sabato 31 maggio 2014

E' più importante il panem o i circenses?

 
Fonte: Il Manifesto

Cavalli, frecce e gas lacri­mo­geni. Piazze sem­pre in fer­mento, in Bra­sile, a due set­ti­mane dai Mon­diali di cal­cio. Que­sta volta, a dare il fischio d’inizio sono stati gli indi­geni e gli atti­vi­sti dei movi­menti sociali anti Coppa, scesi in campo per pro­te­stare in diverse città. A Bra­si­lia, la poli­zia a cavallo ha cer­cato di impe­dire ai mani­fe­stanti di rag­giun­gere uno degli stadi prin­ci­pali che acco­glierà la com­pe­ti­zione spor­tiva, il Mané Gar­rin­cha. Ai gas lacri­mo­geni, gli indi­geni – fra loro anche vec­chi e bam­bini — hanno rispo­sto con pie­tre e frecce. Un poli­ziotto è stato col­pito e por­tato all’ospedale dove gli è stata estratta la frec­cia, ma non è in peri­colo di vita. L’immagine del nugolo di frecce che ha rag­giunto una moto della poli­zia ha fatto il giro del mondo. Oltre un migliaio gli agenti dei bat­ta­glioni spe­ciali a guar­dia dello stadio.

Strascichi post-elettorali

 
Testo di Paolo Mocavero (foto)

Beppe Grillo – non bastavano i servi pennivendoli a gettare fango sul Movimento Cinque Stelle, sono intervenuti anche alcuni poveri animalari nella campagna di denigrazione, tra una leccata a Berlusconi e Renzi, hanno pubblicato di tutto, foto di decine di anni fa con sua moglie in pelliccia, lo stesso Grillo mentre indossava un cappuccio con il  pelo (tra l’altro finto), hanno riportato le sue dichiarazioni sulla sua voglia di mangiare carne, l’hanno attaccato sulla Grillina Fattori l’unica tra milioni di elettori di Grillo favorevole alla vivisezione, l’unica! Tuttavia… avete mai letto da qualche parte che Grillo si è professato animalista? Non credo… al contrario, Casaleggio è vegano come tantissimi membri del M5S, ma i nostri mediocri animalari non se ne sono mai volutamente accorti, come non hanno mai detto o scritto nulla sulla vergognosa quota di maggioranza alla Moldem (multinazionale che pratica le vivisezione per davvero) di Silvio Berlusconi (24.9 %) che per davvero si è dichiarato “animalista” (!) dei miei coglioni, aggiungo io. Non hanno detto o scritto nulla sulla provenienza di Dudù e le amicizie della Brambilla che si fa donare il cane dal segretario di federfauna (!) Lombardia… non hanno detto o scritto nulla sulla candidatura del cacciatore Ferrazza nelle liste di Forza Italia non hanno detto o scritto nulla sulla Moretti che sostiene  “i cacciatori devono sparare per tenere in “vita” il territorio” (!) Bravi davvero animalari, bravi!

La scoperta della gatta calda

 

Roma, 28 maggio 2014  - Nonostante la crisi economica e gli impegni che si accavallano, le famiglie italiane adottano sempre più frequentemente animali domestici nelle proprie case. Sono ben 60 milioni gli animali domestici che gli italiani ospitano in casa. Questa convivenza aumenterebbe l'equilibrio e la serenità in famiglia, come ha spiegato in una nota Michele Cucchi, psichiatra ed esperto di emozioni, Direttore del Centro medico sanitario Santagostino di Milano. Secondo le stime più recenti il cane rimane il compagno di vita più diffuso (56 per cento), seguito dai gatti (49,7 per cento), dalle tartarughe (7,9 per cento) e dai conigli nani (5,3 per cento). "Avere un pet in casa, ha spiegato Cucchi - permette di trovare il proprio equilibrio e la felicità all'interno del nucleo familiare, facendo vivere tutti gli aspetti della quotidianità con maggiore serenità".

E poi mi vengono a parlare di integrazione?!

