lunedì 16 luglio 2018

Ormai c'è poco da scherzare



L’ONG Open Arms minaccia di voler violare la sovranità del nostro Stato: il governo reagisca con la forza militare, che la dichiarazione di guerrra richiede e le affondi senza esitazione! L’ONG spagnola Open Arms torna in Africa a imbarcare migranti. Nonostante quanto espresso dal nostro Governo, lo sfida con un vero e proprio atto di pirateria che viola la sovranità del nostro Stato e che, quindi, meriterebbe una reazione militare. Siamo di fronte a un finto soccorso di migranti con cellulari e satellitare, orchestrato da ONG a busta paga da Soros, che pongono in essere un atto ostile verso l’Italia, sfidando il governo per metterlo in difficoltà. 

Il nemico dell'Europa è a Bruxelles


Testo di Daniella Dall’Anese

Mi pare evidente, vogliono che l'Europa tutta diventi Africa! Non c'è la volontà di fermare la sostituzione etnica, la maggioranza degli sbarchi sono giovani, famiglie con bambini, persone che stanno bene, non sono malati, né affamati e vogliono diritti. Noi, super tassati e sempre più disoccupati e poveri, obbligati a mantenerli e a pagare quello che per loro è gratis. Un'Europa con un potere supremo, coesa, che collabora a questo piano, senza considerare le volontà dei cittadini, completamente ignorati. Mi sembra un'incubo, dove l'integrazione dovremo subirla noi, con la loro religione e cultura e non il contrario. Fare finta di niente è essere loro complici!


domenica 15 luglio 2018

Alla base di tutto c'è la mafia nigeriana


Testo di Fred Kuwornu

Il traffico di esseri umani nel mondo frutta 150 miliardi di dollari alle mafie, di cui 100 miliardi vengono dalla tratta degli africani. Ogni donna trafficata frutta alla mafia nigeriana 60 mila euro. Trafficandone 100mila in Italia, la mafia nuove un giro di 600 milioni di euro all'anno. Nessun africano verrebbe di sua volontà, se sapesse la verità su cosa lo attende in Europa. Non mi infilo nell'eterna guerra civile italiana basata su fazioni e non contenuti, ma da afrodiscendente italiano e immigrato ora negli Stati Uniti credo sia arrivato il momento di parlare e trattare l'immigrazione o meglio la mobilità come un problema e fenomeno strutturale che ha vari livelli e non come uno strumento per fare politica o da trascinarsi come i figli contesi di due genitori che li usano per il loro divorzio come arma di ricatto.

La creatività di strada dei centri sociali


Testo di Matteo Salvini

Ieri, in alcune fermate dei pullman a Torino, sono comparse queste simpatiche scritte. Poveretti, mi fate solo pena. Io non ho paura, vado avanti più determinato che mai, insieme alla nostra splendida Comunità!

A ciascuno il suo compito


Davide Vigevani: Mmm...il modo in cui vengono spesi i soldi del contribuente, è deciso dal governo, che è l’espressione del voto dei cittadini, giusto? Mi pare che alle scorse elezioni, si sia avuta una chiara idea, di come i cittadini vorrebbero fossero spesi i loro soldi.

Moira Rossi: Quando tutte le strade d‘Italia saranno risanate, pulite con tanto di aiuole a decorarle, quando intorno a noi percepiamo che delle tasse pagate ne beneficiamo tutti, allora saremo pronti a condividere con altre popolazioni tale giovamento, anche con piacere!


Caterina Colarossi: A Roma ora c'è un curioso fenomeno: le strade (non tanto per la noncuranza del comune, quanto per la zozzaggine dei cittadini e dei turisti), che fanno schifo, le puliscono gli immigrati. Li trovi ovunque, con una scatola di cartone poggiata lì, con un sasso per non farla volare, a pulire. La scatola è per chi volesse alleggerirsi le tasche di qualche moneta. Non so perché, ma sono loro molto grata.

Se li si chiama "accoglioni" un motivo c'è



Ma con tutte le cose belle che ha in programma Salvi per noi di cosa ci preoccupiamo! Deve riaprire le case chiuse, quindi a breve le signore arrivate nei CPA le farà assumere lì e probabilmente anche qualche bel ragazzo, perché io spero, Matteo, di avere presto dei bei puttani neri con cui poterci divertire pure noi, non solo voi maschioni vikinghi, di razza arianna. Poi spero che gli altri li rimpatri anche se ai deto che ci vorrano 50 anni per riportarli a casa, ma tanto ora che hai tagliatto i vittalizzi gli trovi i soldi per farli imbarcare di nuovo. Nel caso, te li troviamo noi i soldi con la colletta che dobbiate fare per i 49 millioni che devi restituire: noi mettiamo un euro in più e questi c'è li rimandiamo ad abronzarsi nella savanna!
Dai Capitone! Avanti coso!

Un imperialista yankee che elogia l'Italia


Fonte: Agi

L'Italia "è diventato il paese di riferimento della rivolta nazional-populista contro le élite"; il "Reich" della cancelliera tedesca Angela Merkel "è finalmente prossimo alla caduta"; Donald Trump "continuerà a difendere gli interessi Usa nel mondo, ma basta con la Guerra fredda alla Russia"; Vladimir Putin, "un ex del Kgb che ha abbracciato la causa nazionale e la Chiesa ortodossa e perciò viene demonizzato dalle élite europee e americane; George Soros e "quelli come lui sono il nemico numero uno di tutti i populisti". Lo dice in una intervista a Libero Steve Bannon.

