martedì 24 aprile 2018

Quando i cani fanno la passeggiatina


Fausta Edna Clementi: Cani? Quale orrido animale avrebbe potuto tradire il fratello, bagnarsi del suo sangue e, come immondo verme, dopo aver riempito le piazze per quell’idea, regalare la propria patria, il proprio onore e macchiarsi di questo e altri mille delitti e oggi, ancora oggi, festeggiare?

Fortunato Alovisi: È un modo di dire, ma di sicuro i cani non avrebbero mai tradito.


Sandro Zanardi: Non c'è nessuna parte dei partigiani che mi ricordi un cane, tranne quella che i cani depositano durante la passeggiatina.

Il parruccone della perfida Albione





Questo signore si chiama Antony Hayden, il giudice britannico che ha ordinato di staccare la ventilazione ad un bambino che -per la legge di Albione- deve crepare perché "vita non degna". A scorno di tal signore -e delle lobby che lo pilotano- il bimbo, tuttavia, respira lo stesso e da solo, da ieri sera. E adesso che faranno? Perché non risolvono tutto con una botta di calibro 22 a bruciapelo?
Non è abbastanza "correctness"?

25 aprile: la nostra giornata della memoria


Testo di Donato Santoro


Primavera del '45; un gruppo di Partigiani seviziano e percuotono una giovane donna in pubblico. Un'altra vittima delle loro "Eroiche Conquiste". Successivamente verrà ritrovata, squartata e gettata nei pressi di un corso d'acqua. Furono oltre 20.000 le donne fatte prigioniere e uccise dai "Compagni Comunisti" durante le "Radiose Giornate".

Dal debito non saremo liberati mai!


Francesco Di Meco: Sarebbe bello festeggiare finalmente l'avvenuta pacificazione nazionale, ma il sistema usuraio ha bisogno di dividere la società, di continuare a dividere le famiglie. Così, proprio come nel 1945, il regime usuraio utilizza i suoi schiavi (tra essi l'ANPI) per soffiare sul fuoco dell'odio mentre continua ad opprimerci con il debito perpetuo iniziato con le AM Lire yankees.


Contro la Massoneria e gli Illuminati: Nel 1944 gli USA mandano in Sicilia circa 3.000 famiglie mafiose ad impossessarsi dei punti strategici della regione. Non a caso per la fine della guerra, gli Stati Uniti entrano proprio dalla Sicilia ed arrivano fino a Roma senza sparare un colpo. Dopo 70 anni siete ancora sicuri di essere stati liberati anziché invasi? OPER YOUR MIND.

Il 25 Aprile non si tocca!


Marinella Mondaini: Un gran brutto commento quello di Salvini, che genera contrapposizioni dannose e odio. Un politico vero rispetta la storia del proprio paese e invece emerge la sua intenzione di seguire la tendenza di moda adesso di voler cambiare la storia. Non basta dirsi dalla parte di Putin e voler togliere le sanzioni. Salvini manca di acutezza politica. Il 25 aprile e il 1 maggio sono due date per tutti gli italiani, perché "quelli della bandiera rossa" (come lui li definisce senza rispetto) hanno dato il sangue e la vita per tutti gli italiani e così è stato ! Ecco perché il 25 aprile era e deve continuare ad essere la festa di tutti gli italiani. Ancor più grave che dica di voler riformare la storia da insegnare ai bambini e nelle scuole. Non è solo populismo, Salvini si approfitta del problema immigrati per far passare la sua volontà di combattere "quelli con la bandiera rossa". Ma se lui fosse intelligente direbbe che ai partigiani lui deve la sua libertà, come tutti gli italiani.

Dalla padella del Fascismo, alla brace del Criptofascismo


Andrea Marcialis: l'Italia non è altro che una Spa.

Claudio De Marco: Questo lo dobbiamo a quei mercenari traditori che si fanno chiamare partigiani.

Lut Brando: Italia? Di italiano non è rimasto più un cazzo!

Claudio Cinti: E' solo uno stato infelice, infatti negli altri 50 stati l'America non ci semina guerra e morte.

Claudio De Marco: Mi raccomando, il 25 Aprile festeggiate la Liberazione d’Italia come vi hanno insegnato a scuola.




Amore, morte e religione


Fonte: RAI News


Asima Yaqoob, la giovane cristiana arsa viva in Pakistan dal fidanzato per essersi rifiutata di convertirsi all'Islam per sposarlo, è morta nell'Ospedale Mayo di Lahore, in Punjab. Il decesso, hanno indicato fonti sanitarie, è avvenuto per la gravità delle ustioni riportate sull'80% del corpo. Il responsabile del gesto, Muhammad Rizwan Juggar, ha confessato ed è stato arrestato ieri. Il padre di Asima, Yaqoob Masih, ha raccontato alla polizia che il ragazzo l'ha aspettata mentre tornava dal suo lavoro di domestica in una strada di Sialkot, la loro città, le ha cosparso il corpo di cherosene appiccandovi il fuoco. Il giovane quindi è fuggito e quando è stato catturato dagli agenti si è giustificato affermando che non voleva ucciderla "ma solo spaventarla". "Stava cercando di costringere la ragazza a sposarlo - ha concluso il padre - ma lei ha rifiutato la sua proposta perché non voleva convertirsi all'islam", e avrebbe accettato solo se lui fosse diventato cristiano. Adesso Rizwan, che è in carcere, dovrà rispondere di omicidio.  

lunedì 23 aprile 2018

Non a caso, il carlino è il cane della Massoneria germanica


Fonte: ANSA

Aveva insegnato al cagnolino della sua fidanzata a fare il saluto nazista, per poi riprenderlo in un video diffuso su YouTube. Ora Mark Meechan, 30 anni, residente a Coatbridge, nel Lanarkshire, in Scozia, è stato riconosciuto colpevole di crimine d'odio da una corte locale britannica e condannato a pagare un'ammenda. L'uomo aveva addestrato il cane, un carlino, ad alzare la zampa al suo ordine "Sieg Heil" al grido "gas agli ebrei". Denunciato e portato di fronte all'Airdrie Sheriff Court, il mese scorso si era dichiarato non colpevole, ma il giudice non è stato del medesimo avviso e lo ha oggi condannato, seppure solo a una multa di 800 sterline. La vicenda aveva suscitato un certo dibattito nel Regno Unito su un preteso diritto alla libertà di espressione, tanto che alcune decine di persone si sono radunate di fronte al tribunale in queste ore per manifestare in favore di Meechan.

