domenica 22 luglio 2018

L’Italia, il paese delle perle


Testo di Limbo

Quando un frammento di propaganda entra nel cervello del piddino, lui lo accoglie e lo riveste, e alla fine è convinto che sia un suo pensiero. Così nasce il peerla.
AlQuando un frammento di propaganda entra nel cervello del piddino, lui lo accoglie e lo riveste, e alla fine è convinto che sia un suo pensiero. Così nasce il peerla.

Lo smalto della discordia



Premetto che non credo al salvataggio di Josefa, penso sia propaganda montata da Open Arms, forse addirittura a sua insaputa. Vorrei però mostrarvi questa foto, presumibilmente scattata pochi attimi dopo il salvataggio. La pelle raggrinzita dall'ammollo non c'è, e fin qui c'eravamo arrivati, ma lo smalto? Hanno montato la scena in più riprese e sono stati distratti su questo dettaglio che in alcuni scatti c'è e in altri non c'è? Oppure per farle passare il trauma, tra una flebo reidratante e l'altra, le hanno fatto un manicure? Tutto questo è vomitevole!

Viviamo in un mondo di celluloide


4 oreTesto di Gianfranco Rinaldi
Altro

Non impressionatevi è tutto finto, immagine del film Final Destination 4, che i palestinesi usano spacciandole per attacchi di Israele. Abituatevi, altri ne useranno di simili, anche contro l'Italia per descrivere i migranti morti in mare!

Spostati frocio e lasciami figliare


Fonte: Rivelazione

La famiglia arcobaleno non esiste. Chiamatela come volete ma non chiamatela famiglia. Se legittimate oggi questo scempio.. legittimerete domani la pedofilia. Vanno avanti a piccoli passi. Ma ora è giunto il momento di dire basta! Diciamo no a questa depravazione della società. Oggi la normalità sta diventando un atto eroico. Ritorniamo ai nostri valori di sempre!

La solidarietà, in certi casi, è reato



Francesca Peirotti, attivista 31enne di Madonna dell’Olmo, frazione di Cuneo, è stata condannata a sei mesi di reclusione con condanna sospesa dalla corte di Aix-en-Provence, in Francia: è accusata di aver tentato di portare illegalmente otto migranti (tra i quali un bambino) da Ventimiglia oltre il confine francese di Mentone. I fatti risalgono al 2016: la 31enne era alla guida di un furgone con il logo della Croce Rossa.

L’ISIS ormai non fa più paura a nessuno



Testo di Lungimirante
Altro

Vi aspettiamo! Però non venite con i coltelli apricozze, sennò vi mettiamo a pulire le cozze sul lungomare.


Bigotti, mo véet caghér


Francesco Bassini: Roba da non credere. A Rimini poi, beata landa di gioiosi peccati, sfileranno in quattro: il prete, il sacrista, una suora e (controvoglia perché ha scoperto di essere gay) il micio adottato in parrocchia. mo véet caghér.
Annalisa Orlandi: Il micio non riescono a convincerlo, garantito! O è un baciapile di sua natura o gli fa la faccia a strisce, indipendentemente dalla sua idea sui gay (e nessuno lo ha mai sentito esprimersi al riguardo).
Manuel Luigi Passi: Una poracciata. Quindi, io pecco di sodomia e loro si fustigano per riparare?Fico! Aumenterò la frequenza dei miei peccati: loro si fustigheranno di più.
Serena Franzel: La processione di riparazione per gli atti sessuali dei preti contro i bambini, quando la fanno?
Giovanni Francois Bovino: Dovremmo invece fare una processione contro chi perseguita il prossimo con i propri pregiudizi, peggio ancora facendolo in nome di Dio o di Cristo. Mi sembra di essere tornato ai tempi delle crociate!
Cinzia De Biasi: Che pena. Guardano la pagliuzza nell’occhio dell’altro e non la trave nel loro. Quando smetteranno di giudicare con tutti gli scandali in Vaticano e la vergogna della pedofilia?
Mara Aglieri: Se sono felici, facciano pure. Noi non faremo mai una manifestazione per riparare ai loro deliri. È questa la differenza: a noi non importa cosa fanno gli altri, a loro invece da’ un enorme fastidio se non abbiamo tutti le loro idee.
Alessandra Cusinato: Se vogliono anche fustigarsi, liberi di farlo. Dopotutto hanno evidenti buoni motivi per fare penitenza. Rei di coltivare il desiderio di uccidere l'altrui gioia.