I negri sono rimasti animali da savana


Testo di Joe Fallisi

Insomma, parliamoci chiaro, fuori dal vigliacco politically correct: i negri, soprattutto quelli subsahariani, senza l'incontro coi bianchi sarebbero ancora oggi quelli di una milionata di anni fa, animali da savana (nella sostanza tali sono rimasti comunque) - il che, tutto sommato, gli avrebbe forse fatto solo bene. In ogni caso, 'sta gente ha a che spartire con la civiltà (qualunque civiltà) come il sottoscritto con l'ebraismo.

sabato 14 luglio 2018

Prima c'erano i signori poi sono venuti i banchieri (Ezra Pound)


14 luglio 1789 Presa della Bastiglia

Bianchi che fuggono dalle guerre dei neri



15.000 bianchi sudafricani adesso sono pronti a chiedere asilo alla Russia. Abbiamo dedicato diversi post a quanto sta avvenendo in Sudafrica, dove si parla di genocidio boero: i bianchi, discendenti degli olandesi primi colonizzatori del paese, sono soggetti a persecuzione razziale, subendo continue violenze da parte della popolazione di colore. Anche se i dati sono imprecisi e le autorità hanno deciso di impedirne la divulgazione, tra il 2016 e il 2017 ci sono stati 74 omicidi e 638 aggressioni a sfondo razziale ai danni dei contadini bianchi. Ad essere presi di mira sono le case isolate dei contadini.

Non resta che farci giustizia da soli



Partinico è il paese di mio padre e della mia parentela paterna, e in questo momento sono qui, e vi assicuro che questa notizia è vera e che ha pure tentato di violentare una ragazzina. Qui ora ci facciamo giustizia da soli, domenica tre marocchini hanno tentato di violentarmi, uno l’ho picchiato e due sono fuggiti.

Il complottismo è la capacità di stabilire connessioni fra gli eventi


ATesto di Sary Cersei
Vocabolario del Regno degli Inquisitori Folli:
- italiano=fascista
- clandestino=rifugiato
- insulto=libera espressione di pensiero
- notizia comprovata=bufala
- manifestazione reale sul piano fisico=percezione errata
- capacità di stabilire connessioni fra gli eventi= complottismo

Ci sono più buonisti sul web che nella cabina elettorale


Antonio Dipasquale: Ma tutto ‘sto gregge di democratici, dov'era prima del 4 marzo? No, perché a giudicare dal risultato delle elezioni, pare che fossero tutti morti. Forse son tornate in vita le anime dei defunti.
Girolamo Torcivia: Meraviglioso il tuo atto di forza, Salvini. Hai vinto, ma siamo solo all'inizio. Non lasciarti intimidire, continua cosi. Non saremo più la discarica del traffico di esseri umani. Alziamo la testa e diciamo NO! Basta sbarchi! Complimenti, signor ministro!

Persiani dalle maniere spicce


AltroTesto di James the Bond

Iran: frustato per un decennio per aver bevuto alcolici da bambino. L'articolo 265 del codice penale islamico della Sharia iraniana dice che la punizione per il consumo di alcol da parte di un musulmano è 80 frustate. 

Mattarella, fratello di loggia



La lettera del professor Sinagra, ordinario di diritto alla Sapienza, è caduta in un assordante silenzio da parte dei media italiani. Unico a riportarla, la nostra notizia, il sito Imolaoggi. Dato che si presenta come alternativa rispetto alla lettura dei soliti media “Dalla lingua felpata” ci permettiamo di riproporvela. I mezzi di informazione riferiscono che il noto Sergio Mattarella in ulteriore violazione della Costituzione, che egli ha l’obbligo primario di salvaguardare, continua a interferire negli affari del Governo e per di più in modo informale e inammissibilmente ufficioso. In violazione di ogni regola, limite e criterio costituzionale egli, come riferisce la stampa e la televisione e come è comunque notizia diffusa e non smentita dal Capo del Governo, è intervenuto nella vicenda dei 67 africani condotti a Trapani dalla Nave “Diciotti” della nostra Guardia Costiera.

venerdì 13 luglio 2018

Chi comanda veramente in Italia?



Mattarella si intromette sulle competenze del Viminale e ordina a Conte lo sbarco di tutti i clandestini della nave Diciotti. Salvini: "Sono sorpreso, chi ha scelto al mio posto ne risponderà". Ennesima e incredibile intromissione del Presidente della Repubblica Mattarella che dall'alto delle sue non competenze decide nel bel mezzo di un'indagine per minacce all'equipaggio della nave militare Diciotti di far sbarcare tutti i clandestini. Mentre dal Viminale trapela "stupore" per l'intromissione del presidente della Repubblica e "rammarico" per la decisione della procura di Trapani di non emettere alcun provvedimento restrittivo nei confronti dei due indagati scafisti individuati.

La filosofia transgender entra nelle scuole grazie alle maestre buoniste





A Bologna hanno costretto i bambini a inscenare il gay pride all'asilo, senza nessuna informazione ai genitori. Questa non è scuola. Questi sono campi di concentramento e rieducazione ideologica Lgbt. Siamo in guerra.

