mercoledì 20 giugno 2012

Giugno, andiamo. E’ tempo di cerchiare






“Settembre, andiamo. E' tempo di migrare”

Gabriele D’Annunzio - Alcyone





L’exploit  fu nel 1991. Prima venivano chiamati “nidi d’UFO”, ma non avevano niente di particolare, se non che mostravano il posto dove il disco volante era atterrato. Prima ancora, nel Medioevo, si parlava di “diavolo mietitore” in riferimento a formazioni strane e inspiegabili trovate nei campi di cereali. La spiegazione demoniaca era quella alla portata del volgo superstizioso e ignorante, se pensiamo a ciò che capitava in Germania a causa della segale cornuta.
Agli inizi degli anni Novanta, dunque, il fenomeno arrivò al grande pubblico e prima di addentrarci nei particolari mi preme – è il caso di dirlo – evidenziare che sta capitando in un preciso momento storico, con tanto di date apocalittiche pubblicamente azzardate e annunciate.
Prima del 2012 c’era il 1975, come momento topico di svolta e di catarsi.
Non si sa chi abbia reso di dominio pubblico la fine del calendario Maya, né perché lo abbia fatto, ma del 1975 si sa che, in base ai loro calcoli, sono stati i Testimoni di Geova, e quella fu forse una delle tante date indicate come significative in vista della “fine dei tempi”.
Siamo sempre in una logica millenaristica e se dietro le aspettative per il 21 dicembre prossimo ci sono gli Illuminati, vuol dire che, volenti o nolenti, consci o inconsapevoli, siamo tutti suscettibili di manipolazione mentale, nonché galleggianti nel mare in tempesta dell’incertezza, come sugheri impazziti.





Intanto i cerchi nel grano continuano a spuntare come funghi, anzi come segale cornuta. Io non ho capito bene perché succeda, ma

 penso che il fenomeno in sé sia autentico, cioè realizzato da intelligenze aliene che non trovano niente di meglio per comunicare con noi che schiacciare orzo, frumento e altri cereali.

La zona dove tutto ebbe inizio è il sud dell’Inghilterra e precisamente nel Wiltshire, presso una collina chiamata Cley Hill. Subito ci si accorse che la maggior parte dei cerchi si formava presso siti archeologici di una certa importanza come Stonehenge e Avebury. Ma anche grandi geoglifi come i bianchi cavalli di Westbury e di Alton Barnes non furono esenti dal fenomeno.
Probabilmente c’è una relazione tra la rotondità dei cerchi nel grano e quella dei cerchi di pietra. Tuttavia, se posso permettermi di giudicare un fenomeno così dannatamente interessante, non è stata una buona mossa imitare la rotondità di Stonehenge e degli altri circoli pietrosi, perché ciò ha permesso a grossolani mistificatori di munirsi di pioli e corde e tentare di imitarli.
Se fossero stati rombi o esagoni o dodecaedri, avrebbero messo in difficoltà qualsiasi emulo entusiasta. Il problema però è stato con il tempo facilmente aggirato perché dai primi cerchi di semplice fattura si è passati a formazioni così complesse che risultano impossibili da realizzare da mani umane.
Siccome la pervicacia e la testardaggine umana non hanno limiti, quasi quanto la stupidità, anche la complessità degli ultimi cerchi apparsi non è stata sufficiente a far cambiare idea a migliaia di persone, circa l’origine umana dei geoglifi.
Se poi ci si mette anche Giacobbo, il lavoro è completo.

L’ultimo di cui la stampa nostrana si è occupata è apparso pochi giorni fa a Camponogara, in provincia di Venezia. Ne ha parlato il Gazzettino e al di là della notizia in sè, i commenti per lo più idioti dei suoi lettori sono una cartina al tornasole dello stato in cui versa la coscienza collettiva della gente, tanto che i miei commenti in cui evidenziavo che la comprensione del fenomeno potrebbe aver a che fare con il salto vibrazionale che stiamo aspettando, sono stati inizialmente censurati.

