mercoledì 28 novembre 2012

Compleanni babilonesi

Sono sicuro che molti dei frequentatori di questo blog vengano qui a dare una sbirciatina nella speranza di trovare indicazioni sul fatidico 21 dicembre 2012 e su ciò che ci aspetta. Ringrazio per la fiducia, ma non penso di avere doti di veggente: esprimo solo alcune intuizioni, metto nero su bianco qualche riflessione e lavoro anche tanto di fantasia.
Esattamente ciò che mi prefiggo con questo articolo. Oggi l’Albania festeggia l’indipendenza dall’impero ottomano, avvenuta il 28 novembre 1912. Il Premier regolarmente eletto ha avuto la pensata di farlo regalando ai suoi sudditi un banchetto costituito da mille agnelli. Sono stati allestiti due lunghi tavoli in una piazza centrale a Tirana e ingaggiati non so quanti macellai.
La gente però, a detta della fonte di tale notizia, Studio Aperto di Italia Uno, ieri, non l’ha presa molto bene e si è sentita a disagio di fronte all’idea di una simile carneficina, tutta in un colpo, e io non so se devo stupirmi più per la proposta del signor Sali Berisha o per i malumori dei destinatari di tanta generosità.

Una cosa è certa: la mattanza sa tanto di sacrificio propiziatorio e ricorda l’antico metodo degli imperatori romani racchiuso nella formula “Panem et circenses”, laddove al posto del pane si è pensato di mettere la carne di agnello. Staremo a vedere come il Premier Berisha riuscirà a distrarre, divertendoli, i suoi connazionali dalle conseguenze della crisi economica che toccherà anche all’Albania, già di per sé, storicamente, un paese povero.
Mi viene facile anche preconizzare che, se è vero che il male torna sempre indietro, quei poveri cuccioli di pecora avranno la loro postuma vendetta nei prossimi sconvolgimenti sociali a cui anche gli albanesi, com’è già successo ai bosniaci e ai kossovari, andranno incontro.
Sembra infatti che i Balcani siano un territorio maledetto, in cui i Cavalieri dell’Apocalisse, in primis quello della guerra, scorrazzino spesso e volentieri. Che si tratti di truppe ottomane in fase di conquista o di scontri etnico-religiosi, le popolazioni di quei luoghi hanno conosciuto pochi anni di pace ininterrotta. Per non parlare della miseria congenita che la fa da padrone.
Gli albanesi qui da noi – non nascondiamocelo – hanno la cattiva nomea di fare rapine in villa e di sfruttare la prostituzione, gettando nel fango la reputazione della maggioranza dei loro migranti che invece si guadagnano da vivere onestamente.

C’è però un altro aspetto da considerare, che si affianca al gesto da imperatore romano del signor Berisha, ed è il sacrificio cruento di vite concentrato nello stesso lasso di tempo. Gli agnelli uccisi a Pasqua o a Natale, in Italia e nel mondo, sono molti più di mille, ma le loro vite vengono stroncate lontano dai riflettori mediatici, nel chiuso di macelli improvvisati, nei cortili delle abitazioni private e senza tanti clamori. Nessuno se ne preoccupa.

Qui invece, a quanto sembra, sono stati gli stessi destinatari di tale omaggio a storcere il naso. Che gli slavi comincino a far funzionare la coscienza? Che anche nei musulmani ci sia qualche recondito moto di dignità?
Mi raccontava Jazek domenica scorsa che in Polonia, suo paese d’origine, in questi giorni si sta discutendo sulla millenaria tradizione di mangiare la carpa in casa, uccidendola sul momento tra le mura domestiche. Sembra che ci sia una legge europea che imponga l’uccisione anche dei pesci in luoghi adatti e non nelle cucine private. L’opinione pubblica polacca è divisa tra i tradizionalisti che vorrebbero mantenere l’antica abitudine e coloro che approvano la legge europea. Forse che anche nei polacchi stia nascendo una maggiore sensibilità verso la sofferenza animale? In fondo, però, non credo che per le carpe faccia molta differenza dove venire uccise.

