venerdì 9 dicembre 2011

I ragazzi della Via Paal


Da fini conoscitori della psiche umana, essendo stati loro a manipolare i nostri geni, gli Elohim [1] sanno che il nostro cervello è diviso in due parti. I taoisti hanno voluto valorizzare la cosa con lo yin e lo yang [2], mentre i regnanti di tutti i tempi l’hanno strumentalizzata mediante il principio del “Divide et impera”. Le democrazie, con i due rami del parlamento, l’hanno usata per confondere le idee alla gente.
Di fatto, dispute, diatribe, contradditori e contese sono pane quotidiano di tutti noi, specialisti esperti o semplici dilettanti e i tribunali scoppiano di procedimenti giudiziari. Al di sotto di un certo livello, la discussione può avere effetti positivi: si chiama dialettica. Al di sopra degenera in rissa, fino alle estreme conseguenze sanguinose delle guerre. Ma è sempre dal nostro doppio cervello che scaturisce il fenomeno.
Ciascuno ha la sua opinione in proposito e, nel caso delle scie chimiche di cui si è discusso a Genova il 6 dicembre, vale la pena riportare questa di Charles Bukowski: per il cittadino a cui il Sistema piace così com’è, gli sbirri saranno sempre buoni; ma per il cittadino a cui il Sistema non piace, gli sbirri saranno sempre cattivi.
In quest’ottica, riesco a piegarmi perché molti considerano le scie chimiche un pericolo e molti altri no, giacché i primi non sono contenti di come è strutturata la società, mentre i secondi ne sono del tutto soddisfatti. I primi temono insidie nelle operazioni aeree di cui non ci sono state date spiegazioni, mentre i secondi considerano i primi visionari e malati mentali.

