domenica 31 luglio 2016

Verosimile ma senza riscontri sui mass-media


Davide Fiorella: Può esse pure semplice escherichia coli. Nuotiamo infine in mari di merda con depuratori mal funzionanti, sarebbe strano il contrario.‬

Massimo Chiodi: Hanno bevuto acqua di mare o che altro?‬

Giuliana Canipari: Io sono di Brescia, anche a me stessi sintomi e non solo io ma parecchia gente‬.

Melissa Santoro: Anche qua a Reggio Calabria, stessi sintomi con chiunque parli‬.

Engel Stein: Può essere un malocchio, eh...‬

Marisa Corti: L'escherichia ed altri batteri stanno pure nelle scie.

Angiola Petrella: Purtroppo, credo che la semplice correlazione temporale non sia sufficiente per provare che l'intossicazione sia dovuta al passaggio degli aerei. Spero che tra gli intossicati ce ne sia qualcuno in grado di fornire altra documentazione e che la procura sia di vedute ampie.


Il masochismo degli etnolesi


Fonte: Vox News

Il masochismo è la ricerca del piacere attraverso il dolore; questo può essere psicologico (umiliazione) oppure fisico. In quanto tipologia caratteriale è il desiderio d’essere sottomesso e rimanere in balia di qualcuno che possa fare di lui/lei ciò che vuole; desiderio ed atto dal quale il soggetto che vi si sottopone consegue eccitazione sessuale.

Con politici così, a chi viene voglia di far figli?


Fonte: Extra Vegano


Questa signora è Elvira Savino, deputata di Forza Italia. Sua è la proposta di legge di mettere in galera i genitori di bambini vegani e vegetariani, perché a suo dire "i medici sconsigliano di far seguire queste diete ai bambini, agli adolescenti, alle donne in stato di gravidanza e durante l’allattamento". Evidentemente, la deputata è carente in letteratura scientifica, considerato che l'American Dietetic Association, la più grande ed influente associazione di nutrizionisti al mondo, dice esattamente il contrario:
 "E' posizione dell'American Dietetic Association che le diete vegetariane correttamente pianificate, comprese le diete totalmente vegetariane o vegane, sono salutari, adeguate dal punto di vista nutrizionale, e possono conferire benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie. Le diete vegetariane ben pianificate sono appropriate per individui in tutti gli stadi del ciclo vitale, ivi inclusi gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia e adolescenza, e per gli atleti". 
Cara deputata, le ricordo che è pagata con i nostri soldi, quindi eviti di fare disinformazione, ma soprattutto figuracce.  

I sionisti vogliono farci combattere contro i loro nemici




Un lettore mi scrive: “Pur condividendo il tutto dalla prima all’ultima riga, e pur consapevole che è in atto una strategia del terrore, mi viene difficile non provare ostilità verso i musulmani”. Rispondo: ma questo suo sentimento è del tutto legittimo! Da Poitiers (732) a Lepanto (1571) all’assedio ottomano di Vienna (1683), le ricorrenti grandi invasioni musulmane hanno lasciato un segno nella memoria storica. E ben a ragione. Il punto è che l’Europa è riuscita a respingere quelle invasioni islamiche in forza della sua fede cristiana; regni e principati europei litigiosi trovarono la loro unità davanti a quello che sentivano come il Nemico; di fronte ad esso, l’Europa si scoprì di nuovo Cristianità. Sulle mura d i Vienna il beato Marco d’Aviano, confessore del sacro romano imperatore, alzò il crocifisso; noi vincemmo con una truppa (fra cui c’erano anche cosacchi) che era metà di quella ottomana. Anche a Lepanto episodi di valore incredibili furono assistiti da eventi miracolosi, con la spada e il Rosario.

sabato 30 luglio 2016

La Massoneria fece l'Italia col sangue, come ora fa l'Europa


Fonte: Vesuvio Live

L’Unità d’Italia, come abbiamo spesso raccontato, ha sacrificato il sangue e l’economia di noi meridionali. L’occupazione piemontese non ha seminato morte e distruzione soltanto fra le schiere borboniche e fra i briganti che opponevano resistenza, ma, fin troppo spesso, ad assaggiare i fucili italiani sono state persone comuni, civili, donne e bambini che avevano, come unica colpa, l’aver riposto fedeltà negli antichi sovrani ed alle loro tradizioni. Così come è avvenuto per la strage di Pietrarsa, però, la storia ha dimenticato per lunghissimo tempo, per volontà dei vincitori, queste tragiche rappresaglie, queste manifestazioni di forza di un’Italia immatura e vacillante. In pochi, infatti, conoscono la carneficina compiuta dai bersaglieri del Regio Esercito ad Auletta, una piccola cittadina in provincia di Salerno.

Non è mai troppo tardi per processare il Vaticano


Michele Fiamingo: Si vede che è provato. Adesso un bel festino a base satanica e tutto si rimette a posto.

Mariana Acquaviva: Nazicattolici...mafia compresa.

Nunzio Serrecchia: Quelli in foto sono preti nazisti. E adesso lui fa la faccia del dispiaciuto.
Ma perché non creiamo l'inquisizione e giudichiamo noi loro, adesso? Sono a disposizione completa se vi serve un giudice!

Bledar Mullaj: Se non bastasse, hanno aiutato i criminali nazisti a scappare.


Ciò che esce dalla bocca dell'uomo contamina l'uomo



Mentre gli americani si trovano ad affrontare ancora una volta la minaccia del terrorismo ispirato dallo Stato islamico, ora "spetta a Donald Trump e ai repubblicani garantire che tutti sappiano come Hillary Clinton ha causato questo disastro", scrive in un articolo per Breitbart il giornalista investigativo, Lee Stranahan. Per il giornalista, "una chiave per fermare questo lungo incubo del terrorismo islamico internazionale è ricordare agli elettori americani, ogni giorno da qui a novembre, le decisioni di politica estera di Barack Obama e Hillary Clinton che hanno portato alla comparsa dello Stato islamico". Stranahan ricorda che quando Barack Obama è entrato in carica come presidente nel 2008 con Hillary Clinton come Segretario di Stato, uno dei suoi primi passi in politica estera fu il suo discorso al Cairo, in Egitto, dove disse, alla presenza di membri dei Fratelli Musulmani, che "una nuova era è iniziata nell'atteggiamento degli Stati Uniti verso l'Islam". Ciò che ne è seguito è stata l'ondata di rivolte della primavera araba nella regione, che, pur essendo inizialmente considerati "movimenti audaci di persone disperate per la libertà" sono state, infatti, "un modo per gli islamisti di detronizzare la maggior parte dei dittatori militari secolari nella regione ", dice il giornalista.