sabato 21 luglio 2018

La magia nera in Africa si avvale di parti del corpo degli albini


Fonte: Tpi News

Il 10 febbraio la polizia tanzaniana ha rinvenuto il corpo mutilato di un neonato albino nella riserva naturale di Biharamulo, nel nordovest della Tanzania. È soltanto l’ultimo caso in ordine cronologico di una lunga serie di violenze che ha come oggetto la popolazione albina in Africa. A causare i crimini spesso è la convinzione che gli albini siano esseri dotati di poteri magici e che le loro parti del corpo siano di grande efficacia nei rituali magici. Vengono considerati figli del diavolo – zeruzeru – e secondo le tradizioni locali le loro ossa sarebbero in grado di dissolvere il malocchio. Secondo alcune testimonianze, con i loro arti si può localizzare l’oro in una miniera, e i seni e genitali degli zeruzeru sarebbero in grado di curare l’infecondità.

Almeno un mistero è risolto: i loro morti li rimandano a casa


Francesco Schelotto: Sono una mafia. Lavorano "sotto", riciclano denaro, comprano prodotti cinesi anche avariati, non reinvestono in Italia, mandano tutto il ricavo in Cina e non pagano le tasse. Sono un esempio? In ultimo: avete mai visto un funerale di un cinese?

Ferdinando Gambioli: Quando ho lavorato per una casa di spedizioni internazionali imbarcavamo parecchie salme destinate alla Cina. Ergo, li riportano là.

10,100, 1000 Amoako



Il viaggio d'andata è durato 24 mesi, ed è stato tutto tranne che un semplice viaggio. Prima l'attraversata del deserto, poi la drammatica esperienza del carcere libico, alla fine lo sbarco a Lampedusa e l'arrivo in una città - Padova - di cui lui nemmeno conosceva l'esistenza. Il viaggio di ritorno, invece, è durato il tempo del tragitto in treno e poi di un volo aereo: da Padova a Roma e dalla capitale ad Accra, per mettere nuovamente piede in Ghana e dire addio al sogno italiano. Amoako Kwadwo, 19 anni, dopo due anni ha deciso di tornare a casa. «Qui non era come mi aspettavo, e allora tanto vale tornare dalla mia famiglia e provare a costruirmi un futuro in Africa»: ai volontari che lo assistevano si è rivolto così, mescolando delusione e nostalgia. «Noi lo abbiamo accompagnato in questa sua scelta, come abbiamo fatto con altri ragazzi racconta don Luca Favarin, presidente della onlus padovana Percorso Vita -. Per lui questa deve essere una nuova nascita. Non certo una sconfitta».

Lo Stato aspetta l'episodio eclatante



Rivelazione shock del Times: “Bande paramilitari formate da gruppi di migranti pronte ad assumere il controllo dell’Italia”. “Gruppi di migranti nigeriani che in un primo momento collaboravano con le mafie per lo sfruttamento della prostituzione ed il traffico delle droghe, ora stanno organizzando bande paramilitari per controllare il territorio italiano”, a rivelarcelo un articolo del "Times" del 29 giugno 2017, a cui si sono aggiunte pubblicazioni del "The Guardian" dell’agosto scorso. Parlano di gang criminali nigeriane e centrafricane che operano in Italia, già soprannominate dall’intelligence britannica “I Vichinghi”: “I membri sono soliti portare il machete come arma - riferiscono le fonti britanniche - hanno prima controllato il traffico di esseri umani, ed oggi usano il capoluogo siciliano come punto d’approdo e smistamento in Italia per centinaia di migliaia d’immigrati clandestini”.

Mostro Rosso non avrai il nostro scalpo!



Mi spiegate cosa c'entra "la Russia di Putin"? A me suscita parecchio ribrezzo la frase di Saviano, in risposta alla denuncia di Salvini nei suo confronti per diffamazione: "Dietro l'angolo c'è la Russia di Putin". Ora mi chiedo, questo intellettuale, com'è definito, a che gioco sta giocando? Mi pare molto sporco. Di primo acchito, verrebbe da chiedersi: che c'entrano qui la Russia e Putin? C'entra Putin, eccome! Temo che Saviano porti avanti una "commessa" dall'alto - molto precisa: una campagna di odio per distruggere Salvini perché sostenitore di Putin e Putin poiché "suo amico" (a loro detta). La stessa cosa la fece succedere il Pd con Berlusconi, guerra totale a Putin poiché "amico di Berlusconi". Veleno, cattiveria, insinuazioni, delazione, diffamazione: l'Italia si incammina su una strada pericolosa, non si fa così politica. Sono uguali ai proclami della DC? I topi escono dalle fogne, allo scoperto?

