casa si aggirava irrequieto per le stanze ma senza alcuna forma di aggressività. Il cane è stato sottoposto a sequestro, si ignorano ancora i motivi dell'aggressione e non si esclude che il cane sia stato in qualche modo molestato forse anche sessualmente dal padrone.

Un altro cameriere dei banchieri

 

Criminalizzazione del contante, controllo fiscale orwelliano. Con la scusa di una improbabile lotta all’evasione, il governo pensa a norme sempre più asfissianti, di fatto inutili ai fini del risanamento delle casse dello stato ma pericolose per la restrizione degli spazi di libertà.
Il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, facendo il punto in Parlamento sulla legge di Stabilità, ha infatti spiegato che il governo è disponibile, fra l’altro, a introdurre nuove vincoli sull’uso del contante, (attualmente il limite è di mille euro). Il centrodestra si oppone e promette barricate, che puntualmente saranno barattate con qualche battaglia di natura personalistica e sganciata dalla vita concreta dei cittadini.

L’Europa sotto attacco grazie alle scie chimiche

 


La terribile tempesta di San Giuda, che ha colpito Francia settentrionale e Inghilterra meridionale e si sta spostando verso i Paesi del Nord Europa non sarà un caso isolato. Dobbiamo aspettarci più piogge a Nord, ondate di calore al Sud nei prossimi anni: un rapporto dell'Istituto meteorologico norvegese e delle Accademie delle scienze nazionali europee prevede un brusco cambiamento climatico in Europa nelle prossime decadi, almeno fino al 2060.

Cattivone di un canguro!

 
Fonte: Leggo

Uccisa da un canguro. La piccola Mia Quinnell, 6 anni, è rimasta vittima di un terribile schianto con un canguro. L'auto su cui viaggiava la piccola stava tornando a casa dalla festa di Halloween, e la mamma al volante non è riuscita ad evitare il canguro che stava saltellando sul ciglio della strada vicino Toowoomba, città del sud-est del Queensland, nell'Australia nord-orientale.
Mia dormiva nel sedile posteriore dell'auto, con la sorella Nikita di 8 anni e il fratellino. A pochi minuti di strada da casa, lo schianto con il canguro: il marsupiale ha sfondato il parabrezza dell'auto, per poi uscire dall'abitacolo della vettura attraverso il lunotto.
La polizia ha detto che la bambina, seduta in un seggiolino per bambini, è stata colpita in pieno dall'animale.
Mia è stata subito ricoverata in ospedale in condizioni critiche. Ma la piccola non ha mai ripreso conoscenza, ed è morta. I genitori hanno deciso di donare gli organi della bimba, cuore, fegato e reni.

Strascichi del 2012

 

Rivelazione shock degli scienziati russi e non solo sul possibile impatto di un gigantesco asteroide con il pianeta Terra.
Tutti ricordano la previsione fatta dagli scienziati russi, pochi giorni fa, riguardo l’asteroide immenso che dovrebbe impattare sul nostro pianeta nel 2032 ma, tutti d’accordo con un team formato da italiani, russi, tedeschi e cileni, hanno confermato il probabile arrivo di un satellite dalle misure gigantesche che dovrà colpirci nel 2065. Secondo loro, la traiettoria indica che l’enorme masso spaziale, grande 159 metri, passerà a soli 7.000 miglia, una distanza davvero ravvicinata. L’articolo è stato pubblicato dalla testata RT, dove viene anche indicato che gli stessi scienziati della Ria Novosti’s Minor Planet Center, dell’Unione Astronomica Internazionale, insieme alla Nasa, credono che quello previsto per il 2032 potrebbe sfiorarci andando ad evitare una possibile catastrofe 10 volte più grossa di quella avvenuta in Russia.
Tutti questi allarmi stanno portando i vari governi ad attrezzarsi per combattere gli asteroidi e i giapponesi hanno pronto un cannone che, secondo loro, sarà in grado di distruggerli in orbita.