Ma di queste implicazione ne parleremo fra poco.
Intanto va detto che non a caso i primi cerchi apparvero in Gran Bretagna. Storicamente, Angleterre, come la chiamano i francesi, significa “terra degli angeli”. Mi piacerebbe sapere l’origine di questo nome, ma penso che non sia un caso che gli alieni-angeli abbiano voluto cominciare da lì. Poi si sono estesi anche alla Germania, agli Stati Uniti, in Svezia e perfino in Australia. Tutte popolazioni anglosassoni. Che ci sia un qualche significato recondito? Tipo, che gli ariani sono la razza superiore, discendenti degli atlantidi? E mentre i sudamericani sono alle prese con il chupacabras, gli inglesi ricevono messaggi dall’alto mediante fantastiche opere d’arte, mandala effimeri e dal significato oscuro. Per pochi intenditori.
In Italia ne abbiamo avuti a Poirino (TO), due anni fa, nello stesso periodo in cui ne è apparso uno vicino Palmanova; un altro a Lignano Sabbiadoro, nel 2008. Il mese scorso a Riesi, in provincia di Caltanissetta; a Settimo San Pietro (CA); Figline Valdarno (FI) e infine a Bertinoro (Forlì – Cesena).

Gli italiani non sono anglosassoni ma qui non è sicuramente una questione di razza, bensì di consapevolezza spirituale. Posto che 

gli inglesi non sono un popolo più spirituale degli altri, mi risulta piuttosto che sono stati i primi in Europa a legiferare in difesa dei diritti animali, con leggi, ancora nella prima metà del Diciannovesimo secolo, che li proteggevano dalla crudeltà.

Che siano sorti presso antichi templi pagani, in cui i sacerdoti druidi studiavano le stelle e officiavano i loro riti, può voler dire che gli alieni del tempo attuale non hanno dimenticato il tempo in cui i nostri antenati celti avevano un qualche rapporto con loro, venerandoli, comunicando telepaticamente o comunque sapendo della loro esistenza e magari anche della promessa di ritornare.
Io non so se gli alieni stanno per ritornare, ma so che i druidi esistono ancora, anche se rivestono un aspetto più che altro folcloristico [1]. So anche, come mi spiega Michael Hesemann ne “Il mistero dei cerchi nel grano” [2], che spesso i cerchi non appaiono a caso, ma su precisa indicazione, normalmente inconscia, di persone dotate di capacità medianiche.
Tanto per capirci, una notte sei persone si distesero all’interno di un cerchio con le teste ravvicinate l’un l’altro e con i corpi a formare una raggiera. Entrarono in meditazione e chiesero intensamente agli autori dei cerchi di avere un’ulteriore manifestazione.
Al mattino, in un campo poco distante, presso Telegraph Hill, trovarono un cerchio con una stella a sei punte, cioè con i sei petali del simbolo celtico per eccellenza, quello usato anche dalla Lega Nord, per intenderci.
circlemakers, dunque, sono in grado di leggere nella mente delle persone, sia di quelle che ci credono sia in quelle degli scettici.
Quando, a partire dal 1991, i soliti apparati segreti governativi entrarono in azione per depistare e insabbiare il fenomeno, i due anziani vecchietti Doug Bower e Dave Chorley, che confessarono di essere gli autori dei cerchi, si lasciarono sfuggire l’affermazione che il più delle volte nemmeno loro sapevano cosa stessero disegnando.
Di modo che, nonostante i goffi tentativi dei militari di screditare il fenomeno, arruolando guitti o sfaccendati, gli alieni riuscivano a piegare ai loro scopi anche quei due pensionati che per anni si erano prestati ai truffaldini obiettivi dell’esercito.
Doug e Dave non furono gli unici, infatti, a prestarsi a questa messinscena, ma gli alieni riuscirono elegantemente a prendersi gioco dei maldestri tentativi di imitazione, senza lasciar trasparire malumore o ostilità.