Privati cittadini desiderosi di entrare in azione


Daniele D'Ambrosio: Basterebbe consentire a noi cittadini onesti titolari di porto d'armi (anche sportivo) di poter portare l'arma legalmente. Siamo super controllati, abbiamo superato visite mediche specifiche e ovviamente siamo incensurati. Sono convinto che in caso di attacchi nessuno di noi esiterebbe ad intervenire per difendere se stessi e gli altri. E non ditemi che sarebbe il far west perché credo che siamo messi molto ma molto peggio.‬

Diletta Benesperi: Sono perfettamente d accordo con te, sono anni che lo dico...vorrei portare la mia arma con me, per potermi difendere.‬

Francesco Abbruzzese: Mi trovate d'accordo anche se ribadisco: quanti tiratori sportivi conoscete in grado di usare l'arma in maniera corretta? Il tiro sportivo è completamente diverso da quello di difesa‬.

Daniele D'Ambrosio: Francesco Abbruzzese, molti. Nel mio caso, praticando tiro operativo difensivo sono abituato a sparare (proteggendo il corpo) anche da sdraiato o sfruttando la protezione di barricate, bidoni, etc. etc. e alcuni esercizi prevedono anche di sparare dall'interno di una macchina oltre che su sagome in movimento (o fisse ma con tiratore in movimento) o prevedendo scenari all'interno di piccoli fabbricati. Le assicuro che le regole di sicurezza su estrazione e maneggio sono FERREE e posso affermare con certezza che siamo molto più preparati di chi ad esempio pratica il solo tiro statico. Non siamo di certo paragonabili a Nocs o Gis, ma credo saremmo molto ma molto più utili di un cittadino disarmato.‬


Ingredienti per una guerra civile


Testo di Paolo Sensini


Il tasso di follia criminale delle élite occidentali difficilmente si è mostrato in maniera così nitida come oggi: esportano democrazia sulla punta delle baionette devastando Paesi interi e riempiono l'Europa di energumeni inferociti e fanatizzati. Costringono a fare fagotto i migliori giovani usciti dalle nostre università e favoriscono l'entrata, anzi li vanno a prendere quotidianamente con navi-taxi della marina militare fin sul bagnasciuga libico, dei peggiori ceffi del continente africano spacciandoli come "profughi". Aggiungiamoci poi un tracollo economico incipiente e il mix per una prossima guerra civile è già bello che servito.

Negli ultimi giorni sorgeranno falsi profeti



Lunghi capelli scuri, sorriso raggiante, 53 anni ben portati e una convinzione: «Sono la reincarnazione di Gesù Cristo». La fama e la popolarità di Alan John Miller, australiano di Loxton, stanno crescendo rapidamente grazie al web. L'uomo, infatti, sostiene di essere il Messia e di vivere, attualmente, una seconda vita terrena. «Avevo già delle visioni da bambino, ma solo dopo il 2003 ho iniziato a ricordare tutto della mia vita precedente. E non mi sono fermato all'anno 33, perché ricordo tutto della mia vita in questi due millenni», spiega l'uomo a News.com.au.

venerdì 29 luglio 2016

La marcia su Roma 2.0



Urso Luciana: Vincenzo, da mesi stai dicendo che c'è qualcosa in atto, nessuno o forse pochissimi conoscono, se conoscono, ciò che proclami. Sento che è arrivata l'ora, io sono con te, sento che bisogna proseguire, ma in realtà che cosa accade oltre a dire: io ti seguo, io sono d'accordo, ecc. ecc.? Mi sembra giusto che le persone che ti seguono e commentano sappiano come stanno le cose, se poi non è possibile perché non bisogna pubblicizzare, vuol dire che qualcosa effettivamente si sta muovendo, per cui, continuo a seguirti sperando nell'evoluzione che vada dalle parole ai fatti. Lo spero davvero, altrimenti daresti modo di pensare che in effetti stai solo tenendo a bada i più agguerriti. Bada bene non lo penso sul serio, è solo per esprimere ciò che capto da alcuni commenti. Sono una persona molto diretta ed ho sempre voglia di essere chiara per poter ricevere risposte chiare. Se credi sia opportuno, fammi sapere come stanno le cose realmente. Grazie.‬

Killary la guerrafondaia



La candidata democratica Hillary Clinton inizierebbe una guerra su larga scala in Siria qualora fosse eletta alla Presidenza degli USA. Per questo motivo la candidata del partito verde, Jill Stein, ha esortato i cittadini americani a non votarla e a non appoggiarla. Lo ha detto la Stein ai corrispondenti presenti alla Convention democratica di Philadelfia, nel nord est degli Stati Uniti. Inoltre ha avvertito che questa non sarebbe l’unica guerra, visto il passato della Clinton e le guerre da lei iniziate (Libia e Siria) e la sua ideologia neocon, senza alcun dubbio, una volta alla presidenza, lei inizierebbe altre campagne belliche in altre aree del mondo. Contro i nemici di Israele, ovviamente...

Un papa compassionevole è una contraddizione in termini


Testo di Giovanna Boerci


Stanno esaltando, una volta in più, la figura di Francesco e mi sento sommersa dall'ipocrisia e anche dal disgusto che tutto ciò mi evoca. Francesco, come sappiamo, sta visitando i luoghi dell'orrore compiuti sugli umani e, dolente, sceglie la pratica del silenzio, invocando contemporaneamente il Signore per ottenere la capacità di piangere. Tra tanta ipocrisia e cecità, e anche cinismo, il pensiero si sposta, immediatamente, ai mattatoi... e mi chiedo come fare, cosa si può fare per catapultare il Santo Padre in un mattatoio, uno qualsiasi, in piena operatività. 

