domenica 30 novembre 2014

Mentre il Papa prega, Soccorso Cristiano li aiuta concretamente

 

I musulmani in Pakistan hanno preso una giovane ragazza cristiana e l’hanno lapidata, facendola morire proprio di fronte a suo padre, Akram Masih. Lei, suo padre e sua madre, Parveen Bibi, erano lavoratori schiavi in una fornace di mattoni di proprietà di un musulmano ed erano costantemente e crudelmente picchiati e abusati dai loro proprietari schiavisti. La ragazza cristiana era terribilmente malata e i suoi genitori chiesero ai loro padroni di prestare loro dei soldi per pagare le cure, ma questi invece l'hanno uccisa davanti agli occhi del padre. La ragazza era molto malata e il suo brutale omicidio è stato così raccontato dal padre:

Rivelazioni a orologeria

 
Fonte: Leggo

Testo di Simone Pierini

ROMA - "Nel 1979 ho visto due uomini camminare su Marte". La rivelazione arriva da una ex dipendente della Nasa che si fa chiamare Jackie.  Ha parlato ad una radio senza svelare la propria identità. Secondo il suo racconto non sarebbe l'unica ad aver visto la scena. Con lei altri colleghi del Lander Viking, la prima navicella ad atterrare su Marte, hanno notati degli esseri umani calpestare la superficie del Pianeta Rosso. Hanno immortalato la scena e inviato i filmati sulla Terra. Dalle immagini hanno notato che i due esseri viventi indossavano tute spaziali molto diverse dalle loro, più leggere e meno ingombranti, tanto da permettere una migliore mobilità. Ma poco dopo le prove sparirono improvvisamente e la sala video fu chiusa ermeticamente con del nastro adesivo. Ed è per questo che "Jackie" ha voluto far riemergere il mistero del 1979. Vuole la verità ma la Nasa non ha ancora risposto. E forse non lo farà mai.

Ora lo ammettono, dopo sette anni!




Premessa. Non state per leggere la recensione di un videogame, né di un film di fantascienza. Aspettare l’apocalisse in un bunker da 300 milioni di semi. In un fortino biologico a prova di bomba, oltre che di terremoto, inondazioni e attacchi terroristici. Costruito per 120 metri all’interno di una montagna di arenaria, 100 metri sul livello del mare per non rischiare innalzamenti delle acque dovuti allo scioglimento dei ghiacciai. Un’idea che va oltre ogni fantasia cinematografica. Stoccare semi da tutto il mondo in un caveau ghiacciato con la mistica missione di garantirsi la possibilità di poter reimpiantare una natura (eventualmente) estinta. 

Un fermento di conferenze


Testo di Sergio Boschian

Coerentemente con quanto vi ho recentemente inviato, venerdì 28 novembre ho partecipato, assieme ad alcuni miei "allievi" dell'Università della Terza Età, all'incontro promosso dall'ALISTER di Trieste, che è un'associazione scientifica e culturale "alternativa", formata da cittadini ed esperti che tratta a 360° temi importanti e attuali come appunto l'ebola e le scie chimiche, i vaccini, l'inquinamento elettromagnetico, ecc. Il quadro generale che ne emerge è davvero preoccupante e inquietante. In particolare poi è emerso che l'ebola che sta dilagando in quella parte dell'Africa occidentale è di fatto un virus che è molto più aggressivo e letale rispetto all' originale. E' "geneticamente modificato" in laboratorio ed è già registrato da una Società di ricerca USA del Maryland che conduceva "sperimentazioni" proprio in Sierra Leone.
 

sabato 29 novembre 2014

Il ponte dell'arcobaleno

 
Il video seguente mi è stato segnalato da Giancarlo Mezzalira, un animalista che conosco da molti anni e che di recente ha subito la perdita del suo cincillà, dopo dieci anni di amorevole convivenza. Trovavo spesso su Facebook alcuni miei contatti che annunciavano la dipartita del loro beniamino, facendo riferimento al ponte dell’arcobaleno, ma non avevo mai approfondito la faccenda. Ora so che si tratta di un’antica e poetica leggenda degli indiani d’America (che non finiscono mai di stupire). 

Donne e animali presso gli arabi

 
Uomo: Devi sapere che sei speciale per me e che mi prenderò sempre cura di te.