Ma 'sti froci che vogliono?


Musulmani che si sentono offesi per la presenza di presepi e crocifissi nelle scuole, Rom che si sentono offesi perché lo Stato italiano li vuole censire. E ora anche i froci che si sentono offesi per una pubblicità interessata (della Chicco) che invita le giovani coppie etero italiane a prolificare. Non sarà una specie di invidia di fondo, magari subconscia, perché essi non sono in grado di riprodursi, se non con artifizi esterni e poco etici?

L’Europa è governata da un ubriaco recidivo


Quali intimi travagli esistenziali si agitano in quella povera anima? La moglie lo tradisce? I figli gli danno troppe preoccupazioni? I banchieri ebrei non sono soddisfatti del suo operato? Qualsiasi siano i suoi tormenti da dimenticare, perché non comincia a pensare che sia giunta l’ora di godersi una meritata pensione? Non che questo cambi le nostre vite, poiché al suo posto gli usurai ebrei che stampano moneta metterebbero un altro, del tutto identico a lui, se non addirittura peggiore, però almeno smetteremmo di fare brutte figure durante gli incontri internazionali, con le televisioni di tutto il mondo, ammesso e non concesso che Jean Claude Juncker sia rappresentativo dei popoli d’Europa.

Nessuno in Europa crede che in Italia possa succedere veramente



Quando dico che in Italia sono considerati tutti "doni" coloro che sbarcano, che basta sbarcare in Italia per essere accolti a gratis in un ospedale, dove puoi picconare gente per strada o uccidere il vicino di letto che non ti ha fatto niente e troverai chi ti difende, chi organizzerà pranzi e feste e in Italia basta sbarcare e poi puoi prendere qualsiasi cosa, una nave, un autobus, un treno, una casa, una piazza, una via o un parco e dire che tanto la terra è di tutti. E se qualcuno osa dire che ci devono essere delle regole di convivenza, basta gridare "tassista" e cosi sarai protetto da bianchi e rossi. Fuori dall'Italia non credono che questo possa succedere davvero. Credono sia un film di qualche regista. In effetti, come dar torto a chi dice che ha dell'incredibile quel che accade in Italia?

Tre volte ermetico


I principi della verità sono sette.  Colui che ne ha conoscenza possiede la chiave magica con la quale si aprono tutte le porte del tempio. La filosofia ermetica si basa su queste sette leggi universali:


1. La legge dello spirito (o principio del mentalismo)
“Tutto è spirito. La fonte della vita è infinito spirito creatore. L’universo è mentale. Lo spirito regna sulla materia.” Tutto ciò che sperimentiamo sul piano materiale è frutto della mente, a sua volta originata dallo spirito. I pensieri (generati dalla coscienza) creano la realtà che sperimentiamo nel piano fisico.


2. La legge di causa ed effetto (o Karma)
“Ogni causa ha un effetto – Ogni effetto ha una causa. Ogni azione genera un’energia stabilita, che con la stessa intensità ritorna al punto d’origine (al produttore).” Il caso non esiste, la fortuna o la sfortuna non esistono. Ogni pensiero, ogni azione, ha un effetto sulla nostra vita, che è lo specchio delle azioni che abbiamo fatto.

Il rispetto della vita deve venire prima di tutto, disse il prete con le mani sporche di sangue



La Chiesa mobilitata contro Salvini. Santifica i “migranti” equiparandoli a Gesù, ci accusa di un nuovo Olocausto e si dice pronta a trasformare le chiese in moschee. Cari amici, io non mi riconosco in una Chiesa che santifica il cosiddetto “migrante” elevandolo al rango di Gesù Cristo; che scomunica i governi e i ministri che legittimamente salvaguardano primariamente l’interesse dei propri cittadini all’interno del proprio Stato; che paragona la morte dei “migranti” nel Mediterraneo a causa del naufragio di imbarcazioni fatiscenti all’Olocausto degli ebrei, attribuendone la responsabilità all’Italia anziché alla criminalità organizzata straniera che gestisce questo infame traffico di esseri umani; che arriva a rendersi disponibile “a trasformare tutte le chiese in moschee se consentisse di salvare la vita di uomini e donne”.

giovedì 12 luglio 2018

Malati di futuro


Non si può parlare di malattia mentale vera e propria, ma poco ci manca. Più che definirli malati mentali, meritano di essere definiti caratteriali. Qualcosa che non funziona nel loro cervello c’è, ma è dovuto alle loro forme del pensiero e in ogni caso il danno va ricercato nella corteccia cerebrale, piuttosto che nel nucleo rettiliano. Si tratta spesso di persone dotate di una coscienza molto evoluta, così evoluta che non sentono ragioni, le ragioni degli altri, i quali finiscono per essere considerati in modo snobistico, da superiore ad inferiore. Io che ho avuto un passato da animalista posso dirlo per esperienza: quando si ha una grande capacità empatica e si vede come vengono trattati gli animali, si finisce per volere a tutti i costi la realizzazione di un mondo pacifico, dove uomini e animali possano vivere armoniosamente in pace, senza accorgersi che quel mondo non esiste e non esisterà mai. Non ci si accorge di essere entrati nel recinto dorato dell’utopia e si soffre perché il resto dell’umanità non vi vuole entrare. O per lo meno, non si capisce il perché.

