mercoledì 15 agosto 2018

Piccolo è bello ma grande è bellissimo


Testo di Giovanni Palma

La strampalata idea (esternata da Grillo ma pensata da tanti prima di lui) di eliminare completamente i parlamentari comincia, per fortuna, a prendere consistenza. Il parlamentare (e tutta la classe dirigente in genere) non solo è inutile ma particolarmente dannoso. Distributori di connivenze, corruzione, incompetenza e cazzimma. Inutili come una forchetta per bere. Il mondo, nel bene o nel male, sta passando da verticale (sistema gerarchico piramidale) ad orizzontale (non vai più in banca ma al bancomat, non vai più alla posta ma paghi on line, etc). Per fortuna sta chiudendo anche il minimarket giù da me, che vendeva roba scaduta, fregava sul peso, mani sporche e tanta tanta scostumatezza. Piccolo commerciante = idea medioevale. Come accendere il fuoco strofinando il legno.

L’avvoltoio Luigi



Testo di Luna Storta

Per quale motivo devo pagare, da contribuente, un lauto stipendio, a un parlamentare sciacallo, che ha il coraggio di parlare in modo così sprezzante del governo attuale quando già il PD, nel 2016, non rispose a un’interrogazione parlamentare sul Ponte Morandi? Vergogna!

Cosa lo abbiamo pagato a fare?



Se invece di occuparsi solo di antifascismo o di fare scioperi della fame pro immigrati, avesse impiegato il suo tempo in quello per cui era pagato, forse sarebbe stato più utile. Ministro delle infrastrutture e dei trasporti (2 aprile 2015 – 1º giugno 2018)

martedì 14 agosto 2018

Chi difende i ladri o è un ladro o è una spia o tutt'e due


Fonte: ANSA

La madre di Raffaele Ariano, il 32enne che ha denunciato l'annuncio shock fatto su un convoglio di Trenord contro gli "zingari", ha scritto una lettera aperta - pubblicata sul sito di Articolo 21 - al Presidente della Repubblica per denunciare "l'aggressione e il linciaggio mediatico" subito dal figlio e il fatto che "i cinquantamila commenti sul profilo di un privato cittadino non vi sono arrivati spontaneamente, bensì - per quanto ci risulta - sollecitati e guidati direttamente dalla pagina Ufficiale 'Lega -Salvini Premier'". Raffaele, scrive la signora Annamaria Abbate, "è un privato cittadino: non un politico, non un opinionista, non una figura pubblica. Come comune cittadino ha segnalato un'azione scorretta di un capotreno, un pubblico ufficiale nell'esercizio delle sue funzioni. Per farlo ha scritto con toni pacati e rispettosi un post sul suo profilo Facebook e una lettera a un giornale locale". 

Autostrade per il terzo mondo



Questo è lo schifo chiamato Italia. Ho sentito dare dell'assassino al povero camionista morto a Bologna settimana scorsa, assurdo. Autostrade per l'Italia siete voi gli assassini, le tratte autostradali sono le più care del mondo e questa è la sicurezza che garantite a chi viaggia? Siete dei criminali ladri e assassini.

L'Italia preda dell'entropia


Testo di Giorgio Baroni

Mi raccomando pensate allo 0,1%, al pareggio di bilancio, che tanto il Paese Italia è ridotto così. I ministri delle infrastrutture di questo Paese dal 1970 in avanti hanno la responsabilità morale di queste tragedie annunciate. Una preghiera per chi lotta tra la vita e la morte, un ringraziamento per chi si è prodigato e si prodiga a salvare le persone, anche in questo momento, e il mio disprezzo più totale per chi doveva e deve controllare e non fa, come ha sempre fatto, praticamente nulla. Una inetta magistratura italica collaborerà a far sì che come sempre in Italia la colpa non sia mai di nessuno.

Zitti, silenzio, passa la ronda!


Testo di Al Sommariva

Mah, io vorrei la milizia sulle spiagge e nei quartieri! Una tale rottura di coglioni questi bipedi neri che cercano ossessivamente di vendete merce contraffatta! A Genova però con la nuova giunta fioccano le multe a quelle merde che acquistano! Sì, avete capito bene, danno una pesante multa (talvolta anche denuncia per ricettazione) agli acquirenti! Più dissuasivo di così.

Italia, da paese turistico a ricettacolo di bestiame umano



Non paga nessun biglietto e occupa tre posti, ma se protesti sei un razzista e rischi anche una coltellata. Bastaaaaa!

L'ennesimo ebreuccio servo dei mondialisti


Fonte: ADN Kronos

"Cari odiatori razzisti 2.0, scalmanatevi quanto vi pare, ma non crediate di aver inventato niente di nuovo". Inizia così il post pubblicato su Facebook da Enrico Mentana in difesa dei migranti e contro il razzismo, accompagnato dalla foto del celebre cartello che campeggiava in alcuni negozi svizzeri all'epoca dell'ondata migratoria italiana nel Paese: "Vietato ai cani e agli italiani", la scritta. "State solo scimmiottando (ironia della sorte) - scrive il direttore del tg la7 - quel che facevano già nel Novecento in molti altri paesi nei confronti di altri immigrati, senza garanzia di permesso né di lavoro. Vi manda ai pazzi sapere che siamo stati trattati così anche noi, quando eravamo i neri - conclude - rispetto a qualcun altro".