O forse interpretavano le nostrane imitazioni come un tentativo sincero di entrare in contatto con loro. Poiché gli UFO e i loro 

occupanti vengono da dimensioni diverse dalla nostra, da quello che è stato chiamato “iperspettro”, i cerchi, quelli veri, non sono fatti materialmente da alieni in carne, ossa e tuta spaziale, ma da grandi altezze, mediante microonde, con le loro “macchine” superveloci e a noi sconosciute, benché viste in continuazione da milioni di persone e nei cieli di tutto il mondo.

Sul perché ne abbiano fatto uno a Poirino non so, né so perché abbiano scelto la località turistica di Lignano Sabbiadoro o quelle delle altre località italiane, ma sul perché ne sia sorto uno a Sevegliano di Palmanova ho una mia teoria.
Il campo è di proprietà di Maurizio Zamparini, proprietario del Palermo Calcio, che diede disposizione al suo fattore di non tagliare subito il grano ma di lasciare che la gente vada a far fotografie. Zamparini è fondatore del “Movimento per la gente”, che ha chiari intenti umanitari. Di più non so, non conoscendolo di persona, anche se mi piacerebbe conoscerlo perché è sempre buona cosa avere un miliardario per amico.
In Friuli ci sono i castellieri, che risalgono all’età del bronzo e sono quindi della stessa epoca di Stonehenge, ma mentre nel più famoso cerchio di monoliti del mondo vi si praticavano rituali magici e si osservavano le stelle, nei castellieri della pianura friulana ci viveva la gente comune, dedita a guerre, caccia e pastorizia, senza tanti grilli per la testa.
Se sono i luoghi di culto ad attirare i fabbricanti di cerchi, ci sono poche speranze che ne facciano uno a Galleriano o a Codroipo, mentre in quello di Sedegliano ci hanno costruito dentro un campo di calcio e quindi non c’è segale per gatti. Volendo potrebbero, però, farne uno in qualche campo di soia o di mais delle vicinanze, ma temo che preferiscano puntare su siti più dignitosi. Va considerato inoltre che una popolazione – parlo di quella attuale – dedita a coltivare soia e mais per usi zootecnici, con tutta la violenza e lo spreco che ciò comporta, forse non è adatta a quel salto vibrazionale così importante per l’evoluzione morale dell’umanità.

Mi dispiace per voi, poveri contadini. Tornate tra qualche millennio!

Il cerchio apparso in Veneto, invece, può voler significare che in quella regione, come anche in Piemonte e nelle altre regioni interessate al fenomeno, ci siano persone dedite alla filantropia autentica e non commerciale, o comunque impegnate socialmente.
Le persone “benemerite” non devono necessariamente essere cercate fra il clero religioso, anzi, trovarne una di quel genere fra i sacerdoti è cosa rara, ma vi possono essere dei laici che hanno tutte le carte in regola per entrare nelle simpatie degli alieni fabbricanti di cerchi.
Se pensiamo che gli extraterrestri che li fanno potrebbero anche avere una natura angelica, e corrispondere al cliché che degli angeli ci siamo fatti, nulla vieta di pensare che è grazie alla presenza sul territorio di persone speciali e dotate di una marcia in più, dal punto di vista alieno ovviamente, che i cerchi prendono forma.
E’ una specie d’omaggio che entità aliene fanno nei confronti di quelli che la Bibbia chiama “i giusti”. In Veneto, a qualche Km da Camponogara, abita il caporedattore di Stampa Libera, Lino Bottaro, per gli amici “Don Lino”. A me piace pensare che sia grazie a lui e al suo lavoro di divulgazione internettiana che quest’ultimo cerchio è stato realizzato.
Se ne troverò uno in qualche campo vicino a casa mia, vi farò sapere, ma io credo di essere fuori dalla partita.
Non sum dignus, domine!


Note:

[1] Arcana magazine – gennaio 2012, pag. 12
[2] Edizioni Mediterranee, 2002

34 commenti:

  1. Ciao, sono Chicca

    Provo a farti un regalo e nello stesso tempo vedo se riesco a lasciare un messaggio.