Tra il clown apostata e il tradizionalista, meglio il secondo


Testo di Andrea Sperelli

NON SONO AFFARI MIEI MA...

Se fossi cattolico, in un momento storico come quello attuale e viste le condizioni in cui versa la Chiesa - guidata da un clown e seguita da masse di ciechi invertebrati - non esiterei un solo attimo a fare le valigie e bussare alla porta della "famiglia" di Monsignor Lefebvre.

Il corso perde il pelo ma non il vizio



Dove non arrivano François Hollande, la polizia francese e le politiche dell’Unione europea arrivano gli indipendentisti còrsi. Il Fronte di Liberazione nazionale della Corsica (Flnc) minaccia gli islamici radicali dell’Isis di rappresaglie in caso di attacco all’isola francese. «La lotta di liberazione nazionale non è finita», annuncia il gruppo nato nel 1976 (e sciolto ufficialmente nel 1983) in un comunicato pubblicato da Corse-Matin. Questa volta  il destinatario del messaggio degli indipendentisti còrsi non è solo il “Continente” ma i potenziali jihadisti pronti a colpire l’ile-de-beauty. «Ogni eventuale attacco dei miliziani dell’Isis farebbe scattare– avverte il Fronte che a giugno aveva annunciato la smilitarizzazione – una risposta determinata senza indugi». Parole dure quelle dei còrsi, critici anche con la stampa internazionale che continua a minimizzare l’ondata terroristica di questi mesi sfoderando interpretazioni pseudo-scientifiche sulla matrice psicolabile della personalità degli attentatori, lupi solitari depressi.

Il testamento di un martire



Così scriveva il sacerdote ucciso martedì, padre Jacques Hamel 84 anni, ai suoi parrocchiani qualche settimana fa: "Possiamo ascoltare in questo tempo l'invito di Dio a prendere cura di questo mondo, per renderlo, là dove viviamo, più caloroso, più umano, più fraterno. Un tempo di incontri con i vicini, con gli amici: un momento per prendere il tempo di vivere qualcosa insieme. Un tempo per essere attenti agli altri. Un tempo di condivisione: condivisione della nostra amicizia, della nostra gioia. Un momento di vicinanza ai bambini, mostrando loro che contano per noi. Un tempo anche di preghiera: attenti a ciò che accade nel nostro mondo in questi tempi. Preghiamo per coloro che hanno più bisogno, per la pace, per un migliore vivere insieme. Questo è l'anno della misericordia. Facciamo in modo che il nostro cuore sia attento alle cose belle, ad ognuno, e a quelli che rischiano di sentirsi un pò più soli. Che le vacanze ci permettano di fare un pieno di gioia, di amicizia, di ritorno alle origini. E allora potremo, ricaricati, riprendere il cammino insieme. Buone vacanze a tutti. Padre Jacques».

giovedì 28 luglio 2016

I germi del terrorismo nell'ex impero coloniale francese



Visto? Dire attuale è poco, ma per forza, dove c'è la sinistra con i suoi tentacoli è così ovunque, da sempre. Purtroppo hanno la malsana convinzione di essere gli unici a detenere un'etica culturale e politica, ostentano ed infilano ad ogni costo la cultura in ogni anfratto, persino dove c'era già pur di accaparrarsi l'etichetta di professoroni. Salvo poi concepire e liberalizzare tutte le mescolanze possibili ed immaginabili, farcite da droghe varie ed omosessualità a go go, perché è la libertà quel che conta, il resto invece è tutta cultura.

Le assistenti sociali dove sono?


Testo di Marcarino Marco


Ad Alba conosco una signora che ha lavorato per 35 anni in un negozio che un giorno ha chiuso i battenti. Lei vedova esodata si è trovata senza stipendio, con un figlio appena maggiorenne, senza pensione. Andata alla ....gli hanno detto che ci sono altri che stanno peggio di lei. Andata avanti finché ha potuto poi è stata sfrattata. Ritornata sempre a .... gli hanno dato una stanza per dormire a 100 € al mese. Porcaputtana lo straniero sconosciuto è in hotel, mangia e beve e porcaputtana gli fanno pure la barba ai peli del culo. Lei e suo figlio pagano 100 € al mese alla .... che fa del bene con i nostri soldi e fin che ha potuto con i soldi della signora che è nella totale disperazione. Non finisce qua, per poter far fronte al pagamento della retta, dalla stanza in periferia deve venire in città col bus a fare un umile lavoro per un obolo mensile di 250 €. Il bus gli costa 50 € al mese mentre gli altri villeggianti ospiti e risorse mi ha riferito che non li ha mai visti pagare il biglietto. Ritornando ai conti in tasca della signora 250 € meno 100 € affitto pagato a ..... meno 50 € di bus gli rimangono 100 € non per vivere, ma porcaputtana per sopravvivere. Ho chiesto cosa potesse mangiare con quei pochi soldi, mi ha risposto pasta in bianco, capitemi, pasta in bianco significa senza nulla, pasta bollita e basta. Io divento una bestia a sentire quelli che si lamentano del cibo che non piace o il Wi-Fi che non prende. Porcaputtana, ma in che paese di merda viviamo? 

In effetti, non me la ricordavo!


Stefano Perazzini: Mi sembra giusto, piano piano ci mettono la palla al piede. ‬

Carlo D'Amato: Questa NON è una citazione dal libro di Orwell (oltretutto è scritta così male che già si capisce)‬.

Agostino Langellotti: Domanda: qualcuno ha controllato se la frase sia DAVVERO scritta nel libro? Non condividete qualcosa di cui non siete sicuri, o dimostrerete solo di essere ignoranti.‬

Carlo Mantovani: Chiunque l'ha scritta o anche se non vera è da tenere in considerazione vista la storia documentata di tutte le oppressioni con leggi dittatoriali che sono avvenute in ogni parte del mondo. Quindi non è il dettaglio di chi e come è scritto, ma del vero che esprime questa frase. Poi ognuno vede le cose a piacimento e non dai fatti provati‬.

