domenica 22 ottobre 2017

Il guru risponde




Primina Cernotti: Buongiorno Roberto, la seguo da un po' di tempo. Volevo un consiglio sulle votazioni di oggi per l 'autonomia della Lombardia. Non mi è ben chiaro in che percentuale Roma ci renderà i nostri soldi e se i soldi che ci basteranno li dovremo mettere noi con la maggiorazione di ticket sanitari e altre tasse. La Lombardia è governata da un leghista. Sappiamo bene cosa hanno rubato. Insomma, non mi è chiaro niente. Il mio voto sarà molto combattuto. Mi puoi chiarire qualche punto? Grazie.



Me: Premetto che sono friulano e che non voto, né a questo referendum, né alle votazioni solite. Aggiungo che nonostante la mia sia una regione a statuto speciale, la lingua dei miei avi (e di conseguenza anche la cultura) sta lentamente morendo e non si vede come fare a salvarla dal declino. Se nel caso di Veneto e Lombardia è solo una questione di soldi, mi sembra giusto che veneti e lombardi non vogliano più farsi...."mungere", cosa che non piace a nessuno. Non c'è pericolo che si torni al Lombardoveneto, né che la Lega rubi altri denari, perché a gestire la cosa pubblica in queste due regioni non c'è solo la Lega. Anche le altre regioni a statuto ordinario avrebbero diritto a maggiori autonomie, che dovrebbero essere concesse d'ufficio, senza bisogno di spendere soldi per fare referendum. Personalmente, sono favorevole a qualsiasi rivendicazione che venga dal basso e, di conseguenza, sono contrario a qualsiasi imposizione che venga dall'alto, tenendo presente che a comandare in modo occulto sono gli ebrei, a livello mondiale, e con il NWO lo saranno in modo palese. Tuttavia, a dispetto delle mire sioniste, approvo ogni iniziativa volta a dare più voce alle realtà locali, contro l'oligarchia dittatoriale che gli ebrei hanno in mente di realizzare. Indi per cui, se potessi, voterei SI' all'autonomia, accada quel che accada.

I Troll hanno il cervello condensato


Testo di Davide Ardelio Archenti

Ditemi, cari troll, vedete qualche scia di condensa? Anche il migliore aereo russo parte da una zona ghiacciata ma di scie non ne fa. La condensa, cari troll, ce l'avete nel cervello!

Il vero uomo amante della natura contro i leoni da tastiera




SantorsoSergio Berlato, 58 anni, attuale consigliere regionale; ex assessore regionale all'agricoltura, foreste-economia montana, caccia e pesca ed ex parlamentare europeo, residente a Santorso, da anni punto di riferimento per i cacciatori si è stancato di essere insultato dagli animalisti sui social, sulle sue pagine Facebook in particolare, e dopo avere ricevuto nelle ultime settimane una serie di minacce di morte è passato all’azione. Come lo spiega in un post sulle sue pagine Facebook. «Informo i gattini e le gattine da tastiera, che si credono leoni e leonesse quando insultano e minacciano sul web, di aver provveduto, dopo essermi consultato con i miei legali e dopo aver salvato tutti i commenti di offesa e di minaccia apparsi nei giorni scorsi sulle mie pagine facebook, a sporgere formale denuncia/querela nei confronti di coloro che si sono resi protagonisti di azioni palesemente illegali

Una madre coraggiosa che non si è rassegnata



E’ inutile che continuino a mentire o ad avanzare scuse, dicendo che non ci sono prove di correlazione: l’autismo è provocato dalle vaccinazioni e in particolare dall’intossicazione da mercurio. Lo dimostra il caso di una madre belga che si è ritrovata un figlio sano diventato autistico dopo la somministrazione di quattro vaccini in un colpo solo. Lei, Senta Depuydt, non si è rassegnata alla sentenza dei medici, che le spiegavano quanto l’autismo fosse incurabile e, con una determinazione che solo una madre ferita può dimostrare, ha cominciato ad informarsi su internet, ha seguito i video di numerose conferenze, ha partecipato alle discussioni dei forum tematici con 15.000 genitori americani iscritti, ha fatto venire dagli USA un’esperta dottoressa ed è andata ad incontrarla in Gran Bretagna con suo figlio Matteo. Ma soprattutto ha cominciato una dieta per il bambino, priva di latte, glutine, zuccheri, soya, mais, coloranti e conservanti, spendendo cifre enormi dal momento che, com’è notorio, i prodotti biologici costano più di quelli cosiddetti normali che si comprano al supermercato. Alla fine, benché avesse sempre pensato che la mente influisca sulla materia, cioè sul corpo, ha dovuto ammettere che anche la materia influisce sul cervello. 

E' inutile: non vogliono integrarsi




Tarcento (UD) «Volevamo solo iscriverci alla cosiddetta associazione culturale di Tarcento, di fatto una moschea e luogo di preghiera, che da diversi mesi, ormai, è attiva in paese. Ma siamo stati aggrediti e anche rapinati per cui abbiamo dovuto ricorrere alle cure mediche, in pronto soccorso, all'ospedale di Udine. Per me la prognosi è di 10 giorni per una sospetta frattura alla mano e varie botte. Per l'amico che era con me la prognosi è di 15 giorni, sempre per sospetta frattuta alla mano. Per le altre due persone che erano con noi, due donne, per fortuna non ci sono stati problemi di tipo sanitario». 

Silberstein il bugiardo


Testo di Paolo Sensini

L'accusa di antisemitismo è una delle più infamanti che oggi possano essere scagliate contro chiunque e, una volta lanciata, non c'è carriera o personalità che non ne risulti fortemente danneggiata. La gente, in Europa, ne è letteralmente terrorizzata. E anche se il lancio di un tale epiteto non distrugge il malcapitato di turno, impone comunque un rapido cambio di rotta. Ammesso dunque che una tale paura esista, sarebbe strano se non venisse usata. È il caso per esempio, come riporta lo scrittore Israel Shamir, delle recentissime elezioni austriache. Durante la campagna elettorale, il Partito Socialdemocratico austriaco (SPÖ) ha assunto un faccendiere israeliano, Tal Silberstein, per infangare il suo avversario Sebastian Kurz. Silberstein ha creato una pagina Facebook a nome di Kurz e lì ha pubblicato forti invettive antiebraiche, ha organizzato un gruppo fan di Kurz pieno di slogan inneggianti al nazionalsocialismo. L’idea era che gli austriaci si prendessero paura e non votassero Kurz.