A presidio della vigliaccheria

 

SABATO 2 NOVEMBRE ore 18.00 Piazzetta Risorgimento. MONTIRONE (BS) Dopo il presidio informativo di sabato 19 ottobre, il collettivo ‘Antispecisti Libertari Brescia’ e il ‘Comitato Montichiari contro Green Hill’, organizzano un presidio scenografico in supporto alla campagna ‘Visoniliberi’ promossa dalle associazioni ‘Nemesi Animale’ e ‘essereAnimali’. Forse non tutti sanno che l’allevamento di Montirone di proprietà della famiglia De Poli, grazie ad una sentenza del TAR, attualmente oggetto di ricorso al Consiglio di Stato ha ripreso l'attività e si prepara a completare il ciclo produttivo, così come viene definito dagli stessi allevatori. Tra pochi giorni i visoni di 7-8 mesi, nati in primavera e ormai considerati adulti, verranno uccisi mediante asfissia in moderne camere a gas. A Montirone questa orribile sorte toccherà a circa 3000 individui. Ogni anno, in ogni allevamento di visoni, a novembre si ripete questo assurdo sterminio. Vengono risparmiati solo le fattrici e i maschi riproduttori che procureranno agli allevatori nuovi schiavi, considerati merce da cui trarre profitto. Il nostro intento è cercare di spezzare questa assurda catena di morte e chiedere a gran voce che gli allevamenti di animali ‘da pelliccia’ vengano aboliti definitivamente. Saremo la voce di tutti gli individui considerati oggetti, merce, profitto. FERMIAMO QUESTO MASSACRO! UNISCITI A NOI! 

martedì 29 ottobre 2013

Chi l’avrebbe mai detto!





Questa sì che è una notizia che ho scoperto per caso.
La cinese Ha Wenjin per amore degli animali ha sacrificato tutto ciò che possedeva, senza pensarci due volte. Ha lasciato il lavoro, venduto la sua casa, l'automobile e i gioielli. Ora si occupa di 1.500 cani e 200 gatti randagi. Alcuni anni fa il costo del rifugio ammontava a 37.500 dollari all'anno, ma con la crisi economica in corso i costi sono quasi raddoppiati. Oggi sopravvive principalmente grazie alle donazioni e alle sponsorizzazioni. Il rifugio si trova vicino a Nanjiing, Jiangsu, a un'ora circa dal centro della città, lontano da fabbriche e automobili.
I cani e i gatti hanno aree spaziose sia al coperto che all'esterno. Se escludiamo il momento dei pasti, gli spazi non sono così affollati come illustrano le foto.
Gli animali sono malati, feriti o abbandonati, ma questo non importa a Ha Wenjin o alle decine di volontari che si occupano di loro.
Collegato a una piccola clinica veterinaria della città, il rifugio accoglie i dimenticati dal mondo e restituisce loro una possibilità di vita dignitosa e libera.
Questo esempio di generosità è una rarità nel paese, soprattutto in una città conosciuta come una delle principali fonti di carne di cane e gatto per il mercato cinese.

Io, però, non mi preoccuperei più di tanto

 

Internet, e soprattutto Facebook, è pieno di Troll del CICAP.
Il loro compito è quello di stroncare sul nascere qualsiasi discussione su argomenti a loro sgraditi. Una sorta di sottile censura. Non hanno capito che Internet sarà la loro tomba: Internet aiuterà gli uomini a diffondere la cultura e la conoscenza, che quindi non saranno più soggiogate alla scienza ufficiale, alla medicina ufficiale, al pensiero unico. Se finora ci hanno tenuti all'oscuro di tante cose, finalmente tutti siamo in grado di avere a disposizione TUTTE le informazioni, e poi ciascuno di noi, con la sua intelligenza e sensibilità, potrà autonomamente decidere quale strada prendere.
COME RICONOSCERE QUESTI TROLL?
E' semplice: solitamente non scrivono mai sulla vostra bacheca; quando invece vi sono post particolari, li vedete accanirsi particolarmente.
Mettete un post sugli UFO o sulla telepatia (o sulle scie chimiche N.d.R.), vedrete come saltano fuori dalla loro sudicia grotta.