I primi, d’altra parte, non riescono a capacitarsi come così tante persone neghino l’evidenza, osservabile nei cieli di giorno e di notte, e concludono che devono per forza essere in malafede, cioè amare di più la menzogna che la verità. Se i negatori delle scie chimiche considerano gli altri malati mentali, coloro che le vedono e vorrebbero saperne di più ritengono i negatori inspiegabilmente ottenebrati.
Saggiamente Massimo Mazzucco una volta si espresse in proposito dicendo che, tra i due, fa meno danni credere alle scie chimiche, che non viceversa, poiché se credo che siano un complotto militare e mi sbaglio, non si fa male nessuno, ma se nego che siano pericolose e mi sbaglio, ne va di mezzo la salute e la vita di milioni di persone. In altre parole, il male minore è quello di credere che siano un’operazione clandestina di cui le autorità non vogliono sentir parlare.
Varrebbe la pena, per capire fino a che punto la forbice dell’incomunicabilità tra le due bande si è allargata, vedere dall’inizio alla fine questo video, se si hanno due ore di tempo a disposizione:
Altrimenti sarà sufficiente credere alle mie impressioni.
Non vi è alcun dubbio che Rosario Marcianò sia il massimo esperto italiano in fatto di scie chimiche. Il meteorologo Andrea Corigliano sarà anche un bravo professore, ma non si può definire un luminare della meteorologia. Poiché non sta scritto da nessuna parte che un autodidatta debba essere sempre e comunque meno competente di un laureato, il valore della testimonianza portata da Marcianò si è visto, mentre la performance del meteorologo è stata senza lode e senza infamia, così come probabilmente è abituato a tenere nelle aule scolastiche.
Sul terzo incomodo, convocato a sorpresa e senza avvisare Marcianò, sarebbe preferibile stendere il classico velo pietoso, poiché le doti di Paolo Attivissimo sono di tipo manipolatorio e propagandistico, sintomo di accurati studi di PNL (programmazione neuro linguistica). E niente di più. Anche Paolo Attivissimo, intervenuto inaspettatamente dalla Svizzera mediante Skype, è personaggio famoso tanto quanto Marcianò, ma la sua fama deriva dal ruolo che si è scelto – lui dice senza retribuzione ministeriale – di “cacciatore di bufale”. Non è il solo. Vi è un manipolo di “cacciatori” che ha come presidente onorario niente meno che Piero Angela e una sigla che risponde all’acronimo CICAP.
Sarebbe saggio, se qualcuno di loro dovesse leggere queste righe, che cambiassero l’appellativo, altrimenti a me continuerà a venire in mente la frase: “Quelli del CICAP non ci-cap-iscono una mazza!”
E sarebbe parimenti saggio che lasciassero in pace le bufale, che non hanno fatto niente di male a nessuno e a cui, dopo avergli rubato il latte per fare mozzarelle, devono anche venir cacciate. A me dà fastidio anche se si tratta di metafore, come in questo caso, nello stesso modo in cui mi dà fastidio “tagliare la testa al toro” o “crepi il lupo”, ecc. ecc.
Entrando nel merito della conferenza, la domanda che Attivissimo ha fatto a Marcianò è stata se se la sente di dire chiaramente che l’ENAV [3], i meteorologi e i piloti militari e civili italiani sono responsabili della sciagura che ha colpito in più riprese, in ottobre e in novembre, la Liguria. Ovvero, se Marcianò ha la certezza che siano essi i responsabili di quel disastro, dovrebbe presentare esposto alla magistratura, a meno che non pensi che anche i giudici siano collusi con gli altri protagonisti di quella drammatica vicenda.
Poiché nei giorni precedenti all’alluvione, in Liguria c’erano centinaia di voli d’aerei irroratori, Marcianò era riuscito a profetizzare con tre giorni in anticipo che sulla Liguria di levante si sarebbero potute verificare precipitazioni intense. Probabilmente anche l’ARPA ligure lo sapeva, ma non ne ha dato avviso alla popolazione. Marcianò, come privato cittadino, non avrebbe avuto i mezzi per farsi sentire e non sarebbe stato neanche creduto, oppure avrebbe potuto anche essere denunciato per procurato allarme. Quando si fa una denuncia ai carabinieri, la si fa a proprio rischio e pericolo, nello stesso modo in cui quando si entra in ospedale, se si ha una certa età, ci sono molte probabilità di uscire con i piedi in avanti.
Ma questo è un altro discorso.
Il confronto con la Thailandia, che è una monarchia, è interessante, giacché laggiù le irrorazioni di sostanze mediante aerei è legale e pubblicizzata, mentre da noi, dove vige un regime democratico, nessuno sa niente. Sembra che le autorità tailandesi abbiano aperto le dighe per evitare di allagare la capitale, mandando sott’acqua la provincia, esattamente come nel 1986, dopo l’esplosione di Chernobyl, i russi fecero piovere sull’Ucraina pioggia radioattiva, senza avvisare la popolazione, onde evitare che la nube tossica arrivasse a Mosca. Potrebbe darsi che, nel caso della Thailandia, le irrorazioni avvengano con la consapevolezza della gente, perché essa è buddisticamente rassegnata ad accettare la volontà del re, mentre in Italia, se si sapesse che avvengono operazioni di aerosol e le si mettesse in relazione con le alluvioni, gli italiani potrebbero un tantino incavolarsi. Ma incavolarsi sul serio. Finché non si è portato a compimento il progetto di rincitrullimento generale della popolazione, i vertici di comando delle scie chimiche preferiscono non correre rischi e sguinzagliare i cani.
Non so se si è capito a chi mi sto riferendo. Stavolta uso anch’io una metafora che tiri in ballo le bestie, ma io non manco di rispetto agli animali, bensì solo a quegli umani che, ipnotizzati dal signor Attivissimo, si credono sapienti e sono ciechi e ottusi, per non dire asserviti ai poteri forti, alle multinazionali, agli Illuminati e ai padroni del vapore, come si diceva una volta. Solo che una volta il vapore non era ancora diventato tossico come al giorno d’oggi.
Sulla questione delle scie di condensa non voglio spendere neanche una riga, di tanto dibattuta e noiosa ormai essa è diventata. Poiché le autorità preposte tacciono, il ruolo di portavoce viene lasciato svolgere da privati come il molto attivo Attivissimo e già questa è una scorrettezza. Corigliano non lo calcolo perché non è lui che prende le decisioni. Lui è solo un professore di scuola. Per cui ci ritroviamo nella non felice situazione di avere come interlocutori gente come noi, più o meno ignorante di noi, più o meno istruita di noi, ovvero una squadra di ragazzi che stanno dall’altra parte della barricata e che indossano una divisa dal colore diverso dalla nostra.
Basti dire, comunque, che gli aerei che rilasciano scie persistenti:
- - non volano a diecimila metri di quota dove in alcuni casi le scie potrebbero essere di condensa, ma molto più in basso;
- - nella gran parte sono aerei militari, poiché un aereo civile solo in caso di pericolo tornerebbe indietro, come invece fanno quelli che vedo io;
- - prima di una certa data, diciamo una decina d’anni fa, tali scie nel cielo non si vedevano;
- - autorità come Edward Teller [4] hanno pubblicamente ammesso e spiegato le finalità della geoingegneria: cosa si vuole di più?
- - nella teoria e nella prassi militare è implicito che i civili siano una zavorra sacrificabile, la cui morte viene definita “danni collaterali”. Pur di raggiungere i loro obiettivi, i militari passano sopra a tutto e a tutti: è nella loro natura.
Infine, tutto quanto dibattuto nella conferenza di martedì e tutto quanto fin qui da me scritto, avrebbe senso se fossimo tutti d’accordo che la casta militare è legittimata ad esistere e operare. Ma siccome io personalmente (e credo anche molti altri liberi pensatori) non riconosco ai militari il diritto di esistere, o lo riconosco solo in virtù degli arbitrari, atavici e immorali rapporti di forza, anche una sola scoreggia di deltaplano militare è per me inammissibile, inaccettabile ed eticamente condannabile.
Forse Attivissimo, Morocutti e gli altri botoli ringhiosi avranno tempo e pazienza di stare a discutere sulla bontà delle fumigazioni aeree – ed è ammirevole la pazienza di Marcianò che si sporca le mani con loro – ma io non vorrei perdere altro tempo in simili diatribe. Vorrei occuparmi d’altro. Anche perché il romanzo di Ferenc Molnar [5] è di piacevole lettura, indicativo di un’epoca, di un luogo e della psiche infantile, ma è e resta un libro per ragazzi. Bisognerebbe diventare un po’ tutti più adulti, smettere di difendere l’indifendibile, abolire l’esercito e rendere tabù non solo la guerra, ma anche il solo pensiero che sia lecito usare un’arma contro qualcuno. Forse, se si raggiungerà tale obiettivo, alla fine non avremo più un doppio cervello e finirà ogni forma d’inutile dualismo. Forse a quel punto saremo un Tutto Unico, in armonia con noi stessi e gli altri. Forse a quel punto saremo Dei.