 
“Non portare i tuoi cani qui. I musulmani non amano i cani e questa è un’area riservata ai musulmani, ora”, dice il cartello in un giardino pubblico di Londra, non so da chi affisso. Il giorno in cui troverò cose del genere in Italia, ne scriverò anch’io di questo tenore: “Vietato l’ingresso ai musulmani. I miei cani non amano i musulmani e questa è un’area riservata ai cani, ora, conquistata a fatica da generazioni di zoofili, nel segno della civiltà e del rispetto”. Ditemi pure che sono razzista! La foto è tratta da qui.

Un batterio per amico


Venire a sapere che viviamo in mezzo a miliardi di batteri, che sono fuori e dentro di noi, è un po’ come sapere di essere immersi perennemente in una nebbia elettromagnetica o, peggio, di essere circondati dagli spiriti dei defunti o da altre entità impalpabili, con la differenza che il pensiero di vivere in compresenza con gli spiriti è piuttosto disturbante. Come le radiazioni e i fantasmi, così anche i batteri possono nuocerci, avendo tutt’e tre le categorie il vantaggio dell’invisibilità. Però almeno i batteri, anche se non li vediamo, li conosciamo. E sappiamo, com’è stato spiegato da Enzo Cattaneo, qui in foto, venerdì 30 maggio a Codroipo, che ce ne sono di tre tipi: i fermentativi, i putrefattivi e gli opportunisti. Questi ultimi sono i più numerosi e, come dice il nome, se trovano i fermentativi all’opera si fiondano come barboni non invitati in un pranzo di nozze. Ma se trovano al lavoro i putrefattivi, fanno la stessa cosa, ché tanto per loro non cambia niente: da mangiare si trova comunque. 

venerdì 30 maggio 2014

Creatori di un'unica creazione

 
Roba tosta! Non so se Malanga è più filosofo che chimico. Fatto sta che, avendo sposato le teorie di David Bohm sull’universo olografico, deduce che ciascuno di noi crea la propria realtà. E fin qui non ci sarebbe niente di difficile da capire se non fosse che con questa logica Malanga arriva a dire, se non ho capito male, che anche gli alieni sono parto della nostra mente, per lo meno di quelli che ne sono vittime come gli addotti. In altre parole, i rapiti dagli alieni in realtà sono rapiti da se stessi. E siccome l’universo, oltre ad essere olografico, non è duale, è tutto concentrato nello stesso punto, senza un passato e un futuro, ma in un unico eterno presente. Un po’ come doveva essere prima del Big Bang: racchiuso in un unico atomo. Chi o cosa ha fatto scoccare la scintilla iniziale? Nessuno lo sa, ma Corrado Malanga, quando una ventina d’anni fa ha iniziato ad occuparsi di alieni, avrebbe voluto chiederlo a loro. Oggi, non ha più questa pretesa perché ha capito che nemmeno loro ne sanno qualcosa. Dio non è fuori di noi e se lo cerchiamo lì non lo troviamo. Dio siamo noi, ma non siamo onniscienti e infatti abbiamo bisogno di fare l’esperienza della vita e della morte per poter evidenziare la nostra divinità. Abbiamo bisogno di attraversare il labirinto delle esperienze per arrivare allo stesso punto di partenza. Anche questa, però, è una giustificazione del perché moriamo.  

Il Bilderberg dietro la strategia della tensione

 
Testo di Paolo Bernini

Siamo in Danimarca, davanti al Marriott Hotel dove si sta tenendo in questi giorni l'incontro annuale del Gruppo Bilderberg.
Abbiamo appena visto passare il Sen. Mario Monti e la direttrice di RAI News24 Monica Maggioni, ai quali abbiamo tentato di consegnare (senza successo, la Polizia ci ha fermati) il documento che potete leggere di seguito. 
"Gentile Presidente, membri dello steering committee e membri dell'advisory group, siamo un gruppo di parlamentari italiani appartenenti al Movimento 5 Stelle. 
Una forza politica nata nel 2009 che ad oggi conta 160 parlamentari e 17 europarlamentari appena eletti. Per non contare le centinaia di rappresentati a livello locale. 
Tra i nostri punti di forza ci sono essenzialmente tre parole: onestà, coerenza e trasparenza amministrativa.
 Sappiamo, dalle scarse notizie che riusciamo ad apprendere dai media, che il gruppo Bilderberg è uno dei meeting più importanti del mondo e tra i più longevi dal momento che si riunisce dal 1954. 