Così parlano i detentori del Verbo Sacro


Francesco Cipe Carillo: Il Fascio ha dato case e sanità agli italiani e ora il PD, fregandosene dei partigiani morti per la libertà degli italiani, toglie al figlio del partigiano per darlo all'invasore mussulmano, che sarà il nuovo bacino di voti del PD. Povero nonno, morto per dei Poveri Dementi.
Fabio Casturani: I nostri nonni sono morti per un demente (penzolava a testa in giù, ricorda la storia).
Angelo Contino: I nostri nonni, nella prima e nella seconda guerra mondiale, sono morti per una nazione che stiamo svendendo.

Lo spettacolo della guerra


Fonte: Autocritica

Israele - Vergognoso! Cittadini si sono accomodati in collina per "godersi" lo spettacolo delle loro bombe sganciate sulla striscia di Gaza, uccidendo i palestinesi. Vedendo questa immagine posso dire che sono peggio dei nazifascisti che nei forni e nelle camere a gas hanno ucciso milioni di povera gente. Fanculo il sistema!

Il menù del cattocomunista



Compagni! Intervenite numerosi alla Pastasciutta Antifascista! Serviremo anche: il Risotto del 68, Strozzapreti e Impiccafascisti al sugo, Pizza alla “Bella Napoli” e Calzoni alla “Bella Ciao”. Per secondo, ricche portate di pesce: Razza antirazzista su letto di patate multietniche e Nasello falce e martello (non vi sognate di ordinare l’impepata di cozze, mi raccomando… il pepe è nero e le cozze pure). Seguirà una degustazione di Parmigiano del Partigiano e per frutta una Macedonia di Arancia Rossa alla riscossa. Il tutto innaffiato con vino rigorosamente rosso. A fine pranzo il caffè nero bollente ve lo scordate… pigliatevi un the! Compagni! Intervenite numerosi perché l’antifascismo è una cosa…. seria!

mercoledì 11 luglio 2018

La svastica sta sempre bene, come il prezzemolo in cucina





Davanti alla Casa della Carità di Cagnola (Reggio Emilia) è comparso un manichino con maglietta rossa, svastica e cappio al collo. Alla richiesta di umanità si sta contrapponendo odio puro. Non è normale.

Restiamo idioti



Questi 4 gatti della rete Restiamo Umani improvvisano un sit-in per protestare contro la linea dura del nuovo Governo e, in specie, di Salvini, in merito agli sbarchi in Italia di una marea di clandestini, la stragrande maggioranza non profughi di guerra (che poi dovrebbero dividersi con altri Stati). Li reputo dei traditori e ipocriti in quanto, come altri, nulla mai dicono sui milioni e milioni di poveri italiani, sui connazionali che emigrano, sui veri ultimi che muoiono in Africa (qui arrivano aitanti giovanotti).

L'emorragia di umanità secondo i compagni del Rolex




In questi giorni abbiamo visto indossare da parte di tante persone una maglietta rossa per contrapporre la linea dell'accoglienza alla politica dei respingimenti.
Non condivido questa esibizione di magliette rosse, in quanto è stata sfruttata a fini politici, la sinistra perdente che cerca di risalire la china puntando sul fatto che solo loro sono umani e tutti gli altri degli esseri spregevoli. Vengono spontanee alcune domande:
1) come mai non avete messo la maglietta rossa da quando, anni e anni or sono, sono iniziate le morti di donne e bambini nel mediterraneo?
2) forse perché in alcuni di quegli anni al governo c'era la sinistra?
3) è più umano chi cerca di non fare imbarcare i migranti cercando di non far loro rischiare la vita, o chi li induce ad imbarcarsi facendo fare affari agli scafisti e facendo loro rischiare la vita?

Protestano con lo smart-phone in mano


Il Papa, almeno, sta a parecchi metri d’altezza e parla da un balcone. Salvini invece ha voluto mescolarsi con la folla, sebbene protetto da un servizio d’ordine di poliziotti. Ha voluto sincerarsi di persona delle condizioni in cui vivono gli schiavi pagati un euro a cassetta di frutta o ortaggi. Ora l’opposizione non potrà dire che non conosce il problema, visto che ha camminato fra le baracche, è entrato nelle tende dove, su otto materassi, dormono in 15. Ha visto con i suoi occhi e ha potuto immaginare che, con 40 gradi di temperatura, anche per un africano è soffocante vivere così, per non parlare di quando sono sotto il sole a raccogliere pomodori. Salvini dice di essere andato a San Ferdinando per risolvere il problema, non per aumentarlo, ma verso la fine della sua visita un “Salvini figlio di puttana” si è sentito benissimo, più di una volta, uscire dalla bocca di qualche africano. E infatti, verso la fine della sua visita, sono saltati fuori gli scudi in plexiglass e i cordoni della polizia attorno a lui erano due, non più uno solo. Entro la fine del mandato vuole dare una sistemazione dignitosa a questi schiavi, a quelli che sono in regola, per lo meno. Se riuscirà a farlo, metterà a tacere i buonisti, ma ora l’importante è non farne arrivare altri, ché non c’è posto per tutti.