    Ti regalo la carta dell'amore per gli animali, dalle carte del risveglio, ma te la devi andare a prendere da te perche' io non so' come fare a portarla qui, dato che sono un po' imbranata:
    http://www.tempodicambiare.it/forum/index.php?/topic/50-se-il-mondo-non-ci-piace-immaginiamolo-di-nuovo/page__st__100

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chicca e benvenuta!
      Ho visto che si tratta di un forum di discussione (Tempo per cambiare).

      Non ho capito bene cosa siano le carte del Risveglio, ma posso rimediare leggendomi i commenti.

      Cercavo le Carte degli Illuminati, ma non è facile trovarle.
      A presto.
      Ciao

      Elimina
  2. Ma hai visto la carta che ti voglio regalare?

    Le carte degli illuminati non hanno nulla da spartire col lavoro che stiamo facendo ed in particolare con le nostre, ma se vuoi un link per trovarle, con la raccomandazione di non perderci troppo tempo visto il loro effetto deleterio:
    http://www.altrainformazione.it/wp/2011/03/26/le-carte-da-gioco-degli-illuminati-i-terremoti-artificiali-il-disastro-del-giappone-l11-settembre/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Citazione:
      "col lavoro che stiamo facendo"

      Puoi gentilmente.....illuminarmi circa il lavoro che state (chi?) facendo?
      Non ho visto la carta dell'amore per gli animali, perché nel link che mi hai mandato c'erano solo commenti.
      Puoi spiegarmi per favore come si usano queste carte? Quelle degli Illuminati sembrerebbero tarocchi, ma non sono tarocchi.
      Perché dici che hanno un effetto deleterio?
      Grazie. Ciao

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Caro Roberto,
    tu sai bene che al computer sono imbranata, sono stata mesi prima di riuscire a lasciare un messaggio sul tuo sito.

    Stiamo illustrando delle "carte magiche", estremamente positive con lo scopo di portare le persone ad interiorizzarle e percio' creare una massa critica, un collegamento tra l'uomo e la propria coscienza ed in seguito un'eggregora di risvegliati.

    Abbiamo gia' fatto un certo numero di queste carte, le potrai vedere spostandoti avanti ed indietro sulle pagine.

    Io volevo "offrirti" la carta dell'amore per gli animali, certa di farti cosa gradita.

    Se riesci a copiarla puoi farlo, io ci ho provato ma, come dicevo, sono imbranata.

    Chicca :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho vista! Non avevo capito di dover scorrere le pagine.
      E' una farfalla monarca su una mano.
      Anche le altre carte mi sembrano molto stimolanti, ma potrebbero rientrare nel Movimento New Age, secondo te?
      E mi puoi descrivere in sintesi le caratteristiche del gruppo con cui lavori?
      Grazie.
      Ciao

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  5. Non si può escludere che esistano civiltà esterne benevole, ma i messaggi che provengono da sedicenti Pleiadiani, Siriani, “Fratelli dello spazio”, “Fratellanza bianca” etc. sono ingannevoli.

    Gli ufologi che, anche in buona fede, propalano un’immagine degli “alieni buoni”, anzi salvatori, portano acqua al mulino delle élites. Giustamente molti si chiedono per quale motivo i ricercatori che perorano la causa del rilascio di informazioni per opera dei governi circa i dischi volanti e l’energia libera, ignorano la Biogeoingegneria. Questi investigatori, tra l’altro, avallano la menzogna del riscaldamento globale dovuto al biossido di carbonio (!!!), attendendo risoluzioni ed informazioni dagli stessi apparati che causano i problemi e mentono in modo spudorato.


    Non passa giorno in cui non si alimenti la speranza che la Cabala stia per essere esautorata: si favoleggia di arresti in massa, di “extraterrestri angelici” che agiranno per portare la pace e risanare il pianeta. Purtroppo queste storielle, spesso canalizzate da autoproclamatisi “maestri ascesi”, sono ripetute da molti anni: la data dell’intervento provvidenziale e risolutore viene sempre procrastinata. Il quadro nazionale ed internazionale si deteriora sempre più, ma di un cambiamento positivo non si vede neppure l’ombra. E’ triste, desolante ammettere che, in questi mala tempora, ce la dovremo cavare da soli, ma è preferibile una dura verità ad un sogno fallace.