Se partiamo dal presupposto che David Icke abbia ragione nell’affermare che la Confraternita Babilonese non ha mai smesso di esercitare il proprio occulto potere sul mondo, ne deriva che costoro di tanto in tanto compiano riti di sangue, alla spicciolata e, quando si sentono al sicuro dalle conseguenze, in maniera massiccia e plateale.
Si parla di omicidi rituali massonici e sappiamo che il figlio dell’ex rabbino di Roma, Elio Toaff, ha pubblicato un libro, subito fatto sparire, in cui afferma che il sacrificio umano è pratica corrente, benché occulta, di certe sette ebraiche. Il rabbino, prima di morire, ha diseredato suo figlio ed era il minimo che potesse fare per lenire la rabbia dei suoi capi a Gerusalemme.

Nella tradizione cattolica c’è San Simonino, un ragazzo di dodici anni che si dice sia stato catturato e ucciso durante un preciso rituale dagli ebrei della comunità di Trento. A meno che non si tratti di diffamazione, potrebbe darsi che i sacrifici di esseri viventi descritti nel Pentateuco abbiano la loro prosecuzione in tempi moderni sotto forme ancora più raccapriccianti.
A me poco importa sapere con precisione se a compiere tali sacrifici, di animali o di bambini, siano satanisti, ebrei, babilonesi, rettiliani o kazari. Ciò che non si può mettere in discussione è che ogni anno nel mondo scompare un numero impressionante di minori, di cui non si ha più notizia.
Ogni anno i telegiornali ci deliziano con casi di omicidi senza un movente, in cui a morire sono spesso minorenni (Yara Gambirasio, Sara Scazzi, ecc.), con un clamore mediatico che si trascina per mesi e mesi, quasi a tener viva la fiamma dell’indignazione ottenendo l’effetto opposto, che è quello di anestetizzare le coscienze e far considerare all’opinione pubblica, come normali, certi fatti di sangue.
Anche nel caso di Erba c’è un bambino massacrato insieme ad alcuni adulti, opera più di una squadra di professionisti che di una coppia di squinternati amanti infastiditi dai rumori del vicinato.
Idem con il piccolo Samuele.

A finire in prigione, come ha fatto notare l’avvocato Paolo Franceschetti, sono studenti, casalinghe, soldati di basso grado e agricoltori analfabeti. Le persone di un certo livello non sono mai colpevoli e la gente può tranquillamente affidarsi ad avvocati, giudici, medici e altri rappresentanti dell’establishment, mentre deve guardarsi dal vicino della porta accanto.
Quando poi capitano casi di giovani pistoleri che fanno stragi nei cinema, nelle scuole o sulla riva di isole da cui non si può scappare, come ha fatto il vichingo Breivik, ci si convince ancora di più che i sacrifici propiziatori sono pratica corrente per certi rettiliani sotto mentite spoglie.

Essendo adoratori del Male, pensano che il sangue innocente versato senza un motivo sia un forte elemento a favore dei loro piani. Poiché del mondo invisibile delle dimensioni parallele alla nostra non sappiamo quasi nulla, a meno di non essere iniziati a pratiche magiche, possiamo benissimo ipotizzare che le cose stiano proprio così: stragi inspiegabili trovano una spiegazione se pensiamo che vi sia, attorno a noi e da qualche parte del multiverso, una o più entità malvagie che traggano piacere dalla morte violenta di esseri viventi, meglio se umani.
Le guerre mondiali e i conflitti locali sono la loro primaria fonte di energia, ma anche mille agnelli uccisi in piazza a Tirana possono andar bene, in attesa di qualcosa di più succulento. Del resto, le macellazioni che ogni minuto nel mondo tolgono la vita a milioni d’animali d’allevamento, sono la base fisiologica che tiene in vita questi presunti Voladores vampireschi, in attesa di dare qualche accelerata alle stragi e di prendere in mezzo vite umane, ritenute forse più desiderabili di quelle animali.
Del resto, non si è mai sentito che Mefistofele abbia cercato di comprare l’anima a qualche mucca o a qualche pecora, benché anch’esse non ne siano prive. Se fossi nei suoi panni troverei più di mio gusto una casalinga che uccide e fa a pezzi marito ed amante, esattamente ciò che fanno tutti i macellai del mondo e ciò che faranno oggi gli assassini ingaggiati da Berisha.