Note:

36 commenti:

  1. Caspita, devi aver mangiato pesante ieri sera.
    Se non ti dispiace copio il post su straker enemy.

    RispondiElimina
  2. Posso chiederti cosa pensi del commento idiota di ieri di Antitanker?

    Non credi che sia di un'ignoranza sconfinata?

    http://strakerenemy.blogspot.com/2011/12/il-cretino-del-giorno.html

    RispondiElimina
  3. Un ottimo articolo, bravo freeanimals in poche righe hai condensato tutto il succo della questione, ma la parte più rilevante è a mio parere il finale: in una società che vuole realmente definirsi giusta e democratica non dovrebbero esistere rapporti di forza.
    Sottoscrivo il tuo finale: "Bisognerebbe diventare un po’ tutti più adulti, smettere di difendere l’indifendibile, abolire l’esercito e rendere tabù non solo la guerra, ma anche il solo pensiero che sia lecito usare un’arma contro qualcuno."

    P.S.: Omuncolo che ti nascondi sotto lo pseudonimo di esse vai a defecare il tuo letame da un'altra parte vigliacco!

    RispondiElimina
  4. Essse, grazie per essere venuto e grazie per non avermi insultato come l'altra volta. Ho risposto sul tuo blog in merito all'ignoranza, che è meno nociva della cattiveria, anche se diventa perniciosa quando accoppiata con essa.
    Sulla presenza di acqua nel kerosene non mi pronuncio, ma mi hai fatto venire la curiosità di saperlo. E prima o poi lo verrò a sapere.
    Sulla scelta di mettere il mio articolo su Straker Enemy, va bene, anche se so che finirà tutto in gazzarra, come siete soliti fare voialtri, sedicenti ammiratori del metodo scientifico.
    Tuttavia, ha ragione Attivissimo a dire che lui non c'entra con gli insulti a Marcianò: li lascia fare a suoi collaboratori come te. Lui ha le mani pulite. Sono altri che fanno il "lavoro sporco" di insultare la gente.
    Ciao e torna a trovarmi.

    Ciao Gigio!
    Hai ragione: complottisti e disinformatori stanno svolgendo lo stesso ruolo che hanno svolto la Destra e la Sinistra. Poiché noi lo sappiamo, che il falso dualismo è ingannevole, bisognerebbe studiare il modo di non cadere nella trappola, perché se tra i debunkers c'è una minoranza pagata per offendere e gettare zizzania, c'è anche una maggioranza che è sincera nel suo scetticismo e si lascia suggestionate dal clima d'odio creato ad arte.
    Vedo però che anche tu ti sei lasciato prendere dalla tentazione di insultare ESSSE che, in quanto ospite, avrebbe diritto ad essere rispettato e onorato. So che non è facile, ma resta pur sempre doveroso.
    Un saluto e anche tu torna a trovarmi, se vuoi.
    Ciao

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Riconoscere pari dignità al bianco ed al nero, all’alto ed al basso, al ricco ed al povero è cosa buona e giusta! Ed è veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, poter liberamente propendere per il bianco o per il nero, voler essere alti o bassi, desiderare di essere ricchi o poveri. Naturalmente, ove mai si dovesse scoprire che in tantissimi vorrebbero essere ricchi, alti e bianchi, potremmo tranquillamente affermare, a furor di popolo, che il bianco è il colore preferito dagli italiani e che la maggioranza dei medesimi vorrebbe essere alta e ricca. Amen.
    Ci sono verità innegabili ma non certificate come le scie chimiche.
    Ce ne sono altre, invece, perfettamente certificate da un Ente all’uopo preposto e che ha titolo a farlo.
    Un esempio di tale tipo di verità vera ed inconfutabile è quella secondo cui Ruby è la nipote di Mubarak. L’ente certificatore fu il Parlamento e tanto votarono a maggioranza gli onorevoli deputati all’uopo invitati a votare.
    Da quel momento ogni dubbio è stato fugato ed adesso è vangelo: Ruby è la nipote di Mubarak! Anche l’ufficio anagrafe del Cairo starà aggiornando le sue banche dati!
    Quando la verità affiora in tutta la sua evidenza e brilla con tutto il suo splendore, ci si sente subito meglio, sembra di aver ricevuto lo Spirito Santo, si sta bene con se stessi e si è felici ed in pace con il mondo, viene voglia di cantare!
    Quando il parlamento sancì la verità di cui sopra, si narra che Lui, per la gioia, circondato da un coro di ancelle, veline, angeli e cherubini, abbia intonato dal balcone di Arcore la canzone di Caterina Caselli “la verità vi fa male lo so, nessuno mi può giudicare nemmeno tu”.
    Tutte queste sciocchezze per significare, a mio avviso, la stupidità di un organismo quale il CICAP capitanato da un Piero Angela che, unitamente a cotanto figliolo meritevole soltanto di essergli figlio, mi sta tanto sulle scatole. E l’ho trattato bene!
    Idem dicasi per meteorologia e meteorologi. Tanto è uguale!
    La tontità di personaggi come quelli citati basta ed avanza per giustificare il meccanismo secondo cui negare l’evidenza è lo sport più praticato ai tempi nostri.
    Basterebbe alzare gli occhi al cielo per chiedersi se quella che vedi è una scia chimica o la scoreggia di Icaro.
    Speriamo che le presenze aliene di animo buono che promettono di intervenire a breve a favore dei terrestri facendoci ascendere verso dimensioni più spirituali, riescano ad attivare l’altra metà del cervello ormai atrofizzato rendendo più fluidi i ragionamenti, ponendo fine alla dualità e ristabilendo la verità.
    E magari, se compresa nell’offerta, facendoci anche conseguire l’illuminazione.
    L’avvento della free-energy!