Il predominio dell’uomo, comunque, non verrà scalfito




Un uomo - di cui non è stato reso noto il nome - è morto dopo essere stato travolto da un cavallo durante la "Cavalcata dei buoi" che ogni anno si tiene a Chieuti, in provincia di Foggia. L'uomo stava assistendo, dal ciglio di una via, allo spettacolo che si tiene nelle strade del paese senza che vi siano transenne. A quanto si è appreso, il sottopancia della sella di un cavaliere si è rotto e quindi il fantino è stato disarcionato mentre il cavallo ha travolto lo spettatore. L'uomo è stato soccorso e portato in ospedale, dove però è morto. Era originario di Madonna Grande di Campomarino, in provincia di Campobasso.

Raqqa come Dresda, sotto le bombe americane




Questa sì che è disinformazione! Scrivono in prima pagina "A Raqqa potrebbero esserci centinaia di corpi, nella fossa comune trovata". E basta. Ipocriti! Scrivete anche che a Raqqa c'è una catastrofe umanitaria vera e propria, che la ricca Raqqa è stata cancellata dalla faccia della Terra a causa dei barbari bombardamenti della coalizione occidentale con a capo gli USA. Distrutta a tal punto che il Ministero della Difesa russo l'ha comparata con la distruzione di Dresda prodotta dai bombardamenti anglo-americani alla fine della 2a guerra mondiale. Non scrivono che a causa dei bombardamenti durati più di 5 mesi, a Raqqa sono morti migliaia di civili sepolti vivi sotto le macerie delle loro case. Prima della guerra vivevano 300.000 persone, ma durante i colpi degli USa erano ridotti a 45.000. Da ottobre, quando hanno urlato la vittoria sui terroristi, Raqqa è tuttora così, spopolata e con i morti tuttora sotto le macerie, le mine sparse, un cumulo di macerie. Gli Usa e i suoi alleati non hanno fatto nulla per ricostruire e risanare. Al confronto, Deir-Ez_Sor è stata liberata dalle forze governative di Assad con l'aiuto della Russia in 10 giorni, poi hanno fatto opera umanitaria, portando viveri e materiali da ricostruzione, in migliaia hanno fatto ritorno e la vita sta tornando alla normalità.

Il fallimento della Sinistra negli occhi languidi di Michele Serra


Testo di Sergio Scorza

Michele Serra è per il PD quello che Vittorio Feltri rappresenta per la Lega: una sorta di vocina interiore senza filtri, quella che dice ciò che realmente pensa senza freni inibitori, senza preoccuparsi di infiocchettare troppo i concetti. In questo senso sarebbero entrambi da apprezzare, Feltri e Serra, se non altro in quanto “sinceri”. Specialmente quando il primo dice senza troppi giri di parole che, per fermare i migranti, bisogna lasciarli morire affogati in mare (in modo tale che poi non partano più) e il secondo dà la colpa dei fatti avvenuti nell’istituto tecnico di Lucca alla “classe sociale” degli alunni. Serra è il PD senza filtri, quello che dice: sì, è vero, quelli che vanno negli istituti tecnici fanno parte di un ceto inferiore rispetto agli alunni dei licei. E i poveri sono, per loro natura, più portati a delinquere e ad essere violenti dei figli della borghesia. 

Gli zoo come Facebook: sfogatoi di pulsioni aggressive


Fonte: Il Mattino

Un canguro è stato ucciso dai visitatori di uno zoo, che gli hanno gettato addosso dei grossi sassi. L'animale era rimasto intrappolato per un piede malato e le persone che lo stavano guardando, per ottenere una razione, gli hanno tirato addosso dei pezzi di cemento ferendolo a morte. La femmina di 12 anni, ospitata nello zoo di Fuzhou nella provincia del Fujian, è morta pochi giorni dopo. Il rapporto veterinario ha rivelato che la causa della morte è stato probabilmente il collasso di un rene danneggiato dalla sassaiola. Poche settimane dopo, un canguro maschio di cinque anni nello stesso zoo è stato leggermente ferito in modo simile. I visitatori dello zoo sono noti per provare a provocare i marsupiali australiani, per far sì che mostrino i loro salti. Il rapporto non menziona se qualcuno sia mai stato punito per questo. Lo zoo ha aggiunto che avrebbe installato telecamere di sicurezza per dissuadere i visitatori dal ferire altri animali in futuro.

domenica 22 aprile 2018

Abituatevi bambini, questo è il vostro futuro!




L’integrazione è un’imposizione. Come nel caso della visita imposta ai bimbi italiani di alcune scuole elementari di Caltanissetta, in occasione della cosiddetta “Festa dei Popoli”, organizzata dalla sempre più famigerata Caritas. Gli alunni delle quarte e quinte classi dell’Oasi Cristo Re, sono stati portati in visita nella Moschea di Caltanissetta, in via Paolo Emiliani Giudici.

Salvini, leccaculo di Berlusconi




Lui discrimina le altre razze per un solo motivo: raccattare voti! Fino a pochi anni fa andava in giro con la maglietta che recitava: “Al Sud non c'è lavoro perché noi lombardi lo facciamo per loro!”. E poi toglie dal logo del suo bel partito il “NORD” per la solita ragione: raccattare voti sfruttando il malcontento (insignificante) degli italiani nei confronti dei migranti. Premetto che non condivido i comportamenti di molti migranti nei centri d'accoglienza, sputano nel piatto dove mangiano e pretendono cose che al loro paese neanche si sognano, ma questo non significa essere razzista. In questo solo anno, padri di famiglia hanno ucciso la moglie, sparato alle spalle ai loro figli come fossero bestie, sgozzato la propria compagna, ammazzato ragazzine di 15 anni, a decine. Per l'80%, e forse anche più, l'omicida è italiano. Non abboccate alle cazzate di questo buffone, incoerente, bugiardo, senza palle. Ha giurato più volte "Mai più con Berlusconi". "La Lega non accetta comandi da nessuno" e ora come ce lo spiega che sta letteralmente leccando il culo a Berlusconi per assicurarsi la poltrona?

Se i gay disapprovano il Gay Pride, perché stanno zitti?