La figlia dell’ignoranza e del sospetto si chiama stupidità

Ignorando l’esistenza del batterio della peste, i nostri antenati s’inventarono gli untori. Sospettando di stregoneria innocue erboriste nubili, i nostri avi le bruciarono sul rogo insieme ai gatti loro famigli. Pensando che anche gli animali avessero il senso del bene e del male, nel Medioevo alcuni giudici processarono e condannarono a morte asini e tori che avevano ucciso i villici loro padroni. Sospettando che aquile e cicogne siano spie degli odiati israeliani, autorità e milizie libanesi, in questo caso, le abbattono, dandone grande risalto sulla stampa, come di magnifica vittoria. Ignorano, i meschini, il lavoro degli ornitologi e sospettano che ogni cosa che si muova nel cielo sopra di loro, nelle acque del mare e nella terra sotto i loro piedi, esista in funzione della guerra e del loro allontanamento da quelle martoriate terre. Se prendessero in mano un qualsiasi manuale di ornitologia saprebbero che agli uccelli migratori si sogliono mettere anelli di identificazione, con numeri e lettere, ma non possono farlo perché l’antropocentrico Allah non vuole, così che nemmeno nelle loro università si conosce l’esistenza dell’ornitologia, branca delle scienze naturali. Alla carenza di conoscenze, si dovrebbe supplire con intelligenza ed elasticità mentale, ma a voler pretendere una cosa del genere dai musulmani si fa prima a far passare un dromedario attraverso la cruna di un ago. E noi dovremmo lasciarci invadere da questa gente?


Gli antichi astronauti non sono solo una teoria

 
Fonte: Antikitera

La Voce della Russia e altre fonti russe stanno segnalando che un vecchio pezzo di macchinario di alluminio, datato a 300 milioni anni, è stato trovato Vladivostok. Gli esperti dicono che sembra un pezzo di ingranaggio, e non il risultato di forze naturali.
Secondo Yulia Zamanskaya, quando un residente di Vladivostok stava accendendo il fuoco durante una fredda sera d'inverno, ha trovato un dispositivo di metallo a forma di binario che era inglobato in uno dei pezzi di carbone che l'uomo stava usando per riscaldare la propria casa. Ipnotizzato dalla sua scoperta, il cittadino ha deciso di chiedere l'aiuto agli scienziati della regione di Primorye. Dopo che l'oggetto metallico è stato studiato dagli esperti, l'uomo è rimasto sconvolto nel conoscere l'età teorica della sua scoperta. Il manufatto metallico era presumibilmente vecchio di 300 milioni di anni, e gli scienziati hanno suggerito che non sia stato creato dalla natura, ma sia stato piuttosto prodotto da qualcuno. La questione di chi potrebbe aver fatto un ingranaggio di quel tipo in alluminio nella notte dei tempi rimane e rimarrà forse senza risposta.

Indignarsi verso gli indegni



Guardate questa foto! E’ un’innocente pecora in un macello Halal. Sta cercando di resistere al suo assassino, davanti ai suoi simili macellati pochi minuti prima! E' chiaro che non vuole morire! Avete ancora voglia di mangiare carne?

Prove tecniche di transumanesimo

 

Non sono sicuro ma credo sia un trapianto di testa di un cane su un altro cane. 1959. Ancora oggi, 2013, vengono eseguiti esperimenti simili su vari animai, grandi primati inclusi. Il fine? Trapiantare la tua testa dal tuo corpo malato ad un altro corpo cadaverico? Ricordo il trapianto fatto ad un falegname qualche anno fa. Perse le mani durante il lavoro. Gli trapiantarono quelle di un donatore morto. Dopo poco tempo chiese che gliele togliessero. Non sopportava di avere le mani di un altro, non sue. Tali implicazioni psicologiche ci saranno quando sarà l'intero corpo ad esserti estraneo? Non sono scientifici questi esperimenti. È macelleria fatta da psicopatici al riparo dei loro laboratori universitari. Finanziati con le nostre tasse.