venerdì 20 luglio 2018

Le allergie sono una diretta conseguenza dei vaccini



Poiché abbiamo appena avuto il nostro terzo figlio, questa è l’occasione per me per spiegare perché non li abbiamo vaccinati, e anche perché sono in perfetta salute. Vorrei anche menzionare le reazioni ostili e negative che abbiamo avuto quando abbiamo consultato i pediatri come risultato della nostra posizione sui vaccini. Tuttavia, siamo riusciti a mettere in imbarazzo uno di loro e finalmente lo abbiamo messo al suo posto quando ha cercato di provocarci. Ho lavorato personalmente per 10 anni nell’industria farmaceutica come scienziato. Ho anche condotto ricerche approfondite sui vaccini e i loro vari componenti. Il pediatra che ci ha ricevuto non era a conoscenza di questi ultimi elementi. Prima di citare tutte le mie obiezioni, questo pediatra mi ha attaccato verbalmente facendomi capire che stiamo uccidendo i nostri figli non vaccinandoli. Ha continuato a dirmi che il cosiddetto autismo indotto dal vaccino era una teoria totalmente smentita e demistificata, e che questa teoria si basava solo su studi fraudolenti. Mi ha detto queste cose quando non avevo nemmeno affrontato il tema dell’autismo. Molti pediatri accorrono a queste false conclusioni. Credono che l’autismo non sia causato dai vaccini perché è quello che dicono e ripetono i media mainstream.

Rivoglio la mia Italia di un tempo


Testo suggerito da Francesca Pierantoni

Stanotte ho accompagnato mio figlio alla fermata dei pullman di Lampugnano, a Milano che aveva la partenza alle 4.00 col Flixbus. Che schifo di posto che è diventato. Che schifo di gente. Ho messo la macchina fuori e abbiamo fatto un 300 metri a piedi passando per una stradina buia. Risorse sdraiate a destra e a sinistra. O che dormivano o che bevevano birra (alle 3.30 di notte). E non vi dico la puzza di piscio. Alla pensilina dei pullman la situazione non era diversa. Saranno stati 30-35 buttati giù ovunque. Inutile dire che le panchine che servono alla gente per aspettare i bus erano tutte occupate da loro.

Mussolini mandò la feccia



Non dimentichiamoci il passato. Non dimentichiamoci quello che abbiamo fatto. Sapete cos’era il madamato? La madama era una ragazzina, spesso minorenne, che i fascisti si tenevano nelle colonie per farne ciò che volevano. Se non ve lo ricordate, qui un’intervista di Montanelli che descrive la sua madama così: “Aveva dodici anni, ma non mi prendere per un Girolimoni, a dodici anni quelle lì erano già donne. L’avevo comprata a Saganeiti assieme a un cavallo e un fucile, tutto a 500 lire. Era un animalino docile, io gli misi su un tucul con dei polli. E poi ogni quindici giorni mi raggiungeva dovunque fossi insieme alle mogli degli altri ascari”.

I bambini sono tutti uguali ma alcuni sono più uguali degli altri


Fonte: ANSA

Da oggi 11 bambini figli di coppie napoletane omogenitoriali hanno ufficialmente due genitori. Nella Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha firmato gli atti di nascita dei bambini registrando entrambii nomi dei genitori, riconoscendo ufficialmente il loro diritto alla bigenitorialità. In particolare, per sette coppie composte da due donne si è proceduto al riconoscimento della seconda mamma per bambini già dichiarati alla nascita dalla mamma naturale, mentre per le due coppie di uomini, i cui figli sono nati all'estero in Paesi il cui ordinamento giuridico già riconosce il secondo padre, si è proceduto alla trascrizione degli atti nell'anagrafe del Comune di Napoli. ''E' una bella giornata di gioia - ha detto il sindaco de Magistris - in cui si coniugano legalità e giustizia e i legami fondati sull'amore. Una giornata che cade in un momento in cui c'è qualcuno che pensa che le libertà vadano ristrette invece che riconosciute. I bambini sono tutti uguali e l'uguaglianza di diritti è uno dei capisaldi di ogni comunità e ordinamento democratico''.

Dal Padellaro alla brace



Ecco un altro delinquente. Un giornalista asservito a chissà quali poteri antipopolo. Cosa significa "fermare Salvini con ogni mezzo"? A me pare un invito, un'istigazione e un'incitazione pericolosa. La testa malata di qualcuno potrebbe prenderlo in parola e compiere gesti violenti contro un Ministro democraticamente espresso dal popolo. Questi di Padellaro, al pari di quelle del nuovo kapó del CNR, sono concreti comportamenti fascisti, pardon, comunisti! Chiaro che soffrono come qualcuno abbia deciso di ascoltare il popolo e non le élite cui rispondono questi servi?