I sindaci fanno perdere tempo al prefetto


Fonte: Il Giornale

Roma fa marcia indietro: non è previsto alcun invio di migranti in Friuli. "Non c'è alcuna ipotesi di hub in Friuli Venezia Giulia alla Cavarzerani", ha affermato Mario Morcone, capo di Gabinetto del Viminale. La Prefettura di Udine aveva pubblicato un bando per allestire un vero e proprio centro per l'accoglienza dei migranti. Con la chiusura del Cara di Gradisca d'Isonzo, promesso dal ministro dell'Interno Minniti, Udine avrebbe dovuto ospitare il più grande centro per richiedenti asilo del Fvg. Ma ora la posizione del Viminale sembra essere cambiata.

La tivù di Stato impegnatissima a travisare la realtà


Cominciamo bene la giornata: Rai 1-2-3 parlano solo di Africa, di neri, di idioti e Onlus, tutti parassiti che vivono alle spalle dei poveri italiani costretti e oppressi da uno stato sempre più vorace, depredandoli di tutto, dalle pensioni ai piccoli capitali come la prima casa, fatta per poterci vivere e magari passare ai figli. Con il comunismo ce la portano via per mantenere tutti i delinquenti e la feccia che possa esistere nel mondo, fatti passare per profughi, migranti o altri appellativi non corrispondenti alla verità. Fuggire da questo inferno chiamato Italia!

sabato 21 ottobre 2017

L’insegnamento cinico e attuale di uno psicopatico




In uno dei suoi incontri, Stalin chiese di portare una gallina. La prese stretta con una mano e con l'altra cominciò a strapparle le penne una ad una. La gallina, disperata per il dolore, cercò di scappare, ma non riuscì. Così le strappo tutte le piume e disse ai suoi aiutanti: "Ora osservate cosa succederà". Mise la gallina sul pavimento e si allontanò un po'. Stringeva in mano un pugno di grano, mentre gli altri guardavano stupiti come la gallina, impaurita, dolorante e sanguinante, correva dietro a Stalin mentre gettava pugni di grano e camminava nella stanza. La gallina lo inseguiva dappertutto. Poi, Stalin guardò i suoi assistenti, che erano totalmente sorpresi e disse: "Proprio così si governa, facendo leva sulla stupidità della gente. Avete visto come mi inseguiva il pollo, nonostante il dolore che gli ho causato? Così sono la maggior parte delle persone... seguono i loro governanti e politici, nonostante il dolore causato a loro per il semplice fatto di ricevere un dono economico, una stupida promessa o un po' di cibo per un giorno o due". Motivo per cui oggi ancora votano politiche fallimentari.

Gli italiani sono razzisti perché lasciano morire i migranti in Libia


Fonte: Linkiesta

Pensavamo di aver risolto il problema. Sempre meno migranti nelle nostre coste, (-24% rispetto al 2016 ), l’accordo tra Italia e Libia per tenerli nei campi di detenzione, “l’invasione” fermata dopo anni di indecisione politica. Che fine hanno fatto i migranti che non sbarcano più? Non ce ne frega nulla, come quando buttiamo la spazzatura. Mica importa dove va a finire. Quei “rifiuti” di cui non vogliamo sentir parlare, fino a venerdì erano tenuti prigionieri in condizioni indecenti dai trafficanti vicino alla città costiera di Sabrata, a 100 km dalla capitale. Sono 14.500 migranti, tra cui donne incinte, neonati e bambini senza genitori. Erano bloccati in fattorie, case e magazzini nell’area costiera a metà strada tra Tripoli e il confine con la Tunisia. Senza cibo, acqua, vestiti, scarpe e servizi igienici. L’ha rivelato l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) che sta portando aiuti umanitari da una settimana.

Due idioti


Testo di Roberto Bozzetto


Ieri sera ho seguito su RAI 1 la trasmissione “Porta a porta”. Senza scendere nei dettagli, argomento: i cani. Devo dire che ho apprezzato i sani principi della maggior parte degli ospiti, imbarazzante, quanto nauseante, invece ascoltare le affermazioni di due individui presenti nello studio. Il primo, Giuseppe Cruciani, da sempre antianimalista, conduttore del programma radiofonico “La zanzara”, ha sempre dimostrato di avere un’intelligenza molto mediocre, ma ieri sera inconsapevolmente ha dimostrato di essere un idiota allo stato puro dichiarando: “Chi tiene i cani è un egoista perché loro vogliono essere lasciati in pace e vivere in mezzo alla natura”. Il secondo si chiama Camillo Langoni, saggista e scrittore, anche lui antianimalista da sempre, dichiara: “Gli unici cani che riesco a sopportare sono i cani da caccia e i cani da tartufo – aggiungendo poi – almeno loro servono a qualcosa”. Sono veramente allucinato e schifato dall’ignoranza di questi due individui.


La macchina da guerra dell'invasione non può fermarsi


Fonte: La Stampa

«Non sono stata in Libia ma non è un mistero che sono stati gli accordi tra libici e Italia a far diminuire le partenze dei migranti questa estate. Ma tre settimane fa deve essere successo qualcosa perché sono ricominciati e dalla metà di settembre abbiamo già fatto diversi interventi e salvato diverse centinaia di persone». Madeleine Habib, australiana dal nome egiziano, è la coordinatrice delle operazioni di soccorso sulla nave “Aquarius” di Sos Méditerranée che ha a bordo pure un team sanitario di Medici senza Frontiere. Una delle quattro navi di altrettante Ong rimaste davanti alla Libia. E’ toccato a lei, martedì e mercoledì scorsi, dare disposizioni e stabilire priorità per i sei interventi di soccorso, con il salvataggio delle 606 persone che sono state sbarcate a Palermo. 