Se i musulmani vogliono il perdono, devono meritarselo



Il Sultano d'Egitto sottopose a Francesco D'Assisi un'altra questione: "II vostro Signore insegna nei Vangeli che voi non dovete rendere male per male, e non dovete rifiutare neppure il mantello a chi vuol togliervi la tonaca, dunque voi cristiani non dovreste imbracciare armi e combattere i vostri nemici".


Rispose San Francesco: "Mi sembra che voi non abbiate letto tutto il Vangelo. Il perdono di cui Cristo parla non è un perdono folle, cieco, incondizionato, ma un perdono meritato. Gesù infatti ha detto: "Non date ciò che è santo ai cani e non gettate le vostre perle ai porci, perché non le calpestino e, rivoltandosi, vi sbranino". Infatti il Signore ha voluto dirci che la misericordia va dispensata a tutti, anche a chi non la merita, ma che almeno sia capace di comprenderla e farne frutto, e non a chi è disposto ad errare con la stessa tenacia e convinzione di prima. Altrove, oltretutto, è detto: "Se il tuo occhio ti è occasione di scandalo, cavalo e gettalo lontano da te”. 

Le tensioni di spirito e di sangue


Testo di Andrea Sperelli


Che sterile visione, quella che vorrebbe spiegare la totalità del reale con rimandi esclusivi a rapporti economici e a conflitti da questi derivanti. Come se la storia dell'umanità - e basterebbe azionare la memoria storica fino alla notte dei tempi - fosse riconducibile solamente a conflitti materiali e non a tensioni di "spirito" e di "sangue". Ma nient'altro è concesso, a quanto pare, oltre questa visione materialista, positivista e tipicamente moderna; a meno che non si voglia finire relegati, dai dottorini colti delle destre e delle sinistre più o meno estreme, nella cerchia dei poveri ignoranti e anche un po' sempliciotti. Non è una novità - e riguardo a ciò disse la sua Julius Evola - che Marx abbia fatto scuola anche in ambienti che una volta si contraddistinguevano per avere una visione della storia libera dalle catene ideologiche dell'economicismo che accomuna marxismo e capitalismo. Ma ora, tra i fulminati della verità assoluta, è proprio vietato dissentire. Parlare di scontro di civiltà, di razze, di religione? Non sia mai! 

Chi è veramente quell'uomo biancovestito?


Marianna Martinelli: E in un video il papa ha detto che Gesù faceva un po' lo scemo. Ma siamo matti?‬

Daniele Carlini: Al TG5, nella lettura dei titoli dei giornali, compariva la notizia del bimbo decapitato dagli islamici con la foto che abbiamo tutti visto del bimbo stretto dal suo carnefice che se la rideva, veniva riportata anche la notizia che Radio Maria prendeva posizione contro l'islam. La notizia è scomparsa nelle successive edizioni come prassi dei censori del regime. Vuoi vedere che finamente qualcuno nella Chiesa si sta svegliando dal letargo?‬

Mario Cipolletta: Grazie Gesù, che ci rendi giustizia!‬

David Pignatelli: Hai paragonato un libro falso ad un libro falso, la parola di un impostore ad un altro impostore! Accogli nella casa di Pietro, quale casa?

mercoledì 27 luglio 2016

L'Europa si mobilita di fronte all'emergenza


Francesco Torselli: L'Italia di Renzi... Sempre un passo avanti a tutti!

Luca Volpi: Ma tutto questo per tenere buoni i del, se no gli staccano la spina, ogni tanto si deve far vedere che fa qualcosa di sinistra‬.

Lara Colombini: Gessetti, torce, prozac e canne. L'isis ci teme... "davvero molto tanto" !‬

Amerini Roberto: Siamo ridicoli e basta.‬

Monica Caiazzo: Non mi pare che l'Occidente faccia qualcosa...ci sono sempre più attacchi e sempre più efferati!‬ Non credo, poi, che Hollande possa dare lezioni su nulla!‬

Amerini Roberto: Dove sono finiti i sorrisi della Francia e della Germania? Bel capolavoro hanno combinato !

La realtà vera e quella percepita


Le convinzioni profonde sono nemiche più pericolose della verità che non le menzogne. 
(F. Nietzsche)


Segni dal cielo


Fonte: Leggo

Una palla di una ventina di chili che squarciò il parabrezza di una Toyota Aygo parcheggiata a Monteverde e distruggendo cambio, cruscotto e sedili. Una palla che poteva uccidere. Sul caso la procura di Roma ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di reato di danneggiamento. Un'indagine che punta all'individuazione dell'autore o della causa del danneggiamento, ma viste le difficoltà degli accertamenti potrebbe rivelarsi difficile da perseguire. L'obbiettivo è raggiungere almeno una prima certezza: la provenienza di quel monolite di ghiaccio. Il pm Francesco Saverio Musolino, titolare del fascicolo, ha deciso di disporre una perizia sul reperto (la parte centrale, di una decina di chili, è rimasta integra) conservato su disposizione del magistrato. Eventuali sostanze individuate nel ghiaccio potrebbero aiutare la ricerca e la ricostruzione di quello che è accaduto.

L'eliminazione dei cristiani in Medioriente è completata




Il mondo è ormai insensibile a quello che sta accadendo in Siria, in Iraq e in Libano: i cristiani stanno sparendo, uccisi, perseguitati, cacciati. La situazione sta diventando estremamente critica, ma nessuno muove un dito e il fatto più grave è che molte delle vittime sono bambini, innocenti bersagli della furia omicida di sanguinari senza scrupoli. Quelli che sono colpiti sono nostri fratelli nella fede, che si ritrovano ad essere cacciati dalle loro case che occupano da sempre, da almeno un millennio, e che ora sono costretti a fuggire per non essere trucidati. Dopo la marchiatura delle case abitate dai cristiani, ecco che a Mosul viene dato alle fiamme l’episcopio della chiesa siro cattolica. 