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho appena letto un articolo in cui si parlava di Codex Galacticus e che additava la data di ieri, 21 giugno, come una specie di scadenza data alla Cabala. Non ci ho capito molto, perché non sono ferrato sul tema, ma proprio ieri, a una conferenza di Chiumiento, il giornalista gli ha chiesto se dobbiamo avere paura degli alieni e lui ha risposto che, in base alla sua esperienza, nel 99,9 % dei casi gli alieni non ci sono ostili e quindi non dobbiamo avere paura.
      Tempo fa ho chiesto a una ragazza mia compaesana, che dice di essere una pleiadiana, se mi rilasciava un'intervista ma non si è fatta più sentire. Deduco che si vergogni di far circolare voci sul suo conto, in tal senso, dato che poi non ha il coraggio di sostenerle.
      Ho sentito dire che anche Chiumiento sostiene di essere un pleiadiano, ma non essendo in confidenza con lui (ieri mi ha scritto la dedica a uno dei suoi libri che ho comprato), non posso saperlo.
      Nella discussione su questo stesso articolo, su Stampa Libera (non so se hai dato un'occhiata), c'è una donna che sostiene perentoriamente che gli alieni sono in realtà demoni e questo concorda con te quando affermi che sono esseri....ingannevoli.
      Insomma, più ci si addentra nel tema dell'ufologia e più i misteri si accavallano e s'infittiscono.
      Grazie per il tuo lungo (e anomalo) intervento, segno che l'argomento ti coinvolge assai.
      Ciao

      Elimina
    2. Ora mi sono accorto che su Stampa Libera hai anche commentato, con il nick name Antonio.
      Grazie ancora.

      Ciao

      Elimina
    3. Quandodico le stesse cose,una valanga di "contattismi mi salta addosso,ai piu piace la idea di una salvazione esterna,per il semplice fatto ( come sempre dico) che l'umano e cosi evasivo di fronte alle sue responsabiltà,che come un bimbo spera sempre nel papa o la mamma che vengano a tirarli fuori dei guai,siamo evolutivamente a livelli adolescenziali,poi stranamente questi casi di contatisti avengono in occidente dove prevale il cristianessimo,che con la sua grand dossi di messianismo,non fa altro che proiettare su alieni,le figure angelicali,gia siamo nei 2000 ed è piu consono che i salvatori scendano con le navi piuttosto che volando con le proprie ali...poi una altra cosa che sempre mi incuriosi,i pleiadiani sono belli,biondini,occhi blu e fisici palestrati,( ops,qualche senso di superiorità della razza aria nel inconscio?) e quelli cattivoni sono rettiliani,( ops qualche coincidenza col rettile cattivo che tentò eva? forse una figura archetipica rafigurante il vecchio diavolo??) perchè mai poi dovrebbe una altra razza interferire col "libero arbitrio"della nostra? forse c'è qui qualche contrasto alle leggi universali del principio della autodeterminazione,anche nelle cattive scelte....
      p.s: quando ero bambino e avitavo in campagna mi piaceva "aiutare"le formiche,quando le vedevo con quelle cariche di foglie enormi e cosi sproporzionate ai loro corpicino,un instinto altruista mi pervadeva,e allora le prendevo e le portavo vicine al formicaio,ma...e non ho mai capito perchè,queste puntualmente abbandonavano il carico e fugivano impazzite !!!! creando in me un senso di disagio,cavolo pensavo, alla fine volevo solo aiutarle !!!! ma forse era meglio non interferire,nemmeno per sollevare le "fatiche" altrui..