Non gli avevano messo abbastanza vaselina negli occhi

 
Fonte e video: Leggo

MADRID - Quando meno te l'aspetti la vittima si trasforma in "carnefice". E' quello che è accaduto a un toro. Vittima designata in un rodeo, l'animale è riuscito a sorprendere il suo aguzzino incornandolo e facendolo letteralmente volare in aria. Non solo. Quando la calca ha aperto un varco nella staccionata che delimitava l'arena, il toro ne ha approfittato per fuggire via verso la libertà. Lasciando tutti con un palmo di naso.

lunedì 28 ottobre 2013

Le vergini dai candidi manti

 
Fonte: L’Officina

Testo di Giorgio Maria Cambiè


Dobbiamo essere lieti perché ultimamente, specie in Europa, si è scoperto un elemento essenziale: l'acqua calda. Hanno scoperto che gli Stati Uniti intercettano alla grande tutti gli altri Stati in giro per il mondo ed in particolare in Europa. E allora i governanti e sotto governanti europei si sono subito messi le vesti delle vergini dai candidi manti e si sono dimostrati scandalizzati di questa terribile procedura americana, offesi per la mancanza di rispetto dimostrata verso degli Stati che sulle sacre carte si dichiaravano alleati. E giù a strapparsi le vesti per questo nuovo fatto che arrivava a turbare la tranquillità dei loro governi. Si è dato il via ad una grande sceneggiata napoletana che neanche i fratelli De Filippo avrebbero potuto sognarsi. Non hanno avuto neanche il pudore di dire che da anni tutti spiano tutti e tutti intercettano tutti. In Italia noi siamo addirittura maestri perché oltre alle intercettazioni generalizzate ci sono anche  quelle delle varie procure, dei vari enti, di intercettatori  regolari e irregolari, così che le nostre comunicazioni sono un vero e proprio colabrodo. 

Un'antipatia che si trascinano da secoli

 


Per Maria una campagna internazionale razzista contro i Rom. Dunque anche Maria, la bimba bionda la foto della quale ha fatto il giro d’Europa, non era stata rapita. Semplicemente le persone che si occupavano di lei non erano degne di essere credute, in quanto Rom. I suoi genitori biologici, Sasha e Atanas Roussev, Rom bulgari, erano troppo poveri per mantenerla e l’avevano affidata alla coppia residente in Grecia alla quale Maria era stata sottratta. Questi l’avevano detto fin dall’inizio ma non erano stati creduti. Troppo poveri i genitori di Maria, così poveri da non poter tenere neanche i figli. Ovvero sottoproletari il babbo e la mamma di quella bimba bionda che per i media razzisti -in quanto bionda- doveva essere una principessina sottratta a chissà quale castello di fate. Fosse stata bruna non se ne sarebbero mai curati, anche se le persone che la tenevano fossero state vichinghe. 

Svuotare il mare con un cucchiaino

 
Non credo molto nelle “giornate mondiali”, benché riconosca in esse una qualche minima valenza educativa. E’, come la “giornata della memoria” del 27 gennaio, un consolidamento delle convinzioni condivise in una determinata zona e in una precisa epoca, con la differenza che in quest’ultimo caso è stata messa in opera una massiccia campagna mediatica di propaganda sionista, mentre per un’alimentazione senza carne e derivati ci sono ancora troppe forze che remano contro. Basti pensare alla pubblicità carnivorista, vista da milioni di utenti, e che distrugge in pochi minuti di ascolto televisivo il lavoro certosino di un’intera esistenza da parte nostra, di noi attivisti per l’alimentazione cruenty free. Tanto è vero che l’annuncio della giornata mondiale vegana appare solo sui social network e sui siti di controinformazione, mentre nel caso dei media mainstream ci sarà il silenzio totale. Potrei giurarci!