Il Gay Pride è una pagliacciata: Ci manca pure che gli affidino un bambino, a questo esaltato! Difendiamo i bambini e la società da questi soggetti. Guardate bene la foto, non ho parole.

Alessandro Compagnoni: Quando c'è stato il gay pride a Brescia, il mio comune (Botticino) ha dato il patrocinio. Ho mandato cinque mail per chiedere quale fosse la motivazione: mai risposto.


Simona Angelella: Scusate, ci lamentiamo di figli maleducati, violenti, irrispettosi; ma come fanno a crescere educati se hanno, magari, genitori che commentano con tanta cattiveria e volgarità? Questo in foto è chiaramente un esagerato ed esaltato nel manifestare, ma non è che i gay siano tutti così! Ne ho conosciuti e ne conosco, persone serie, per bene, e dal gran cuore. Giudicare in generale da una foto, mi sembra assolutamente inopportuno.

Laura Bisogni: Essere omosessuali non significa appoggiare queste pagliacciate, non si possono omologare le persone o suddividerle in categorie. Ho diversi amici omosessuali, sono i primi a condannare certe cose!

Il Gesù uno e trino



Un'interpretazione della famosa moltiplicazione, sostiene che in realtà i....pesci erano focaccine a forma di pesce, in quanto Gesù, essendo esseno, e quindi vegetariano, non poteva di certo moltiplicare pesci veri. Personalmente, sono giunto alla conclusione che la figura del Gesù cristiano sia la fusione di tre individui realmente vissuti. (1) un maestro di saggezza esseno, vissuto una ventina d’anni prima dell’anno zero, da cui il Gesù cristiano ha preso la parte buona, (2) uno zelota vissuto dopo l’anno zero e (3) suo fratello gemello, anche lui zelota, dei quali si è preferito tacere l’attività perché non in linea con la figura buona presa dal maestro esseno. I due gemelli, di cui uno era preponderante, sgozzavano i soldati romani occupanti la Palestina, come facevano tutti gli zeloti. Usavano armi bianche perché quelle con polvere da sparo non erano ancora state inventate. Se le avessero avute, sarebbero apparsi agli occhi dei romani come una banda di terroristi, né più né meno dei terroristi che abbiamo avuto in Europa nel Ventesimo secolo. Quando Giuda guidò i romani sul monte dove si trovava Gesù e lo baciò con quello che divenne il bacio più famoso della Storia, i romani salirono al monte con 600 soldati armati. Se si fosse trattato di una dozzina di pacifici “figli dei fiori”, non avrebbero impiegato un dispiegamento di forze simile. Resta da aggiungere che la figura del Gesù buono non deve essere intaccata per le persone che lo vogliono immaginare così. E’ importante credere alla dottrina cattolica, se si è cattolici, o a quella protestante, se si è protestanti, ma la Storia deve essere lasciata agli storici.  

Grandi preparativi di primavera


Patricia Irons: La quiete prima della tempesta. USA e NATO si preparano ad iniziare una guerra. Sta accadendo in Romania.

Lela Lisi: Nato per distruggere!

Davide Ardelio Archenti: Non riescono a fronteggiare la Russia solo sul fronte siriano, allora per conto mio devono impegnarla su più fronti, un nuovo fronte europeo, più quello siriano, più quello ucraino, di cui non si sente più nulla, ma sicuramente ci saranno ancora guerriglie.


I falsi Giacobini


Fonte: L’Officina

Il Movimento Cinque Stelle sta collezionando una serie di pasticci che ci induce a sperare che questi miracolati della politica siano esclusi da ogni prossimo governo. Concepiti dal nulla rabbioso di elettori stanchi di una partitocrazia arrogante ed incapace, privi nella quasi totalità di curricula degni di nota e di esperienze lavorative, i seguaci di Beppe Grillo stanno ampiamente dimostrando di non possedere nessun programma che non siano i soliti triti e ritriti slogan elettorali: non hanno nessuna certezza né sul rapporto da tessere con l’Europa dei banchieri, che un giorno esaltano e l’altro crocefiggono; non hanno capito che non c’è alcuna possibilità nel nostro disastrato paese di concedere redditi di cittadinanza, neppure facendo i tripli salti mortali. E, restando nell’attualità partitica, non hanno ancora deciso se imbastire un governo con la Lega (come vuole Toninelli) o con le sinistre (come vuole il clan Di Maio), essendo solo interessati ad accalappiare più posti di potere possibile.

Batti il cinque!


Fonte: Leggilo


Sono sei i ragazzi – di una classe del biennio – indagati dalla procura dei minorenni di Firenze nell’inchiesta per il bullismo nei confronti di un insegnate di 64 anni dell’Itc “Francesco Carrara” di Lucca.  Si tratta di componenti della classe che, a vario titolo, hanno contribuito a realizzare i vari video che poi sono stati diffusi tramite i social network. “Sono ragazzi privi del senso della realtà, ragazzi da recuperare senza dare loro inutili penalizzazioni. Da punire, certo, ma dobbiamo andare oltre”. Ha detto Cesare Lazzari, dirigente dell’Itc Francesco Carrara di Lucca, la scuola dove un professore è stato minacciato e insultato da alcuni alunni. “Sono ragazzi che non comprendono il valore dello studio e allora dobbiamo cercare in quale tipo di lavoro coinvolgerli, con la collaborazione delle famiglie”.

sabato 21 aprile 2018

Questa patetica situazione italiana


Renata D’Ascia: Basta, a governucci del Presidente, il voto popolare va rispettato, oppure ci sarà la rivolta dei cittadini.

Fabio Magni: E quindi? Secondo te che governo ci dovrebbe essere se M5S e centro destra non trovano un accordo? È colpa di Mattarella? Dimmi, sono curioso.

Fernando Licchelli: Renata, secondo lei chi guiderebbe la nostra rivolta?

Piero Cherubini: Così, proprio per non rispettare la volontà di chi ha votato la maggioranza. E’ proprio vero: chi comanda non vuole essere comandato e non ubbidisce anche davanti all'evidente sconfitta.

Raffaele Iocco: Che paese di caproni!

Vittorio Turbante: Gli italiani non sono d'accordo.