Salvini, non fai paura a nessuno!


La prima cosa che salta in mente è la partigianeria della signora, da 11 anni in Italia, al momento disoccupata. La seconda cosa è che non si accorge che dietro Salvini ci sono milioni di italiani che l’hanno votato, da ella definiti ignoranti. Con un certo orgoglio dice che l’Africa è bella e che prima o poi deciderà di tornare, come fecero molti nostri migranti italiani in passato, che tornarono a casa arricchiti. Dice che i contributi che le spetterebbero sotto forma di pensione e le tasse che lei ora paga resteranno agli italiani e che senza i migranti l’Italia andrebbe in fallimento. Eppure, a me sembra di ricordare che negli Anni Sessanta l’Italia visse il cosiddetto “boom” economico, e non si vedeva un africano in giro. Negli Anni Sessanta ero troppo piccolo per ricordare, ma so che mio padre, lavorando come insegnante al mattino, a scuola, nel pomeriggio con il doposcuola e pure di sera, alle serali per adulti, si fece un mazzo così. Ma la signora non lo sa. Io lo so, perché lo vedevo rientrare la sera stanco morto. E quella vita la fece per diversi anni, finché non riuscì a pagare tutte le cambiali della banca, un bel mazzetto, per far avere la casa di proprietà ai figli. La signora, poi, dice di guardare alla Francia, dove i bambini stranieri ricevono il passaporto alla nascita, mentre qui devono aspettare i 18 anni. Io dico che la Francia non deve per forza essere presa a modello: è stata un impero coloniale, mentre l’Italia no. Ha la bomba atomica, mentre l’Italia no. Anzi, tutti quelli che “scappano” dall’Africa sono francofoni: vogliamo scoprire perché?

martedì 10 luglio 2018

Nicola Tesla vedeva le sue invenzioni durante la meditazione


Fonte: UnUniverso

Il fisico le cui invenzioni sono alla base del nostro uso moderno della elettricità e delle tecnologie wireless, come la corrente alternata, la radio, i raggi x, il radar il telecomando- scoprì che la Terra riceve, immagazzina e trasmette energia. Nel 1899 costruì un laboratorio a Colorado Springs in cima al Monte Pikes, un sito considerato sacro dagli Indiani Hopi e Ute. Mentre faceva esperimenti in quella località, intercettò onde di frequenze estremamente basse (ELF) di energia elettromagnetica, che venivano naturalmente trasmesse all’intero della cavità tra la superficie della Terra e la ionosfera, 80 km sopra la Terra. Scopri che con queste onde ELF, quelle che vibravano a 8 cicli al secondo (8 Hz), fluivano più regolarmente tra la terra e la ionosfera, con meno resistenza e maggiore ampiezza (forza o potere).

Scoprire di esser stati ingannati spinge i migranti a ribellarsi


Testo di Franco Camplese

Li avete fatti venire qui illudendoli che avrebbero trovato l’Eldorado, invece in Europa c’è una crisi economica tremenda. Quando scoprono la verità s’incazzano e per colpa di una massa di rincoglioniti plagiati da un finto buonismo del cazzo, ci passano anche quelli che si dicono contrari alla tratta degli schiavi.

Due volte depistante


Fonte: Medium

Cinque ragioni per cui i bambini thailandesi non vanno salvati. La storia che sta andando forte in questi giorni è quella dei bambini vietnamiti rimasti intrappolati in una grotta durante una gita. Tutte le testate giornalistiche sono allineate sul pezzo, la stampa italiana sa che con le tragedie si vendono i giornali e si fanno click, ma nessuno ha fatto le domande giuste:
1) I bambini stavano facendo una gita e sono rimasti bloccati, ok. Ma come facciamo a sapere che siano veramente in difficoltà? Tutte le testate online hanno pubblicato le immagini ed io ho visto bambini in buona salute e sorridenti, se stai per morire non sorridi.

A Torino vincono i No Vax


Fonte: Repubblica

Non si intravedono profili di responsabilità penale per l'affissione di manifesti che contestavano le vaccinazioni obbligatorie comparsi nei giorni scorsi in città vicino ad asili, scuole e ospedali. I cartelloni invitavano a informarsi prima di procedere alla vaccinazione del proprio figlio, in quanto "azione volontaria non esente da rischi". A sporgere una denuncia in procura era stato l'Ordine dei medici, ma il procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo ha ora chiesto l'archiviazione del fascicolo.

La maledizione di Roma


Testo di Andrea Croce

Ve la prendete con il Sindaco. Ve la prendete con i politici. Ve la prendete con tutti, ma i primi a fare schifo siamo noi cittadini. Ho girato tutta Europa e solo a Roma ho visto una cosa simile. Arrendiamoci, la nostra città è stupenda, siamo noi a renderla uno schifo.
P.s. Io sono romano.

lunedì 9 luglio 2018

Il 4 % li accoglierebbe


Fonte: Il Tempo

Abbiamo composto cento numeri di telefono ma, tra attese inutili alla cornetta e depistaggi dei vari agenti-manager o addetti stampa, solo meno della metà ci hanno concesso qualche minuto del loro prezioso tempo presentandoci come volontari della Ong International Open Blue Sea. La domanda è stata la stessa per tutti: «Ma lei, sarebbe disposto ad ospitare a casa sua uno degli immigrati sbarcati in Italia di cui ci occupiamo per un periodo limitato?». Le risposte, però, sono state sorprendenti e per il 90% negative.