    RispondiElimina
  7. Gigettosix, ho letto il tuo commento prima che tu lo eliminassi. Ci possono essere persone irragionevoli che passano tutto il loro tempo a infastidire il prossimo ed Essse potrebbe essere una di queste.
    Ne prendo atto e cerco di fare qualche tentativo per farlo ragionare. Se poi mi accorgo che è tempo perso, anch'io lo lascerò andare per la sua strada. Per fortuna, non sono tutti come lui e penso che molti altri che noi superficialmente definiamo disinformatori siano persone tutto sommato oneste intellettualmente, solo...diversamente complottiste. :-)
    Penso che abbiamo qualcosa da imparare anche da loro.
    Un caro saluto.


    Gianni, "castigat ridendo mores" è il tuo metodo! Bel commento, veramente!
    Ascoltando le spiegazioni di Corigliano sulle abbondanti precipitazioni di Genova, mi ha quasi convinto. Anzi, penso che abbia detto la verità. Quello che non ha detto è che su questi fenomeni naturali s'innestano le operazioni di manipolazione del clima da parte di enti segreti, alias militari.
    Lui non può dirlo perché la meteorologia è in mano ai militari e avrebbe serie sanzioni se solo lo suggerisse. Per quanto tempo potrà continuare a fare l'ingenuo? Fino a quando le malefatte degli scienziati militari che scherzano con la natura resteranno segrete e impunite?
    Mi piacerebbe vedere la faccia di un Corigliano o di un Alberto Angela quando sarà palese ed evidente a tutti che la cricca militare sta mandando in malora il clima, il tempo, l'aria e le foreste.
    Spero che non sia troppo tardi, che non si bruci tutti quanti come fiammiferi, in una vampata atomica, e che si possa fare ancora qualcosa per salvare il Pianeta.
    Grazie. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Per cortesia freeanimals,puoi chiedere gentilmente se Rosario può fare degli altri video con il telemetro??Temo esista ancora qualcuno che creda che gli aerei da lui fotografato volino a 1500 metri di quota!!!E' una richiesta seria.
    Probabilmente ti dirà di no e non perché non ne abbia voglia.
    Grazie.

    RispondiElimina
  9. Quello che non ha detto è che su questi fenomeni naturali s'innestano le operazioni di manipolazione del clima da parte di enti segreti, alias militari.
    Lui non può dirlo perché la meteorologia è in mano ai militari e avrebbe serie sanzioni se solo lo suggerisse"

    Freeanimals allora molte altre categorie conoscono la verità e tacciono per paura di serie sanzioni.
    I geologi e chi fa le analisi chimiche su acque e terre, tutti i piloti d'aereo e i loro parenti con cui parlano del complotto...
    Nessuno al momento si è tradito. E' un complotto organizzato in modo eccezionale.

    RispondiElimina
  10. Ciao GG! Non so fino a che punto si spinge il...Complotto. So però che se avessi un posto di lavoro e notassi qualcosa di sbagliato, ci penserei due volte ad andare da qualche giornalista, poiché in caso di licenziamento non saprei come mantenere la famiglia. Si chiama ricatto occupazionale ed è più esteso di quanto si creda. Esempio, che mi viene in mente, il secondino che vede i suoi colleghi picchiare un detenuto, come pensi che si comporti? Solo se il detenuto muore succedono i guai e lo scandalo emerge, ma quanti detenuti vengono picchiati in tutte le carceri del mondo senza che l'opinione pubblica venga a saperlo?
    Dipendenti di aeroporti e piloti, proprio per il fatto di essere....dipendenti, non spifferano ciò che gli sembra fuori posto. La pressione che ricevono è troppo forte e l'omertà è la reazione più naturale.
    Anche quei ricercatori come Mario Tozzi, che potrebbero fregarsene e indagare onestamente sui fatti, si lasciano convincere dalla squadra del CICAP che non c'è un fondamento scientifico dietro le scie chimiche e perché dovrebbero farsi canzonare dai colleghi?
    Cui prodest?
    Vivi e lascia vivere è connaturato nel DNA umano. E' per questo che gli animali continuano ad essere oppressi, perché alla persona media non gli viene niente in tasca ad opporsi al Sistema. Collaudato da migliaia di anni.
    Solo pazzi dissidenti e bastian contrari come il sottoscritto si gettano nelle cause perse e contestano le ingiustizie ovunque sia possibile farlo.
    In quanto al video con il telemetro, non posso chiedere a Rosario una cosa simile perché non sono abbastanza in confidenza con lui.
    Lui mi stima e la stima è reciproca, ma chiedergli altri video non è il caso.
    Per fare cosa, poi?
    Polemiche sterili? Non credo. Ti conosco per essere una persona ragionevole e voglio continuare a immaginarti così.
    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  11. Marcianò era riuscito a profetizzare con tre giorni in anticipo che sulla Liguria di levante si sarebbero potute verificare precipitazioni intense.