Massimiliano Masala: Il presidente della Repubblica non conta niente, non siamo una repubblica presidenziale o semi-presidenziale ma parlamentare, io non voglio più nessuno che non è stato votato! Cos'è, andiamo a elezioni e poi decidono sempre gli altri che nemmeno si sono presentati alle elezioni? Garante della Costituzione, ma per favore! Lo stallo italiano attuale è anche colpa sua, visto che non ha fatto nulla quando era il momento per rimandare alle camere la legge elettorale che oggi ci tiene tutti in sospeso. Ma quanto deve durare tutta questa patetica situazione italiana?

Indovina chi viene a cena (e a farsi sgozzare)


Viveva a Brescia, ma era andata dalla famiglia per una vacanza. E invece quella stessa famiglia aveva pianificato di ucciderla solo perché voleva vivere da occidentale e sposare un italiano. Con queste bestie noi non abbiamo nulla da spartire.

Ad Annibale le Alpi non portarono fortuna


Fonte: ANSA


Un gruppo di militanti francesi di estrema destra di 'Generazione identitaria' ha organizzato un corteo al Colle della Scala, che congiunge la Valle di Susa con la francese Val de la Clarèe per chiedere "di rafforzare i controlli alle frontiere". "Closed border. You will not make Europe home. Back to your homeland. No Way" (Frontiere chiuse. Non farete dell'Europa la vostra casa. Tornate a casa vostra), si legge su un enorme striscione srotolato dai militanti sul versante ancora innevato. Il Colle della Scala è uno dei percorsi che numerosi migranti intraprendono per tentare di superare la frontiera e raggiungere la Francia.

E se si trattasse di test militari con satelliti a microonde?



Gli Usa già parlano di fantasma. Una provocazione, certo, ma di sicuro è misterioso il caso del motore che si accende da solo riscontrato in più di 3mila moto della celebre marca statunitense Indian. Un fantasma che appunto inaspettatamente si diverte ad avviare il motore quando il guidatore non se lo aspetta. Come riporta il quotidiano Usa DetroitNews, più prosaicamente si tratta di un difetto che è stato ufficializzato dalla National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) che l'ente federale che sovraintende alla sicurezza dei veicoli e della circolazione. In un documento pubblicato dall'NHTSA si segnala che la corrosione di elementi metallici di un interruttore in alcuni modelli Indian (Chief, Chief Classic, Chief Dark Horse, Chief Vintage, Chieftain, Chieftain Classic, Chieftain Dark Horse, Chieftain Elite, Chieftain Limited, Springfield e Springfield Dark Horse) per un totale di 3.300 unità può dar luogo ad un falso contatto e quindi avviare il motore contro la volontà del guidatore. L'ente federale segnala che il rischio maggiore deriva dall'accensione inaspettata mentre la moto si trova in locale chiuso, con il pericolo di avvelenamento da ossido di carbonio. Per rimediare bastano il passaggio in officina - senza ricorrere ai celebri Ghostbusters - e la banale sostituzione dell'interruttore.

Solo gli Anunnaki erano in grado di farlo


Fonte: ANSA

I 'neurochirurghi' dell'Età della Pietra sperimentavano le loro tecniche sugli animali: lo testimonia il foro regolare nel cranio di un bovino scoperto in Francia. Pubblicata sulla rivista Scientific Reports, la scoperta si deve a Fernando Ramirez Rozzi, del Consiglio nazionale delle ricerche francese (Cnrs), e Alain Froment, del Museo dell'Uomo a Parigi. Finora non era chiaro come le società preistoriche avessero acquisito la padronanza nella chirurgia cranica, praticata sull'uomo sin dal Mesolitico, il periodo compreso tra 12.000 e 10.000 anni fa. La scoperta del cranio di una mucca trovato nel sito neolitico di Champ-Durand e risalente al periodo compreso tra il 3400 a.C e il 3000 a.C indica che gli uomini preistorici, probabilmente, si esercitavano sugli animali domestici per perfezionare la tecnica, prima di applicarla sugli esseri umani.

venerdì 20 aprile 2018

L'inquisizione moderna ha il simbolo della Stella di David


Testo di Samuele Delpapa


Ho scoperto una straordinaria intervista video registrata in inglese da Ernst Zündel (foto a sinistra) a uno studente di liceo nero alla fine degli anni '90. Questo video sull'Olocausto e la libertà di parola, era completamente sconosciuto per me. È straordinariamente limpido, istruttivo e inquietante. Dimostra che Zündel ha dovuto affrontare due processi, in Canada nel 1983 (della durata di sette settimane) e nel 1988 (durata oltre quattro mesi). Entrambe le volte, nonostante una difesa abbagliante che ha illuminato l'accusa, ha preso una condanna al carcere. All'improvviso, il 27 agosto 1992, accadde un miracolo: la Corte Suprema del Canada decretò che la legge in base alla quale sono state decise le condanne era incostituzionale in quanto violava la garanzia di libertà contenuta nella Carta dei diritti e delle libertà canadesi. La lista degli orrori e delle persecuzioni subite da Zündel era, già in quel momento della sua vita, impressionante. Tuttavia, non gli è mai stato concesso alcun compenso al quale sembrava avere diritto dal 27 agosto 1992. 

Il fantasma del Male Assoluto continua a turbare le menti suscettibili


Fonte: Repubblica

In principio furono i neonazisti Do.Ra. di Varese, che il 20 aprile, dal 2013, festeggiano l'anniversario della nascista di Adolf Hitler con un concerto. Ma negli ultimi anni la moda di celebrare il genetliaco del Fuhrer è diventata una triste e inquietante abitudine da parte di gruppi neonazi o di singoli cittadini. L'ultimo caso riguarda Felice Spicocchivice preside dell'Istituto Tecnico Agrario Celso Ulpiani di Ascoli Piceno. Sul suo profilo ha pubblicato un post (poi rimosso) con scritto: "Centoventinove auguri di buon compleanno". Il possibile riferimento, che appare quasi scontato, è ad Adolf Hitler, nato proprio 129 anni fa, il 20 aprile 1889, a Braunau am Inn, in Austria. Il caso è stato sollevato dal Comitato Antirazzisti del Piceno, che in un comunicato ha sottolineato la gravità dell'episodio: ancor più spiacevole visto che l'autore del post nostalgico è, appunto, un dirigente scolastico.