Il deliberato genocidio degli imprenditori



Ho appena finito di pranzare con un amico, imprenditore di un certo spessore, il quale sta liquidando per disperazione la sua attività in patria per trasferirsi all'estero e si è rivolto al sottoscritto perché ha bisogno delle informazioni essenziali su come muoversi. Mi ha descritto una situazione da incubo in Italia.
 Tutto invaso da clandestini, che hanno di fatto carta bianca per fare ciò che gli passa per la testa, nella sicurezza di una sostanziale impunità.
 Lo Stato ti è continuamente addosso per rubarti tutto, chiedendoti anche tasse che non sono dovute (oltre a quelle ordinarie, che sono folli), facendoti degli accertamenti di ufficio spropositati, accertamenti che tu devi comunque pagare anche quando l'errore è palese, obbligandoti poi a fare il ricorso a tuo carico.


Sadici che parlano una lingua neolatina



I 4 cuccioli della foto, sono stati trovati in condizioni terrificanti nella città di Lasi, nel nord est della Romania. I piccoli, dopo essere stati crudelmente cosparsi di catrame, sono stati lasciati nell'asfalto al sole soffocante. Quando sono stati trovati e portati in salvo da una associazione per i diritti degli animali, i cuccioli erano in fin di vita. Per togliere a loro il catrame, il veterinario ha dovuto praticare l'anestesia. Uno di loro ha perso l'occhio. Quando i volontari hanno chiamato la polizia. L'agente ha risposto che non aveva intenzione di sprecare tempo ad indagare per dei cani. In Romania gli animali non hanno mai giustizia, noi italiani ci andiamo vicini, salvo delle irrisorie sanzioni, tutto procede come se nulla fosse.

La pensione del martire




È la notizia che mi ha dato un colpo al cuore aprendo Facebook. La porta della Chiesa di Rouen era aperta a tutti, i due terroristi, armati di coltelli, non hanno avuto bisogno di sfondarla per entrare e sgozzare Padre Jacques Hamel, un anziano inerme sacerdote francese di 86 anni, mentre diceva la Messa, e per ferire altre persone. Un morto in più del folle odio islamista, rivendicato da Isis. Questa volta direttamente dentro la Casa di Cristo aperta ad accogliere tutti. E ancora tanti continuano a negare, sminuire, giustificare chi sgozza e massacra, senza pietà alcuna, vittime innocenti. Nessuno è più al sicuro, nemmeno in Chiesa.

martedì 26 luglio 2016

Si delinea vieppiù la sua natura di apostata




Ha commentato l'eccido di oggi in Francia con le seguenti parole: "Dolore ed orrore per qualsiasi forma di violenza ed odio", ostinandosi a nascondere la matrice di questo odio e questa violenza! Perciò, questo farabutto è il primo alleato di chi ci vuole sottomettere! Ma ancora non ha capito che ancor prima di difenderci dai nostri nemici dichiarati, ci difenderemo da lui!

I demoni dell'ISIS sono arrivati qui


Testo di Enrico Priotti

E quindi ci vorranno leggi speciali "per proteggervi".... Purtroppo dovrete rinunciare alla vostra libertà, ma che cosa è la libertà in cambio della "protezione da ISIS"? Ah, nel frattempo però le porte della UE debbono continuare a restare spalancate per far entrare tutta la feccia disponibile al mondo.

Come fenomeno è indubbiamente inquietante



Massima allerta! Sono in migliaia che si stanno riversando nelle piazze di ogni nazione. I governi si stanno organizzando per dichiarare lo stato di emergenza mondiale! Se non si interviene in fretta la situazione potrebbe precipitare. Sono tutti alla ricerca dei Pokemon, un gioco a realtà aumentata che sta controllando le persone come degli zombies, costretti a dirigersi in determinati posti per poter catturare il famigerato animaletto! QUESTA E' LA VERA APOCALISSE ZOMBIE TANTO DECANTATA DAI BLOG DI TUTTO IL MONDO?


La porcata di mettere il canone in bolletta


Testo di Davide Parisio

Questo mese riceveremo tutti il canone in bolletta. Ho letto parecchi che dicono "è giusto, almeno pagano anche i furbetti..." Giusto? Lo sarebbe se la RAI fosse un vero servizio pubblico e non una banda di lottizzati e raccomandati di partiti, lo sarebbe se facesse programmi di vera cultura e informazione seria e non la 42a replica della telenovela più scema, lo sarebbe se ci fosse voce per tutti e non per chi comanda al momento, lo sarebbe se non ci propinasse più pubblicità delle tv private, lo sarebbe se non spendesse milioni per pagare imbecilli famosi e personale nullafacente. Così non lo è, non è giusto. E' solo l'ennesimo furto. E' una vergogna e basta.


Creatività gitana

Fonte: Il giornale


Un video musicale da far accapponare la pelle. Il brano si chiama "il rap dello zingaro", è stato postato su You Tube a metà aprile, e lascia alquanto interdetti per via del contenuto decisamente politicamente scorretto. Un rom racconta la sua vita tra rapine, furti in appartamenti, spaccio di droga e compravendita di spose-bambine. Le parole non lasciano spazio ad ambiguità e sono dirette proprio agli italiani che partono per le vacanze. "Estate, tranquillo, tu va al mare. Io spacco di finestra e in casa entro a rubare. Prendo gioiello, oro, televisione. Se arriva polizia io scappo di balcone", canta il ragazzo. "Vivo in roulette, vengo di Romania, sto dentro un campo in mezzo a porcheria. Io faccio il finto zoppo in metropolitana ma vendo droga e armi e un pugno di puttane", prosegue il brano. E, poi, ancora una provocazione: "Amico dammi spicci, non dire che non voglio. Non c’è nessun problema, ti rubo il portafoglio. Faccio pirata, guido ubriaco, schiaccio la gente, fanculo polizia tanto non mi fa niente. La canzone termina con la comparsa di una minorenne e col ragazzo che canta: "Ho denti d’oro in bocca, mia moglie è una bambina. Me l’ha data un mio amico, io dato cocaina. Abbiamo già una figlia, se ha fame chiede latte, le porto una bottiglia che prima a terra sbatto a te". Il gran finale si chiude con un'altra perla: "Rubo auto, moto e furgoni. Se tu mi vedi va via di co.., io punto l’arma, sono un po’ pazzo. Sono uno zingaro, tu non rompe caxxo. E state molto attenti, io faccio appartamenti".