    Non è vero!!!
    Ecco cosa aveva previsto:

    "Piogge al Nord su tutte le regioni, ESCLUSA LA LIGURIA DI PONENTE ed il basso Piemonte, grazie alla DISPERSIONE AEREA DI POLIMERI IGROSCOPICI."
    "Tempo molto instabile al NORD EST con piogge di una certa intensità. RISCHIO DI NUBIFRAGI e/o GRANDINATE DA CLOUD SEEDING."


    Inutile che ti ricordi che per NORD EST non si intende le Cinque Terre.

    Ciao.

    RispondiElimina
  12. Il nonnino,lo stalking,le ingiustizie nel mondo vengono denunciate nel loro piccolo.
    Qui stiamo parlando di un'operazione di diffusione planetaria di millemila componenti che poi non ritroviamo al suolo. Oppure noi geologi, io compreso, siamo colpevoli di omertà.
    Fino ad ora non esistono analisi chimiche che mi convincano.

    RispondiElimina
  13. Wasp, a me risulta questo:

    “Venerdì, 4 novembre 2011: Nubi in progressivo aumento sulle Tirreniche ad iniziare dalla Toscana, con piogge sparse in intensificazione sui settori appenninici ed in locale estensione serale a Lazio e nord Sardegna. Nuvolosità igroscopica indotta, (scie chimiche persistenti), invece, in aumento sulle Adriatiche. Ciò impedirà alla perturbazione di spostarsi verso est e prolungherà i fenomeni piovosi su Liguria di Levante e sulla Toscana. Rischio di fenomeni violenti.”

    Che ho trovato qui:

    http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3873

    Chi ha ragione, tu o Mazzucco?

    RispondiElimina
  14. GG, gli scenari possibili sono:
    1) nessuna sostanza tossica viene deliberatamente rilasciata: ergo, non è possibile trovare tracce al suolo;
    2) sostanze tossiche vengono rilasciate e le tracce si troverebbero se non scattassero quei meccanismi omertosi di cui abbiamo parlato;
    3) sostanze tossiche vengono rilasciate e le tracce vengono trovate da geologi e analisti coraggiosi che in breve tempo perdono il posto di lavoro e non se ne sa più nulla.

    Quale di questa tre opzioni ti sembra più verosimile, considerato che i mass-media sono potenti strumenti nelle mani dell'élite per manipolare l'opinione pubblica?
    Pensi che la mia domanda sia viziata, che i mass-media dicano sempre la verità e non c'è nessuna manipolazione?
    Poniamo il caso che tu, per puro sfizio, faccia le analisi dei campioni di acqua e di suolo per conto tuo, al di fuori dei protocolli ufficiali.
    Poniamo che tu trovi i famigerati bario e alluminio in proporzioni superiori a ciò che ti saresti aspettato.
    A quel punto che fai?
    A chi porti i tuoi risultati?
    Pensi che ti crederebbero, nonostante tu sia laureato in chimica?
    Se non c'è l'imprimatur ufficiale degli organi preposti, pensi che quei risultati abbiano valore? Dovresti rovinarti la carriera solo per una questione di principio?
    Se è il Sistema ad essere marcio e corrotto, come c'insegna la Storia, come puoi aspettarti che qualche ente ufficiale riconosca la fondatezza delle analisi da te fatte?
    Io sarei curioso di sapere se nella tua carriera di analista ti è mai capitato di trovare qualcosa di strano.
    Forse finora non ti è capitato, ma il giorno in cui dovesse succedere, mi piacerebbe che me lo comunicassi.
    Giusto per vedere chi aveva ragione.
    Grazie.
    Un salutone.

    RispondiElimina
  15. Chi ha ragione, tu o Mazzucco?

    Io ho ragione. Oppure, ad essere molto superficiale, tutti e due. Anzi, riflettendo bene, ho ragione solo io!
    E ti spiego anche il perché.