Per i pastori guerrieri non è vilipendio di cadavere

 

Questa foto é stata scattata alla periferia della città di Sadad vicino a Homs, dove era in corso una feroce battaglia. Il giorno prima un villaggio cristiano era caduto grazie all’intervento di molti terroristi. Non sappiamo ancora se le vittime sono abitanti del villaggio cristiano o soldati dell’esercito regolare. I terroristi li decapitato tutti. Come si può vedere sono stranieri: sembrano pachistani, afgani o comunque di quelle zone!

Molti occidentali dovrebbero riflettere

 


In alcuni mercati orientali non è inusuale imbattersi in ''prodotti alimentari'' caratteristici del luogo quali possono essere animali considerati da compagnia nei paesi occidentali, tipo gatti e cani, e vere e proprie ''prelibatezze'' in quegli angoli di mondo. Davanti ad immagini come queste, solitamente, emerge la quintessenza perbenista dell'ipocrisia del ''civilissimo occidente'', indignazione e repulsione sono le prime emozioni che emergono nel cuore dell'individuo medio nostrano. Però quando nei nostri ''civilissimi'' supermercati occidentali esponiamo sui banconi delle macellerie brandelli di carne di cuccioli di vitello smembrati, neonati di un'altra specie, interiora di maiali, porchette ed arti di pollame scuoiati, chissà perchè, stranamente, in pochi, veramente pochi, inorridiscono allo stesso modo....fare a pezzi gli animali che divoriamo dalle nostre parti è forse meno barbaro?

La manipolazione della realtà

 
Fonte: Asinus Novus

Testo di Serena Contardi

Esiste un sito spazzatura, molti di voi lo conosceranno, che si chiama tuttiicriminidegliimmigrati.com: razzisti vi elencano illeciti di migranti per altri razzisti, che possono così sentirsi giustificati nel proprio razzismo. Fortunatamente, è un sito che fa schifo a tutte le persone decenti che conosco (o, più semplicemente, a tutte le persone decenti che esistono). Eppure, queste persone decenti, spesso non si fanno scrupolo di linkarti notizie di figli di genitori vegani ammalati o deceduti, onde dimostrarti – in aperta contraddizione con quanto vuole l’American Dietetic Association – quanto il veganismo sia insalubre e pericoloso, specie per i bimbi (faccio notare, en passant, che sono già nati spazi web che si prefiggono lo scopo di tenere il conto dei pargoli vegani “uccisi”: una sorta di tuttiicriminideivegani.com). Non si accorgono che il meccanismo di generalizzazione – parziale e interessato – è esattamente lo stesso, e quando fai questo accostamento solitamente si inalberano.

La corretta graduatoria dei valori

 
Greg Cook mentre abbraccia la sua cagnolina Coco, dopo averla trovata viva vicino alla propria casa distrutta da un tornado. Le sue parole furono: “Non m’interessa la casa. Sono felice di aver ancora la mia migliore amica”.

domenica 27 ottobre 2013

La coerenza di un’amministrazione comunale



La giunta del Comune di Pordenone difende il regolamento che non prevede sul territorio cittadino la possibilità di fare spettacoli a circhi che fanno esibire animali. La richiesta era stata fatta dal circo Millennium che aveva già trovato l'area dove montare il tendone, ma il Comune ha negato l'autorizzazione. La direzione del circo si è rivolta al Tar e la giunta comunale ha deciso di resistere in giudizio. L'udienza è fissata per novembre. Se il Comune perdesse la causa il circo a quel punto potrebbe fare subito lo spettacolo. Si sono già mobilitati gli animalisti.