Donna: Grazie caro!

Uomo: Non stavo parlando con te.

[N.d.R. Segnalata da Francesco Spizzirri]

Sempre di strumenti di tortura si tratta

 
Testo di Diana Field

Questo vitello sarà ucciso con una pistola a proiettile captivo. I vitelli sono bambini, piccoli bambini spaventati. Questa foto è tratta da un articolo che ho letto qualche giorno fa. Avevo scritto che mostrava l’atto della macellazione ma mi è stato fatto notare che questo è uno strumento per la decornazione. L'articolo che ho letto quando ho postato questa foto parlava di una pistola a proiettile captivo ma, naturalmente, in entrambi i casi, è abusiva e alla fine porta alla morte dell’animale. Dovete capire che la decornazione è solo il primo passo, e presto questo vitello sarà abbastanza grande per affrontare la pistola a proiettile captivo. Sì, sta per accadere. I maschi sono un prodotto di scarto nell’industria della carne, dei latticini e del pollame. Vengono uccisi in breve tempo, non importa a quale specie appartengano. La maggior parte degli esseri umani, la più crudele e disgustosa specie che mai abbia camminato su questa terra, è responsabile di tutto ciò. La scena si ripete in tutto il mondo grazie alla domanda di carni bovine. Una morte prematura per migliaia di cuccioli innocenti, che si affacciano alla vita per soli sei mesi.
Per la libertà di tutti e di ciascuno di essi: Scegli il veganismo.
 

Magaldi e Zagami, massoni "pentiti"

 

JayZ in questa foto in veste di Massone da sempre servo dei "Poteri Forti" insieme alla moglie Beyonce, indicata come l'amante di Obama, a cui hanno perfino dedicato una nuova religione: il Beysmo (Beysm).

Leggete e approfondite tutto questo e molto di più in "ILLUMINATI E LA MUSICA DI HOLLYWOOD", il nuovo libro di Leo Lyon Zagami, su HARMAKIS Edizioni.

L’ISIS del mondo animale

 
Fonte: AnimAnimale

E così ha inizio il più grande massacro di animali del mondo. Loro moriranno tutti. Verranno barbaramente decapitati. Niente da fare: più o meno a nulla sono servite le proteste internazionali che per mesi hanno tenuto banco, anche sulla rete. Il massacro del Festival di Gadhimai, sacrificio animale che ogni cinque anni porta alla morte oltre 250.000 esemplari di qualunque specie, è cominciato oggi e proseguirà per i prossimi due giorni. 

Alla Monsanto interessano i profitti, non gli ecosistemi

 

 Mistero ad Ontario (Canada) per il ritrovamento di ben 37 milioni di api morte. I coltivatori di api della zona puntano il dito contro la vicina coltivazione di mais OGM. Il problema sarebbe legato all’uso di pesticidi neonicotinoidi prodotti dalla Bayer CropScience Inc., che danneggiano il sistema immunitario delle api e la loro capacità di orientamento, con conseguente moria di massa. Le api sarebbero morte pochi giorni dopo la semina di nuovi campi di mais OGM nelle vicinanze degli alveari. E questo purtroppo non è il primo caso… Le morie di api sarebbero in aumento esponenziale. Un team internazionale di scienziati guidati dll’ Università di Utrecht (Olanda) ha concluso che “su larga scala l’uso del prophylaxic in agricoltura, la sua elevata persistenza nel suolo e nell’acqua, il suo assorbimento da parte delle piante e la diffusione attraverso i pollini, mette a rischio la vita degli insetti impollinatori”.

Emuli somali di Arancia Meccanica

 

Una banda di sfruttatori di donne composta da musulmani somali è stata smantellata a Bristol e 13 uomini sono stati condannati per reati sessuali nei confronti di 31 ragazze adolescenti.  I 13 malviventi hanno usato e abusato delle loro vittime, approfittando della loro fiducia. Il tribunale di Bristol, contando anche alcuni reati di droga, ha applicato pene detentive per un totale di più di 75 anni. Le vittime più giovani sono state solo 13 e sono state trasportate in giro per la città e costrette a commettere atti sessuali degradanti ed emotivamente dannosi per la loro psiche. 