Oppressi da controllori trans-dimensionali

 

Questo argomento può sembrare alquanto raccapricciante. Ma è proprio davanti ai nostri occhi. Il nostro pianeta è chiaramente sotto attacco. Chiunque abbia anche solo la metà del suo cervello ‘acceso’ può osservare come il mondo di oggi stia dirigendosi verso il disastro, quando non vi è alcuna ragione perché lo faccia. Le nostre risorse sono abbondanti e la stragrande maggioranza delle persone sulla terra sono amabili, etiche ed hanno buone intenzioni individuali. Tuttavia, coloro che siedono nei luoghi di autorità e di potere economico sembrano essere chiaramente psicopatici maniaci, costantemente impegnati nel trovare nuovi modi per utilizzare e abusare dell’umanità e della sua bella casa chiamata Terra.
Come in un Terraforming. Ci arriveremo. È solo un nome. Nei settori politici, economici, sociali ed ambientali. Sembra che siamo stati letteralmente invasi da qualcosa di estraneo al nostro mondo che viene sistematicamente abusato, smantellato e distrutto.
Basta guardare all’incubo nucleare.

La storia di Agata, veggente cieca.

 
Testo di Patrizia Scanti


Ciao a tutti cari amici, mi chiamo Patrizia. Vivo in un piccolo paesino che si chiama Appiano. Vi scrivo questa mail per raccontarvi la storia della mia amica Agata.
Agata è nata cieca. Sua madre, appena se ne rese conto, invece di pensare che aveva dato alla luce una bellissima e sana bambina, devono aver pensato che era una punizione di Dio, o qualcosa del genere, e la lasciato in un orfanotrofio.

giovedì 29 maggio 2014

I mondialisti non devono vincere

 

CONTINUA LA DISPERATA BATTAGLIA DELLA POPOLAZIONE FILO-RUSSA ASSEDIATA DALL'ESERCITO DI KIEV.
 La Russia non può, non deve rimanere inerte di fronte al massacro dei patrioti che hanno proclamato le Repubbliche nel Donbass, per non farsi fagocitare dall'Occidente, dall'EU e dalla Nato. 
Ci rendiamo tutti conto che un intervento Russo potrebbe far scatenare la terza guerra mondiale.
 E noi in Italia, ospitando le basi nucleari NATO, SAREMMO I PRIMI AD ESSERNE COINVOLTI RISCHIANDO UN VERO OLOCAUSTO. Ma l'Occidente mondialista non deve vincere. Mi spiace per i giovani, per tante famiglie, io personalmente, arrivato quasi a 67 anni, posso anche fregarmene di bruciare come un cerino, ma a tutti gli altri ci penso, e anche a mio figlio che ha 29 anni. Però l'Occidente mondialista non deve vincere.

Farage non mi piage

 
Testo di Saverio Tommasi

Io racconto quello che vedo perché sono libero. E dico, con assoluta moderazione, che Nigel Farage è un'espressione schifosa dell'estrema destra europea. Il fatto che poi si dichiari contro l'Europa finanziaria, oltre ad essere un'espressione che di per sé significa più o meno supercalifragilistichespiralitoso (cioè niente), è proprio una barzelletta che non fa ridere, detta da lui che di lavoro faceva il broker finanziario londinese. E ovviamente l'avrei fatto notare anche se con Farage avessero provato a stringerci un'alleanza Renzi o Tsipras o il Papa. Di seguito alcune (orribili) dichiarazioni di Farage e di esponenti del partito che lui rappresenta. Perché non basta essere contrari al Fiscal compact per non essere degli stronzi medievali:
"Le donne valgono meno, è giusto guadagnino meno, vanno in maternità" Nigel Farage, capo di UKIP.
"Tra omosessualità e pedofilia ci sono tali legami che non basta un'enciclopedia", Julia Gasper di UKIP.
"Dacché è stato riconosciuto il matrimonio gay, l’UK è stata colpita da alluvioni", David Silvester, dirigente di UKIP.
"Gli omosessuali sono sodomiti e comunisti, la piantino di dirsi normali". Douglas Denny, dirigente di UKIP.