Le persone sono migliori della loro fama


Testo di Donato Italico

Ho notato che le persone tendono ad attribuire agli altri soltanto i propri difetti, non anche le proprie virtù. Il ladro pensa che tutti rubino, il corrotto pensa che siano tutti corrotti, il maniaco sessuale pensa che siano tutti maniaci sessuali, l'evasore fiscale pensa che tutti evadano le tasse, il bugiardo pensa che siano tutti bugiardi, e così via. Diversamente, le persone oneste pensano di essere l'eccezione in un mondo di disonesti, le persone capaci pensano di vivere in un mondo di incapaci, le persone che pagano le tasse pensano di vivere in un mondo di evasori, le persone civili pensano di vivere in un mondo di incivili. Ecosì via. Fortunatamente per l'umanità, si tratta di impressioni per lo più sbagliate, in alcuni casi anche molto sbagliate: le persone sono tendenzialmente migliori dell'opinione generalmente diffusa sul loro conto. La stragrande maggioranza delle persone, messa nelle condizioni di fare la scelta giusta, fa la scelta giusta.

giovedì 19 luglio 2018

Uno Stato che aiuta gli stranieri ma non i suoi cittadini è destinato a sparire


Testo di Sara Saretta

Salve! Passando sotto il passaggio della stazione di Montesilvano, incontro questo signore con il cartello "un po’ di elemosina, ho fame". Mi fermo per lasciargli qualcosa e gli faccio qualche domanda. Vive e dorme per strada. Ha perso casa e lavoro. Mi viene spontaneo chiedergli di dove fosse: Montesilvano. Naturalmente, non potevo fare a meno di chiedere: ma il nostro Comune la sta aiutando? Con le lacrime agli occhi mi risponde che ci è andato e che non fanno nulla. Come lui c'è un altro sotto il ponte di oasi. Vive in macchina. L'unica cosa che ha fatto il nostro Comune è quella di mandare i vigili a togliergli la macchina. Sono veramente indignata e schifata del nostro Comune di Montesilvano.

Un ammiraglio fa chiarezza


Testo di Mauro Bertuzzi

Mi dispiace se a qualcuno andrà di traverso l’articolo, ma questo è. Dal "Messaggero" di Roma di oggi, una intervista illuminante sulla faccenda degli pseudo naufraghi. L'ammiraglio Ferdinando Lolli, già comandante generale della guardia costiera, spiega i seguenti concetti:
1) Giuridicamente i migranti non sono naufraghi, vanno in mare solo per farsi "salvare"! I veri naufraghi sono quelli della Costa Concordia!
2) Secondo le leggi e convenzioni internazionali è legittimo negare l'accosto ad una nave quando questa nave viola leggi e regolamenti internazionali.

Se questo è un negro



Ci siamo fatti grasse risate per il negro con il membro di fuori che passeggiava nudo con 40 gradi a Partinico. Abbiamo riso tutti. Eppure “Destino” (questa la traduzione letterale del suo nome) è arrivato in pronto soccorso stremato, in condizioni disumane, in rabdomiolisi per sfruttamento lavorativo, disidratato, con un trauma cranico e un’ematoma cerebrale.

Non ridiamo più?

Già lo fanno



Ma siamo impazziti? Vogliono fare esperimenti sui cittadini per manipolare le loro menti al fine di renderli disposti ad accettare l'invasione. Roba da non credere, arrivare a tanto significa nutrire un odio per i propri connazionali al di fuori del comune.

Improvvisamente scoprono le tragedie del mare




Domandacome mai con cinque anni di governo di sinistra e con migliaia di morti in mare, solo ora le mani si sono tinte di rosso (manifestazione davanti al Viminale per protestare contro il Governo e la sua politica in tema di flussi migratori).

La maglietta rossa come passaporto per l'impunità


Testo di Fabio D’Ago

Non si può dare della "cretina", sui social network, alla Boldrini che interviene la Polizia Postale, la CIA, l'FBI e i Power Rangers. Ma si può quotidianamente offendere un Ministro della Repubblica, dargli del "Ministro della Malavita", dell'assassino, del criminale, augurare la morte a lui e ai suoi bambini e postare foto minacciose con il suddetto Ministro con un cappio al collo senza che nessun signor magistrato si sogni di intervenire. Perché se hai la "maglietta rossa" in questo Paese godi di totale immunità, non sei perseguibile.