venerdì 28 novembre 2014

Come gli USA ci trattano da servi


Domani a Vittorio Veneto (Treviso), ore 19.30

Fonte: Su la testa

Gli alieni e Io sviluppo armonico della vita umana


La nostra associazione è volta ad attuare la promozione e diffusione dei principi e valori per la difesa e Io sviluppo armonico della vita umana, animale ed ambientale sul nostro pianeta e nell'universo; la ricerca, lo studio e l'informazione sulla vita e le civiltà extraterrestri, sulla loro organizzazione sociale, sul loro credo e la loro spiritualità; la ricerca, lo studio e l'informazione sulla vita, ecosistema, evoluzione naturale del pianeta terra, del sistema solare e dell'universo conosciuto; l'organizzazione culturale, ricreativa, del dopo lavoro e del tempo libero dei propri associati e delle loro famiglie; la promozione e la gestione di corsi, seminari, cineforum, conferenze e quant'altro si riterrà utile per la diffusione e la massima informazione sugli argomenti dell'oggetto sociale; l'organizzazione e la gestione di momenti ricreativi e culturali; la collaborazione con tutte le associazioni ed i movimenti umanitari che lottano a favore della vita e della pace nel mondo, nel campo dell'inquinamento, dell'emarginazione, della povertà, della droga, della miseria, dell'incompatibilità razziale e di lutto ciò che abbruttisce la nostra umanità.

Un autore preveggente

 
Ventidue anni prima che uscisse il film Matrix, uno scrittore americano di nome Philip Dick, morto all’età di 54 anni per la troppa droga assunta o per essersi sposato cinque volte, anticipò l’esistenza di una realtà virtuale programmata al computer, invisibile ai nostri sensi, ma di cui possiamo accorgerci quando notiamo qualche stranezza come la ripetizione di avvenimenti. E’ facile pensare al fenomeno del dejà vu. Nel 1967 la sua casa fu visitata da sconosciuti che aprirono la cassaforte dove custodiva il suo schedario (se fossero stati ladri normali avrebbero cercato soldi e gioielli) e Dick non potè fare a meno di sospettare dell’FBI, anche se gli autori dell’intrusione non furono mai scoperti. Eppure, si trattava solo di uno scrittore di fantascienza e non di uno scienziato, un ufologo o un astronauta. Poiché a un certo punto della sua vita cominciò a sentire delle voci, si può ipotizzare che gli abbiano inserito qualche microchip nel cervello, tecnica che gli Illuminati non hanno mai messo da parte. Se le intuizioni di Philip Dick sono corrette, anche le sue opere si possono inserire nella categoria della letteratura preveggente, al pari di “1984”, dei “Protocolli dei sette savi di Sion”, e altre opere.

Il vero ringraziamento è provare empatia

 
Fonte: Animal Equality Italia

Ieri negli Stati Uniti più di 45 milioni di tacchini sono finiti sulle tavole delle famiglie statunitensi, una tradizione che lascia poco spazio alla compassione nei confronti degli animali. Ma, come la storia insegna, ogni tradizione può essere messa in discussione, se ingiusta e violenta. I tacchini nel video sono stati salvati dal rifugio Farm Sanctuary che ogni anno decide di celebrare una Festa del Ringraziamento molto particolare, esattamente al contrario. Un'intera giornata dedicata ai tacchini ospiti del rifugio; a loro viene offerto un lauto pranzo, un ringraziamento per essere ospiti, per essere compagni di viaggio dei volontari e di tutte le persone che vengono a trovarli, per essere autentici sopravvissuti. Un altro mondo è possibile e quest'immagine ne è la testimonianza!

Chiesa e politica unite nella difesa del circo

 

La Russa: “Chi ama gli animali deve allearsi col circo, Brambilla compresa”. L’onorevole Ignazio La Russa alla Giornata professionale del circo. “Il mondo del circo è quello che ama di più gi animali. Con la mia amica Brambilla litighiamo solo su questo. Come si fa a non capire che nella battaglia per la difesa degli animali bisogna allearsi con chi gli animali li ama davvero?”. Ignazio La Russa, leader di Fratelli d’Italia – An, è intervenuto ieri alla Giornata professionale del Circo e la sua è stata una argomentata difesa del circo e del circo con animali. 