La fine ingloriosa di un buffone


Testo di Francesco Spizzirri

Ecco i filmati dell’arrivo di Renzi alle stazioni di Termoli, Vasto e Ascoli, ecc. E sono città e regioni comuniste! Lo standard è “buffone”, seguito da “Pinocchio”. Ascoltate le cagate e le bugie quando è rintanato in una COOP. Su You Tube è pieno di filmati. Pinocchio viaggia su un treno da 400.000 euro, sangue degli italiani e ad attenderlo c’è una Audi 6 con scorta. Ma chi è così imbecille da votare ancora il PD?


Il museo degli orrori dell’integrazione






Chi sono? 16 donne tedesche che hanno accettato di comparire sui giornali in questi giorni in Germania: sono state aggredite e stuprate da immigrati e questo è quello che il Pd ha creato in tutta Europa.

venerdì 20 ottobre 2017

I contadini serbi non ci trovano niente di strano


Fonte: Ayoye


Ci sono bordelli con animali in Serbia. I turisti provengono da diversi paesi stranieri e soprattutto da Germania, Inghilterra e Olanda per visitarli. Gli operatori turistici sono perfino organizzati per entrare in questo tipo di bordello. I bordelli di animali hanno un prezzo compreso tra 70 e 150 euro. È anche possibile per i visitatori filmare se stessi durante l'atto sessuale, per un costo aggiuntivo di 50 euro. È stata aperta un'inchiesta per chiudere questo tipo di stabilimenti. Molti di loro sarebbero in fattorie di campagna. "Alcuni agricoltori non vedono alcun problema in questo tipo di attività", ha detto l'attivista Pavle Bihal, che fa parte di un gruppo per i diritti degli animali. Si spera che queste strutture saranno presto chiuse dalla polizia.

La fonte finanziaria dell'invasione dell'Europa



Testo di Paolo Sensini

György Schwartz, meglio noto come George Soros, è fondatore e presidente del Quantum Group. Con i suoi fondi speculativi ha accumulato cifre stratosferiche, pari a bilanci di interi Stati, che Soros ha impegnato nel corso degli anni per destabilizzare Paesi e società a lui non graditi. Ora, come riferisce il "Wall Street Journal", lo speculatore internazionale annuncia che destinerà 18 miliardi di dollari alla famigerata Open Society Foundations, attraverso la quale ha realizzato i suoi maggiori progetti d'ingegneria sociale in giro per il mondo. Siccome negli ultimi anni i suoi sforzi si sono concentrati a incentivare le cosiddette "rivoluzioni colorate" e la società multietnica-multiculturale, è assai probabile che sia questo il fronte sul quale intenda riversare gran parte delle sue cospicue fortune. Se questo è vero, e non abbiamo motivo per dubitarne, ciò che si è visto finora costituisce solo un antipasto rispetto allo tsunami migratorio che ci aspetta nei prossimi anni.

Una donna che ha il coraggio di dire la verità


Fonte: Lettera 43

Ursula Haverbeck-Wetzel si presenta come un’ordinaria vecchietta di 88 anni, di quelle che si incontrano tutti i giorni al supermercato. Ma dietro il rassicurante aspetto senile si nasconde una delle più accanite negazioniste di Germania, ben nota ai tribunali tedeschi e affettuosamente soprannominata dai simpatizzanti di estrema destra “Nonna Nazi”.
ANNUNCIATO APPELLO CONTRO LA SENTENZA. L’ultima condanna risale al 16 ottobre quando il tribunale di Berlino le ha inflitto sei mesi di carcere per aver negato l’esistenza dell’olocausto, un reato per cui il codice penale tedesco prevede una pena detentiva fino a cinque anni. I fatti risalgono al gennaio 2016 quando “Nonna Nazi”, vedova dell’ex-funzionario nazista Werner Georg Haverbeck, si è, per così dire, esibita in un ristorante della capitale tedesca: «Il genocidio degli ebrei non è mai esistito», aveva detto, «così come le camere a gas di Auschwitz, dove non furono uccisi né milioni né migliaia di ebrei». Dichiarazioni che, filmate e pubblicate online da un avventore del locale, sono alla base della sentenza contro la quale Haverbeck ha già annunciato appello.

Arrivano da Istambul barche da diporto e velieri carichi di asiatici


Fonte: La Sicilia

Cambiano rotta e metodo i viaggi di migranti verso l'Italia: 61 di loro, tra pachistani, indiani e afghani, compresi 9 minorenni uno solo accompagnato, sono arrivati nelle riserva orientata di Vendicari, nel siracusano, a bordo di uno yacht. Lungo 14 metri e largo 4, battente bandiera Usa, denominato Elleni II, con ai comandi uno scafista russo o ucraino, che allo stato è irreperibile, era partito da Istanbul. I 'passeggeri' avevano pagato ad un'organizzazione turca 6.000 euro per potersi imbarcare. Lo Yacht, col motore ancora acceso, con l'obiettivo di rientrare in Turchia, è stato trovato incagliato tra degli scogli. I migranti sono stati ritrovati 'dispersi' nella riserva e condotti nel porto commerciale di Agusta. Alle operazioni di ricerca hanno partecipato guardia di finanza, polizia di Stato, carabinieri, corpo forestale e personale del Gruppo di contrasto all'immigrazione clandestina (Gcic) della Procura di Siracusa, che ha avviato le indagini. 

La presa in giro dei fogli di via


Fonte: La Sicilia

Tutti i giorni decine e decine di migranti tunisini sbarcano a Lampedusa. Passano qualche giorno all'hotspot dell'isola, poi vengono imbarcati sulla nave di linea per la Sicilia ed infine vengono abbandonati sulla banchina del porto di Porto Empedocle (Ag) con in mano una busta con qualche panino ed un foglio di via, valido solo una settimana. Ma il problema è che poi queste persone, del tutto abbandonate al proprio destino, circolano di notte sul ciglio della strada o bivaccano nei pressi della stazione ferroviaria. L'allarme è stato lanciato dall'associazione ambientalista MareAmico. 

