martedì 28 maggio 2019

Calimera trombata



Ma guarda che dispiacere, dovremo fare a meno di Cecile Kyenge. Non è stata eletta la paladina del “prima gli africani”. Risultato da dimenticare per l’ormai ex parlamentare europea, che nella circoscrizione Nord Est dove era candidata ha preso soltanto 1.151 voti. Sono i voti scrutinati nei 190 seggi del comune di Modena dove sono stati espressi 23.891 voti di preferenza. Per il Partito democratico-Siamo Europei-Pse i principali candidati votati sono stati Carlo Calenda (5.294 preferenze) ed Elisabetta Gualmini. Per la Kyenge niente da fare, abbandonerà lo scranno del parlamento europeo. Un’altra “ferale” notizia ci piove tra capo e collo, dopo l’esclusione di Emma Bonino. Come faremo?


Kyenge, eurodeputato uscente del partito democratico, è un’altra vittima di una campagna elettorale fondata sul pericolo xenofobia, che per lei ha significato”prima gli africani”. Gli italiani le hanno risposto picche. Anche i votanti del Pd l’hanno evitata. Le hanno preferito Calenda. Troppo semplice chiedere voti senza programmi ma solo per dare un segnale a Salvini e ai sovranisti. Che ha dipinto in maniera indecorosa.

Si era poi scatenata nelle ultime settimane lanciando iniziative sconcertanti. Una proposta “indecente” era stata lanciata dalla Kyenge dal suo profilo Fb: voleva proporre di esautorare le autorità italiane, a vantaggio di quelle europee, nelle decisioni riguardanti i migranti. Non stupisce che gli italiani, anche quelli che hanno votato a sinistra, l’abbiamo evitata con cura. Il suo eloquio scritto e parlato ha fatto il resto. La Kyenge parlava dei sovranisti come la “peste”: «Le forze sovraniste (italiane e non) hanno mostrato il loro vero volto: disumano, feroce, autoritario». Ha esagerato Cécile Kyenge, scatenando l’effetto contrario.

Di più. Ricordiamo che la Kyenge in Europa aveva promosso il riconoscimento del reato di “afrofobia”, riferendosi a “una specifica forma di razzismo, che include qualsiasi atto di violenza o discriminazione, alimentato da abusi storici e stereotipi negativi, che porta all’esclusione e alla disumanizzazione delle persone di origine africana”: è il testo che ha contribuito a far approvare. Vi stupite che non sia stata rieletta? Noi no…

2 commenti:

  1. razzistoni sti elettori piddini.
    1500 voti su 32mila.
    fan tanto bla bla bla ma pooi i neri non li votano....
    i
    borghesucci
    razzisti...

    RispondiElimina
  2. Ma in congo, terra da zappare nn ce n'è?

    RispondiElimina