La cinofilia che spacca in due l'Italia

 
Fonte:  Il Tempo

ISERNIA Cinque cani avvelenati nel giro di una settimana con bocconi farciti di paraflu, il liquido antigelo utilizzato per le automobili. È accaduto a Castelromano, una delle borgate più popolose di Isernia, dove cresce la rabbia da parte dei padroni degli animali che hanno denunciato i vari episodi segnalandoli con un esposto indirizzato al V Settore del Comune. 

giovedì 27 novembre 2014

Bisogna dirlo ai cani cinesi

 

Sappiamo che le donne dicono spesso che i loro mariti sono "cani", fra gli altri insulti e quando sono veramente arrabbiate, ma Mangli Munda, una ragazza indiana di 18 anni, si è letteralmente sposata con un cane. La sposa novella, che vive in un remoto villaggio nello stato di Jharkhand, è stata unita in matrimonio con un cane randagio denominato Sheru, da suo padre, Sri Amnunda. Il quale ha deciso di organizzare la cerimonia dopo che gli anziani della sua comunità gli avevano detto che su sua figlia gravava una maledizione e che sposando un cane avrebbe spezzato l'incantesimo malvagio. Cosa ne pensate: si tratta di un'antica tradizione che deve essere rispettata o stanno diventando tutti pazzi?

Gli africani e noi

  

Sono stata in Africa per tanti motivi, rifiuti, medicinali scaduti, scuole e ospedali mai costruiti... E io ancora non ho capito perché devo aiutarli e loro non fanno nulla? Cioè, diritti, ma non doveri. Io devo aiutare te e te non fai nulla? In alcune regioni africane la "legge" non perdona. Quando in Italia vengono presi, dopo aver commesso reati, finiscono in prigioni che a loro dire sono come alberghi a cinque stelle. Non è una punizione. 

I fascisti del futuro chiameranno se stessi antifascisti

 

Benvenuti in Inghilterra, patria del terrorismo culturale, resa tale dall'importazione in massa di suprematisti musulmani, misogini, stupratori e relativisti culturali, impegnati a sopprimere le tradizioni britanniche, la morale, i valori e le leggi. Ipnotizzato e paralizzato dalla correttezza politica, il pubblico britannico ha paura di parlare contro i musulmani pakistani, contro le bande di pedofili e stupratori, paura di identificare il terrorismo islamico, paura di offendere le persone più offensive della terra - i musulmani.

[N.d.R. Qualcosa di simile sta avvenendo anche in Italia nel movimento animalista, grazie ai criptofascisti dei centri sociali, conosciuti anche come "anarcoanimalisti"]

Polenta e osei contro kebab

 

Testo di Stefania Piras

Lo spiedo sarà vietato nei ristoranti. I prelibati uccellini rosolati sono stati bocciati dall’Europa che ha modificato la legge italiana sulla caccia. I ristoratori bresciani si sentono feriti, anzi, infilzati nell’orgoglio. Lo spiedo bresciano è una specialità gastronomica rinomata tra la Franciacorta, la Valcamonica, e Garda. Ha origini antichissime e si prepara con pezzi di carne di vario tipo come maiale e pollo ma anche uccellini e conigli selvatici. Gli uccellini, però, non mancano mai. Nei paesi di Gussago e Serle lo spiedo è diventato un piatto de.co. ovvero di denominazione comunale di origine. 

Nella prossima puntata ci sarà il picco degli ascolti

 

Luis Miguel Chiasso, carabiniere di Monterubiaglio in servizio a Roma, è stato trovato senza vita stanotte in caserma intorno a mezzanotte. Ferito a morte con un colpo d'arma da fuoco. Trentenne, aveva chiamato i genitori intorno alle 20,30. Poche ore prima della tragica notizia della scomparsa. Una scomparsa che si tinge di giallo, con il messaggio che il carabiniere ha lasciato su Facebook, un vero e proprio addio a tratti delirante. «Lavoro per i servizi segreti italiani ed internazionali, da tempo sto vedendo cose a noi sconosciute, cose non di questo mondo ma dei nostri creatori, purtroppo sapere determinate cose porta delle responsabilità - è scritto nel post - mi resta poco da vivere so già che stanno arrivando per chiudere la mia bocca per sempre». Secondo la cronologia del social network il post è stato pubblicato intorno alle 21. Sono in mano al Reparto investigativo dell'Arma della Capitale, le indagini sulla morte di Luis Miguel Chiasso. Già disposta l'autopsia che potrebbe svolgersi sin dalla giornata di oggi. Al momento l'ipotesi più accreditata è il suicidio.