Un treno senza ritegno




Se si intende girare l’Italia in treno, per stare tra la gente, si sale su un treno di linea, senza scorta, perché è lì che trovi la gente comune. Se si intende prendere in giro, per l’ennesima volta, gli italiani, si sale su un treno dedicato, pieno zeppo di militanti e giornalisti asserviti. Quella non è gente comune, quelle sono persone di parte, in verità della parte sbagliata.

L’invenzione del popolo europeo


Bernardo nacque a Barcellona nel 1924 e riuscì ad attraversare indenne la guerra civile spagnola pur combattendo contro Franco tra le fila degli anarchici. Nel 1948 si ritrovò a Marsiglia in partenza per Israele, su una nave di ebrei reduci dalla seconda guerra mondiale. All’arrivo, il funzionario del ministero degli interni del neonato stato di Israele gli chiese di che nazionalità fosse e Bernardo prontamente risposte: “Catalana!”. Al che, il funzionario rispose: “Mi dispiace, ma non esiste una nazionalità catalana. Scriverò spagnola”. Bernardo protestò dicendo che si rifiutava di portare un documento su cui c’era scritto “nazionalità spagnola” e allora il funzionario accettò di scrivere sulla carta d’identità “nazionalità catalana”, facendo sì, in tal modo, che Israele fosse il primo paese al mondo a riconoscere la nazione catalana, benché ufficialmente non esistesse. Questa vicenda realmente accaduta si trova ne “L’invenzione del popolo ebraico", di Shlomo Sand e ci fa capire che il referendum del primo ottobre e il braccio di ferro tra la Catalogna e il governo centrale spagnolo ha radici antiche e non nasce dall’oggi al domani.


giovedì 19 ottobre 2017

L’antico potere delle piante allucinogene



Anna Olivieri, romana, parla quasi meglio l’inglese che l’italiano: “Ho vissuto circa 30 anni vicino Londra. Facevo la fashion designer. Vivevo nel lusso. Una galleria a Notting Hill sponsorizzata dal Principe Carlo, una figlia alla Steiner School”. Poi il reset, il cambio di marcia cinque anni fa: molla tutto per andare alla ricerca del sé in un inusuale cambio di vita sulla via dei popoli nativi, il richiamo del Grande Spirito degli sciamani. Un risveglio, la scintilla per la ricerca della consapevolezza.
Dopo l’esperienza in Inghilterra si faceva chiamare Annette, adesso per tutti è Wachiwi, un nome di origine lakota che indica “la danzatrice”: a contatto con curanderi (guaritori, ndr) e danzatori del Sole ha sperimentato la potenza curativa degli enteogeni, le sacre piante dall’effetto allucinogeno considerate in grado di riconnettere corpo, mente e anima per un processo di guarigione olistica che, più che i sintomi, persegue le cause del male. Ha iniziato coi riti del Tempio della Luce, poi quelli del Santo Daime e degli Shipibo, passando per i sacerdoti Marakame della tribù Huichol. Un’esperienza significativa l’ha avuta col Peyote, il cuore dei racconti di Carlos Castaneda, “lo spirito padre di cui avevo molto bisogno”. Gli si è aperto un mondo.


Feti abortiti per fabbricare vaccini, donne come galline ovaiole






Testo di Rossella Zagami


Le mamme usate come galline ovaiole. I figli vaccinati come polli in batteria. Vedi che tutto torna?

Grazie allo smarrimento e alla confusione i sudditi si affidano volentieri alle autorità


Testo di Paolo Sensini


Hanno ripetuto fino all'ossessione che gli atti di terrorismo verificatisi in varie città europee "non ci avrebbero fatto cambiare il nostro stile di vita" e che, in ogni caso, "i terroristi non ci fanno paura". Invece lo Stato italiano, paese dove non vi sono stati finora attentati di matrice islamica, ne ha subito approfittato eccome per condizionare la vita dei cittadini: controlli telematici e intrusioni nella vita privata, barriere nelle vie cittadine dei centri storici per fermare eventuali attentatori, strade presidiate da esercito e forze armate. In nome di un'Unione Europea vissuta come un credo religioso, per non effettuare controlli alle frontiere e accogliere chiunque volesse entrare si sono creati confini interni a ogni città, rendendo di fatto i cittadini come degli estranei in casa propria. Grazie al terrorismo, diventa insomma facile e "giustificabile" imporre leggi eccezionali che limitano e annullano, per il bene comune, ogni libertà conquistata in precedenza e anche porre i cittadini in stato permanente di dissonanza cognitiva, poiché in psicologia è noto che chi si trova in stato di smarrimento e di confusione, non potendo contare sul giudizio di se stesso, è molto più disposto a sottomettersi a quello dell'autorità.

Destra e Sinistra si sono scambiate i ruoli storici




Molto schiettamente: non riesco a capire tanta infojatura da parte dell'Italia a promuovere l'accoglienza. Non sono i comunisti perché ormai i comunisti sono diventati fascia estesa dei capitalisti, che si prodigano nella promozione della globalizzazione. Infatti, definire oggi sinistra quella che sta governando è una qualificazione impropria di fascia politica che gestisce nella sostanza una volontà massonica (parte) apicale, finalizzata alla distruzione etnica e allo sconvolgimento demografico dell'Europa; così come era in programma in America prima dello sconvolgimento che ha portato la vittoria di Trump. Sostanzialmente oggi la protezione della classe media e dei lavoratori è portata avanti da quella che è definita destra, ma impropriamente è attribuita tale qualificazione in quanto di destra non ha nulla perché non difende quella fascia dei capitalisti appartenenti all'alta finanza, ma cura quell'aspetto che oggi viene definito "populismo": accezione che invece specifica gli interessi del popolo. Non portati all'esasperazione con strumentalizzazione, ma identificati nella loro necessità di tutela. 