Dove c'è alta concentrazione di animali o piante, sorgono epidemie


Animal Amnesty: Queste anatre saranno sepolte vive perché ucciderle una alla volta sarebbe antieconomico. Il motivo è sopprimere un focolaio di aviaria. In tutto il mondo milioni di animali vengono crudelmente uccisi per questo motivo. Non ci sarebbero epidemie se smettessimo di allevare, uccidere e nutrirci di animali.

Stefano Momenté: Ennesima grandissima stronzata di gente che ha il permesso di diffondere stronzate senza alcuna documentazione. Da quando le epidemie sono causate dell'allevamento degli animali? E quindi in tutto il mondo se non mangiassimo più animali non ci sarebbero più malattie? Invece di fare disinformazione andate a documentarvi e fatevi una cultura che magari potete difendere la vostra causa intelligentemente e non ad ogni costo. Usate delle argomentazioni valide non sparate cose a caso.

La sottile linea russa tra istruzione ed educazione


Testo di Massimo Bitonci

E’ accaduto qualche giorno fa in una classe di un istituto commerciale. “Inginocchiati e mettimi la sufficienza!”: alunno (non riconoscibile) umilia il professore. Oramai il fenomeno del bullismo colpisce anche gli insegnanti. Scene come questa sono profondamente sconcertanti e devono far riflettere. Ai miei tempi bastava uno sguardo dell'insegnante per ripristinare l'ordine in classe e un atteggiamento così arrogante, come quello del video, era pura utopia. Evidentemente la politica, insieme alle famiglie e alle istituzioni devono intervenire per cambiare qualcosa.

Italiani: un popolo di santi, poeti, navigatori e cocainomani


“Denunceremo per maltrattamento e violenza privata l’autore di questo inqualificabile gesto: la violenza è inaccettabile sempre, contro le persone e contro gli animali, e quest’ultima a maggior ragione se compiuta davanti ad un minore. Anche per questo chiediamo l’immediato intervento dei servizi sociali e al pm l’allontanamento del responsabile dal nucleo familiare”. Lo afferma l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente e del Movimento animalista, commentando l’arresto, a Roma, di un 44enne che ha gettato dal settimo piano la cagnolina del figlio ed ha resistito agli agenti.

I complottisti, Benandanti moderni

Testo di Angelo Floramo

Dovremmo fare anche noi come quei Benandanti che mentre tutti gli altri dormivano il sonno degli sciocchi, vegliavano, attenti, fino alle prime luci dell’aurora. Magari rischieremo lo sberleffo o peggio la condanna, il rogo. Ma è pur sempre meglio morire da eretici che vivere da storditi.

giovedì 19 aprile 2018

Notizie da una nostra compatriota che vive in Russia




Una serie di notizie sensazionali (che in Italia purtroppo vengono ignorate, la nostra censura vieta di scrivere la verità). Comincio dal corrispondente di guerra in Siria del canale televisivo russo Rossja 24 e la sua troupe che sono riusciti a trovare il bambino “innaffiato con l’acqua” in ospedale a Duma dopo il terribile “attacco chimico” del cattivo, “dittatore sanguinario” Assad, le cui foto hanno fatto il giro del mondo e sono servite da base per aggredire la Siria da parte di USA, Francia e Regno Unito. Il bambino, Khasan Djab, 11 anni e suo padre Omar Djab, hanno dato un’intervista ai giornalisti russi in cui hanno raccontato che la famiglia non aveva niente da mangiare, il bambino e la madre erano nel rifugio quando hanno sentito gridare in strada “andate nell’ospedale!” Li` i terroristi lo hanno subito agguantato e inondato d’acqua con delle gomme, poi messo su un lettino insieme ad altre persone, intorno giravano dei video. Il padre, precipitatosi dal lavoro, ha visto che il bambino era in perfetta salute, solo molto spaventato, in cambio ha ricevuto dolci, datteri e cibo. Omar Djab ha dichiarato che e` pronto a recarsi in America o dove occorre per dichiarare che e` stata tutta un’inscenata. 

Magistratura Democratica colpisce ancora!




Quando leggemmo dello spostamento per competenza dell’affaire Open Arms dalla procura di Catania a quella di Ragusa, con decisione sul sequestro quindi pendente davanti al Gip di quel tribunale, avevamo una certezza: il dissequestro. Perché? Per i trascorsi del Gip, il magistrato Giovanni Giampiccolo. E la sua appartenenza politica. I trascorsi parlano chiaro. Nel 2016 fece scandalo la decisione della procura di scarcerare l’indiano che tentò di rapire una bambina nel ragusano. E il Gip poi decise per il ‘non luogo a procedere’: credettero a lui, clandestino e poi espulso, e non ai genitori. 

Novità in arrivo nei supermercati







Al Carrefour La Granadilla, in Spagna. E' arrivato l'alimento del futuro! Offrono un assortimento di 5 tipi di insetti a tua scelta. Presto anche in Italia.


La degenerazione della società italiana


Testo di Francesco Spinelli

Non è così la scuola in cui vorrei far istruire un giorno i miei figli e nemmeno l'educazione con cui sono stato educato e cresciuto. E' una vergogna. Non solo per i ragazzi maleducati ma per tutto il sistema. Ci vuole ordine e rispetto. Se quel ragazzo era mio figlio, come l'avevo messo al mondo "lo toglievo". Da quante botte avrebbe preso, avrebbe dovuto portare il certificato medico dopo una settimana perché l'avrei gonfiato a tal punto da non potersi recare nemmeno a scuola per le percosse, e gli avrei dato una punizione esemplare fino alla fine dell'anno scolastico.

Chiamateli con il loro vero nome: mercenari!


Dal momento che la missione (degli Stati Uniti) è cresciuta ed è in proseguimento in Siria (il Pentagono) comprende anche questi numeri nelle relazioni periodiche", ha dichiarato la portavoce del Pentagono Heather Babb, citata dal portale web 'Military Times'. Secondo la funzionaria, un totale di 11.965 contractors sostengono le operazioni negli Stati Uniti in tutto l'Iraq e la Siria, ma solo 5508 di queste persone sono direttamente finanziate dal Pentagono. Tuttavia, alla domanda circa la posizione precisa del personale impiegato dal Dipartimento della Difesa in Siria, Babb ha evitato di dare una risposta chiara, affermando che "per ragioni di sicurezza non è in grado di fornire un conteggio accurato di contractors che sono operativi in questo paese. Questa è la prima volta che il Pentagono riporta il numero dei suoi mercenari in questi due paesi arabi, dove gli Stati Uniti compiono diverse operazioni sotto la bandiera della sua cosiddetta coalizione contro i terroristi dell'ISIS (Daesh, in arabo).