Che gli ebrei di tanto in tanto vadano ad ammazzare gli abitanti di Gaza può essere visto anche in quest’ottica: un tributo al Moloch insaziabile che sta a capo della loro nazione. D’altra parte, non solo lo hanno scritto a chiare lettere nel Levitico, ma hanno avuto a che fare con Enki/Yahweh fin dall’inizio della creazione dell’uomo. E sappiamo quanto a Geova piaccia sentire l’aroma della carne bruciata. Si tratta di vedere, ammesso che sia ancora vivo, se apprezza anche quella al fosforo che emana dai corpi dei palestinesi massacrati periodicamente.

Poi, se qualche animalista si permette di fare un confronto tra l’olocausto animale e quello – presunto - degli ebrei durante la seconda guerra mondiale, si offendono pure.
Ebbene, lasciamo che si offendano! Paragonare le camere a gas nazionalsocialiste, ammesso che siano mai esistite, con le mattanze di animali terrestri o acquatici per il popolo ebraico, ma anche per i loro asserviti Goim, significa sminuire la dignità dell’essere umano, nella fattispecie quello della loro preziosa etnia. E la cosa potrebbe infastidire la Lega Antidiffamazione, con sede a New York.
Poi la discussione andrebbe degenerando e qualcuno tirerebbe fuori immancabilmente la dieta vegetariana di Hitler, finendo così in un vicolo cieco dialettico e facendo abortire ogni altra argomentazione di tipo etico.

Nessuno degli scandalizzati benpensanti che s’indignano per il raffronto animali-ebrei riesce a capire che la violenza è una sola e che è dalla violenza sugli animali che si passa a quella sugli uomini, con estrema disinvoltura. Il giorno in cui uno solo di tali benpensanti ammetterà questo semplice ragionamento, farò una festa in suo onore pari a quella del più fastoso Bar mitzvah. E farò venire anche Moni Ovadia come ospite d’onore a decantare qualche poesia.

Non so se sia vero che la famiglia Bush faccia sacrifici umani, né se la regina Elisabetta sia un rettiliano mutaforma, perché l’unica fonte che ne parla è l’onnipresente David Icke, ma che sulla Terra siano sbarcati alieni manipolatori di geni ci credo con più facilità, perché sono già due gli autori che ne parlano: Mauro Biglino e Zecharia Sitchin. Si chiama “riscontro incrociato” e sull’aspetto rettiloide di tali alieni c’è non solo la testimonianza scritta di Icke, ma quella di Corrado Malanga, che durante le ipnosi regressive s’imbatteva in addotti che parlavano chiaramente di alieni dall’aspetto di rettili.

Se poi ci mettiamo anche i reperti archeologici in cui sono raffigurate statuette di umanoidi in forma di rettile e il famoso “serpente piumato” degli Aztechi, i riscontri si moltiplicano.
Che poi questi rettiliani amino le stragi di agnelli non ne ho certezza, ma posso prenderlo in considerazione. Di sicuro non posso andare a Tirana a chiedere al signor Berisha di trasformarsi sotto i miei occhi. Verrei preso immediatamente dalla security e rinchiuso in qualche manicomio.
Posso solo mandargli mille maledizioni, una per ogni agnello ucciso. Sperando che sia qualcosa di più di un semplice pensiero d’odio e di biasimo nei suoi confronti, ma che si coaguli in un’eggregora che gli faccia venire un cancro fulminante. A lui e a tutti i macellati ingaggiati.

Magari potrei seguire qualche corso di magia per impadronirmi della tecnica, sì da sortire gli effetti desiderati. L’unico dubbio è: ai rettili vengono i tumori?


28 commenti:

  1. ciao Roberto, bell'articolo, mi associo anch'io nell'eggregora ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le eggregore sono state inventate dai maghi o le hanno solo scoperte?
      Sono sempre più intenzionato ad approfondire la magia.
      (Ultima risorsa dei disperati).
      C'è nessun corso serio che si possa seguire? Con insegnanti veri....

      :-)

      Elimina
  2. chissà a noi italiani cosa ci riserva il nostro democratico premier,forse un numero imprecisato di noi umani al posto degli agnelli del berisha??????????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Legittima domanda, la tua. Pensavo: a ciascuno il suo Bunga Bunga. Il Premier che avevamo prima lo faceva edonisticamente sull'erotico. Berisha lo fa edonisticamente sul gastronomico.

      La spiritualità non sanno che cos'è! Ma forse fanno esattamente ciò che vuole il popolo. Italiani maniaci sessuali e albanesi carnivoristi.