Le donne sono spesso vittime della religione



Ci vuole davvero coraggio, oggi, per un’Ave Maria. Certamente ne ha avuto la docente di glottologia dell’università di Macerata che, venerdì scorso, unendosi a un’iniziativa prevista alle 17:30 in tutta la penisola, ha interrotto la lezione invitando (non certo costringendo) gli studenti che se la sentivano a recitare un’Ave Maria. Un simile gesto, infatti, coi tempi che corrono non sarebbe potuto non costare a Clara Ferranti, questo il nome della professoressa, un’ondata di critiche, subito giunte da più parti, rettore in testa, il quale ha stigmatizzato l’accaduto – ricorrendo, senza avvedersene, al frasario clericale in voga – quale esempio di quei «gesti divisivi» da lasciarsi alle spalle. Fortunatamente il vescovo locale, Nazzareno Marconi, ha saputo ironizzare («Chiediamo scusa per aver destabilizzato la serenità di un’Università»), anche se è indubbio come l’interruzione della docente – ancorché esauritasi in 25 secondi, tempo che non di rado, nell’arco di una lezione, i professori universitari dedicano ad altro rispetto alla condivisione del loro sapere – sia stata irrituale e in effetti, sotto diversi punti di vista, inopportuna. Non occorre tuttavia fantasia per immaginare che se la stessa docente avesse interrotto la medesima la lezione per un coming out, una filippica contro il razzismo o un breve comizio a favore dello ius soli, le cose sarebbero andate diversamente.


Per mantenere gli invasori da qualche parte i soldi devono prenderli


Testo di Enrico Priotti


Nuova imposta patrimoniale del due per mille annuo sulle polizze vita. Perché mantenere i "migranti", che servono alla sinistra, costa parecchio. Ed è divertente ricordare che proprio ieri avevano detto che "le tasse con loro stanno scendendo". Come dici? Che ne pensano gli italiani? Gli italiani ne sono entusiasti: PD e M5S stabilmente ai primi due posti, con ampio margine sulla destra.

Il politico più fanfarone della storia della Repubblica



Ieri sera la Gruber ha preannunciato, con visibilio, compensato dal mio sdegno, che stasera il suo ospite sarà Renzi. Mi chiedo, chi ha ancora voglia di farsi prendere in giro dalle sue mirabolanti promesse, regolarmente poi smentite dai fatti. Abbiamo una classe politica compromessa, inadeguata, italianofobica, salottiera e vergognosamente privilegiata, impossibile di peggio, ma lui, col suo trenino e i suoi intrighi palazzinari, ne è proprio il simbolo. Vedremo poi gli ascolti e.....l'amarezza!

mercoledì 18 ottobre 2017

Le istituzioni perseguono chi segnala infrazioni e non chi le commette




Fonte: Il Populista


Vietato denunciare il degrado: nello specifico è vietato fotografare presunti profughi che bivaccano e rovistano nella spazzatura, contribuendo a determinare il degrado di cui sopra. Sembra una direttiva proveniente da un altro pianeta, da un’altra dimensione, da un altro sistema solare, invece accade nell’Italia del 2017, precisamente a Pesaro dove il prefetto Luigi Pizzi ha emanato una circolare per impedire ai residenti di scattare foto agli ospiti dei centri d’accoglienza. L’intento dichiarato è scongiurare “possibili scontri verbali e fisici tra residenti e migranti dei centri di accoglienza”, dunque il solerte rappresentante del Governo più che reprimere le situazioni inaccettabili denunciate dai cittadini, quindi lavorare per riportare ordine e decoro, intende perseguire i cittadini stessi. Disponendo “servizi di vigilanza e controllo del territorio, per prevenire e reprimere con rigore qualunque condotta del tipo sopra segnalato” e così chi seguiterà a fotografare le “risorse” in azione e addirittura osare chiedere loro le generalità sarà sottoposto a un procedimento per esercizio abusivo di pubbliche funzioni

La piramide rovesciata



Avete notato i media recentemente? Tra fake news ed argomenti quattrostagioni tirati fuori dal cassetto alla bisogna stanno raggiungendo il parossismo dell’indecenza: non si informa più la gente, non si evidenziano più gli argomenti importanti, men che meno i problemi. Si cerca solo di fare una cosa, solo una: tenere calma la gente, non facendole capire che sta andando letteralmente in rovina. L’ho già spiegato più e più volte, tra crisi (che i media hanno contribuito a rendere più pesante e profonda, non fosse per l’avallo della nefasta austerità) ed interessi delle élites locali, che poi sono gli stessi editori, oggi il gioco è quello di fregare il prossimo. Leggasi, visto che dette élites hanno avuto la possibilità di delocalizzare le proprie aziende, di pagare le tasse all’estero (vedasi FCA, ma non è l’unica), oltre a pagare meno di i dipendenti (Job Act etc.), dopo aver fatto guadagni fenomenali in borsa, alla fine lasciano un buco di gettito. Che deve essere colmato dagli italiani, dalla gente.

Una giornalista che ha reso nobile la sua professione



Testo di Barbara Lezzi


La moglie del premier maltese, accordi sull'energia e tangenti, tante tangenti, che provengono dall'Azerbaijann, il paese da dove parte TAP, il gasdotto sempre più sporco che dovrebbe approdare in Puglia. Lei non ci vedeva chiaro neanche in quest'opera. Daphne Galizia è stata fatta bruciare viva nella sua auto con una bomba perché, rendendo nobile la sua professione, aveva scoperto e svelato questi intrighi criminali. Aveva chiesto aiuto ma si è lasciato che venisse ammazzata per avere campo libero. Tutta la civile e democratica Europa deve pretendere chiarezza e deve fermare tutti i progetti in odor di sospetto se non vuole essere complice di quest'assassinio.