Torniamo all'età della pietra, già che ci siamo!

 

Milano 22 novembre - La Lombardia dichiara guerra alle nutrie che potranno essere uccise con qualsiasi mezzo, anche con la fionda. Solo la seconda opzione prevede che  si possa procedere alla sterilizzazione degli animali. Non c'è dubbio che l'ipotesi, quasi realtà, di una simile caccia a queste creature, allargata a tutto il territorio anche dove persistono i divieti, non mancherà di scatenare polemiche. Dopo la maratona della scorsa settimana sulla legge sul consumo di suolo, il Consiglio regionale della Lombardia si riunirà martedì prossimo: la prima parte della seduta sarà tematica, dedicata a un dibattito sull'Expo; nella seconda parte si discuterà la proposta di legge per frenare la proliferazione delle nutrie, i roditori accusati di arrecare danni alle colture e ai corsi d'acqua.

Forchette contro bisturi

 

Testo di Roberta Ragni

Nella cittadina di Marshall, in Texas, sta avvenendo una piccola rivoluzione. Qui barbecue, bistecche e pollo fritto sono uno stile di vita in questo angolo del Texas; così come anche obesità, diabete,  cancro e malattie cardiache. Ma, grazie al suo sindaco, gli abitanti hanno iniziato a evitare i prodotti animali. E stanno diventando vegani. Il primo cittadino Ed Smith (in foto), infatti, ha abbracciato una dieta a base vegetale dopo aver sviluppato il cancro. Da allora mangia solo verdure, frutta, noci, semi, legumi e cereali integrali. Oggi la sua orribile malattia è scomparsa, proprio come è accaduto al signor Antonio, che ha raccontato la sua storia a Le Iene. E lui tenta in ogni modo di diffondere la dieta vegan tra i suoi concittadini, sperando di riuscire presto a farlo anche in tutti gli Stati Uniti.

mercoledì 26 novembre 2014

Molte civiltà abitarono questo pianeta

 

250 milioni di anni fa una civiltà avanzata popolava la nostra Terra. No, non è l’inizio della trama di un film, è semplicemente la realtà dei fatti. Infatti pochi giorni fa alcuni scienziati russi, della regione di Rostov, si sono resi protagonisti di una scoperta incredibile: una pietra con un microchip di 250 milioni di anni (alcuni parlano addirittura di 450 milioni di anni). Secondo gli scienziati questa pietra indicherebbe che 250 milioni di anni fa una civiltà sconosciuta popolava la nostra Terra; una scoperta inverosimile e fantastica. Questa pietra è stata scoperta da Victor Morozov, un pescatore locale della città russa di Labinsk nella regione di Krasnodar. Gli esperti hanno confermato la presenza di un microchip sconosciuto all’interno, riferendo che non può assolutamente essere associato alle invenzioni del genere umano.

La carne è la principale fabbrica di malattie

 

Chi mangia prodotti animali è responsabile dell'abuso e della morte di esseri con vite e personalità propriecreature che non hanno scelto di essere fatte a pezzi e messe sul tavolo da pranzo. Dimenticatevi i pascoli verdi, l'aria fresca e il sole. Gli animali allevati per il cibo sono separati dalle loro madri poco dopo la nascita e spendono la loro breve, miserabile vita stipati insieme a migliaia negli allevamenti intensivi, a volte incapaci di muoversi o di fare un solo passo in qualsiasi direzione.

Un tassista guardone

 
Fonte: Leggo

E' un video straziante quello che vede protagonisti due amici a quattro zampe. Il cane bianco è appena stato investito e quello marrone, tra i guaiti di dolore, cerca di soccorrerlo. Il filmato commovente è diventato virale. E' accaduto a Città del Messico. A raccontare l'episodio e a filmarlo, un tassista che ha assistito all'incidente, Serrano Madera. "Mentre guidavo - racconta - ho visto i due cani correre sulla strada. Quello bianco è stato investito da un'auto che veniva nel senso opposto. L'autista non si è fermato ed ha proseguito. Io invece quando ho visto il secondo cane soccorrere l'amico, mi sono fermato e vedere cosa fosse successo". Dal video girato dal tassista emerge come il cane marrone provasse sensazioni umane: dolore, paura, speranza. E si vede come cerchi disperatamente di salvare l'amico, anche se per lui purtroppo non c'era più nulla da fare.