      Elimina
  3. Ma...auspico la fine perchè meritiamo la fine..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La violazione del Quinto Comandamento ha sempre turbato gli animi e ora vedo che non sono solo gli animalisti estremisti ad auspicare la fine della razza umana.
      In fondo all'anima, però, tutti noi speriamo che ci sia la salvezza all'ultimo momento. Una redenzione che gli animi buoni stanno aspettando da secoli, da Isaia in poi.

      Elimina
  4. Sono delitti rituali eccome!!! sia per quanto riguarda gli uomini/donne che gli animali. Tutto è profondamente collegato e logico per chi conosce il significato dei numeri: i principali e ricorrenti sono 7 -8 - 10 - 11 -13.
    Erba: valore numerico 13
    Delitto Meredith: valore numerico 13 (no arma del delitto)
    Sara Scazzi: valore numerico 10 (no arma del delitto)
    Yara : valore numerico 10, uccisa a 13 anni con 8 coltellate!! (no arma del delitto)
    Cogne: valore numerico 8 (no arma del delitto). Questo omicidio è stato segnalato "un mese prima" da parte della Carlizzi poichè le sue indigini sulla Rora Rossa l'avevano portata ad "prevedere" il rituale individuando anche la località!!
    P.s. Rosa Bazzi-Olindo Romano = Rosa Romano = RR = Rosa Rossa.

    Giorno del sacrificio degli agnelli: i due valori numerici sono:
    28/11/1912 valore numerico 7 (numero simbolo della Rosa Rossa)
    28/11/2012 valore numerico 8.

    ps2: pochi anni prima sono state uccise 12 donne di cui le prime 4 davano come valore numerico 33 (il più altro grado massonico) - le altre davano come valore... indovinate che numeri?.. naturalmente le armi non vennero trovate e.. l'unica in cui venne trovata, nonostante le 35 coltellate (3+5 = sempre 8) non fu rinvenuta una goccia di sangue.
    Ma ci sono decine e decine di casi - compreso il Pantani.

    Per chi non sa "leggere" le evidenti tracce lasciate e "volute lasciare", tutto questi collegamenti possono sembrare pazzie, ma i numeri NON sono le uniche "caratteristiche".
    Un'ultima cosa: 21/12/2012 = 11 (significato "giustizia")
    Ciao a Tutti.
    Cat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deduco che sei un'appasionata lettrice del blog di Franceschetti. Anche a me piace, ma non posso fare a meno di pensare che con i numeri si può.....giocare, cioè sono abbastanza "elastici" da poterli convogliare in tutte le direzioni.
      Non so niente di Cabala, ma non vorrei avere troppa sicurezza nel fare affermazioni categoriche.
      D'altra parte, non posso neanche negare che tu abbia pienamente ragione e che esista una cricca di satanisti potentissimi non ci sono dubbi.
      Grazie per il dotto commento.

      Elimina
    2. Ciao Roberto,
      non so chi sia Franceschetti (ma vista la segnalazione approfondirò).. ho molta passione per la fisica quantistica che si collega in ogni suo insegnamento alle Antiche Scritture provenienti da ogni parte del mondo (di cui la nostra Bibbia è solo una copia). L'Ermetismo ad esempio - da cui, per quanto ne so, provengono i principi delle Eggregore, è stato uno dei punti di partenza insieme alla teoria (???) dei quanti.. che a sua volta mi ha fatto imboccare un po' di teosofia.. e altro, ma TUTTO è basato, di fondo, sulla matematica e la sincronicità dei numeri stessi, ecco perchè nei rituali ricorrono sempre gli stessi numeri (ognuno con un significato ben preciso)..
      La famosa "massa critica" o salto quantico delle coscienze tanto attesa è essa stessa basata su determinati numeri (quantità di persone consapevoli) che acquisiscono il potere di trasmettere una visione diversa di questo sistema (mai sentito parlare dei neuroni specchio?)... ma la "coscienza collettiva" ad oggi, ancora, è pressata da coloro che questi profili energetici li conoscono/usano per sviare l'attenzione/energia su fatti drammatici.. e soprattutto hanno i mezzi (denaro in primo piano) che gli permette di COMPRARE letteralmente la Visione del Mondo con tutti i mezzi a disposizione sulla Terra. I rituali oggi (come nel passato) sono indispensabili per schiacciare le vere conoscenze. Es. su tutti: un buon 90% delle persone è convinta che i vaccini facciano bene!
      E' tutto collegato.
      Scusa se mi dilungo in certi commenti, ma tocchi argomenti che mi appassionano molto.
      Saluti
      Cat

      Elimina
  5. Volevo fare due domande che in questi giorni mi tormentano:

    1) Il TORNADO (perché di questo si è trattato) che si è abbattuto sull'ILVA di Taranto...: e se fosse stato provocato e guidato ad hoc?