La colpa suprema dell’antisemitismo



La UE darà particolare attenzione, nel forgiare l’ideale cittadino europeo,  ai sintomi di “razzismo, sessismo, misoginia, omofobia, transfobia” e ovviamente, di “antisemitismo”. Già  la polizia tedesca toglierà i figli minori a genitori che  “criticano Israele o si oppongono al Sionismo”, ha  appena annunciato il capo del sindacato tedesco degli agenti, DPolG,  “anche se l’antisemitismo viene dai migranti” musulmani. La sacralità del “migrante” viene cancellata se questo è “antisemita.  La CDU della Merkel e la CSU bavarese stanno per proporre una legge che prevede  l’espulsione (!) dei migranti che si macchiano della Colpa suprema. “La  completa accettazione della vita ebraica è un criterio per  un’integrazione di successo”:  tale la ratio della legge, come ha scritto  il quotidiano  Die Welt. E chi giudica se certi atti sono antisemiti? Dei giudici? La polizia stessa? No.“ 

In arrivo attentati dell’ISIS in Italia?



C'è senza dubbio da preoccuparsi nel leggere il tweet di questo terrorista siriano ma esso è senza dubbio rivolto al futuro più che al passato, politicamente parlando. "L’Italia è stato il più grosso ostacolo nell’Unione Europea al far pagare Russia, Iran ed Assad per i crimini passati e presenti in Siria": questa frase è totalmente priva di senso. Se ripercorriamo l'aggressione alla Siria dal punto di vista temporale, notiamo che essa comincia ufficialmente il 15 marzo 2011, quando il governo Berlusconi IV era in tutt'altre faccende affaccendato per avere il tempo di occuparsi di Siria: non solo il Mediterraneo più vicino a noi stava già bruciando a causa dei colpi di Stato orchestrati dal Deep State Usa, di cui la coppia Abbronzato/Killary era un suo fedele servitore - Tunisia, Egitto e primordi in Libia - ma era già sotto attacco anche da parte dell'Unione Europea che cercava solo un pretesto per defenestrarlo da Palazzo Chigi, in modo totalmente antidemocratico. Inoltre, sebbene non entusiasta, il vecchio Silvio si fece comunque trascinare in guerra in Libia pochi mesi dopo, nonostante il "Trattato di Amicizia Italia-Libia" in cui era messa per iscritto la promessa dello Stato Italiano a non partecipare ad eventuali aggressioni a Tripoli (ma del resto, siamo pur sempre italiani e quindi la parola data, anche quando messa per iscritto, vale quel che vale cioè niente).

mercoledì 18 aprile 2018

Il governo USA ordina e il picciotto italiano va e fa


Fonte: Pandora TV


Prima che gli USA imponessero all’Italia di considerare Assad un dittatore e la Siria uno stato canaglia, il presidente della repubblica italiana Giorgio Napolitano elogiava Assad e sua moglie per aver reso la Siria un paese civile, laico, tollerante, rispettoso delle minoranze.

L'uso delle armi chimiche è inaccettabile








E' buffo, il nostro governo è preoccupato per le armi chimiche in Siria.

Le mutande di Di Maio


Testo di Paolo Sensini

Erano comparsi qualche anno fa sulla scena, capeggiati da un comico di professione, urlando come ossessi e mandando aff****lo tutta la "vecchia e marcia politica". Oggi, non ancora giunti al governo, hanno pensato bene di sostituire furbescamente il programma sul quale avevano fatto votare i loro iscritti prima delle elezione del 4 marzo (fuori dall'euro, fuori dall'UE, fuori dalla NATO), dimostrando così ancora una volta che al peggio non c'è mai limite. A confronto di questi ragazzi già nati vecchi e pronti a ogni doppiogiochismo, i politici della prima Repubblica sembrano dei galantuomini. E siamo solo agli inizi della loro avventura!

I franco-anglo-americani si sono lasciati sfuggire qualcosa




Questa bambina di 9 anni dello Yemen è la vittima di un attacco chimico nel suo paese da parte dei sauditi, la sostanza chimica utilizzata era il fosforo bianco. Dunque, perché non bombardiamo l'Arabia Saudita e non eliminiamo le loro armi chimiche con attacchi aerei?

Un popolo impaurito si fa meglio manipolare


Testo di Manuela Mancini


Congelano, scongelano i rapporti internazionali secondo dinamiche spesso imperscrutabili per noi comuni mortali, raggelati da brividi apocalittici, spinti a rinchiuderci a difesa di quel poco che abbiamo. Poco secondo LORO, tantissimo per noi: la nostra vita, la vita dei nostri figli. E così intanto ci scanniamo tra noi mentre sopra la nostra testa giocano a mostrare i muscoli e a darsi qualche ceffone. E ci resta solo da credere che arriverà prima o poi un santo dispensatore di grazie, potentissimo, ricchissimo, sperando che lui pensi a noi. Come se ciò fosse il suo primo pensiero e non piuttosto la voglia di accrescere ancor più il suo potere ed il suo portafoglio. Un popolo impaurito si fa meglio manipolare, pardon, guidare.

Ultimo viene il corvaccio Adolfo


Me: Per anni, una delle obiezioni che ci venivano fatte era: "Voi non siete coerenti perché date da mangiare carne ai vostri cani e gatti". E in effetti anch'io provavo un senso di fastidio di fronte a questa accusa, anche perché le crocchette vegane le si poteva comprare solo ordinandole per posta, cosa piuttosto scomoda. Se ora questo tipo di negozi dovesse prendere piede e diffondersi, io lo troverei un avanzamento di civiltà, oltre che comodo se ne avessi uno vicino casa. E' una cosa che "gli altri", i cosiddetti normali, non capiscono e ci fanno anche sopra dell'ironia. Scrivendo: "Ne sentivamo la mancanza". Intelligenza e sensibilità, come insegna Don Abbondio, se uno non ce l'ha, mica se la può dare!