    La “previsione” da me citata nel mess. prec. avrebbe dovuto riguardare l’alluvione delle Cinque Terre che è avvenuta NELLA NOTTE TRA IL 25 E IL 26 OTTOBRE! Come del resto pubblicato anche da Mazzucco:

    Inoltre, per il giorno 25 ottobre Marcianò aveva previsto: “Nord: Piogge al Nord su tutte le regioni, esclusa la Liguria di Ponente ed il basso Piemonte, grazie alla dispersione aerea di polimeri igroscopici.” E per il giorno 26: “Nord: Tempo molto instabile al Nord Est, con piogge di una certa intensità. Rischio di nubifragi e/o grandinate da cloud seeding.”
    L’alluvione che ha travolto le 5 Terre è arrivata nella notte fra il 25 e il 26 ottobre.


    Il passo da te citato, si riferisce invece all’alluvione di GENOVA!
    Ed è sbagliata anche quella, in quanto rosario dice; prolungherà i fenomeni piovosi su LIGURIA DI LEVANTE E SULLA TOSCANA. Rischio di fenomeni violenti.”

    Ti preciso che GENOVA non si trova nella LIGURIA DI LEVANTE e in TOSCANA non è neanche piovuto.

    Queste sparate di rosario sono solo “millantato credito”, tanto per darsi un’aria di scientificità che assolutamente non possiede. Del resto le sue previsioni sono solo roba copiata da siti meteorologici seri e infarciti di frasi ad effetto per boccaloni ingenui.

    Ciao e… buona domenica!

    RispondiElimina
  16. Che dirti, Wasp? Se sbagliano i meteorologi ufficiali, possono sbagliare anche i privati cittadini appassionati di meteorologia. Non dimentichiamo il caso Giuliani, che aveva predetto con qualche giorno d'anticipo il terremoto dell'Aquila. Gli enti preposti non gli hanno dato ascolto, anzi lo hanno accusato di procurato allarme.
    Se tanto mi dà tanto, non vedo perché Marcianò non possa aver fatto le previsioni giuste e gli organi ufficiali se ne siano rimasti zitti. Il sindaco di Genova, fra le lacrime, si è anche scusata. Forse ci sarebbe anche qualcun altro che si deve scusare e mi riferisco a gente stipendiata, laureata e che siede in uffici di rilevante importanza. Nell'antichità, se i medici sbagliavano venivano messi a morte. Non dico che si debba fare la stessa cosa con i meteorologi che non mettono in allerta la popolazione, ma qui ci sono stati dei morti e mi sembra giusto che qualcuno debba pagare.
    Marcianò ha fatto qualche danno? Anche se non dovesse averla imbroccata, è stato causa di qualche disgrazia?
    Io vedo solo che tu e lui vi state scannando: a chi giova? Tu dormi bene la notte? Ti dà soddisfazione stuzzicarlo?
    C'è un film che mi pare s'intitoli "I duellanti". Ecco, voi due me lo fate venire in mente. Quella è fiction, ma voi a che gioco state giocando?
    Fra l'altro, abitate nello stesso paese: non vi capita mai di andare a fare la spesa nello stesso supermercato e d'incontrarvi alla cassa?
    Ma che vita è, la vostra?
    Ciao e grazie per la precisazione, che però non sposta di molto i termini della questione.

    RispondiElimina
  17. P.S.

    http://it.wikipedia.org/wiki/I_duellanti

    RispondiElimina
  18. Gli inciampi lessicali ed il linguaggio del corpo hanno tradito Andrea Coregliano, relatore in quel di Genova, ha dissertato dottamente su aspetti atmosferici che non esitiamo a ricondurre ad una specie di archeometeorologia. La manipolazione meteo è diventata una tragica realtà, sicché i fenomeni naturali sono ormai soverchiati dagli interventi militari. Se non sono eliminati, sono drasticamente piegati per conseguire obiettivi che spaziano dalla siccità ai nubifragi. Ancora, se, per assurdo, questo non avvenisse e non fosse avvenuto, l’aver agito per incidere sui fenomeni comuni, ha innescato una reazione a catena, le cui tragiche conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.

    Il Corigliano, con la voce tremolante, lo sguardo che rifugge da quello dell’interlocutore, i gesti impacciati, la fuga precipitosa, prima che il convegno finisse, ha rivelato di non credere minimamente in ciò che ha asserito in modo tanto paludato e soporifero. Ne va a suo onore ed a suo disdoro. E’ un onore, perché dimostra di non essere un grullo matricolato, incapace di distinguere tra una copertura palesemente artificiale, generata da decine e decine di aerei, e delle nuvole come Dio comanda. È un disonore, poiché ingrossa la masnada di disinformatori, ma “pecunia non olet” e le carriere si costruiscono, grazie soprattutto alle aderenze ed alla disponibilità a leccare “luoghi” tondeggianti. Non condividiamo, ma in parte si può comprendere: senza l’adulazione e la totale sottomissione al sistema, in una scuola o in un’università non si lavora, se non come bidelli. Anzi, oggi giorno, con l’aria che tira, il servilismo è necessario pure per essere assunti come collaboratori scolastici.