Altro che gay pride!


Fonte: ARA News

Duhok - Gli estremisti dello Stato Islamico (ISIS) hanno eseguito la condanna a morte di un giovane iracheno, gettandolo dalla cima di un edificio con l'accusa di essere gay. Il gruppo radicale ha arrestato l'uomo, nel sud di Kirkuk, con il pretesto che era un omosessuale. "E' stato buttato dall'alto di un tetto di fronte a decine di persone", ha detto un giornalista dei media locali ad ARA News, parlando in condizione di anonimato. "I militanti ISIS hanno invitato la gente a colpire con le pietre la vittima, anche se era già morto. Hanno cominciato a gettare barbaramente pietre sul suo cadavere."

Scarpe e borsette di coccodrillo per sentirsi alla moda


Messico. Cuccioli di coccodrillo picchiati in testa a colpi di machete e scuoiati vivi dai bracconieri per la vendita della loro pelle. Anche tu sei complice di questa atrocità se acquisti accessori in pelle.

Scusi se la sto arrestando!






Germania. L'arresto del siriano che ha ucciso con un machete una donna e ferito altre due persone. Dopo una foto così in Italia, con Boldrini e soci PD, indagavano il poliziotto per tortura, facevano le scuse al siriano e alle vittime toccava pagare il risarcimento dei danni per lo stress causatogli!


lunedì 25 luglio 2016

Cominciano a farla da padroni



ESCLUDERE I CANI DAI LUOGHI PUBBLICI perché giudicati come 'NON PURI' e quindi NON ALL'ALTEZZA di vivere nel medesimo spazio delle famiglie musulmane. È questa l'idea di una campagna 'ANTI CANI' promossa proprio da una comunità musulmana a Manchester. L'iniziativa è stata pubblicizzata distribuendo moltissimi volantini per la città, in particolare dove vivono grandi quantità di musulmani che possiedono cani. Come ci si può aspettare, la campagna anti-cani ha sollevato numerose polemiche, anche proprio nella comunità islamica: "Io credo che questo volantino non si possa prendere seriamente - ha ammesso Fayyaz Ali, un uomo musulmano di 39 anni che vive già da diverso tempo a Manchester -. Sono un musulmano e la legge islamica dice che se si vive in un Paese non musulmano, come l'Inghilterra, BISOGNA RISPETTARE LA LEGGE DI QUELLA TERRA. 

Barbari partenopei



Bagnina presa a pugni e minacciata da balordi per averli ripresi mentre bastonavano un cane randagio in spiaggia. Il deplorevole episodio è avvenuto domenica pomeriggio, su una spiaggia libera del litorale di Capaccio Paestum, in località Licinella: ed ora è caccia agli aggressori. La bagnina, la 23enne capaccese M. G., mentre era in servizio presso un lido della zona, ha udito in lontananza il guaito continuo di un cane, decidendo così d’intervenire per capire cosa stesse accadendo: localizzato l’animale, si è accorta che un ragazzo lo stava prendendo a legnate, per puro divertimento, davanti ad alcuni amici, nell’indifferenza dei bagnanti. La 23enne ha così rimproverato platealmente il giovane, dicendogli di smetterla di maltrattare il povero cagnolino indifeso. Un gesto nobile a tutela degli animali che, però, viene preso come un affronto dal ragazzo, dal marcato accento napoletano: s’innesca così un acceso diverbio, fino a che i balordi accerchiano la bagnina ed uno di loro le sferra un violento pugno al volto. La bagnina crolla sulla sabbia, venendo soccorsa da alcuni turisti accortisi della discussione, mentre gli aggressori, ancora non identificati, si sono dileguati continuando a minacciarla con frasi del tipo “Tieni ‘e juorne cuntati, sappiamo chi sei e ti daremo il resto dopo”.

Un giornalista senza padroni


Alessio Gadda: Bravo Mentana! ...sperando che non sia una bufala... ...è molto importante che un giornalista del suo calibro canti fuori dal coro. Non solo per una questione di corretta informazione, ma anche per onestà intellettuale che gli rende onore!‬

Paolo Berlasso: Più che convincere gli italiani, cerchi di fare aprire gli occhi ai suoi colleghi!‬

Daniele Bianchessi: É talmente un'inversione di rotta quella di Mentana, che ho voluto verificare che l'account non fosse un fake. Ben svegliato anche a lui.‬
Aldo Recchiuti: Sono in molti gli ipocriti al governo Pd!‬

Non tutti i comunisti sono da buttare


Testo di Marco Rizzo



Serve che cessino le guerre imperialiste, che si evitino scelte tragiche come quella contro Gheddafi, che si aiutino i regimi come quello di Assad, che si rompano le relazioni con Arabia Saudita ed altri stati finanziatori dell'Isis, che si smetta di favorire le migrazioni per avere "eserciti industriali di riserva" con cui abbattere i diritti dei lavoratori autoctoni, che si comprenda che il terrorismo islamico ormai viene appaltato in 'franchising' a fanatici che vivono nella nostra società lobotomizzata. Se non si percepiscono queste cose, la scelta sarà solo tra aspettare altre stragi o viaggiare diretti verso la terza guerra mondiale.  

I pescatori non vogliono che qualcuno dica la verità




Alcuni animalisti della Meta, Movimento Etico Tutela Animali e ambiente, sarebbero stati denunciati dai genitori di un minore che sarebbe scoppiato in lacrime a causa del blitz animalista sulle rive del fiume Sesia, a Quarona (Vercelli) dove era in corso una competizione di pesca. A riferirlo l’associazione ‘La pesca in mare‘ che stigmatizza quella che definisce un’aggressione da parte degli attivisti della Meta, che hanno ripreso la loro azione per poi pubblicarla sul profilo Facebook dell’associazione rivendicandola come “un ottimo risultato alla gara di pesca alla trota: trote pescate zero”. Gli attivisti avrebbero lanciato sassi in acqua per impedire la pesca, accusando i pescatori di esserre “assassini”. A quel punto la tensione è salita in fretta.