Quando l’ISIS parlava latino



Il Papa è appena andato a parlare al parlamento europeo, pronunciando la bestemmia che la sua diabolica organizzazione ripete da secoli, cioè che solo l’uomo è degno di considerazione, ma rimarcando anche il programma massonico della distruzione dell’identità europea, ovvero che sia nostro dovere accogliere asiatici e africani. Un dovere, ci viene spiegato dal Santo Padre, di matrice cristiana, dimenticando che le cose dette da un ipotetico Gesù di Nazareth potevano non avere una valenza concreta, ma solo teorica, frutto di buone intenzioni prive di senso pratico. Il quale viceversa c’insegna che buoni steccati fanno buoni vicini. In altre parole, se il vicino se ne sta a casa sua e io a casa mia, possiamo anche fare quattro chiacchiere quando c’incontriamo in giardino e ce ne viene voglia. Da sopra il recinto possiamo scambiarci pomodori, zucchine o uova di cui dovessero essercene in abbondanza. Se invece il vicino s’installa a casa mia e dimostra di volermene scacciare, non va più bene e penso che nemmeno l’ipotetico personaggio conosciuto come Gesù Cristo intendesse e volesse questo. 

martedì 25 novembre 2014

Il buon nome dell'università



Fonte: Le voci degli innocenti

Casper era diventato la mascotte dell'Università Northwest A&F della contea di Yanglin, in Cina. Almeno finché il rettorato non ha deciso di farlo fuori. 
Casper, un simpatico randagio bianco, aveva l'abitudine di assistere alle lezioni insieme agli studenti. Entrava, si sedeva tra i banchi e ascoltava in silenzio. Il cane, diventato ormai una star locale dopo varie apparizioni sui social e sui giornali, aveva una spiccata preferenza per le lezioni di inglese e matematica, dove le sedie erano abbastanza comode da potersi sdraiare. Purtroppo, la sua carriera universitaria è stata di breve durata: il corpo del cagnolino è stato ritrovato senza vita qualche giorno fa in un cestino sul campus

Epidemia a orologeria

 
Fonte: ANSA

Endemica nelle campagne del Madagascar, la peste bubbonica è arrivata anche nella capitale Antananarivo, provocando un innalzamento dell'allarme oltre che tra le autorità locali anche da parte dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Una giovane donna é morta lo scorso 11 novembre in una bidonville della capitale, metropoli di oltre due milioni di abitanti. E il numero complessivo delle persone contagiate quest'anno è salito a 138. 47 malati sono deceduti. "A questo punto esiste il rischio di una rapida diffusione della malattia", ha avvertito l'Oms sottolineando come fattori particolarmente negativi "l'alta densità della popolazione nella città" e la "debolezza e le falle del sistema sanitario del Paese". 

Affinità elettive tra cacciatori ed escrementi

 
Testo di Beppe Miceli (ex cacciatore)

"W la cacca!". Lapsus freudiano: esattamente. E' possibile che in cuor loro pensino davvero che la caccia sia cacca.
 Alcuni amici mi suggeriscono di ignorarle: non sono d'accordo. 
Dobbiamo invece ringraziare queste due scimmiette: esprimono alla perfezione il sentimento comune diffuso in buona parte d'Italia, anche all'interno delle famiglie che ospitano dei cacciatori. 
Dobbiamo prendere atto di questa circostanza per lavorare proprio su queste persone che costituiscono l'alibi, la corazza e la forza del mondo della caccia. 


I nostri servizi sociali glieli porterebbero via

 
FONTE

Un membro dell’ISIS minaccia di decapitare tre bambini.
Questo è veramente nauseante. Non è necessario parlare la loro lingua per sentire il terrore nella voce di questi ragazzi. Questi sono i tipi di atrocità considerati “normali” per i miliziani dell’ISIS. Il video mostra i tre bambini che singhiozzano mentre il loro padre, in piedi dietro la telecamera con un coltello in mano chiede: "Chi si fa decapitare per primo?". Oppure: "Metti la mano qui, altrimenti ti taglio la testa", dice a uno dei ragazzi terrorizzati, che piangono per tutto il video.
"Tu, vieni qui ... appartieni al Daesh?" chiede l'uomo, usando un acronimo per il nome completo arabo del gruppo ISIS, che di recente ha decapitato due soldati libanesi. Aggiungendo pathos della scena, i bambini piangenti, che probabilmente avevano commesso una marachella, si accusano a vicenda.

