sabato 20 febbraio 2021

Che vadano pure all'inceneritore!


Quando li vedi per strada, girare lentamente in auto come squali nell’oceano, cerchi intorno a te un vicoletto dove svicolare, onde sparire dalla loro vista. Che tu sia stato un membro dell’A.L.F. o che semplicemente ti sia dimenticato di pagare una multa, la vista dell’auto dei carabinieri non fa bene al nostro buon umore, sempre che ci si possa svegliare la mattina di buon umore, in questo tempo di dittatura sanitaria. Ma quando invece te li ritrovi davanti e si limitano a chiederti i documenti, la patente e il libretto, se hai tutto in regola, bollo compreso, esegui in modo serio e compunto quanto ti viene richiesto e speri che anche le luci di posizione e i fari e le frecce funzionino perfettamente e il collaudo sia stato superato. A me stamattina è bastato scendere a piano terra, davanti all’ingresso e firmare le carte che mi sono state date. Non hanno voluto salire su da me, al secondo piano, e poi mi hanno spiegato anche il perché. Perché se possono evitano di stare nel chiuso delle abitazioni private, per paura del contagio. 


C’è un muretto, a sinistra dell’ingresso della palazzina, e lì la carabiniera ha compilato le notifiche. Ho rinunciato ai pantaloni, al giaccone, alle scarpe e alla scheda telefonica sequestrati nel 2006, che mi sarebbero stati restituiti, dopo 15 anni, se solo avessi voluto andare a Udine a ritirarli. Che me ne faccio? Ho firmato quindi anche la rinuncia. Nel magazzino dei carabinieri avrei dovuto entrare con la mascherina e di questi tempi, noi No-Mask, viviamo vite piuttosto complicate. Ce le hanno rese tali. La cosa positiva è che anche i carabinieri, ammesso che quello con cui ho parlato (la sua collega faceva da scrivana) sia rappresentativo della categoria, sono immersi nel dubbio su cosa sia giusto e cosa sia sbagliato. Spero che questo dubbio cresca, nell’intera società, fino a far scoppiare il Bubbone! 


6 commenti:

  1. Di una cosa sono grata a freeanimals: di avermi fatto conoscere tanti Bloggers come Voi, che ammiro ed apprezzo. Voi insegnate, e quindi non competete. Non riesco a capire il "rosicone" titolare: mi odia pur avendo in comune l'amore per gli animali ed il conseguente rifiuto di cibarsene...ci sarebbe FORSE anche l'Ateismo.
    Quello che lo inasprisce è la competizione, fonte di ogni male, come insegna il Saggio Lao Tzu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti odio.

      Ma tu hai un talento naturale per il trollaggio.

      Elimina
  2. La burocrazia, orrendo, grasso, grosso mignattone succhiatore di sangue, di risorse. Appetito insaziabile, riflessi lenti, digestione lunghissima. Forse, come notato da qualcuno, è proprio la burocrazia il vero deep state. Rallenta vieppiu' i già lenti, monotoni, accidiosi moti e rivoluzioni dell'universo.

    Le forze dell'ordine sono il braccio armato dell'apparato di cui sopra, anch'esse lente e accidiose. Incutono terrore. Meglio scansarle, ove possibile. Possono chiuderti a chiave e dimenticarsela, la chiave.

    In un lungo, estenuante rallentato gioco fra il gatto ed il topo si consuma la voglia di sopravvivere. Forse proprio questo vogliono. Ci danno la traccia, l'imput. Oggi il tema sono i virus, anzi, Il Virus... Eliminatevi da soli. Noi ci limitiamo a guardare. Fra uno sbadiglio e l'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benché non sia mai stato un ligio osservante delle regole, ma sempre un...border line, come mai mi capita che gli sbirri con cui ho a che fare, fuori e dentro dal carcere, finiscano per comportarsi con soggezione nei miei riguardi. E dire che non sono nemmeno laureato!

      Sarà mica il mio fascino personale, innato?

      Eppure, io mi sento pieno di incertezze e di goffaggini.

      Elimina
  3. @Gentili e attenti LETTORI,

    il Mauro b. che da quanto si è capito ha svolto un importante LAVORO di consulenza/rappresentanza privato ha RAGIONE, la BUROCRAZIA è come un CANCRO con le sue METASTASI diffuse in ogni ORDINE e LUOGO pubblico, ed IO che ho lavorato nella Regione Autonoma del F.V.G. la conosco molto BENE;

    quello che però molti LETTORI non sanno e capiscono PERCHE' la POLITICA non la ha "ridimensionata" se NON "azzerata" nel TEMPO, visto il suo enorme costo e i danni diretti e indiretti che provoca nei diversi LIVELLI, sempre gestita da quel nome russo famoso che è la NOMENKLATURA;

    più BUROCRAZIA serve in PRIMIS ai BUROCRATI per "giustificare" la loro presenza e numero esorbitante ed anche ai POLITICANTI, questi per "garantirsi" la benevolenza elettorale del CITTADINO, che gli chiede di "snellire" la pratica e il suo positivo risultato finale;

    di fatto nella maggioranza dei casi, credetemi onesti e impegnati ce ne SONO anche nel PUBBLICO e in POLITICA, si è creata una SIMBIOSI di INTERESSI come succede spesso anche in NATURA;

    vedi ad es. il tartufo insediato nelle RADICI della QUERCIA
    oppure gli AFIDI/PIDOCCHI, allevati per la loro dolce sostanza zuccherina dalle FORMICHE, che li difendono così dai loro nemici "naturali" e via così;

    ora conoscete un po di più le MOTIVAZIONI della intramontabile e costosa BUROCRAZIA che MAI potrà essere "compressa" e ancora meno "regolata" democraticamente, in quanto FENOMENO autoreplicante e potente STRUMENTO collaudato e usato nei SECOLI e MILENNI dall' ELITE!!!

    SDEI
    (Il MESTRI/EX DIPENDENTE PUBBLICO)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Leviatano offre a ciascuno il proprio ambiente confacente.

      Al sadico offre il laboratorio di vivisezione, al violento offre il lavoro di poliziotto, al pedofilo quello di prete in parrocchia e a quelli che si divertono a complicare l'esistenza degli altri (e sono la maggioranza) offre il posto di burocrate.

      Elimina