Il maschilismo portato alle estreme conseguenze


Rosanna De Vecchi: E' impossibile credere a questi misfatti, ma i nostri politici non vedono la realtà ed hanno ancora il coraggio di non ammettere i loro errori. Vergogna!

Manuel Laurora: Solo per questo, solo per legalizzare di fatto la pedofilia, perché acconsentire che una bambina di 9 anni possa avere rapporti sessuali con un adulto questo è,, non fa mettere da parte le trattative insulse per la Turchia in Europa? E non fa proporre uno stop ai prodotti turchi verso l'Italia e l'Europa?‬

Antonio Bisegna: Ma ti immagini se una religione detta norme sull'età con la quale si può far sesso con una bambina! Ma quanto ci mette la gente a capire che questa non è una religione?

domenica 24 luglio 2016

Dobbiamo prendere Roma perché ce lo chiede Maometto




Ibrahim Delić fa il pastore in Bosnia ed è un imam che inneggia al jihad. Dal paese dove vive sono partiti tre dei 160 estremisti bosniaci arruolati tra le fila dell’Isis. A Pablo Trincia dice: “Bin Laden non era un terrorista ma soltanto un uomo che voleva diffondere la Sharia, la legge islamica. L’unico motivo per cui ho deciso di parlare con voi oggi è perché il nostro profeta dice che un giorno Roma verrà conquistata e diventerà una città islamica”.

Papa guerrafondaio



Imbroglio di bianco vestito: "Dio è nel migrante che tanti vogliono cacciare!" Dio è anche nei 4 milioni di italiani che Lei e i suoi complici ‎filoimmigrazionisti avete affamato,o sta solo nei suoi adorati che arrivano con i barconi? Nel frattempo, Patrick Calvar, il capo dei servizi segreti transalpini dice: "la Francia (tutta Europa direi io...) è sull'orlo di una guerra civile che potrebbe essere innescata dai migranti, etc.etc...

Fatelo sapere a Mister Accoglienza di bianco vestito...

Allah è sicuramente grande nel creare divisioni




Momenti di tensione nella serata di sabato davanti al centro commerciale Olympia di Monaco di Baviera. Teatro della assurda sparatoria costata la vita a nove persone, la strada antistante il centro commerciale è tornata accessibile ai pedoni dopo 24 ore di blocco totale. Sono arrivati subito i mazzi di fiori, le candele, i biglietti, le scritte. In serata si sono radunati amici e parenti delle vittime per un momento di ricordo, ma anche persone comuni, residenti, semplici passanti che hanno voluto portare un saluto e far sentire la loro presenza. Tra gli altri anche un gruppo di giovanissimi ragazzi, di fede islamica, che hanno perso degli amici nella sparatoria. Dopo un acceso monologo di uno di loro, che ha inveito contro il “mondo ingiusto”, chiedendo maggiore rispetto per la vita, è partita la cantilena “Allah Akbar” (Dio è grande, ndr). 

Stanno attuando campagne di reclutamento


Alf Piac: Preferisco gli originali, se poi sono full metal jacket ancora meglio. I gessetti lasciamoli a scuola. A porgere sempre l'altra guancia ecco a cosa si è arrivati. Sicuramente sarò da tutti voi biasimato ma credetemi non me ne frega nulla‬.

Mirko Morciano: Ma andate a cagare! Gessetti? Qui dobbiamo usare l'atomica e le vecchie SS casa per casa. Voi usereste gessetti con chi vi considera peccatori e rincoglioniti? Forse hanno ragione?‬

Moreno Barbarossa: Sono gli stessi che usiamo noi nei loro paesi per portargli via le loro risorse e intanto ammazzare qualche innocente. Se spediamo bombe non aspettiamoci di ricevere fiori.‬

Giuseppe Sala: Hai pienamente ragione. Siamo dei cattivoni! E' giusto che ci ammazzino tutti. Come gesto di stima e comprensione nei loro confronti sarebbe utile che ti offrissi subito come volontario.‬


Bomba o non bomba, arriveremo a Roma


Non si può, al chiuso, gridare “Allah Akbar” e, all'aperto “Fottuti turchi, a meno di non essere gravemente affetti da schizofrenia, oppure, come sono propenso a credere, manipolati mentali. Non può, un ragazzo di 18 anni, che all'epoca dei fatti ne aveva 13, far accadere la strage a cinque anni esatti di distanza dall'eccidio compiuto dal massone Breivik e già qui viene il sospetto che a mettere in moto il giovane manciuriano in quel giorno preciso sia stato qualcuno che lo dominava. Non si può interloquire con un cittadino qualunque dicendo di essere stato vittima di bullismo, né inviare un invito a venire a mangiare gratis al McDonald's per attirare le sue vittime nella trappola e soffrire, nel contempo, di depressione. Quando si è depressi non si ha voglia di uscir di casa – e in alcuni casi non si ha voglia di scendere dal letto – e a diramare quell'invito può essere stato chiunque, magari coloro che hanno ritagliato su Alì Sonboly la veste del pazzo solitario malato di depressione. Non si può, infine, avere sul comodino il libro dell'autore americano Peter Langman dal titolo “Perché i ragazzi uccidono”, a meno che non sia la stessa polizia a mettervelo. Niente di più facile.

Non credo che abbiano l'I-phone




Ho visto questa immagine, presumibilmente una madre etiope, che allatta al seno il suo bambino. Non sono nemmeno sicura di come questa foto mi faccia sentire. Tante emozioni nel mio cuore. Mi sento triste per la madre, per essere così completamente malnutrita, ma continua a donarsi a lui perché lei sa di essere la sua unica possibilità di sopravvivenza. E lui sta disperatamente cercando di ottenere del latte. I dati statistici mostrano che oltre 16 milioni di bambini vivono in questo stato di denutrizione. E Viviamo nel 2016.

sabato 23 luglio 2016

Che strano, da Nizza si è spostato a Monaco!