      Elimina
    4. Martin, quando dici che "siamo evolutivamente a livelli adolescenziali", dici una cosa che può essere vera. Infatti, ho sentito dire che l'uomo è la forma neotenica del gorilla. In altre parole significa che siamo una specie di scimmia che è regredita fino ad avere una forma infantile, mantenendo però la capacità di riprodursi. Se pensi che siamo quasi glabri, cioè abbiamo perso la copertura pilifera come invece l'hanno le altre scimmie, una regressione strutturale c'è stata.
      Se è vero che scienziati Anunnaki ci hanno manipolato geneticamente, la manipolazione può essere avvenuta proprio nel senso di averci reso eterni adolescenti, cioè dipendenti da genitori, in questo caso i nostri creatori Anunnaki, o Elhoim.
      Interessante anche la tua idea che oggi, nell'epoca dei voli spaziali, non ci bastano più gli angeli con le ali, ma vogliamo che scendano da astronavi sofisticate. Sennò non vale!
      Istruttiva anche la storia delle formiche tagliafoglie: la morale è che la naturaleza non vuole essere aiutata, ma lasciata in pace. A parte gli animali già resi domestici e schiavi, tutti gli altri non vogliono aver a che fare con noi.
      Ciao

      Elimina
    5. apunto! l'esempio della formica l'ho trovato validissimo e come vedi ho sottolineato che ero bambino quando lo facevo,quindi questi "alieni"se ci vogliono aiutare saranno pure loro allo stadio infantile,altrimenti come ben dici tu,la natura ha solo bisogno di essere lasciata in pace !!!! sul discorso di "noi"possibili pedine create ad arte in laboratorio,ti butto giù un altra toria "alternativa",e se le scimie ( nostri fratelli gemelli) non fossero altro che ex umani degenerati dagli incroci genetici dei maghi atlantidi migliaia di anni fa? ....forse per quello non si trova mai il "pezzo mancante"della teoria evoluzionistica di Darwin....
      P.S: Ho visto su SL che un tale "oracolo"ha butato giù la teoria del famoso "nibiru"mescolando fantascienza con una altra possiblie teoria sostenuta da alcuni astronimi chiamata "nemesis"ovviamente meno colorita e senza l'intervento alieno !!!!! spero la risposta che ti darà,anche se conoscendo il personaggio tirerà in ballo ancora una volta gli anunaki & Co. !!!! :-)

      Elimina
    6. Vedo che segui anche i dibattiti su Stampa Libera. Potresti anche intervenire ma qualcosa ti frena, immagino.
      Non ho ancora inquadrato l'utente Oracolo, ma tutto sommato mi sembra abbastanza ragionevole: se ne trovano di peggiori, sul web.
      Sulla "degenerazione" delle altre scimmie non mi trovi d'accordo, perché gli studi sul loro DNA mostrano che sono antichissime e che esistevano molto tempo prima di noi. Se gli atlantidi erano esseri umani, come poterono effettuare manipolazioni genetiche su specie che esistevano già da milioni e milioni d'anni? Come si può parlare di una loro degenerazione?
      E poi tutte le scimmie, dai piccoli Uistiti ai grandi gorilla sono perfettamente adattate al loro ambiente naturale. L'unica specie che non riesce ad adattarsi è l'Homo sapiens, non perché non abbia una struttura fisica resistente e adattabile (pensa ai ghiacci del Polo Nord e alle foreste equatoriali), ma perché abbiamo qualche cosa che non funziona nel cuore e nel cervello, cioè siamo....malati di qualche strana malattia esistenziale.
      Veniamo dalla naturaleza, ma ci siamo troppo distanziati da essa per potervi ritornare.

      Elimina
    7. Roberto,la mia era una provocazione,che però combacia con la teoria alternativa di una altra storia molto diversa di quella evoluzionista in tutti i livelli,cioè la terra non sarebbe adatabile nella sua "evoluzone"ai tempi noti della scienza,e come hai visto parlavo di "atalnti" che come i lemuri sarebbero esistiti ancora prima della aparizione del "omo-sapiens"...ma qui ci adentriamo a questioni e speculazione di "antropogenesi"e quindi andrebbe revisionata tutta la storia della umanità...
      P.S. dici" Veniamo dalla naturaleza, ma ci siamo troppo distanziati da essa per potervi ritornare"...infatti sempre secondo queste teorie alternative,l'uomo vecchio quello della era del pesce,dovrà lasciare spazio al nuovo oppure quello acquariano,che ritornerà ad un equilibrio con l'ambiente,ci piacia o no la terra stessa farà uno scorlone che meterà fuori giocco a tanti,c'è un bel libro di Jeremy Rifkin "La terza rivoluzione industriale"ti lo consiglio.
      ciao!