Vado al mare per il mare, non per il cocco


Testo di Gianni Di Paolo

Casa Pound o no, quello era un abusivo, come abusivi ed illegali sono coloro che vendono droghe di ogni genere e merci contraffatte, tutti sistemi che alimentano le organizzazioni criminali. La gente interviene perché è stanca ed esasperata. Lo stato non interviene e non riesce a debellare il sistema messo in piedi dalle mafie, quindi chi può colpisce dal basso. Nello specifico non ci vuole uno scienziato per comprendere che vendere alimenti non controllati, tenuti in ambienti non controllati, toccati da mani zozze senza guanti non garantisce il minimo di igiene, di che stiamo a parlare? Chi approva è complice !

lunedì 13 agosto 2018

Il perfido Berlusconi si allea con un suo nemico storico




Noi non dimentichiamo. Mille e una boutade, in Italia. Gli "eterni rivali" Berlusca-Santoro oggi alleati per annientare definitivamente l'ultimo barlume di speranza nutrito dagli italiani in tema d'"imparzialità" d'informazione fornita da una TV di stato il cui finanziamento è stato illegittimamente e illegalmente imposto agli italiani. Da domani l'informazione sarà esclusivamente distorta e censurata e sarà finanziata totalmente dagli italiani a carissimo prezzo, con cifre semplicemente folli (ricordiamo che gli introiti in RAI per pubblicità sono paragonabili a quelli di Mediaset, emittente che si autosovvenziona totalmente, oltre al canone RAI, che cuba alcuni miliardi d'euro l'anno…) Anche i soldi della buonuscita di Santoro erano nostri. Le fruste le pagano gli schiavi.

Il traditore


Fonte: Mag24

Prima le “epurazioni” dei conduttori troppo populisti. E poi, a settembre, la trasformazione in un canale ricco di informazione e di talk non urlati, per “smontare” la retorica di Lega e 5 Stelle che tanti successi ha mietuto nei mesi passati e sta continuando a mietere. Protagonisti della “rivoluzione di Rete4” saranno conduttori come Barbara Palombelli, Gerardo Greco, Nicola Porro che “sdoppierà” il suo Matrix di canale 5 con una serata anche sul quarto canale. Ci sarà anche Piero Chiambretti con la sua “Repubblica delle donne”. “Tre nuovi “prime time” così concentrati: come sforzo produttivo e giornalistico si tratta di un investimento che non ha precedenti in Italia”, dice il direttore generale dell’informazione Mediaset, Mauro Crippa, a La Stampa. Su quale linea lo fa capire lo spot che va in onda in questi giorni e che parla esplicitamente di una nuova Rete4, decisa a rivolgersi ad un “pubblico informato e consapevole”.

Farli vivere a casa di Fassino



Il PD prende batoste elettorali e cala al 15% nei sondaggi. Il PD comincia a cambiare idea sui processi migratori? Fassino dice molte cose non condivisibili e con la solita mentalità piddina, ma appare interessante l’affermazione che occorre agire in Africa per creare condizioni migliori laggiù e lì farci stare i migranti. Ma, attenzione, se questo punto (sempre rilanciato da diversi vescovi eritrei e alcune forze politiche nostrane dotate di buon senso) può essere un punto fermo della più generale strategia per un Paese come l’Italia in particolare, non deve significare assistenzialismo e tenere in dipendenza gli africani, come sinora capita, ma supportarli solo per aiutarli a farli diventare autonomi in casa loro, usando l’enorme patrimonio di cui dispongono e che non può essere ad appannaggio degli occidentali in termini di sfruttamento e neocolonizzazione, francesi, inglesi e tedeschi in primis.

domenica 12 agosto 2018

Per la propaganda mondialista, l'atleta è solo di colore




Cos'è il razzismo? Qualche settimana fa, tutti i giornali riportavano la foto di 4 atlete di colore, ma si dimenticano sistematicamente di tutti quegli atleti che vincono, pur non essendo neri. Il colore non dovrebbe essere neanche menzionato e gli atleti dovrebbero avere spazio per quello che ottengono con il lavoro e con la dedizione.... neri, gialli, bianchi o verdi.

I bambini che muoiono di fame, potentissima esca ad uso dei truffatori



La richiesta di rogatoria è partita tre giorni fa. Si tratta di un vero e proprio avviso alle organizzazioni umanitarie che avevano donato alla società di Alessandro Conticini denaro da destinare ai bimbi africani. L’uomo è accusato di appropriazione indebita con il fratello Luca, mentre il terzo fratello Andrea, cognato di Matteo Renzi perché marito di sua sorella Matilde, deve rispondere del reimpiego illecito di capitali. Il messaggio dei magistrati di Firenze alle organizzazioni internazionali è chiaro: «In Italia la legge è cambiata, se non presenterete una denuncia non potremo proseguire l’inchiesta per appropriazione indebita. E dunque non avrete alcuna possibilità di reclamare i soldi elargiti».