Donato Italico: L'obiezione era posta, più correttamente, in questi termini: "Si può uccidere per sfamare i vostri gatti ma non per sfamare i vostri figli?" Per me ognuno può decidere di mangiare quello che vuole. Però dubito fortemente che un gatto o un cane, potendo scegliere, farebbero una scelta del genere.

martedì 17 aprile 2018

Le poche idee ma ben confuse dei politici italiani




L'Italia non si deve sganciare dai suoi alleati storici che sono l'Occidente e i paesi della Nato - dice Di Maio, non perché condivide l'attacco alla Siria, ma perché non si deve considerare questo come "casus belli" da utilizzare per riposizionare l'Italia nelle alleanze geo strategiche. E bravo, Di Maio, 10 e lode! E allora quale dovrebbe essere il "casus belli" ideale per te? Hai gettato la maschera. Stai fedele ai tuoi amici americani e relativi vassalli europei!  Gentiloni ha comunque fornito "supporto logistico" ai criminali che definisce nostri amici (saranno suoi amici!): “Amicizia forte con gli Stati Uniti e sostegno all’attacco in Siria". E Martina, sempre del PD, (ma da dove è uscito fuori?) chiama la guerra in Siria "crisi drammatica" e definisce "inaccettabile l'uso di armi chimiche che è stato riconosciuto anche dal "regime" (di Assad, intende lui) e auspica massimo sostegno all'Unione europea, bisogna "lavorare alla soluzione della crisi". Falsi e idioti.  Qui non c'è bisogno di "lavorare" ma di cacciare al più presto gli invasori e criminali USA e alleati europei. Berlusconi: "In queste situazioni – dice – meglio non pensare e non dire nulla”. Ma allora, l'unico sano di mente è Salvini? Psicologia della politica.

Guerre: linfa dell'economia


Natalina Lutzu: Fortuna che Obama ha preso il premio Nobel per la pace, altrimenti avrebbe raddoppiato le sue guerre. Si è un po contenuto nel guerreggiare. Ma perché non vanno loro in prima linea con elmetto e mitra? Poi si vede chi vince. Maledetti!

Aprite gli occhi: Che poi è paradossale e surreale, che il più guerrafondaio presidente americano, sia quello che ha preso il Nobel per la Pace. E' agghiacciante come ci prendono in giro.

Angelo Bruno Ferrando: Le guerre sono necessarie come l'aria per l'economia USA. Senza guerre le loro industrie si fermerebbero al 50-60% della potenziale produttività. Non è un caso se dopo ogni conflitto la loro economia cresce.

Marco Minelli: È una legge dell’economia. Le guerre portano grande sviluppo.

Tullipan Tulli: Dati al 2015: "Gli Stati Uniti sono stati in guerra il 93% del tempo, dalla loro creazione nel 1776, vale a dire 222 dei 239 anni della loro esistenza. Gli anni di pace sono stati solo 21 dal 1776...…". Penso non serva aggiungere altro.

Peppe Antognoni Pagiuca: Le guerre sono la linfa dell'economia degli USA, le faranmo sempre, troveranno sempre un pretesto o un motivo per giustificare la loro indole di guerrafondai, non c'è Russia, Putin e Cina che tengano. Se ne sbattono!

Una banda di macachi


Testo di Enrico Masala


Il progetto politico di questi anni? Bloccare tutto, tassare fino al 100%, impedire che nascano aziende, impedire ai giovani di crescere, di aprire iniziative. Non si deve costruire niente che funzioni, i collegamenti devono essere i peggiori possibile, le università per mantenere i figli - ignoranti - degli amici. Questo è il disegno per l'Italia della banda di macachi che governa, in modo spregiudicato, il mondo e la finanza e che i nostri servi asserviti permettono e mandano avanti!

Partigiani o terroristi?


Noi che amiamo Israele: Quattro terroristi della Jihad Islamica palestinese sono rimasti uccisi sabato pomeriggio, e diversi altri palestinesi sono rimasti feriti, nell’esplosione di un ordigno e di un razzo a bordo del loro veicolo, nella parte meridionale della striscia di Gaza, a est di Rafah. Inizialmente alcune fonti palestinesi avevano cercato di attribuire l’incidente all’esercito israeliano, ma dopo la secca smentita delle Forze di Difesa israeliane lo stesso gruppo terrorista ha ammesso che si è trattato di un “incidente di lavoro".

Me: L'ISIS non attacca Israele perché è una sua creatura e il cane non morde mai la mano del padrone che lo nutre. I palestinesi invece lo fanno, e anche loro sono definiti terroristi. A me vengono in mente i partigiani, che venivano definiti "banditi" da fascisti e tedeschi. Se esistono i corsi e i ricorsi della Storia, nel caso vincessero i palestinesi e gli israeliani perdessero, ci saranno tante piazze dedicate alla Resistenza e viali Volontari della Libertà. Ma non succederà. Geova è più forte di Allah, benché siano lo stesso feroce individuo.

Movimento 5 Stalli


Testo di Patrizia Cima


Dire che fanno schifo all'ennesima potenza è sempre troppo poco. L'argomento martellante dell'informazione di regime adesso è lo stallo, sì, quello stallo creato apposta da una legge elettorale votata con la fiducia e voluta da tutti tranne che dal M5s e sinistra italiana, perché era chiaro l'intento di ostacolare in ogni modo l'ascesa, inarrestabile, del M5S. Tutto previsto e come da copione, la colpa del mancato governo deve ricadere su quest'ultimo, che rifiuta ogni convergenza con il mafioso, pluricondannato, manovratore di tutto l'arcano. Siamo di fronte a dei teatranti, guitti dell'ultima ora pronti a tutto per il potere, tranelli in cui qualcuno cade ancora. Al governo ci arriveremo con le nostre forze e le mani libere.