    Ciao

    RispondiElimina
  19. Grazie Zret! Perché la meteorologia è stata affidata ai militari? Cosa può venirne di buono dando in mano le chiavi del pollaio alla volpe?
    Che ci sia un intenso traffico aereo nei cieli lo ammettono gli stessi frequentatori di Straker Enemy, con cui sto discutendo da due giorni. Mi viene il sospetto che un meteorologo, in tivù o durante un convegno pubblico, non ammetta volentieri le responsabilità dell'aeronautica nei cambiamenti climatici, nello stesso modo in cui i responsabili di qualche azione sbagliata o criminosa non riconoscono i propri errori o colpe.
    Tutti, per natura, diamo sempre la colpa agli altri. La famosa trave di evangelica memoria.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  20. Freeanimals, i militari sono la rovina della storia, dell'umanità e del pianeta sin dal tempo degli antichi Egizi, se non prima...

    Ciao

    RispondiElimina
  21. Caro freanimals, non ho alcun interesse a discutere con persone che sanno soltanto calunniare ed offendere, probabilmente sbaglierò ma ritengo che vi sia ben poco da imparare da costoro.
    Il mio ultimo commento l'ho cancellato per frustrazione, condivido il pensiero di Zret, finchè la meterologia sarà in mano ai militari non dovremmo stupirci di scie chimiche, Haarp e simili esperimenti. Ciao!

    RispondiElimina
  22. Capisco! Chi va con lo zoppo impara a zoppicare, ma la mente, per funzionare, deve essere aperta come un paracadute. Penso di essere abbastanza forte per conservare il mio discernimento.
    Loro infatti ci accusano di avere i paraocchi e di non voler discutere.
    Non intendo neanch'io confrontarmi con persone di cui ho notato la malafede, ma se ci fosse anche uno solo di loro che è onesto intellettualmente e da cui potrei capirne di più sulle scie chimiche, perché non tentare?
    Almeno potrei uscire dall'isolamento in cui mi trovo e vedere se qualcuno ne sa più di me. Sulle scie chimiche siamo ben lontani dall'aver capito tutto ciò che c'è da capire. Ho la fortuna che tra i lettori di Straker Enemy c'è un mio conterraneo. Non vedo che male possa farmi ad incontrarlo e a scambiare quattro chiacchiere.
    Non voglio convincerlo di niente e spero che lui non cerchi di convincere me.
    Comunque, ti saprò dire.
    Grazie.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  23. Sagge parole, ammiro la tua apertura mentale.
    Per quello che riguarda le scie chimiche ne abbiamo sentite di tutti i colori, sono state fatte tutte le ipotesi possibili ed immaginabili, dalle più plausibili alle più assurde, tuttavia è oramai evidente che i governi e i militari ci stanno nascondendo qualcosa, stanno agendo all'insaputa della popolazione e questo è un atto vigliacco ed oltraggioso.
    Cosa ci fanno tutti quegli aerei sopra le nostre teste? Tutto quello che vorremmo è solo un pò di verità e giustizia!

    RispondiElimina
  24. Freeanimals, voglio rimarcare quanto osservato da Wasp sulla previsione relativa all'alluvione delle Cinque Terre:
    straker ha sbagliato di netto, e fin qui ci può stare, ma il fatto scandaloso non è l'errore della previsione ma la totale malafede con cui ha ripetutamente comunicato a mezza internet di aver previsto esattamente tutto nei tempi e nei modi, nonostante l'assoluta evidenza contraria.
    Egli persevera continuando a ripetere di aver redatto una previsione inesistente, l'ha detto senza pudore anche alla conferenza di Genova e probabilmente continuerà in futuro.
    Ma com'è possibile raccontare una frottola del genere, tra l'altro, facilmente verificabile?
    Significa prendere per i fondelli chiunque, specialmente i suoi sostenitori...
    ma non lo sa che tutte le sue affermazioni prima o poi qualcuno la va a verificare?

    Quindi non bisogna sorprendersi se un pugno di persone contesta le teorie e le affermazioni di straker sulle scie chimiche, si tratta di argomentazioni che, nella quasi totalità dei casi, lui sostiene mantenendo lo stesso profilo del fatto in questione.

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. Ha un senso il contraddittorio con i negazionisti dell'olocausto, gente adusa a calunniare, minacciare, diffamare, schernire e che per di più è del tutto convinta della realtà delle scie tossiche? No. Al tema del contraddittorio, al budino Corigliano e al larvale Attivissimo, abbiamo dedicato qualche riga che pubblicheremo quanto prima.

    Ciao a te ed a Gigettosix.

    RispondiElimina
  27. Proprio tu, zret, parli di "budino Corigliano"? Tu che non esci di casa se non per andare a scuola e te la fai sotto se una macchina con targa MM per caso si viene a trovare dietro di te?

    Corigliano a Genova ha ricevuto insulti e minacce; ecco cosa dice:
    Ti giuro che quando sono uscito, me la sono vista brutta...
    http://forum.meteonetwork.it/meteorologia/139235-conferenza-genova-6-dicembre-clima-meteo-grande-complotto-5.html#post1058909286

    Freeanimals, che ne pensi del fatto che un professore universitario, invitato ad una conferenza sulla meteorologia, sia costretto a scappare inseguito da un'orda di selvaggi ignoranti?
    Siamo tornati ai tempi del "Dagli all'untore"?
    E di quella fine personcina che si offende facilmente e mi denuncia in continuazione ma non si vergogna di chiamare un esperto vero in meteorologia con epiteti come: Infame schifoso, vigliacco, ingrato, falso!???