La lunghissima estate calda



Il fatto che siano costrette o che non riescano più a ribellarsi per cultura, religione ed abitudine, rende la situazione ancora più grave e l'integrazione ancora più lontana. Dovremmo costringere i loro mariti a far fare loro il bagno in costume e questo non lo accetteranno mai. Viceversa, costringere è anche quella una violenza. Ci sono secoli di differenza storico-culturale. Qual è l'unico modo secondo me? La rivoluzione contro certi sistemi arcaici ed assurdi (anche pericolosi, perché ogni tanto qualcuna annega), deve venire da loro stesse. Le nostre donne hanno lottato, sono state ammazzate, torturate, trucidate, creando associazioni, coalizzandosi, ma anche combattuto dentro le loro stesse famiglie fino alla morte per farci godere dei diritti e della libertà che oggi abbiamo. La volontà del cambiamento non può essere imposta, deve venire da loro. Viceversa, se uno Stato che accoglie decide di imporre una legge, che sia un problema di sicurezza e controllo nel caso del burka, o di pericolo nel caso del bagno vestiti, a mio avviso ha tutto il diritto di farlo e di espellere chi non la rispetta: così come noi in certi paesi arabi integralisti non possiamo vestire all'Europea. Rimane la libertà di non andarci.

Gad, il Ratto


Testo di Paolo Sensini

Indossano, a beneficio televisivo, con un'ipocrisia senza limiti, le magliette rosse per forzare il governo giallo-verde ad accogliere l'intera Africa in Italia. Otto anni fa, quando Francia e Inghilterra, sollecitate dal presidente e Premio Nobel per la pace Obama, iniziarono l'assalto armato per distruggere la Libia e aprire così la tratta di carne umana, i sepolcri imbiancati che oggi si fanno fotografare con un drappo rosso erano tutti a favore di quell'intervento criminale contro la Libia. Come poi lo sarebbero stati anche per la Siria, in appoggio ai tagliagole jihadisti. Sentite cosa scriveva Gad Lerner, uno tra i tanti di questa sconcia masnada, il 19 marzo 2011, giorno in cui cominciavano i bombardamenti a tappeto dei francesi per portare la democrazia in Libia: "Speriamo davvero - si augurava un eccitato Gad - che le difese militari di Gheddafi siano deboli e che la sofferenza del popolo libico sia prossima a terminare". Sappiamo poi com'è andata e cosa accade tuttora nel Mediterraneo in virtù di quell'infame intervento armato. Ma i magliari rossi sono ancora lì, senza vergogna e senza alcun ritegno, a darci lezioni di democrazia.

Opera Nazionale Maternità e Infanzia



A volte è difficile stabilire se le cretinate che dicono alcuni esponenti politici italiani di sinistra vengono dette per malafede o per stupidità (noi propendiamo per la malafede). Ci riferiamo a coloro che affermano che se non ci fossero gli immigrati, regolari o clandestini che fanno ancora dei figli, entro pochi anni la popolazione italiana sparirebbe perché le nostre donne non fanno più figli tanto che la mortalità supera la natalità!

Africa, vituperio delle genti


Carola Lazazzara: Teste di minchia, quando crepano carbonizzati vi dispiacete tanto, ma poi se scappano da lì per sopravvivere volete rimandarceli. Alla faccia della cristianità!
Davide Provenza: Finalmente qualcuna che ragiona.
Carola Lazazzara: Davide Provenza, è solo uno sfogo, più che un ragionamento. Con certa gente è impossibile ragionare. Fai prima a cavare il sangue dai muri. Ho appena letto che "tutti quelli che arrivano coi barconi, sono musulmani e sono gli assassini di queste povere anime". Queste povere anime. Poi se bestemmio sono una brutta persona.
Davide Provenza: Carola, non c'è bisogno di bestemmiare. Purtroppo l'ignoranza ha la meglio. E ultimamente i politici cavalcano questa politica.
Carola Lazazzara: No, no, certa gente si merita quattro bestemmioni acrobatici in muso, magari per qualche secondo escono dal loro schifoso involucro da pseudocredenti e si rendono conto che la vita umana va ben oltre la religione.

[N.d.R. Le immagini che seguono potrebbero disturbare le persone più sensibili]