    2) Che significato ha secondo voi la posizione che assumono i corpi delle persone indemoniate durante gli esorcismi? Intendo dire la posizione di QUADRUPEDE ROVESCIATO, con appoggio su mani e piedi, ma con la schiena inarcata e rivolta al suolo e il volto e la parte anteriore protesa verso l'alto? (Per intendersi la posizione che assume la bambina de "L'esorcista", a mo' di ragno...)
    Una possibile risposta che mi sono dato è che essa rappresenti IL ROVESCIAMENTO di ciò che è naturale e vitale (vedi animali a quattro zampe con il ventre rivolto a terra), ROVESCIAMENTO tipico di tutte le cose inerenti a questi "demoni".
    Che opinione avete?

    Con rispetto

    g

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua seconda domanda è davvero curiosa e non saprei risponderti. Non ho visto mai indemoniati, se non quelli dei film. Non penso che ci sia una spiegazione particolare nella posizione che assumono. Penso invece che alieni e demoni siano la stessa cosa e che bisognerebbe chiedere a Malanga se ha notato qualche cosa strana negli addotti su cui fa ipnosi regressiva.
      Sembra inoltre che gli esorcisti stiano aumentando di numero, per volere della Chiesa che tiene dei corsi di specializzazione. Se proprio sono con l'acqua alla gola e non so più come guadagnarmi da vivere, potrei seguire uno di quei corsi: il lavoro - credo - non mi mancherebbe.


      Quanto al tornado sull'ILVA, come minimo si deve dire che è una strana coincidenza. C'è qualcosa di metafisico e forse gli Illuminati si stanno pure divertendo. Alle nostre spalle.

      Elimina
    2. Beh, penso anch'io che non ci sia tutta questa "differenza" fra alieni e diavoli o demoni della Chiesa...

      Guarda questo: http://www.dailymotion.com/video/x1t53w_vero-esorcismo_news

      g

      Elimina
    3. A un certo punto, verso la fine, c'erano tre uomini, tra cui l'esorcista, attorno a Brigitte.
      Negli ultimi minuti un uomo pelato massaggiava il petto della ragazza con un movimento dal basso verso l'alto, come se volesse aiutare l'ultimo demone a uscire dalla bocca.

      Tutta l'operazione precedente, con l'esorcista che parlava in tono imperioso, mi ha fatto pensare che potrebbe trattarsi di una specie di ipnosi come quelle fatte da Malanga, con la differenza che la paziente risponde alle sollecitazioni dell'operatore con una partecipazione pertinente e quasi consapevole.

      Cioè, è come se entrambi recitassero una parte in cui credono che le cose succedano veramente. Questo non esclude che nella mente della paziente ci sia sul serio qualche parassita alieno.

      Comunque, c'è parecchio erotismo in queste operazioni, con l'aggiunta del sacro.

      Grazie. Ciao

      Elimina
    4. Beh, è una lettura interessante: in effetti io penso anche che questo genere di "parassiti" (chiamali demoni, chiamali alieni...) abbiano una sorta di interesse di tipo sessuale nei confronti di coloro che appunto "possiedono". Sì, potrebbe essere anche una specie di drammatizzazione mentale...però ci sono casi di apparizione di chiodi, ferite a forma di scritte blasfeme autoformatesi sui corpi, discorsi in lingue morte tipo aramaico o sumero-babilonese.
      Che sia tutta farina del sacco della mente dell'"indemoniato" ci credo poco.
      "Possedere" in effetti si usa per gli indemoniati ma anche in materia di rapporti sessuali.
      Personalmente credo che queste creature aliene siano ermafrodite o bisessuali, o meglio, che di volta in volta manifestino una sessualità maschile e/o femminile, o anche ambiguamente tutte e due.
      I satanisti tendono alla bisessualità, così come gli entusiasti degli alieni, tipo David Bowie.
      Anche l'uomo nacque bisessuale, come narrato nelle genesi di tutte le religioni, compresa quella cristiana, o nel mito degli androgini di Platone.
      Nei libri esoterici di Dzyan se non sbaglio si parla di questa "creazione" di vari prototipi di esseri umani, fatti a somiglianza di questi esseri celesti.