La vita di un carabiniere vale meno di un trafiletto sul giornale


Testo di Igor Gelarda

Aggressione agli uomini in divisa. Ma domani non sarà su nessuna prima pagina perché un carabiniere aggredito non fa notizia. Un Uomo del Burkina Faso danneggia pullman, aggredisce autista e accoltella carabiniere. Arrestato, era stato condannato appena un mese fa a 9 mesi ma aveva patteggiato ed era stato liberato. Il coltello che ha utilizzato avrebbe potuto anche fare seriamente del male al carabiniere. È chiaro che la prima cosa da aggiustare è il sistema penale italiano, non può stare libero chi ha commesso determinati tipi di reato.

Assessori regionali che non hanno bisogno del ministro dell’ambiente



Ride bene chi ride ultimo. Gli assessori di tre Istituzioni, Trento, Bolzano e la Toscana, si sono trovati per stringere quello che è ormai noto a tutti come "il patto sui lupi". Questa è la foto dell'incontro avvenuto al Passo Pordoi. Sorridono anche se l'accordo che hanno appena chiuso riguarda la soppressione di un animale selvatico. Perciò mi è sembrato opportuno visualizzare il tema e quello che sarà il suo risultato finale. E così ho aggiunto il lupo alle loro spalle. Badate bene che al momento attuale è già possibile "rimuovere" (e cioè spostare, captivare o uccidere) un lupo, ma la richiesta deve essere inoltrata e approvata dal Ministero dell'Ambiente. Una terribile seccatura. Perché dobbiamo perdere tutto questo tempo, quando basta mirare e tirare il grilletto? Non vorremmo mica farci condizionare dall'opinione pubblica? Qui si tira dritto senza palle al piede, tipo tecnici del Ministero che verificano se un lupo è confidente o si avvicina un po' troppo spesso alle case, giornalisti che fanno domande, animalisti o Ministri amici dei lupi. Non l'avete ancora capito? Qui facciamo tutto da soli!

Negli ambienti della Chiesa si parla di fine della Chiesa


Fonte: Stop euro

Aldo Maria Valli, vaticanista della Nave ammiraglia della RaiTv, fa gli auguri di natale a Papa Francesco dedicando al 266mo papa un romanzo dal titolo inquietante: Così la Chiesa finì (Liberilibri, pp. 156, euro 16). Il narratore del racconto è il Cantore cieco, che, come Omero è l’ unico che vede lontano in un modo unificato dalle fax-news. Egli ci fa conoscere i molti papi che verranno dopo Bergoglio, tutti di nome Francesco e tutti sudamericani. Essi ne continuano l’opera dissolutrice. Nel mondo secolarizzato e nichilista la Chiesa, incapace di opporsi al radicale anticristianesimo trionfante, si illude di sopravvivere trasformandosi in una filantropia sociale: “Dimentica del Vangelo e impegnata a inseguire il mondo, nel folle tentativo di rendersi più amichevole e attraente, più dialogante e accogliente, meno arcigna e dottrinale, finisce per tradire se stessa e si consegna nelle mani dei dominatori di turno”.

Il televisivo Telese non raccoglie pomodori


Testo di Orsola Musumeci

Amici, hanno fatto vedere gli immigranti che raccolgono i pomodori a € 2,50 all'ora, e questo conduttore si è permesso di dire che gli italiani questo lavoro non lo fanno. Gli vogliamo chiedere, a questo conduttore, qual è il suo guadagno all'ora? Come può un italiano con €2,50 all'ora mantenere una famiglia, e pagare tasse e affitto?

sabato 11 agosto 2018

La Mondadori lo protegge


Testo di Paolo Sensini

L'intera carriera di Roberto Saviano è stata costruita mediaticamente a tavolino intorno al mito della legalità violata. Però risulta essere condannato in tutti i tre gradi di giudizio per aver copiato di sana pianta da altri giornalisti vari pezzi del suo best seller "Gomorra". Un lavoro non suo, quindi, o almeno non interamente, e che per buona parte è stato rubacchiato dal lavoro altrui. Ma non basta. In quel libro che gli ha dato così tanta notorietà mondiale ha diffamato persone accusandole ingiustamente di essere legate alla camorra, cosa che poi si è rivelata del tutto infondata. Condannato ancora una volta dal Tribunale di Milano per queste gravi accuse rivelatesi interamente fasulle, lui e la casa editrice Mondadori se ne sono fregati e hanno continuato a ristampare tutte le successive edizioni riportando pari pari le frasi giudicate diffamatorie dai magistrati. Il che ha fatto sì che venisse nuovamente condannato per aver reiterato il fatto dal giudice della prima sezione civile di Milano Angelo Claudio Ricciardi. Quindi, in concreto, il martire Saviano si erge a paladino della giustizia violata ma, nel concreto, non gl'importa nulla delle sentenze emesse in sede giudiziaria. Perché lui, non si sa bene in virtù di quale alchimia divina, si sente al di sopra della legge.