Arrivederci alla prossima puntata


Per questa volta l’abbiamo sfangata. Gli occidentali hanno fatto la pantomima del bombardamento con missili “smart”, per salvare la faccia, dopo aver accusato falsamente Assad di aver usato armi chimiche. Tuttavia, la fine del mondo è solo rimandata e la telenovela continua. I blocchi, gli schieramenti, si vanno consolidando. Gli americani hanno detto che se ne andranno, a meno che il Mossad non s’inventi qualcosa per farli rimanere in zona. Che so, un candidato manciuriano di nazionalità siriana che uccide Trump, come con Robert Kennedy nel ‘68, oppure un attentato su suolo statunitense con centinaia di morti, dove casualmente, fra le macerie, si ritrova il passaporto, miracolosamente indenne, dell’attentatore siriano. Per il momento, gli USA mostrano i muscoli, com’è loro abitudine, ma in seno ai loro vertici militari e politici ci sono degli psicopatici disposti a tutto. E di quelli dovremmo avere paura. Con Putin, invece, vista la cautela finora dimostrata di fronte a molte provocazioni, mi sento più tranquillo, ma anche ai santi la pazienza prima o poi finisce.  

lunedì 16 aprile 2018

L'umiliazione di un popolo che ha fatto la storia del mondo


Fonte: Adesso basta!

Il video che state per vedere è stato girato a Ritsona (Grecia) in un campo Profughi! L’unione Europea ha scaricato migliaia e migliaia di profughi in Grecia, già martoriata di suo, che ora si trova a dover fronteggiare una doppia tragedia. Sì, perché i cittadini Greci sono ormai sull’orlo del baratro, e tantissimi greci pur di sopravvivere sono costretti a mangiare degli avanzi di questo campo profughi.

Ecce fetus!


Fonte: 911Babies


L'aborto con soluzione salina viene fatto inserendo un lungo ago attraverso l'addome della madre e iniettando una soluzione di sale concentrato nel liquido amniotico. Il bambino muore attraverso l'avvelenamento da sale, la disidratazione, le emorragie, i cedimenti degli organi e le convulsioni. La pelle del bambino viene chimicamente bruciata anche dal sale. Ci vorranno diverse ore perché il bambino muoia in questo modo. Uno o due giorni dopo la madre entra in travaglio e partorisce il suo bambino morto.

Non fu razzismo, ma un cagnetto sporcaccione


Fonte: Modena Today

Attentato razzista a casa Kyenge? No, è solo l'epilogo di una lite fra vicini. All'indomani dei fatti viene spazzato via il polverone generato dalla politica intorno all'episodio che ha visto protagonista la famiglia Kyenge. Giovedì scorso, infatti, qualcuno aveva gettato escrementi contro l'abitazione dell'ex Ministro a Gaggio in Piano: un episodio che ha scatenato la veemente reazione del Partito Democratico e di altre forze politiche, con una gara di solidarietà nei confronti dell'eurodeputata e una ferma condanna "all'intimidazione razzista e xenofoba". Pur comprensibili - anche alla luce dei precedenti casi che hanno coinvolto Cecile Kyenge - le accuse mosse dalla politica si sono in realtà rivelate del tutto infondate. Il gesto non è stato dettato da ragioni di odio politico, ma da una banale per quanto inopportuna ritorsione legata a motivi di vicinato. Un residente della frazione - che ha chiesto il massimo anonimato, pur consapevole dell'errore commesso - ha infatti lanciato l'escremento che sarebbe in realtà quello lasciato dallo stesso cane della famiglia Kyenge.

Stranieri di seconda generazione perfettamente integrati


Testo di Silvia Sardone

Otto ragazzi di origine nordafricana hanno provocato, per fare una rapina, il panico che portò a un morto e oltre 1500 feriti a Torino. Scene drammatiche che non dimenticheremo mai. Carcere duro per questi delinquenti!

 

La verità passa per osmosi da internet all’editoria




Una rassegna di bugie costella la politica internazionale: Foa elenca i misfatti perpetuati sopratutto negli Stati Uniti e in Gran Bretagna dagli "spin doctor", personaggi quasi sconosciuti perché, appunto, il loro lavoro si svolge lontano dalle telecamere. Si scopre così come l'opinione pubblica internazionale sia stata "guidata" a condividere scelte azzardate e a volte disastrose: dalle famose "armi di distruzione di massa" irachene, alla guerra nei Balcani motivata da una "pulizia etnica" mai interamente dimostrata. Si scopre inoltre che la "fanciulla kuwaitiana" volontaria in ospedale, che testimoniò sulla strage di neonati gettati fuori dalle incubatrici dai soldati di Saddam, era in realtà la figlia dell'ambasciatore del Kuwait all'ONU.

Il dilemma che lacera gli animalisti


Laleh Rashtian: Non uso farmaci da vent'anni, i miei 2 figli (Vegan dalla nascita) non hanno mai preso un farmaco e ovviamente non sono mai stati vaccinati e mai lo saranno. Quando compri un farmaco finanzi la sperimentazione Animale, idem per tutti i prodotti testati su Animali. Il 99% di tutto ciò che è presente sul mercato=vivisezione. Quindi non blaterare che sei contro la vivisezione se poi sei il primo a finanziarla. Coerenza questa gran sconosciuta. E intanto gli altri Animali continuano a essere torturati e a crepare nei laboratori da pazzi criminali che millantano di essere "ricercatori". Tutto questo grazie a chi finanzia e supporta la sperimentazione Animale.

L’humus sociale mafioso che favorisce atti di crudeltà


Testo di Enrico Rizzi


Desidero esprimere la mia più totale vicinanza e solidarietà a Vincenzo Vassallo, giornalista di Tp24 - il Territorio in Diretta. Nei giorni scorsi a Custonaci (Trapani), piccolissima e bellissima cittadina dove vive, ha rinvenuto il cadavere bruciato di Lulu’, una cagnolina randagia che da anni viveva innanzi casa sua. Vincenzo non si è voltato dall’altra parte. Mi ha subito chiamato, chiedendomi di far luce su quanto accaduto e per lui si è scatenato l’inferno. Da giorni ha tutti contro: un concittadino “veterinario”, gli ha detto che doveva farsi “i fatti suoi”. Vincenzo gestiva la comunicazione ed il sito del santuario del suo paese. Gli è stata tolta responsabilità e gestione. La sua presenza in Chiesa non è più gradita. Diversi suoi concittadini (non tutti sia chiaro!) lo fermano per strada e gli vanno contro. Sono molto addolorato per ciò. Vincenzo è un ragazzo perbene, che non solo ama gli animali, ma ha deciso di combattere l’omertà e ne sta purtroppo pagando le conseguenze, vivendo in una terra purtroppo ancora molto distante dal senso civico. Ti abbraccio forte Vincenzo! Non sei solo!