Josefa fuggiva da un marito violento

Testo di Lucia Blasi

Prima di tutto c'è la vita ed io starò con la vita, con la realtà, con chi ogni giorno ha una vita peggiore della mia e prova a scapparne. Starò sempre con chi salva, con chi si sporca le mani, con chi sacrifica la propria vita per gli altri! Con chi quelle vite prova a salvarle!

mercoledì 18 luglio 2018

Così BigPharma punisce i ribelli


Fonte: ANSA

Dovranno affrontare il processo i genitori di Eleonora Bottaro, la diciottenne padovana malata di leucemia morta il 29 agosto 2016 dopo aver rifiutato la chemioterapia. Lino Bottaro e Rita Benini, accusati di omicidio colposo aggravato dalla previsione dell'evento, erano già stati prosciolti dal Gup di Padova nel dicembre scorso, perché secondo il giudice "il fatto non sussisteva". Ma la Procura ha presentato ricorso alla Corte d'Appello di Venezia che ieri si è pronunciata rinviando a giudizio il papà e la mamma di Eleonora per quell'ipotesi di reato. La coppia sarà in aula il 25 ottobre prossimo.  I due genitori, seguaci del controverso metodo del medico tedesco Hamer, che rifiuta la scienza ufficiale, erano stati privati della patria potestà dopo aver firmato le dimissioni dall'ospedale della figlia, che - secondo l'accusa - avrebbero convinto di quanto fosse nociva la chemio.

Il vergognoso servilismo di un sindaco



Sono rimasto esterrefatto nel sentire il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando definire il Corano come la luce nel buio, il sole durante il giorno. Vorrei ricordare al Sindaco Orlando che nel Corano Allah indica in modo inequivocabile di combattere, uccidere ed essere uccisi per far trionfare l'Islam. Non ci sarebbe bisogno nemmeno di leggerlo, basta vedere le tante stragi in nome di Allah e per il trionfo dell'Islam. Nel massimo rispetto della persona e della istituzione che esso rappresenta voglio manifestare il mio massimo dissenso verso affermazioni che rinnegano la fede cristiana. È preoccupante vedere come vengono tradite le nostre radici, la nostra fede, la nostra identità e tradizione cristiana, legittimando l'Islam che è del tutto incompatibile con le nostre leggi, con le regole su cui si fonda la civile convivenza, con i valori che caratterizzano la nostra civiltà.

Hai voglia a prendere la zeolite!


Testo di Giulia Grillo

L'inquinamento sta modificando il DNA umano. Inceneritori, pesticidi, interferenti endocrini, metalli pesanti, smog, tabacco, ormoni e additivi chimici negli alimenti. Questi veleni modificano il DNA umano, come spiega in questa intervista Ernesto Burgio, pediatra e Presidente del Comitato Scientifico ISDE, Associazione internazionale medici per l’ambiente.

La sfortuna di nascere donna

LauraImmaginate di vivere in un mondo in cui le donne vengono picchiate a morte e costrette a indossare un hijab per nascondere come vengono trattate. Ecco: benvenuti nel mondo dei diritti strenuamente difesi dalla sinistra.

Gianni Bembo: Egregia Boldrini, questa è la cultura che lei tanto vuole? Questi per Lei, Boldrini, non sono diritti umani? Mi sa che ha bisogno di qualche visita psichiatrica.

Il sommo sacerdote sefardita ha parlato!


Testo di Roberto Saviano

Assassini! Ministro della Mala Vita, sui morti in mare parla di “bugie e insulti”, ma con quale coraggio? Confessi piuttosto: quanto piacere le dà la morte inflitta dalla guardia costiera libica, sua (mi fa ribrezzo dire "nostra") alleata strategica? Lei che sottolinea continuamente di essere padre, "da papà" quanta eccitazione prova a vedere morire bimbi innocenti in mare? Ministro della Mala Vita, l'odio che ha seminato la travolgerà. Come travolgerà gli imbelli a 5stelle, e tra di loro l'impresentabile Toninelli, sodale del Ministro degli Interni in questa tetra esaltazione della morte degli ultimi della Terra. 