L'importanza delle termiti nella vita politica italiana


Fonte: Vox News

Era tutto previsto. Già due anni fa, in questo video, il padre-stregone-re dichiarava certo: “Diventerà ministro in Italia”.
E allora risuonano le famose domande di Sartori: “Chi l’ha messa al governo?”. Quali forze hanno preteso la presenza della predestinata nel governo Letta?
Due anni fa la congolese non era nemmeno nei ‘radar’ della politica, come poteva, il padre-stregone, a meno di ‘poteri’ paranormali anche solo pensare una eventualità tanto bizzarra?
La signora Kyenge non è una povera africana come ama definirsi. Suo padre è un capotribù per diritto dinastico dal novembre 1984 e domina incontrastato sul villaggio che porta lo stesso nome: Kyenge.

Il Medioevo ha la pelle scura

 

Estremisti islamici in Nigeria hanno ucciso queste persone a causa della loro fede in Gesù. Preghiamo Dio che protegga i cristiani di tutto il mondo, che vivono nei paesi musulmani. Amen.

Feti umani o cavie animali sempre spazzatura sono!

 


Avevamo già riportato casi di ricercatori che negli Stati Uniti e in Gran Bretagna compravano dagli ospedali feti appena abortiti, per assicurarsi materiale sperimentale umano vivente. Da allora la pratica si è andata espandendo, nonostante la dichiarata disapprovazione ufficiale. Intanto è giunta notizia che i finanziamenti concessi dal governo statunitense sono serviti ad appoggiare molti esperimenti su feti umani abortiti vivi, acquisiti dagli ospedali finlandesi. Che c'entra la Finlandia? La Finlandia c'entra perché là è possibile abortire legalmente feti di cinque mesi, età alla quale molti sopravvivono, poi si possono far sviluppare in incubatrice e vendere a "ricercatori" che non essendo rimasti soddisfatti delle risposte ottenute dagli animali vorrebbero indagare su materiale umano. Come al solito, soltanto i pochi mezzi d'informazione che usano portare alla luce le realtà più vergognose, anziché tacerle come preferiscono fare gli organi dell'establishment (più sono importanti e meno rivelano), hanno riportato il brutto fatto. 

sabato 26 ottobre 2013

Nessuno ha trovato tracce dell'impatto

 

Una grande palla di fuoco è stata avvistata nei cieli d’Islanda, più precisamente ad Akureyri e ripresa in un videoclip di alcuni secondi.
La massa incandescente e luminosa si dirige verso il basso per poi scomparire velocemente dietro alcune case.
Potrebbe essere la prova della presenza di forme di vita intelligenti nello spazio, il passaggio di un asteroide o un dirigibile.

La tirannia dell'uomo non fa bene ai cavalli

 
Fonte: Leggo

FERMO - Una morte assurda per un cavallo nell'ippodromo di Montegiorgio, nelle Marche. Lo sfortunato protagonista è stato Lucio Om, che nel corso di una sgambatura pre-gara per un guaio respiratorio ha cominciato a tirare di brutto, per poi sbandare e finire la corsa nel lago a centropista con tutto il sulky, dal quale era poco prima caduto a terra il driver Marco Lasi.
INUTILI I SOCCORSI. Un paio di addetti si sono lanciati in acqua per aiutarlo ma non c'è stato niente da fare. Il cavallo, trascinato dal sulky sul fondo del laghetto, è morto annegato.
IN 44 ANNI MAI UN INCIDENTE. L'ippodromo "San Paolo" di Montegiorgio è aperto dal 1969 e da allora non era mai accaduto un incidente simile.