      Con rispetto

      g

      Elimina
    5. Concordo perfettamente con te.

      Grazie.

      Ciao

      Elimina
  6. E' arrivata una smentita, anzi no, una non-smentita:


    http://www.geapress.org/brevi/albania-niente-macellazione-di-centinaia-di-agnelli/35693


    Che qualcuno ci stia prendendo in giro?

    RispondiElimina
  7. Che qualcuno ci stia prendendo in giro?
    bella domanda ma.......dall'ovvia risposta.......ci hanno sempre preso in giro!!!

    RispondiElimina
  8. Già..forse ho esagerato ma se una delle proposte probabilmente più folli era contenuta nel così detto "Project A119" conosciuto anche come "A Study of Lunar Research Flights"…si trattava di un piano proposto negli anni '50 dalla US Air Force che prevedeva di detonare una o più bombe atomiche sulla Luna e che fossero visibili dalla Terra..per aumentare il morale del pubblico e per vantarsi della grande impresa di fronte agli avversari sovietici...l'esistenza del progetto è stata rivelata solo nel 2000 da un ex dirigente della NASA Leonard Reiffel che guidò in parte il progetto nel 1958…nel piano era previsto anche un team scientifico che doveva analizzare e predire gli effetti di un'esplosione nucleare in bassa gravità…amen...

    RispondiElimina
  9. @ Roberto
    Mi rimangio quanto scritto sopra... Franceschetti l'ho già letto su s.l. e disinformazione che hanno ri-proposto suoi articoli .. non avevo collegato. Ma no, quello che ho scritto in merito alle date arrivano da altre fonti (probabile diffusione a macchia d'olio) - forse prese da suoi articoli, non so - comunque altra segnalazione da approfondire sicuramente.

    Spero solo che nonostante "percezioni" fuori dal credo comune, anche qui, col tempo... non si finisca per additare gli utenti fuori dai credo comuni, come pericolosissime deviazioni Luciferine dettate solo dal lavaggio del cervello della new-age.. sarebbe davvero triste.
    Saluti
    Cat

    RispondiElimina
  10. Già..ho sentito parlare di fisica quantistica…allora…dato che tutto il creato è legata ad essa..i primi attimi della storia dell'Universo sono una delle cose insieme più affascinanti e più difficili da studiare..ma un nuovo paradigma potrebbe aiutarci a pensare questo inizio in maniera sorprendente e forse dalle grandi implicazioni..usando svariate tecniche emerse da un'area della fisica contemporanea chiamata "loop quantum cosmology" o Cosmologia Quantistica a Loop..un gruppo di scienziati della Penn State University ha esteso le proprie analisi per includere nei modelli dell'universo primordiali fenomeni quantistici che possano guardare molto più indietro nel tempo di quanto sia mai stato possibile…il nuovo paradigma delle origini quantistiche a loop, mostrano, per la prima volta che le strutture su grande scala che vediamo oggi nell'universo, si sono evolute per via di fondamentali fluttuazioni intrinseche alla natura quantistica dello spaziotempo, così come esisteva all'inizio dell'espansione dell'universo circa 13.7 miliardi di anni fa…voi umani avete sempre cercato di capire in tutti modi qualcosa di più sull'origine e l'evoluzione del vostro universo.. questo nuovo paradigma fornisce un importante base concettuale e matematica per descrivere l'esotica geometria quantum-meccanica dello spaziotempo nei primi attimi dell'universo…il paradigma mostra che durante quei attimi, l'universo era compresso a densità così alte che il suo comportamento non sarebbe spiegabile con la classica fisica della relatività generale di Einstein, ma con una nuova teoria ancor più fondamentale che incorpora al suo interno anche le strane dinamiche presenti nella meccanica quantistica..la densità della materia arrivava a 10^94 grammi per centimetro cubo..la densità di un nucleo atomico oggi è di 10^14 grammi, ed è molto molto denso…basta per ora..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In merito alla tua argomentazione considero il fisico Massimo Corbucci un MAESTRO. La sua nuova Tavola Periodica da più che logiche risposte all'origine della massa e, per ora, oltre a non dargli sufficiente voce nessuno riesce a smentirlo. Come lui insegna, nonostante la pubblica truffaldina dichiarazione, al Cern NON è stato identificato nessun Bosone di Higgs.. i fisici - questo non viene detto - sono comunque "in panne" perchè se anche fosse rilevato "qualcosa" (bosone) a sua volta a questo bosone cosa conferisce massa?.. Beh, la sua affermazione del "Vuoto Quantomeccanico" - di cui nella sua Tavola Periodica si nota l'evidenza, a mio vedere, non fa una piega e si collega al tuo discorso.
      Saluti.
      Cat