L'Europa, paladina della globalizzazione

 

Dal formaggio senza latte al vino senza uva, dal cioccolato senza cacao, alla carne annacquata, ma ci sono anche il vino zuccherato, il miele contaminato dal polline biotech senza nessuna indicazione in etichetta come pure i formaggi similgrana prodotti all’estero, tra le novità permesse dall’Unione e in commercio anche in Italia che non si può opporre alle regole europee. E’ quanto denunciato dalla Coldiretti al maxi raduno con diecimila agricoltori dalle diverse regioni del Nord Italia al Mico - Fiera Milano Congressi.  “Dall’Unione Europea è venuto negli anni un  via libera ad allucinanti novità nel piatto senza dimenticare le alchimie negli ingredienti che hanno snaturato anche gli alimenti più comuni”, ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che “si è verificato un appiattimento verso il basso delle normative per dare spazio a quei Paesi che non possono contare su una vera agricoltura e puntano su trucchi, espedienti e artifici della trasformazione industriale per poter essere presenti sul mercato del cibo”.

Cominciano ad accorgersene

 

Testo di Mauro Barberis
 
Non era vero niente. Come dichiara Zeev Herzog, autorevole professore della Facoltà di Archeologia di Tel Aviv, “la grande maggioranza degli studiosi nei campi che vanno dall’archeologia agli studi biblici e all’archeologia del popolo ebraico concorda che gli eventi narrati dalla Bibbia non sono fatti storici. Sono leggende, come per voi quella di Romolo e Remo”. Quando l’ho letto, avrei voluto prendermi a schiaffi. Ma era ovvio, dovevo capirlo subito, come la prima volta che ho sentito parlare Berlusconi, Grillo o Renzi. La Bibbia contiene troppo sesso, troppa violenza, soprattutto troppo paranormale, per non capire immediatamente che si tratta solo di letteratura di consumo, di un fumettone un po’ trash.

Due marò orfani che nessuno adotta

 
Testo di Fabrizio Belloni

Telegiornali grondanti melassa per l'arrivo a Roma del gruppo di bambini congolesi, liberati dalla burocrazia africana. Benvenuti.
Le immagini hanno mostrato scene di genitori adottanti felici come pasque, di bimbi un poco straniti, ma sereni (faranno tanta fatica, poveretti! Molta di più di quello che si crede), e della sexy ministra Boschi scodinzolante come una papera uscita dallo stagno. Piccolo particolare: è stato utilizzato per il volo un aereo della Aeronautica Militare, cioè pagato dai cittadini.
A rigor di logica i bambini non sono ancora cittadini italiani: lo saranno dopo l'espletamento delle solite lunghe, burosauriche formalità italiote. E allora? Secondo me il viaggio avrebbe dovuto essere a carico dei genitori adottanti. Non avrebbe permesso alla sexy ministra di fare una "marchetta" televisiva, ma sarebbe stato più corretto e più rispettoso nei confronti dei... sudditi italiani.

Il Papa rende omaggio a Lucifero

 

Durante la visita di cortesia al Presidente dello Stato di Israele, Papa Francesco ha pronunciato un discorso a braccio che sicuramente rimarrà nella storia.
Il Papa ha detto, rivolgendosi a Simon Peres: "Vorrei inventare una nuova Beatitudine: Beato quello che entra in casa di un uomo saggio e buono". Il Presidente israeliano ha sorriso e lo ha ringraziato di cuore. Il punto a mio avviso non è neanche che costui non afferma il primato della chiesa... perché potrei anche capire che egli si inchini e baci la mano ad un povero e ad un misero, in cui egli riconosca Gesù! Il punto e che costui non distingue più il male dal bene!
Il punto è che costui rende omaggio servile ai principali rappresentanti formali e sostanziali della gerarchia del potere spirituale e materiale di Rothschild!... che è il Massimo, Principale e Peggior Nemico della stragrande parte dell'Umanità... che sia mai apparso nella storia del Mondo!... come dire che si inchina e bacia le mani a Lucifero!...
Penso che costui sia in malafede per paura o perché ha sposato per interesse, o per idiozia o per ignoranza la causa di Rothschild e di Lucifero!
Certo è che costui può essere anche il papa degli Ebrei, di Rothschild e di Lucifero!
Ma certo non è il mio papa!

mercoledì 28 maggio 2014

In nome del re Pallone

 