La sacralità dei bimbi


Il caso della bambina bionda trovata in Grecia in un campo nomadi ha fatto il giro del mondo. Sulla base del proverbio “Il lupo perde il pelo ma non il vizio”, la polizia ha pensato subito a un rapimento da parte dell’etnia vagabonda che la ospitava, dedita, tra l’altro, al furto di bambini, quasi un archetipo spaventoso dell’Uomo Nero o del Babau. Il terrore infantile d’essere abbandonati o strappati alla propria famiglia deve aver traumatizzato un gran numero di bambini, attraverso i secoli di storia dell’umanità. Oggi si parla di traffico d’organi, tolti a giovinetti del Terzo Mondo per darli a ricchi pazienti adulti del Primo, mediante l’intervento di chirurghi compiacenti e l’operato di un certo numero di procacciatori della preziosa materia prima. La gente lo sa, sia nel primo che nel Terzo Mondo, ma mentre da noi è considerato un problema irrilevante, in Africa e in Sud America dev’essere un nervo scoperto se la folla di tanto in tanto dà in escandescenze. L’incubo degli organi prelevati ai bambini, per una sua intrinseca forza evocativa, è diventato una fonte mitopoietica, tanto che “l’uomo porcospino”, qui sopra, la cui foto fu pubblicata sul web, in un primo tempo venne indicato come un trafficante d’organi condannato dalla folla a una morte atroce e ignominiosa, salvo poi venire a sapere che si trattava dell’amante della donna di un boss locale della droga. Era quindi solo una questione di corna e il traffico di bambini non c’entrava nulla.

L'evoluzione dei codici civili

 
Fonte: La Stampa

Gli animali devono essere riconosciuti dalla legge come «esseri viventi e sensibili»: è l’appello di 24 intellettuali francesi, tra cui i filosofi Michel Onfray e Alain Finkielkraut, l’astrofisico Hubert Reeves, e l’ex ministro dell’Educazione Luc Ferry, che hanno pubblicato un manifesto affinché gli animali non siano più considerati nel Codice Civile transalpino come cose. «Non si può più opporre l’uomo alle bestie - sostengono gli intellettuali -. Il benessere degli animali è un segno di progresso sociale».
C’è anche una petizione con una proposta di legge lanciata dalla Fondazione ’30 millions d’amis’ che ha già raccolto circa 250.000 firme ed è stata presentata alla ministra della Giustizia. «Vogliamo dare una personalità giuridica all’animale, creando una terza categoria oltre alle persone e ai beni - spiega la presidente della Fondazione, Reha Mutin -. Proponiamo che il titolo del Libro II del Codice civile sia modificato come segue: `Degli animali, dei beni e delle differenti modificazioni della proprietà´. Deve inoltre essere specificato che l’animale è un essere vivente e sensibile».


Un antico simbolo solare trasformato in strumento di tortura

 

Un uomo crocifisso sulla pubblica via lasciato così appeso per giorni. Sopra la testa il cartello con descritta la sua colpa e la sua condanna. Come Gesù Cristo sul Golgota. L’immagine che arriva dallo Yemen è stata ripresa dagli stessi autori della brutale esecuzione e messa in rete. La crocifissione è avvenuta alle porte della città di Jaar, provincia di Abyan, zona controllata dal gruppo jihadista Ansar al Sharia che ha imposto la legge coranica in tutta la regione. La vittima di tale brutalità è stata accusata di essere una spia degli americani e di aver installato segnalatori radar sulle auto dei guerriglieri per farli colpire dai missili sparati dai Droni. Il cartello con la bandiera nera di Al Qaeda citava il versetto 5-33 del Corano: «La ricompensa per coloro che fanno guerra ad Allah e al Suo Messaggero e sono corrotti sulla terra, è solo quella che devono essere uccisi o crocifissi».


venerdì 25 ottobre 2013

Per le cavie Abu Ghraib non finisce mai

 

Questa foto è di Jaws una scimmia di macaco di 21 anni, passati in prigionia e costretta a "donare" il proprio seme tramite elettro eiaculazione. Questo procedimento gli è stato ripetuto 241 volte nel corso della sua triste vita, senza contare i tentativi falliti o multipli. Nel video si può vedere dal minuto 4 in poi. Questo seme estratto con la forza servirà per violentare altre scimmie prigioniere, che saranno ingravidate con la forza ed i cui cuccioli saranno loro strappati per la sperimentazione animale. Queste pratiche sono un aspetto nascosto ma praticato, che fanno parte del mondo della sperimentazione animale che viene travestita da ricerca scientifica perché con la scusa della ricerca si vogliono celare le torture fatte su milioni di animali.