Il solito gioco sporco dei giornalisti


Testo di Enrico Priotti

Vi ricordate quello Spiderman maliano clandestino a cui avevano dato una enorme visibilità per aver "salvato un bambino penzolante da un balcone"? Ebbene, la polizia ha confermato quello che io avevo detto da subito e cioè che è stata tutta una montatura per fare pubblicità alle risorse. Il personaggio ha perso la cittadinanza francese che gli era stata frettolosamente concessa da Macron per "eroismo" ed ora rischia di essere rispedito a casa. Ah, ovviamente, dai nostri media, tanto prodighi di dettagli all'inizio, ora silenzio di tomba.

Le prime vittime del piano mondialista sono le donne



Vi sottopongo una mia riflessione politicamente scorrettissima, ma si sa che io del politicamente corretto me ne frego. In questo gioco al massacro al quale stiamo assistendo impotenti, con l'invasione da parte degli africani e tutta la cultura di massa (ma anche gli intellettuali) dalla parte di chi incentiva l'invasione, chi ha tutto da rimetterci sono le donne. Riflettete.  Abbiamo una "cultura" che incentiva massicciamente:


- da una parte l'invasione dei "migranti" neri;

- dall'altra la trasformazione dei maschi nostrani in gay (a proposito di politicamente scorretto, Feltri ha parlato di "vivaio di ricchioni").

Qual è il risultato inevitabile? Che i maschi, troppo impegnati a belare e ad accarezzarsi come miti pecorelle fra di loro, non hanno più alcuna capacità-volontà di difendere le loro donne, mentre i "migranti", per lo più selvaggi allupati, le stuprano senza tanti complimenti, anche con il beneplacito della magistratura (vedi le recenti sentenze della Cassazione). Tirate voi le somme.

martedì 17 luglio 2018

Morti sbandierati e strumentalizzati


Fonte: TG Com24

La Libia avrebbe lasciato morire una donna e un bambino che erano a bordo di un gommone in difficoltà. Lo denuncia Proactiva Open Arms pubblicando su twitter le foto dei due corpi in mare, tra i resti di una barca. A bordo della nave c'era anche il deputato di Leu Erasmo Palazzotto: "Matteo Salvini - ha scritto mostrando la tragica foto - almeno oggi abbi la decenza e il rispetto di tacere e aprire i porti".

La beffa dell’immigrata danneggiata dagli immigrati


Testo di Emanuele Monti

"Gli italiani non sono razzisti, gli italiani sono stanchi" e ancora: "i migranti vengono in Italia per non fare niente ed essere mantenuti dallo Stato, non vanno tenuti in albergo a fare niente, vanno rimandati a casa loro". E ancora: "in Italia c'è una forma di accoglienza esagerata, siete troppo tolleranti. Basta!". A dire queste cose non è un "brutto e cattivo" leghista ma Gloria, cittadina nigeriana, immigrata regolare, in Italia da 30 anni. Sposata con 4 figli e 2 attività commerciali. Costretta a chiudere per colpa dei "migranti" che delinquono. L’immigrazione regolamentata, qualificata, certificata è la benvenuta. L'invasione organizzata dal PD, no.

L'isteria sinistroide che sta dalla parte dei delinquenti



Questo è il tipico articolo in cui la realtà viene capovolta per dare addosso alle forze dell’ordine. Lo spacciatore, che non si è fermato all’alt, viene definito “giovane immigrato”, “solo e disarmato”, “terrorizzato”. Con questo metro, i militari non potranno più arrestare nessuno che opponga resistenza. Basterà che urli un po’ a favore di telefonino, e questi saranno costretti a lasciarlo andare. Adesso si capisce perché il reato di “tortura”, così come formulato, rischia di bloccare le forze dell’ordine.

I musulmani si chiedono come fanno i cristiani ad essere così stupidi


Testo di Enrico Masala

Nessuno dei Padri della Chiesa ha mai detto che una Chiesa può diventare una... manco riesco a dirlo! Oggi, invece, sembra che sia normale. Io penso che sia una cosa gravissima, inaccettabile, una cosa che cancella la nostra storia, i nostri valori! Penso che la confusione che questo Papa sta gettando nella Chiesa sia veramente preoccupante e meriti di essere affrontata e contrastata con decisione.

Nessuno meglio di BigPharma sa falsificare la verità


Fonte: ANSA

Per far capire come si individua un video con una fake news su una cura miracolosa non c'è niente di meglio che produrne uno. L'ipotesi è della McGill university, il cui filmato 'bufala' che propaganda una fantomatica terapia che guarisce tutti i tumori bloccata dall'Fda ha fatto milioni di visualizzazioni. Nel video si parla di una specie di muffa, la 'Funariidae karkinolytae', scoperta nel 1816 da uno scienziato chiamato Johan R. Tarjany, in grado di alterare selettivamente la doppia elica del Dna tumorale, che farebbe parte delle sostanze proibite della Fda. Dopo 40 secondi il video, che all'inizio riporta la raccomandazione classica “guardatelo fino in fondo”, si rivela per quello che è, cioè un falso.