      Elimina
  11. Ciao, scusate il fuori tema (ma neanche poi tanto) volevo raccontarvi questo: c'è stata un'alluvione qui in maremma, e migliaia di animali sono morti, domestici e selvatici. Da giorni i quotidiani locali parlano dei danni, credete che abbiano minimamente anche solo accennato al fatto che siano morti (male) migliaia di animali? neanche per idea, chissenefrega, l'unico accenno all'argomento era un titolo sul Tirreno che diceva "Alluvione: Zootecnia K.O!" ed è tutto..
    in compenso mentre decine di volontari spalavano il fango dalle case e aiutavano gli alluvionati, i nostri amici cacciatori in barba alla legge e alla pietà correvano a sparare ai poveri animali sopravvissuti che non avendo più tane dove nascondersi erano allo sbaraglio. Hanno fatto una discreta figura di merda, persino la gente del posto si è schifata di sentire sparare tutto intorno mentre spalava fango e detriti, come mi hanno raccontato due amiche del volontariato.
    http://www.lanazione.it/grosseto/cronaca/2012/11/27/808580-il-wwf-denuncia-i-cacciatori-per-aver-violato-i-divieti-di-caccia-nelle-zone-alluvionate.shtml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione.. una bel gran figurone hanno fatto!
      Però, se mi consenti, so che può sembrare un sassolino nell'oceano, ma quello che osservo sempre più frequentemente è una , seppur piccola ancora, presa coscienza nei confronti degli animali (anzi dei Terrestri - l'unica "manifestazione" senza conoscenza dell'ecosistema è l'animale Uomo/Donna) e alle loro condizioni in generale.. Fino a poco tempo fa, la notizia degli Agnelli in Albania non sarebbe nemmeno passata... i volontari della Maremma non si sarebbero schifati - avrebbero sentito gli spari abituati da questi "rumori" di sottofondo (tipo le campane delle chiese) - ... fino a poco tempo fa, parlare di veganesimo era un atto coraggioso/ribelle considerato dai più "schizofrenico" e addirittura "malsano". Oggi - fra le mie frequentazioni abitudinare - se non sono vegani, sono vegetariani e se non sono diventati perlomeno vegetariani hanno ridotto notevolmente il consumo di cadaveri... prima erano discussioni, oggi sono confronti.. l'importante è non farsi prendere dai sensi (di disgusto e rabbia) - come succedeva a me fino a qualche anno fa - se uno ti attacca.
      Poi si, c'è ancora un po' di strada... oserei dire che quelli di noi che abbracciano la Vita in tutte le sue sfumature e, sopprattutto, "non le uccidono e mangiano", sono un pò pionieri di un ennesimo paradigma che da qui a qualche anno diverrà "normalità".
      Mi perdonino gli utenti carnivori :-)
      Saluti e buon week-end
      Cat

      Elimina
    2. Ciao Cat :-) grazie per aver cercato di consolarmi un pò, è vero quel che dici, c'è più attenzione di un tempo, sicuramente. spero che la "nuova miseria" in arrivo non ci riporti indietro! Saluti, a presto ;-)

      Elimina
  12. Alessandra, tutto il mondo è paese:

    http://elisacolavitti.blogspot.it/2012/11/latisana-udine-il-fiume-tagliamento-in.html

    RispondiElimina
  13. Perchè non mi lasci commentare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè censura anche lui come tutti.

      Elimina