Il pregiudizio, figlio della coercizione ministeriale


Fonte: Udine Today

Gruppi di bambini non vaccinati messi in disparte in alcune scuole del Fvg. Cresce la psicosi. Diversi sono i casi negli istituti scolastici del Friuli Venezia Giulia di bambini non vaccinati lasciati in disparte a mangiare da soli in mensa. A rivelarlo Davide Vicedomini sul Messaggero Veneto. Nell'articolo non si accenna dove sia accaduto e quanti bambini abbia coinvolto, ma il Dipartimento di prevenzione e promozione della salute vuole intervenire sul fenomeno con una circolare che metta fine a queste incomprensioni (e pregiudizi) che possono nuocere sulla sensibilità dei piccoli. Il direttore regionale del Dipartimento, Paolo Pischiutti, ha infatti spiegato che le persone non vaccinate ci sono sempre state. “Non sono né untori né persone ammalate - ha dichiarato - Ci appelliamo al buon senso e all'elasticità dei dirigenti scolastici».

Carestie in Africa, altri migranti in Europa


Fonte: Green Report

Kayoro Parish, nell’Uganda sudorientale, è uno dei tanti luoghi colpiti da una prolungata siccità iniziata nel maggio 2016 e dove il cibo stava diventando sempre più scarso, per questo i contadini, in attesa che tornassero le piogge,  hanno deciso di mettere insieme le loro povere risorse e piantare un grande campo comunitario di mais. Nella scorsa primavera sono tornate finalmente le piogge e il loro mais cresceva fiorente. Poi è arrivato  dal  nulla il fall armyworm, il bruco della lafigma (Spodoptera frugiperda), e le larve di una falena grigia mai vista a Kayoro Parish hanno cominciato a divorare il mais.

martedì 17 ottobre 2017

Niente gessetti per la Somalia




La Somalia è in lutto. Sabato 14 ottobre il gruppo jihadista al Shabaab, legato ad al Qaida, ha messo a segno il più devastante attentato terroristico dalla sua costituzione nel 2006. Ha fatto esplodere un camion carico di esplosivo in una zona affollata della capitale Mogadiscio, nei pressi di un albergo, il Safari Hotel, e di diversi negozi, chioschi, ristoranti e uffici governativi. Il bilancio provvisorio è di 276 morti. Ma non si sa quante persone siano ancora sepolte sotto le macerie degli edifici crollati e i feriti sono più di 300, molti dei quali in gravissime condizioni. Tanti altri, che non sono in pericolo di vita, presentano lesioni invalidanti e mutilazioni.

Tre criminali del secolo scorso che fanno danni anche oggi



Testo di Cleodato Felici


Tre criminali comunisti che hanno massacrato 20 milioni di russi per i loro brutti scopi: Stalin, Lenin e Trotzsky. Hanno rovinato il mondo con la loro politica dittatoriale. Nella rivoluzione d’ottobre i russi non hanno avuto nessun vantaggio: hanno solo cambiato padroni.

Quell’acrobata circense amico dei cacciatori bresciani



Politicamente viene dal PCI di cui fu, da giovane, un convinto attivista nel famigerato gruppo del Leoncavallo, famoso per le sue aggressioni con le chiavi inglesi. Non capisce l’internazionalismo insito nel comunismo e per tale motivo fonda l’associazione dei “Comunisti padani”, fulgido esempio di scarsità intellettuale e di impreparazione politica. I suoi studi passano dalla facoltà di scienze politiche a quella (difficilissima) di scienze storiche, ma nemmeno qui riesce a prendere la laurea dimostrando in concreto la levatura delle sue capacità intellettuali. Per anni fa il portaborse di Bossi, anche quando questi rubava i soldi della lega o faceva fare il dirigente politico a quel genio del “Trota” ed il “Non saperlo” sarebbe stato da cretino, mentre “il saperlo senza reagire” sarebbe stato da disonesto. Accetta passivamente l’alleanza con il pluripregiudicato Silvio Berlusconi e sta al governo assieme a lui avallando le tante leggi “ad personam” che hanno salvato il Cavaliere dalla galera ed oggi progetta una alleanza elettorale con Berlusconi al quale vorrebbe però sottrarre il comando della stessa. 

Lotte intestine fra ebrei



Ogni tanto gli ebrei si scannano tra loro. Lo fanno spesso servendosi di scandali sessuali, sia in ambito finanziario, dove la fanno da padrone, sia in ambito cinematografico, dove pure dettano legge. Mi viene in mente Roman Polanski, accusato di pedofilia, ma lì c’era di mezzo anche il satanismo, nel quale molti ebrei si dilettano. Mi viene in mente Dominique Strauss-Kahn, per silurare il quale è bastata la testimonianza di una cameriera prezzolata. Ora è la volta di Harvey Weinstein, che la faccia di viscido maiale ce l’ha di suo. Non conosco le origini etniche delle altre attrici che ora lo accusano di averle ricattate sessualmente, ma mi chiedo: cosa ci fa la stella di David tatuata sul braccio sinistro di Asia Argento? Sarà anche una brava attrice, figlia d’arte, ma non sarà anche lei parte della grande famiglia sionista mondiale?

Il bandito Pier Carlo


Testo di Paolo Sensini


"Siamo in una fase di espansione, di ripresa della crescita che nasconde una sfida strutturale. Siamo fuori a livello globale da una crisi terribile che ha colpito l’economia dal 2007-2008". A dirlo è il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan in occasione dell'ultima manovra economica del governo, secondo cui "il Paese sta uscendo da una crisi profonda grazie all’aggiustamento della finanza pubblica e la ripresa della crescita". Incredibile ma vero: l'Italia non è mai caduta tanto in basso dal dopoguerra come nell'ultimo periodo, di cui peraltro non si intravede alcun segno di ripresa. Che i burocrati di governo stravolgano le cose è un fatto notorio, ma non si era mai giunti a livellli di spudorate menzogne come queste. In pratica siamo all'inversione pura e semplice della realtà, oltretutto da parte di una compagine governativa che ha fatto della persecuzione di "bufale" e fake news uno dei suoi cavalli di battaglia.