Per preparare i vostri mondiali di merda stanno uccidendo la gente.
Vado a spiegarmi meglio.
In Brasile da mesi la gente sta protestando contro la preparazione dei mondiali che per la popolazione non significa affatto GUADAGNO o TURISMO, ma solo sfratti, abusi di potere, aumento dei prezzi dei beni primari. Le immagini vengono da Copacabana, fonti del luogo dicono che c'è stata una protesta e dopo, quando la gente è stata allontanata dalla polizia, si sono sentiti degli spari tra le case, questo ha permesso ai militari di intervenire. Caso vuole che proprio lì doveva essere costruita una struttura per i mondiali e l'accoglienza dei turisti e dello staff e la gente era contraria a lasciare le proprie abitazioni. Dopo ciò che è successo credo che non avranno altra scelta.
Abbasso la FIFA, Abbasso il calcio corrotto, abbasso tutta questa merda!

L'ebetino vendicativo

 

Testo di Ilda Iadanza

"Nel giugno del 2013 sono stata contattata dalla Polizia Postale di Gorizia, la quale mi dice di avere delle comunicazioni che mi riguardano. Al momento ho pensato Polizia Postale uguale internet. Avendo a mio nome le utenze sono risaliti a me ed avendo due figli, uno pre-adolescente e uno adolescente ho subito pensato: chissà quali siti sono andati a vedere! Il 21 giugno 2013, per recarmi a Gorizia, mi sono vista costretta, in piena stagione estiva, a chiudere la mia attività. Mentre sono in attesa dell'assistente capo, noto sulla scrivania una cartella intitolata "Matteo Renzi", e qualcuno a matita ci aveva aggiunto "sindaco di Firenze", ma non ci faccio troppo caso. Dopo aver comunicato le mie generalità arriviamo al dunque. 

Un commiato temporaneo

 
Testo di Andrea Zanoni

Care Amiche e cari Amici, domenica 25 maggio quasi 40.000 cittadini mi hanno dato il loro voto. Purtroppo queste preferenze non sono bastate per essere rieletto al Parlamento europeo. In questi due anni, grazie anche all’aiuto del mio staff, ho affrontato moltissime problematiche, aprendo 1017 fascicoli su altrettante questioni e presentando alla Commissione europea ben 271 interrogazioni sui temi a noi cari. Sono stati due anni molto intensi, ricchi anche di soddisfazioni, come le vittorie sul fronte della caccia in deroga, degli impianti a biogas, dei richiami vivi ad uso caccia, e come le due nuove leggi europee di cui sono stato artefice, ovvero il Regolamento sul divieto del finning (il taglio delle pinne dello squalo con il rigetto dello stesso in mare) e l’importantissima ed innovativa Direttiva sulla Valutazione d’Impatto Ambientale VIA.

La grande anima russa

 
Sappiamo poco dell’indole russa. Sappiamo quello che trapela dalla letteratura e da qualche raro film, ma possiamo dire che i russi hanno la tendenza a essere melanconici, forse a causa dei lunghi inverni che spingono ad essere tristi e potenzialmente depressi. L’ambiente ha forgiato il loro carattere. Con questo video sono riusciti a fare un corto struggente anche di un evento funesto come la guerra. Giocano ad uccidersi, fratelli contro fratelli e fanno venire in mente i ragazzi della Via Paal, magari un po’ cresciuti ma sempre infantili. Una donna intervistata in tivù, l’altro giorno, diceva che durante la seconda guerra mondiale “sapevano chi odiare”. Oggi sono stati indotti ad odiare un nemico che parla la loro stessa lingua e la linea di confine, del tutto artificiosa e inconsistente, passa tra i filo-russi e i filo-occidentali. Cioè, s’ammazzano per farsi mettere catene di colore diverso.

Ahi, ahi, Nutella!

  FONTE

Spesso inconsapevolmente, per mancanza di vigilanza, partecipiamo alla distruzione delle foreste tropicali, habitat naturale dell’orango e di molti altri animali meravigliosi.
Prima cosa da fare: bandire l’OLIO DI PALMA e il suo consumo. La sua coltivazione intensiva è la causa principale della deforestazione nel Sud-Est asiatico. ATTENZIONE, spesso si nasconde sotto il nome vago di "olio vegetale". I distributori cercano volontariamente di ingannare il consumatore. Non esitate a rivolgervi al loro servizio clienti per richiedere chiarimenti.