Parole scritte 26 anni fa


I magrebini a Marsiglia o a Parigi, i pakistani a Londra, i turchi a Berlino, non sanno che farsene delle solite “anime belle” locali che esortano ad una “pacifica integrazione”, alla creazione di una “fraterna società multietnica e multiculturale”: si chiudono invece nei quartieri che via via occupano e dove ricreano una società islamica chiusa e spesso diffidente verso ciò che è esterno. Certo provincialismo ottimistico italiano, che prospetta una cultura di intrecci amichevoli e di reciproci arricchimenti anche religiosi dovrebbe mettere il naso anche al di fuori delle frontiere, in quei Paesi europei dove la migrazione non è un fatto recente come da noi, ma è in atto da decenni. E dove ha provocato – e sembra sempre più consolidare – non l’unica, multietnica società prospettata dagli utopisti, ma due società parallele e spesso ostili. Dove l’una, quella musulmana resta stretta attorno a valori religiosi assai saldi e dove il Corano è più che mai la norma del vivere sia personale che, come è possibile, sociale. Mentre l’altra, quella che fu già cristiana, spesso del Vangelo e di ciò che esso ha significato non conserva che un confuso ricordo e trova la sua identificazione nei nuovi idoli del consumismo o in un umanitarismo dove tutto è accettato e a tutto è fatto posto. Ben comprensibile, anzi inevitabile, che chi si scopre ancora tormentato dalla sete di Dio, dalla ricerca religiosa, finisca spesso per bussare alla porta della cittadella islamica importata in Occidente. (Daniel Mariano – Gesù e Maometto. Pagg. 106/107- prima edizione 1992)

domenica 8 luglio 2018

Non abbiamo bisogno di stupidi iconoclasti



Come una furia, è entrato in quattro chiese del centro storico di Roma e ha distrutto statue antiche, crocifissi, candelabri. Un danno incalcolabile dal punto di vista artistico. Alla fine, probabilmente quando si stava attrezzando per fare la quinta incursione è stato arrestato dalla polizia. Il vandalo è un cittadino ghanese di 39 anni, con precedenti penali, che risiede in modo regolare nel nostro paese. L’uomo dovrebbe avere agito in preda alla follia anche se si è comportato in modo lucido, da devastatore seriale, con un comportamento selvaggio, spaventoso, sacrilego. Ha danneggiato l’interno di due chiese ieri sera per poi, stamattina, danneggiare gli oggetti d’arte di altre due basiliche. Alle 10.30, l’equipaggio di una ”volante” l’ha avvistato su un tratto di via di Ripetta e l’ha arrestato. Lui era vestito con una maglia sportiva e le sue descrizioni erano note agli equipaggi che hanno passato al setaccio il centro storico.

A noi infedeli offriranno un menù speciale



Testo di Angelo Monfeli

Ma quanto sono carini i mussulmani, quanta attenzione che ci dedicano e quanta tolleranza loro dimostrano in tutte le loro manifestazioni di grande affetto verso di noi, che siamo anche andati a salvarli in mare.

La violenza sugli animali è propedeutica alla violenza sugli uomini

Quando questi criminali senza palle sparavano sui gatti, gli idioti con la maglietta rossa ridevano. Non avete mai capito un cazzo. Del resto, ė dura capire quando si ė privi di cervello.

Quando agli ebrei non piacciono le magliette



Una maglietta rossa, un cappellino, un nastrino? Nulla! La Sinistra Italiana, il governo di allora, dove era? 7 Luglio 2014, cominciava su Gaza l'operazione Margine Protettivo - Protective Edge durata 51 giorni, durante i quali ci furono 2.147 morti dei quali almeno 500 erano bambini, e migliaia di feriti. Israele distrusse 2358 case totalmente e più di 1000 parzialmente. Alcuni dei bambini uccisi, oggi Netanyahu li definisce errori di valutazione.

Per non dimenticare.
Ps: probabilmente non fa pendant con le parole fascista, razzista, xenofobo.

Basterebbe confiscargli i beni immobili


Testo di Giovanna Coppa

Bossi sei sempre stato un doppiogiochista. Hai fatto saltare il primo governo Berlusconi. Ti hanno trovato con le mani nel sacco insieme a quella specie di figlio che hai. Ora inciti a cercare questi soldi per danneggiare Salvini. L’invidia ti corrode. Diccelo tu dove sono i soldi, infame, sei sempre stato e sarai sempre un signor Nessuno.

Un’analisi che solo i ciechi buonisti rifiutano



Ehi, tu che indossi una maglietta rossa sei lo stesso lacchè di Napolitano, colui che convinse il governo a dare via libera ai bombardamenti in Libia, preludio di una delle crisi migratorie più gravi della storia? Sei tu, ti riconosco, sei stato il supporter di Hillary Clinton, ti ci sei fatto anche i selfie insieme, ma è lei che convinse Obama ad uccidere Gheddafi e non lo fece per le violazioni dei diritti umani ma per fare un favore all'amico francese, quel Sarkozy che aveva ricevuto milioni di euro dallo stesso Gheddafi e che aveva paura che un giorno costui avrebbe parlato. Tu che indossi la maglietta rossa quando eri al governo del Paese non hai fatto nulla per contrastare l'ignobile business sulla pelle dei migranti. Non hai mai fatto controlli su quelle cooperative che si intascavano milioni lasciando alla povera gente soltanto briciole. E perché non l'hai fatto? Perché erano bacini di voti!

sabato 7 luglio 2018

Disinfestazioni urgenti





Sponsorizzano le “Coop Rosse” - sangue. Non sapete più quale stronzata inventarvi ormai, siete ridicoli. Datevi fuoco come protesta.



600 euro mensili ai laureati ingegneri, offronsi


Donatella Billuz: Che si vergognino. Purtroppo, quando si vedono gli annunci di lavoro, le aziende vogliono che uno sappia almeno tre lingue, laureato, addirittura chiedono esperienza! Ma sicuramente con stipendi da fame! Ma poi, se devo iniziare a lavorare, dove cavolo l'ho fatta l'esperienza prima? Imbecilli!