Anche in Svezia si allungano i tentacoli di Soros



Sembra ormai sulla via dell’archiviazione la morte  del giornalista investigativo Bechir Rabani, che si era infiltrato nei gruppi violenti di sinistra come gli "antifa" ed era  stato trovato morto nel dicembre 2017, poco dopo aver presentato delle denunce sui finanziamenti occulti del finanziere globalista George Soros a queste organizzazioni. Bechir Rabani, 33 anni, di origine palestinese, con passaporto svedese, era un giornalista indipendente e blogger molto conosciuto in Svezia per le sue inchieste e per le sue rivelazioni circa le collusioni fra i settori dell’alta finanza e le organizzazioni pro immigrazione che operano in Europa. Alcune delle sue inchieste avevano suscitato reazioni ed attacchi dagli ambienti della sinistra mondialista e dai media ufficiali che lo accusavano di “complottismo”.

lunedì 16 luglio 2018

Ma lo sport non doveva unire i popoli?


Paul Frank West: FABRIZIO? Sicuramente sarai felice quando in Italia non ci saranno più Fabrizi, Marco, Luca, Antonio, Giuseppe etc. etc. ma ci saranno solo Mohamed, Ibrahim, Salah, Mustaf, Abdullah etc. etc. Sarai molto orgoglioso di non esserci più!

Fulvio Merli: A questi che esultano gli è andato in cortocircuito il cervello. Cioè, in pratica tifano Francia, quella Francia che depaupera ogni anno il continente africano di ricchezze? E sarebbe un modello di integrazione da seguire?

Nella Maria Barbin: Basta vedere come questi barbari hanno saccheggiato negozi, bruciato auto, pullman turistici, ferito poliziotti e ci sono stati perfino 2 morti, in Francia, per festeggiare la vittoria. Se avesse perso, che avrebbero fatto? Messo una bomba atomica?

I populisti sono la gioventù di Dio


Fonte: Libero

Un giovane e valoroso generale vandeano, François-Athanase de Charette de La Contrie, ebbe parole lucidissime contro gli ideologi giacobini e rileggerle oggi è molto suggestivo: «La nostra Patria sono i nostri villaggi, i nostri altari, le nostre tombe, tutto ciò che i nostri padri hanno amato prima di noi. La nostra Patria è la nostra fede, la nostra terra, il nostro re. Ma la loro patria, che cos'è? Lo capite voi? Vogliono distruggere i costumi, l'ordine, la Tradizione. Allora, che cos'è questa patria che sfida il passato, senza fedeltà, senz'amore? Questa patria di disordine e irreligione? Per loro sembra che la patria non sia che un'idea; per noi è una terra. Loro ce l' hanno nel cervello; noi la sentiamo sotto i nostri piedi, è più solida. È vecchio come il diavolo il loro mondo che dicono nuovo e che vogliono fondare sull'assenza di Dio. Si dice che noi saremmo i fautori delle vecchie superstizioni. Fanno ridere! Ma di fronte a questi demoni che rinascono di secolo in secolo, noi siamo la gioventù, signori! Siamo la gioventù di Dio. La gioventù della fedeltà».

Come Geova influenza le nostre vite


Non lasciatevi ingannare dal titolo. Affronto questo tema perché l’ho promesso a un utente. E io sono l’ultimo che dovrebbe fare una cosa del genere, vista la mia ignoranza, unita alle scarse informazioni disponibili in merito. Non posso quindi far altro che azzardare delle ipotesi, sperando, nel mucchio delle scemenze che dico, di azzeccare qualcosa di giusto. Parto dai prerequisiti, a mo' di introduzione. Siamo una specie animale speciale, la cui vistosa caratteristica è di non saper gestire il proprio impatto sull’ambiente, finendo come specie per adottare, in quest’ottica, tendenze suicide. Ovvero, ci facciamo del male da soli. Prima o poi il pianeta che stiamo parassitando ci presenterà il conto, anche se gli Elohim nostri creatori non devessero più ripresentarsi. Ma il fatto è che, viceversa, hanno detto che sarebbero tornati. Lo hanno fatto sapere un po’ a tutti, se è vero che quando gli spagnoli arrivarono nel Nuovo Mondo, gli indigeni li scambiarono per i soldati di Quetzalcoatl, che stavano aspettando: uomini barbuti a bordo di grandi navi. Per loro disgrazia, non si trattava degli Dei che erano attesi, ma di volgari Conquistadores.