      Elimina
    8. Grazie Martin! Di Rifkin ho letto solo "Ecocidio". Se un giorno non avrai più notizie di me significherà che i libri che avevo in camera, sopra i comodini e sulle mensole, mi sono franati addosso, seppellendomi e soffocandomi.
      La gente commenterà: "Meglio un asino vivo che un dottore morto".
      Ciao

      Elimina
  6. Propendo per l'ipotesi "alieni ostili": gli extraterrestri benevoli, se esistono, non intervengono, proprio come Dio. Avranno i loro buoni motivi... Intanto la nave sta affondando, come hai scritto in un tuo bell'articolo, e con essa speranze ed illusioni. Sì, l'argomento mi coinvolge: sul tema ti consiglio di leggere l'articolo su Steve Greer pubblicato da nwotruthsearch. E' nel tuo blog roll. In linea di massima ne condivido l'analisi.

    ciao

    RispondiElimina
  7. Ora ti tormento :-) con temi ufologici. Mi ha colpito una battuta pronunciata da Anna, l'aliena scaltra della serie Visitors: "Dobbiamo catturare le loro anime". Gli sceneggiatori hanno letto Malanga?

    Ho appreso dell'incidente occorso a Chiumiento... Lo zampino dei servizi...

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto anch'io i tre episodi di Visitors di ieri sera (non mi ero perso neanche i precedenti) e ieri insistevano particolarmente con il furto dell'anima agli umani. Non so se gli sceneggiatori hanno letto Malanga, ma io ci vedo il solito eterno specismo che riaffiora. Il voler distinguerci a tutti i costi dagli altri animali terrestri. Con l'anima ci hanno rotto.....l'anima per secoli.
      Finché seppellivano i neonati non battezzati fuori dalle mura dei cimiteri, non mi dava fastidio, ma con la storia che noi siamo diversi perché abbiamo l'anima e gli animali no, l'Homo sapiens ne ha fatte di cotte e di crude.
      Evidentemente, quello dell'anima è un tabù imprescindibile a cui non si vuole rinunciare, se addirittura sceneggiatori hollywoodiani la mettono in una serie televisiva di fantascienza.
      Ho prenotato "Il dio alieno della Bibbia", ma la mia libraia di fiducia mi ha detto che non l'avevano né a Padova, né a Milano e questo mi fa scoprire una strana, complottistica analogia con il numero di maggio di "X Times", che a Codroipo non è arrivato, forse perché c'era l'intervista della Pallotta a Chiumiento.
      L'ho riprenotato. Vedremo se riesco a procurarmelo.
      Ma perché sono tutti così terrorizzati dalle questioni ufologiche?
      E' sufficiente che dietro ci sia il Vaticano?
      Qual è la tua opinione in proposito, Zret?

      Elimina
  8. Bisognerebbe prima stabilire che cosa s'intende per anima: un principio immateriale? Una forma di energia? qualcosa di fisico? Non lo sappiamo, ma, istintivamente a volte si comprende che taluni non hanno coscienza. Gli animali hanno un'anima? Qualcosa di loro sopravvive alla morte? Il profeta Mani ne era convinto. Io sarei incline a pensare che molti animali abbiano un'anima, laddove parecchi uomini siano in realtà delle macchine. I sassi possiedono un'anima?

    Biglino nella sua traduzione letterale e rigorosa della Bibbia ci consente di capire che gli Ebrei non riuscivano neppure a concepire qualcosa di metafisico. Avevano ragione? Eppure non tutto è cervello e materia. Credo.