William Visconti: Tranquilli, con la manodopera che il Pd ha importato dall'Africa, questi saranno i futuri stipendi per tutte le categorie. Però, loro il vitalizio non lo vogliono toccato e tutti le doppie o triple pensioni che hanno 'sti bastardi.

Davide Mescalchin VanMescal: Poi si lamentano perché i laureati se ne vanno fuori dai coglioni di questa italietta, dove si indignano perché finalmente c'è al governo qualcuno che cerca di dare stabilità di lavoro ai giovani e la meritata pensione a chi ha mandato avanti la baracca per 40 anni. 

Stanno predisponendo una black list?



Suona il campanello di casa; mi risponde al citofono la voce di un immigrante, che si dichiara Comunista e che sta raccogliendo firme contro questo governo razzista e xenofobo! Rispondo che non mi interessa e, affacciandomi alla finestra, vedo che annota in un notes l'evidente risposta censita e da come guardava la targhetta, anche il cognome (violazione della mia privacy)! La cosa mi sembra molto sospetta e non mi fa sentire a casa mia, in un Paese dove diamo libertà agli immigrati di controllare i nostri pensieri! Avvisati i Carabinieri!

In tempo di guerra, a fraternizzare con il nemico si rischiava la corte marziale



Giovanni Strino: Tutta gente infelice e sfigata. Mai vista tanta monnezza, sembra una discarica.

Paolo Agostini: Che si fottano loro e l'accoglienza. Mi piacerebbe sapere quanti di loro ospitano uno di questi.

Roberto Maria Torrini: Ma se li portino a casa loro!

Fatta l’autocertificazione, trovato l’inganno



Vi ricordo che nell'autocertificazione potete scrivere ciò che volete, dunque, se non volete ancora vaccinare, scrivete: che avete scritto alla ASL per chiedere appuntamento per prendere informazioni in merito al piano vaccinale. Contemporaneamente, mandate una mail, una lettera o telefonate alla ASL per chiedere appuntamento informativo. Punto. Godetevi le ferie!

La Chiesa, come il Figliol Prodigo, ritorna all’ovile


Testo di Paolo Sensini

Dopo circa 2.000 anni di storia, la Chiesa apostolica romana rientra nell'alveo da cui era nata come eresia. E con Francesco si corona il disegno di riunificazione dei fratelli maggiori con i fratelli minori, cioè giudaismo e cattolicesimo. È da oltre mezzo secolo che ai piani alti si lavorava in questo senso, quanto meno a far data dal Concilio Vaticano II, e oggi questo processo sembra essere ultimato. Con Ciccio l'argentino si conclude infine la lunga e contraddittoria parabola che è durata quasi 2 millenni. Amen.

Destra e Sinistra per me pari sono



Che si senta parlare ancora oggi di destra e di sinistra con gli stessi schemi mentali e con gli stessi progetti sociali ed economici e le stesse formule politiche che sono nati più di un secolo fa quando la società era diversa come impostazioni, come rapporti tra classi sociali, come mezzi di produzione, come dinamiche economiche e finanziarie, come prospettive di sviluppo, come connessioni tra gli Stati è semplicemente grottesco, sia perché nasconde quali siano le vere problematiche da portare a soluzione e sia perché cristallizza le posizioni politiche e sociali su parametri che non rappresentano più la realtà che viviamo, bensì una realtà virtuale e passata che non ha riscontro nella vita di oggi. Se ne potrebbe fare una lunga e dotta disquisizione teorica, ma preferiamo attenerci alla storia dell’ultimo secolo per di mostrare come destra e sinistra siano due ectoplasmi senza più vita e senza speranza.

venerdì 6 luglio 2018

L'ex ministro Kyenge sputa nel piatto dove mangia



Ringraziare l’Italia, una volta tanto, non sarebbe male. Scontro e scintille al Parlamento europeo tra la Gardini e l’ex ministro Kyenge. Durante il dibattito sui temi che riguardano l’immigrazione e i Rom, la forzista Gardini ha preso la parola e ha detto di essere sconcertata. Già. Lo sconcerto non è certo solo il suo a sentire esponenti che devono tutto all’Italia esporsi in attacchi contro l’Italia, ripetutamente, con ostilità. La Kyenge lo fa sempre, accodandosi al coretto anti-italiano dei buonisti. La Gardini è esplosa: «Sono sconcertata, stiamo strumentalizzando il dibattito europeo per delle tematiche italiane». La Gardini procede nel suo intervento accusando la sinistra che hanno criticato in modo aspro proprio la politica portata avanti dal governo italiano nella gestione dell’emergenza immigrazione. La Gardini, rivolgendosi a loro, ha aggiunto: «Cari signori dellaSinistra voi strumentalizzate. E’ una vergogna, Kyenge dica qualche volta grazie al Paese che l’ha accolta e che l’ha fatta ministro». Dire grazie è cortesia, non è un’umiliazione. Ma la Kyenge replica comunque stizzita alla Gardini: «Non si deve permettere di arrivare qui a dire queste cose. Io sono una cittadina europea. Chiedo che vengano esaminate le sue parole». La clip dello scontro ha fatto immediatamente il giro del web.