Non è un pazzo ma un manipolato mentale


Fonte: Tgcom 24


Un morto e due feriti è il bilancio dell'aggressione con un coltello avvenuta alla stazione della metropolitana Parsons Green, a Londra. Le forze dell'ordine, arrivate sul posto, hanno transennato temporaneamente l'area. L'attacco, secondo Scotland Yard, non sarebbe legato al terrorismo. Il mese scorso, 30 persone erano state ferite per un attacco bomba nella stessa stazione. La stazione di Parsons Green è infatti stata teatro di un attentato terroristico: un ordigno rudimentale fu collocato in un vagone della metropolitana ed esplose parzialmente. Per quella vicenda è finito in carcere come sospetto autore materiale un giovane rifugiato di origini irachene.

La Matrix secondo Platone


Testo di Rita Jemma



Secondo il mito della caverna coloro che sono privi della filosofia (i dormienti, in genere coloro che sono all'oscuro della verità) sono paragonabili ai prigionieri di una caverna (nati e cresciuti dentro questa caverna) vincolati a guardare in una sola direzione perché sono legati a terra, con un fuoco dietro le spalle e un muro di fronte. Tra loro e il muro non vi è nulla; tutto ciò che essi vedono sono le proprie ombre, e quelle degli oggetti dietro di loro, proiettate sul muro dalla luce del fuoco (tra loro e il fuoco vi è un muretto tramite il quale alcuni uomini sporgono piante oggetti e animali, la cui ombra viene proiettata sul muro di fronte i prigionieri). Inevitabilmente essi considerano queste ombre come reali e non hanno nozione degli oggetti a cui sono dovute.

lunedì 16 ottobre 2017

Ci bruciano dall'alto come formiche sotto la lente d'ingrandimento


Fonte: Il nuovo mondo

Tutti abbiamo visto in tv i terribili incendi che hanno colpito la California distruggendo case e vite, ma finito il disastro qualcuno ha fatto notare qualcosa di inquietante. Le foto degli incendi mostrano l'alluminio fuso che corre lungo il marciapiede, mentre gli alberi di Pino "altamente infiammabili" hanno ancora foglie verdi! Il legno non brucia e si consuma forse prima che un metallo si fonda? Nella foto in copertina un'auto è praticamente fusa in mezzo alla strada, ma a pochi metri di distanza troviamo dei vigneti perfettamente verdi, che, solo per il calore generato nelle vicinanze avrebbero dovuto bruciare o come minimo appassire. Alcuni ipotizzano che questi terribili incendi siano stati provocati e che, non si tratti sono di fuoco normale, ma di armi militari ad energia diretta, le uniche che sono attualmente in grado di fondere un metallo lasciando intatto il legno a pochi metri di distanza. Come? Con le microonde. Lo scienziato "non ufficiale" Pier Luigi Ighina, italiano, famoso per la sua valvola antisismica e la macchina della pioggia, prima di abbandonare questo mondo aveva anche messo a punto una macchina in grado di fondere i metalli a distanza, e stiamo parlando di più di 50 anni fa! Immaginate ora quale evoluzione può aver avuto tale tecnologia in ambito militare.

Un calabrese ucciso da uno più calabrese di lui


Testo di Nuccio Recupero


Quello a terra si chiamava Maurizio Gugliotta, aveva 52 anni abitava a Settimo Torinese ed era calabrese.  Khalid Be Greata, un nigeriano di 27 anni, lo ha ucciso con una coltellata al collo. Lo ha fatto perché voleva occupare il suo posto al mercatino del libero scambio 'Il Barattolo', in via Carcano, a Torino. L'italiano ha reagito e la "risorsa" lo ha fatto secco. Dopo, non contento, ha tentato di ammazzare anche un altro italiano intervenuto nella lite. Quest'ultimo si è salvato perché gli abiti che indossava hanno "assorbito" la coltellata, procurandogli soltanto una ferita al petto. Il mercatino, che doveva essere sospeso per l'accaduto, è invece rimasto aperto. Del resto, nessun dramma: è morto solo un italiano. “Ha funzionato tutto benissimo”, è stato il commento alla vicenda del consigliere torinese dei 5 Stelle Davide Lanternino, che illumina la politica della Circoscrizione 7 con il suo savoir-fare, la sua delicatezza e la sua capacità di imparziale giudizio.

Speriamo che il vento di Destra non sia una tempesta in un bicchier d’acqua




Mi inchino agli antichi nemici, Sebastian Kurz è il nuovo enfant prodige europeo, un Macron austriaco, solo che lui ha una compagna di addirittura 5 anni più giovani di lui. Strano vero? Ma la sinistra non si abbandona agli osanna che fece per il neo presidente francese, sarà mica perché il probabilissimo neocancelliere austriaco non è di sinistra? Eh, già, l'Austria vira decisamente a destra, altro ceffone alla sinistra e difatti la sconfitta Merkel mastica amaro e sputa bile. Ma lui ha vinto, la destra ha esondato e l'aria seguita a virare a destra. Dice la Merkel che l'Austria non è un esempio da imitare, non sono certo un grande come lei ma così, a occhio, direi che lo è eccome e difatti il vento di destra spira sempre più impetuoso in tutta Europa.

Colpisce di più un pugno o l'indifferenza?



ROMA – Una ragazza è stata aggredita, nell’indifferenza generale, su un autobus. Giorgia Curcuruto, giovane romana che lavora in centro come barista ma abita a Tor Pignattaraha raccontato la sua odissea al Corriere della Sera. Era il 27 luglio, dopo le 20, e la ragazza era seduta sul 409 per tornare a casa: “Uno straniero, forse del Marocco, non lo so con certezza, comunque anziano, mi ha messo le mani sulle spalle dicendo di lasciargli il posto. Gli ho risposto che già che me lo domandava in quel modo, senza un briciolo di educazione, allora la risposta era no: mi ha dato un pugno. Ho gridato, la gente si è girata dall’altra parte”. “Sono stata picchiata da uno sconosciuto e nessuno ha detto niente –  è la sua accusa -. Eppure tutti hanno visto, l’autobus era pieno. Almeno dopo il pugno qualcuno sarebbe dovuto intervenire. E invece nemmeno il conducente ha alzato un dito per difendermi, anzi se n’è lavato le mani”.