    Ciao

    RispondiElimina
  9. Perché tutti sono atterriti dai temi ufologici? Perché vi sono coinvolti i militari ed i loro padroni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se l'anima è consapevolezza e sentimento, gli animali ce l'hanno esattamente come gli uomini e se l'anima degli animali non sopravvive dopo la morte, nemmeno quella degli uomini sopravvive.
      Perché noi, che siamo strutturalmente animali, dovremmo essere privilegiati? Solo perché gli Anunnaki ci hanno trasformato un po'?
      Non credo che fosse nelle loro intenzioni renderci immortali, ma solo avere mano d'opera da mandare in miniera. Se tornano a bordo di Nibiru sarà un bel problema. Io in miniera non ci voglio andare e perciò posso definirmi un "dead man walking". Stephen Hawking ci ha messo in guardia, su questo, ancora due anni fa.
      Speriamo che Nibiru vada fuori strada come la FIAT Stilo di Chiumiento.

      Elimina
  10. Anima, non anima... chi può saperlo? Tutto sommato, spero che dopo la morte ci attenda il nulla: che cosa può significare dover continuare a vivere, in questa o in altre dimensioni, visto che la vita è sofferenza? Ma sì, meglio l'annientamento.

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leopardi + Schopenhauer = Zret!
      :-)

      Sto sostenendo un leggero dibattito con La Tigre della Malora e Buzz Lloyd.
      Qui:

      http://strakerenemy.blogspot.it/2012/06/haile-selassie-scie-chimiche-ante.html?showComment=1340471336486

      Ciao

      Elimina
    2. Zret,credi che gli ebrei non concepiscano nemmeno la metafisica? cosa dici della Cabala?...
      la Vita è solo sofferenza? forse perchè caschiamo ancora nel vecchio dilemma del bene e del male,cosa sono “bene”e il “male”che così fortemente hanno pietrificato per milleni religioni e leggi provocando sofferenze e deviazioni infinite ??? nella lista dei valori umani,etico,economico affettivo,religiosi,ecc. si mantengono saldi nelle loro posizioni ed il rigore logico,non permette cambiamenti,ma i fenomeni quotidiani sono cambianti e i responsabili si trovano perplessi di fronte ad una realtà di trasformazioni multipli ed istantanee.Il bene ed il male immobili persistono come forme mentali,concetti,assiomi,dogmi,leggi imposte dal potere pubblico per controlare il cambio…la morte è un bene o un male per l’ammalato terminale ??? la nascita di un bambino con orrende malattie,è un bene o un male ??? gli esempi sono infiniti e la stessa umanità e divisa,incluso la manipolazione politica,l’aborto,la omosessualità,l’fmi,il celibato,la energia nucleare,le droghe,i trapianti di organi,ecc. DOV’è IL BENE E IL MALE???? IN TUTTE LE PARTE ED IN NESSUNA !!!! cambiano i ruoli in continuazione,GLI UOMINI NON TROVANO RISPOSTE A QUESTI INTERROGANTI E NON LO TROVERANNO NEL VECHIO MONDO DI PENSARE, e perciò si soffre !!!! ciao

      Elimina
  11. Quelli lì: ecco la prova regina che l'anima non esiste. Portati del disinfettante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frasi storiche.

      Nietzsche: "Vai da una donna? Portati il frustino!"

      Zret: "Vai su Straker Enemy? Portati il disinfettante!".

      Elimina
  12. Ciao,
    ho fatto un giro su Straker Enemy, e' stata la prima volta ed anche l'ultima.
    Hai presente Dante: Non ti curar di lor ma guarda e passa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho appena replicato a quelli di Straker Enemy. In effetti, l'energia che ci mettono a dare addosso a Rosario Marcianò ha qualcosa di patologico. Loro pensano di essere dalla parte della ragione e non si accorgono che basta il livore di cui ti sei accorta anche tu a squalificarli.

      Elimina
  13. In risposta alla tua domanda di venerdì 22:

    No, il Movimento New Age non ha nulla a che fare con queste carte che hanno uno scopo "magico".

    Se vuoi saperne di piu' leggi a pag.5: chicca 19 june 2012 - 11.16 PM.

    C'e' una altra carta riservata agli animali a pag. 9.

    Ciao :-)
    Chicca.

    RispondiElimina
  14. Essere accostato a Nietzsche può solo lusingarmi.

    Ciao

    RispondiElimina
  15. Non sono io ad essere pessimista: è la realtà che è pessima.

    RispondiElimina