Il Mossad ha filmato gli attentati avvenuti nelle città di Nizza e Parigi, cosa che potrebbe confermare il suo coinvolgimento nei fatti. Il portale di informazioni ed investigazione  statunitense, Veterans Today, il venerdì ha pubblicato dei documenti che dimostrano come un giornalista, collegato al servizio di intelligence israeliano (Mossad) abbia filmato per primo gli attentati a Nizza e quelli avvenuti a Monaco e li ha poi diffusi su internet. Secondo la fonte, Richard Gutjahr è il fotografo tedesco che ha diffuso  le immagini dell’attentato di Nizza e che ha anche pubblicato il primo video su Twitter dell’attentato di Monaco, che ha lasciato almeno 9 morti e 16 feriti. Nel suo Twit il giornalista ha scritto “sono fuori dal centro commerciale Olympia”. Gutjahr è sposato con Einat Wilf, una agente del Mossad. La Wilf ha servito, con il grado di tenente, nelle autodenominate Forze di sicurezza (FDI) israeliane ed è stata consigliere agli Esteri del vice primo Ministro Simon Peres (2004-2007).

La fratellanza universale è un'utopia irrealizzabile


René Gazzoldi: Infatti questo governo entrerà di diritto nei libri di storia nei capitoli dedicati al tradimento a discapito del popolo. Saranno ricordati come la peggior feccia della sinistra. Un concentrato di arroganza, incapacità, demenza senile, bugie e per avere favorito l'invasione di potenziali attentatori in Europa con evidente responsabilità sulla quantità di vittime uccise dai loro cosiddetti profughi. Sono il cancro dell'Italia che si mangia tutto quello che può ad una velocità estrema.‬


Gianni Franza: Tutto giustamente e logicamente da far notare ai falsi buonisti, con un particolare molto interessante: la gonna che viene sollevata dalla leggiadra donzella Rom (e non voglio neppur immaginare l'odore che viene liberato attorno) ha un lembo che ne collega i bordi. Ebbene, è in quel fondo che le onestissime zingare infilano la refurtiva mentre fanno la spesa nei supermercati e non solo!‬

Legittima difesa o sindrome dello struzzo?


Eliana Pinazza: Per certi versi condivido, ma mi sorge spontaneo domandarmi se ignorare il problema risolva il problema.


Davide Munaretto: Se tutti ignorassimo il problema non avrebbero modo di intrappolarci.


Fabio Colarossi: Semplice e indolore‬.


Aziza Ennasri: Ah, che strano! Prima la strage a Nizza, poi il colpo di stato in Turchia, poi l'attentato a Monaco. A me sembra strano, ma sembra un film americano‬.


Giovanna Grossi: Io dico sempre: speriamo di non trovarci mai nel posto sbagliato al momento sbagliato.‬


Mario Crescentini: Bisogna tagliare il cordone ombelicale da 'sto cazzo di media televisivi. E usciamo fuori a socializzare....parlare .....divertirci....‬


Il caos etnico prima della guerra


Testo di Enrico Priotti


Per quei tre o quattrocento milioni di europei che ancora non lo hanno capito: siete di fronte ad un eccezionale piano di destabilizzazione del vostro continente, attraverso l'inserimento forzato di numerosissimi elementi totalmente spuri nelle vostre nazioni e la contemporanea creazione di un nemico sintetico determinato dai medesimi elementi spuri, attorno al quale unire il terrore della gente, per indurla ad accettare misure dittatoriali "nel nome della sicurezza del popolo". Tutto in preparazione della terza guerra mondiale in arrivo, per cercare di fronteggiare il vero nemico, che è molto più ad est che non a sud.

Questo Papa non ne fa una giusta!


Sebastiano Martone: Che volete. Da un papa che porta col suo aereo solo 3 famiglie di beduini. Lasciando lì quella cristiana. Poi lava i piedi a quelle gentaglie.... più che il papa mi sembra uno che gestisce le cooperative‬.

Rita Bianchi: Con la scusa che i documenti delle famiglie cristiane ancora non erano a posto.....mi vien da ridere se penso alle migliaia di clandestini che fanno entrare ogni giorno‬.

Costantino Marcacci: Certo che in nome della solidarietà, di gaffe ne sta facendo parecchie! Su alcune cose ha ragione, ma dovrebbe anche chiedersi se le conseguenze di certi atteggiamenti siano addirittura peggiori dei mali: in fin dei conti è la guida di centinaia di milioni di cristiani e dovrebbe anche proteggerli un po' (almeno a mio parere).‬


venerdì 22 luglio 2016

La più odiosa delle tasse


Ivana Crimi: 70 euro nella bolletta della luce e neanche guardo la RAI! Siete dei ladri!

Marco Crobu: Ma chi la vuole la Rai! Fanculo mafiosi!

Antonio Pignatiello: È vero, questa è una delle tante pretese che ci impone lo Stato. In parole povere è uno stato mafioso perché si impone come la Camorra‬. Perché non spegne i canali di Stato? Chi poi li vuole vedere si abbona, paga e vede. A noi non interessa. Io voglio solo vedere i canali liberi gratuitamente‬.

Oriano Alessandroni: Fanculo Rai!‬

Luigi Daidone: Io lo chiamerei pizzo di Stato legalizzato.‬

Alfredo Rossetti: Lo è sempre stata anche prima, solo che adesso non si può più far finta di non aver ricevuto il bollettino.


Donne schiacciate, ma al telegiornale non lo dicono


Testo di Enrico Priotti

Un episodio edificante, che fa comprendere con che personcine ammodo avete a che fare. Su un gommone c'erano 203 pagatori di pensioni, in maggioranza eritrei e nigeriani. A causa della ressa per salire su una delle nostre frequentissime navette Libia-Sicilia, 22 persone sono morte schiacciate; di tali 22 persone, 21 erano donne. Il motivo per cui è successo questo è che sono doni di Dio e che tra essi c'è Gesù. Ah beh, poi c'è da dire che ieri ne hanno raccattati 2500 e già alcune migliaia pure oggi, ma questo è del tutto normale. Vi stanno solo trasferendo in casa vostra il Continente Nero. Tranquilli, mica c'è da preoccuparsi: vota sereno M5S, PD e SEL.