Sinistroidi ossessionati dal razzismo


Ma quale razzismo? Gli ignoranti di Repubblica sono daltonici? Qui non si parla di diritti. Ma di nazionali. Gli svedesi sono biondi. I giapponesi hanno gli occhi a mandorla. I francesi sono bianchi. L'Africa ha meritatamente vinto il mondiale. Con atleti fortissimi. Come Lukaku. Belga ma africano. Fortissimo. Sinistroidi, siete dei coglioni.

Ormai c'è poco da scherzare



L’ONG Open Arms minaccia di voler violare la sovranità del nostro Stato: il governo reagisca con la forza militare, che la dichiarazione di guerrra richiede e le affondi senza esitazione! L’ONG spagnola Open Arms torna in Africa a imbarcare migranti. Nonostante quanto espresso dal nostro Governo, lo sfida con un vero e proprio atto di pirateria che viola la sovranità del nostro Stato e che, quindi, meriterebbe una reazione militare. Siamo di fronte a un finto soccorso di migranti con cellulari e satellitare, orchestrato da ONG a busta paga da Soros, che pongono in essere un atto ostile verso l’Italia, sfidando il governo per metterlo in difficoltà. 

Il nemico dell'Europa è a Bruxelles


Testo di Daniella Dall’Anese

Mi pare evidente, vogliono che l'Europa tutta diventi Africa! Non c'è la volontà di fermare la sostituzione etnica, la maggioranza degli sbarchi sono giovani, famiglie con bambini, persone che stanno bene, non sono malati, né affamati e vogliono diritti. Noi, super tassati e sempre più disoccupati e poveri, obbligati a mantenerli e a pagare quello che per loro è gratis. Un'Europa con un potere supremo, coesa, che collabora a questo piano, senza considerare le volontà dei cittadini, completamente ignorati. Mi sembra un'incubo, dove l'integrazione dovremo subirla noi, con la loro religione e cultura e non il contrario. Fare finta di niente è essere loro complici!


domenica 15 luglio 2018

Alla base di tutto c'è la mafia nigeriana


Testo di Fred Kuwornu

Il traffico di esseri umani nel mondo frutta 150 miliardi di dollari alle mafie, di cui 100 miliardi vengono dalla tratta degli africani. Ogni donna trafficata frutta alla mafia nigeriana 60 mila euro. Trafficandone 100mila in Italia, la mafia nuove un giro di 600 milioni di euro all'anno. Nessun africano verrebbe di sua volontà, se sapesse la verità su cosa lo attende in Europa. Non mi infilo nell'eterna guerra civile italiana basata su fazioni e non contenuti, ma da afrodiscendente italiano e immigrato ora negli Stati Uniti credo sia arrivato il momento di parlare e trattare l'immigrazione o meglio la mobilità come un problema e fenomeno strutturale che ha vari livelli e non come uno strumento per fare politica o da trascinarsi come i figli contesi di due genitori che li usano per il loro divorzio come arma di ricatto.

La creatività di strada dei centri sociali


Testo di Matteo Salvini

Ieri, in alcune fermate dei pullman a Torino, sono comparse queste simpatiche scritte. Poveretti, mi fate solo pena. Io non ho paura, vado avanti più determinato che mai, insieme alla nostra splendida Comunità!

A ciascuno il suo compito


Davide Vigevani: Mmm...il modo in cui vengono spesi i soldi del contribuente, è deciso dal governo, che è l’espressione del voto dei cittadini, giusto? Mi pare che alle scorse elezioni, si sia avuta una chiara idea, di come i cittadini vorrebbero fossero spesi i loro soldi.

Moira Rossi: Quando tutte le strade d‘Italia saranno risanate, pulite con tanto di aiuole a decorarle, quando intorno a noi percepiamo che delle tasse pagate ne beneficiamo tutti, allora saremo pronti a condividere con altre popolazioni tale giovamento, anche con piacere!


Caterina Colarossi: A Roma ora c'è un curioso fenomeno: le strade (non tanto per la noncuranza del comune, quanto per la zozzaggine dei cittadini e dei turisti), che fanno schifo, le puliscono gli immigrati. Li trovi ovunque, con una scatola di cartone poggiata lì, con un sasso per non farla volare, a pulire. La scatola è per chi volesse alleggerirsi le tasche di qualche moneta. Non so perché, ma sono loro molto grata.