[N.d.R. Ringrazio Francesco Spizzirri per la segnalazione]

Psicopatici a passeggio

 
Fonte: Il Tirreno

GROSSETO. Tre ragazzi portano a spasso un cane, uno di loro lo tiene al guinzaglio. L'animale è trascinato per il campo, strattonato per il collo e fatto volare per aria. E' preso a calci quando è rannicchiato e non cammina. E' sollevato dal suolo - sempre col guinzaglio - e tenuto sollevato come fosse un impiccato, mentre il padrone continua a camminare impassibile. Scena di orrore, nel campo davanti alla Questura di Grosseto, nel primo pomeriggio di domenica. Un testimone inorridito corre a prendere il telefonino e filma la scena finale: pochi secondi in cui si vede il cane costretto a "saltare" per aria, manovrato nervosamente dal guinzaglio, strattonato qua e là per il collo, a piacimento del padrone che tiene le redini con il braccio. L'animale si contorce e dimena, atterrando malamente al suolo. “Ho chiamato la polizia”, racconta il testimone che ha visto tutto. "Una scena raccapricciante”.

Sul piano giuridico le petizioni non cambiano nulla

 

A seguito dell’iniziativa dei Cittadini Europei promossa da STOP VIVISECTION, sono state raccolte 1.170.326 firme, che saranno presentate, con una Conferenza Stampa, alla Commissione europea di Strasburgo, mercoledì 26 novembre 2014, per poter finalmente discutere degli efficaci metodi scientifici alternativi alla vivisezione. Le firme, certificate dalle Autorità nazionali di tutti gli Stati membri dell'UE, sono la testimonianza della forte volontà dei cittadini europei, e di molti dei loro dirigenti politici, di  porre fine alla sperimentazione animale e sostituirla con una ricerca biomedica che abbia base scientifica, al fine di affrontare con efficacia, su scala globale, le urgenti necessità di tutela della salute umana, in relazione ai rischi derivanti dalle sostanze chimiche.

Un episodio della nostra infame storia coloniale

 
Fonte: Il Puttanaio
Ragazzo ventenne che ridacchi con gli amici e dici che ogni immigrato lo legheresti dietro la tua auto fino a quando non è 'cancellato', sappi che la tua idea non è molto originale. 
Fu infatti questo uno dei trattamenti che le squadre delle Camicie Nere riservarono per un paio di giorni agli abitanti di Addis Abeba, nel febbraio del 1937, dopo il fallito attentato al Viceré Graziani. Gli italiani ammazzarono in quella occasione circa 12.000 persone (altri metodi: a sprangate, incendiando i tucul e poi mitragliando chi scappava fuori, ecc). 
In Etiopia quel giorno è ancora oggi lutto nazionale. Tu invece vivi in Italia, dove quasi nessuno sa le cose tremende che abbiamo fatto noi quando eravamo a casa degli altri. 
Le tue parole così violentemente stupide sono - anche - colpa di chi tutto questo non te l'ha fatto studiare.


lunedì 24 novembre 2014

Lasciamo l'Italia prima che sia troppo tardi

 
Fonte: Luogo Comune

Testo di Attilio Folliero

Da tempo, l’informazione alternativa avverte sui pericoli di una manovra tendente a colpire i risparmi, ossia un prelievo forzoso. Oggi a parlarne è perfino “Il Giornale”, che in un suo articolo intitolato “Il prelievo forzoso in banca non farà sconti a nessuno” parla della possibilità di un prelievo forzoso del 10%. La novità di oggi è che questo prelievo non riguarderebbe solo i conti correnti superiori a 100.000 euro, come per esempio attuato a Cipro, ma riguardi tutti i risparmi. Insomma è probabile che a pagare non siano solo i più ricchi ma tutti, anche un povero disgraziato che abbia magari solo 10.000 euro faticosamente risparmiati.