Un probabile caso di pareidolia


Fonte: UFO World

Quando nel 1999 vidi per la prima volta il film Matrix, mi accorsi a livello intuitivo che era molto di più di quello che appariva. Aldilà delle meravigliose scene di azione e del simbolismo filosofico ed esoterico, quello che mi aveva davvero colpito era la comprensione forse un po' paranoica che l’intera umanità viveva davvero in “una prigione senza sbarre, una prigione per la mente”. Dopo anni di studi e ricerche, sono arrivato alla comprensione che Matrix non è una realtà tridimensionale olografica simulata al computer, ma una gabbia energetica che intrappola le entità che si incarnano sulla Terra. Anche per me, che sono sempre estremamente razionale e coerente, soprattutto quando realizzo i miei video di denuncia, non è facile lasciarmi andare a dichiarazioni tanto forti e pesanti, così a cuor leggero! A tal proposito mi viene in mente una famosa citazione attribuita al filosofo Eraclito, che riguardo alla ricerca della verità disse: “Non troverai mai la verità, se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspettavi di trovare.”.

Il Corano vietato in Cina come la Bibbia nel Medioevo in Europa



I comunisti cinesi usano il pugno durissimo contro gli islamici: il governo ha dato ordine alla polizia di ritirare tutte le copie del Corano, i tappetini usati nelle preghiere e qualsiasi oggetto che riconduce all’Islam, in più proibisce l’utilizzo di burqa, veli islamici e barbe. Per una volta dovremo prendere esempio dai comunisti e bloccare la lenta islamizzazione dell’Occidente. È una forte stretta che va a toccare i fedeli musulmani quella decisa dalle autorità in Cina, che hanno chiesto – o meglio dire preteso – che siano consegnate tutte le copie del Corano in circolazione, ma anche i tappetini utilizzati per la preghiera e qualsiasi oggetto riconducibile alla religione. Un provvedimento duro nei confronti dell’Islam, di cui rende conto Radio Free Asia e che sta andando a colpire soprattutto nella regione dello Xinjiang, terra della minoranza turcofona degli uiguri, ma anche di kazaki e kirghizi con i quali hanno in comune proprio il credo.

Mentecatti rossi e neri


Ecco una dimostrazione di come la tecnica arcontico-sionista possa essere portata alle estreme conseguenze, fino al punto di mettere fratello contro fratello, compagno contro camerata. I fatti di Empoli, con gli abitanti di quella città terrorizzati alla sola idea che stavano arrivando i fascisti, come se si trattasse degli Unni o degli Ungari, dimostra quanto la paura sia cattiva consigliera. Per me, a distanza di quasi cento anni, è inconcepibile, ma per i comunisti e i socialisti di quelle zone, in quel periodo, la paura era giustificata. C’erano vittime da una parte e dall’altra. Carabinieri linciati o uccisi dai cecchini e anarchici giustiziati senza processo, bombe tra la folla e altre piacevolezze. Il traditore Mussolini che crea i fascisti, li arma, li plagia, gli fa indossare divise con tanto di teschio cucito sul petto, gli fa cantare canzoni che inneggiano alla morte. 

domenica 15 ottobre 2017

Gli escrementi non piacciono agli Dei


Nei tempi anteriori al quinto secolo avanti Cristo, gli Dei, ovvero gli astronauti alieni conosciuti come Anunnaki, camminavano in mezzo agli uomini. Tanto è vero che uno dei 613 comandamenti che poi sarebbero stati ridotti a dieci, ordinava ai soldati israeliti di portarsi dietro sempre un piolo di legno, da usare per scavare una buchetta nel terreno in cui depositare le proprie feci. E soprattutto, di allontanarsi dalle tende nel momento del bisogno. Geova, quando camminava nell’accampamento, non era per niente contento di pestare gli escrementi dei suoi soldati. Non fu solo per gli inconvenienti di avere contatti ravvicinati con i propri schiavi puzzolenti che gli Elohim decisero di eclissarsi. Fu perché il potere così come veniva da essi esercitato non era sufficiente, non raggiungeva il massimo dell’efficacia. C’erano sempre rivolte e tentativi di passare alla concorrenza, come nel caso degli abitanti di Sodoma, Gomorra e le altre tre città che volevano passare con i fratellastri di Jehowa e per questo furono annientate.


Un’educazione immorale che porterà all’estinzione delle specie animali


Testo di Lisa Ladysa


Ecco uno dei motivi per cui i tuoi figli, quando cresceranno, potrebbero non vedere molti degli animali che per adesso esistono ancora nella natura selvaggia! Svegliati, insegna ai tuoi figli amore e compassione. Diventa vegano per i diritti degli animali.

Il popolino della Sinistra a caccia di farfalle


Giovanni Pastore: Invece di protestare contro il governo che è contro gli italiani, corrono dietro le farfalle.

Enrico Zanini: Sbaglio o sono quasi tutte risorse?

Salvatore Costanzo: Sono tutti per le risorse della Boldrini. La città di Savona, importante per il turismo marittimo, vuole vivere con i comunisti e i migranti fancazzisti e coloro che defecano per strada. Auguri! Quando sarete stanchi di dover sopportare tutto questo, ci farete un fischio e noi saremo sordi.

Parroco invoca la Madonna contro il nichilismo islamista




Merita di essere ascoltato, perché, contrariamente al Papa che non intende assolutamente rendersi conto della pericolosità dell'islam, costui ha chiara la visione di un disastro sociale e religioso costituito dalla diffusione di un sistema teocratico di religione, finalizzato soprattutto alla distruzione della democrazia e all'imposizione di un credo coranico costrittivo, retrogrado e nello stesso tempo privo di qualsiasi logica, votato alla violenza per volontà di un Dio che vuole la soppressione dei cristiani ritenuti infedeli.