    RispondiElimina
  28. Modestamente, da laureato in Geologia e autorizzato a timbrare e firmare documenti ufficiali, posso dirti freeanimals di non aver notato nessun composto anomalo nei terreni o nei suoli. Tale affermazione la potete utilizzare ufficialmente nei tribunali,davanti a qualsiasi avvocato e notaio per denunciarmi nel caso, e solo nel caso in cui, siete sicuri di quello che dite.
    Perché se siete sicuri che esiste un meccanismo complesso di uomini e di intenti atti a nuocervi (intossicazione, controllo mentale, riduzione della popolazione ergo uccisione di massa) è vostro compito denunciarci. Incomincio io. Se la cosa vi sta davvero a cuore date il mio nome e cognome ad un magistrato o alla Polizia di Stato o ai Carabinieri. Tutto il resto non conta, sono parole perse nel web, parole inutili che non risolvono assolutamente nulla. Serve solo ed esclusivamente ad aumentare i profitti del duo sanremese tramite pubblicità. Dopo aver fattola denuncia però dovete scansionarla e metterla sul web, coprendo i cognomi. Non fate come il duo che dice di aver fatto centinaia di denunce e non ne da la prova. Un anno fa circa io avrei dovuto ricevere una lettera di denuncia da parte del duo ma fino ad ora non si è visto nulla. Muovetevi con qualche cosa di serio ragazzi!

    RispondiElimina
  29. Gigettosix (citazione):
    "Tutto quello che vorremmo è solo un pò di verità e giustizia!"

    Chi è il più saggio tra noi due? :-)

    RB211, in senso morale, quando viene compiuta una certa azione, si devono valutare anche le motivazioni, prima di dire se è condannabile o accettabile. In giurisprudenza, infatti, sono previste le attenuanti e le aggravanti.
    Nel caso specifico, che scopo ha Marcianò di....fare la mosca cocchiera e attribuirsi un merito che non gli spetta?
    Autogratificazione narcisistica?
    Ammettiamolo! Ma porta danni a terzi? Sta danneggiando qualcuno? Sta cercando di rifilarmi un DVD che io non intendo comprare? Si sta per caso comportando come Vanna Marchi?
    Io non credo. Credo che lui da anni stia dedicando tempo e passione a un argomento ostico come la meteorologia. Io non ho la stessa inclinazione a farlo e, finché non mi sentirò preso in giro, continuerò a prestargli fede. Non si fa male nessuno.

    Zret, in base al principio: "Agire con il pessimismo della ragione, ma con l'ottimismo della volontà", mi sento in dovere di credere che l'uomo sia fondamentalmente buono. E cioè quel tale Alessandro mio conterraneo, che mi ha invitato a bere un caffè insieme, penso possa offrirmi qualche spunto sulle scie chimiche che finora mi era sfuggito.
    Siamo tutti esseri umani, tranne quelle entità misteriose che agiscono per l'estinzione della nostra specie, e se lo incontrerò saprò di avere di fronte a me un essere umano, con gli stessi dubbi e le stesse mie limitazioni.
    Vedremo.

    RispondiElimina
  30. Wasp, vedo che continui a fare il....ragazzaccio della Via Paal. Mi dispiace che Corigliano sia stato un po' strapazzato, perché questo significa che ad una conferenza del genere non parteciperà più e la forbice tra voi e noi continuerà inesorabilmente ad allargarsi.
    Tuttavia, professori di ben altro calibro sono stati sottoposti a linciaggio morale (Galileo) e nel caso in questione si tratta di cose che possono capitare. Incidenti di percorso.
    D'altra parte, la Storia ci riporta casi di professori altrettanto se non più illuminati che hanno fatto danni gravissimi all'umanità (Oppenheimer) e se permetti di gente così, che si presenta mansueta e timida, è meglio diffidare.
    Se Corigliano fa parte di una struttura più grande di lui, che lo ha coinvolto nell'opera di disinformazione di una certa realtà, il messaggio che la platea gli ha fatto pervenire è stato chiaro.
    In meridione dicono: "Accà nisciun'è fesse!". E forse la gente si sta cominciando a stufare di essere tenuta all'oscuro. Non è colpa di Corigliano, ma dei militari e del loro fottuto segreto.


    GG, la tua proposta è sensata e sarebbe utile seguire le tue indicazioni, cominciando ad allegare qualche analisi scientifica a precise denunce, ma c'è un piccolo particolare: se le scie chimiche sono un'operazione militare segreta, cosa posso aspettarmi da una denuncia ai militari detti carabinieri?
    Prendi il mio caso.
    Ho precedenti penali. La Digos ha un faldone enorme su di me. Potrei presentarmi dai carabinieri con un esposto, ché tanto non ho paura di essere schedato in quanto già lo sono.
    Il minimo che mi possa aspettare è che il mio esposto venga archiviato, senza nemmeno che lo passino al giudice che, poverino, è già oberato di lavoro e i carabinieri hanno la coscienza di non infastidirlo con questioni universalmente riconosciute come false e infondate.
    Dire universalmente riconosciute false non significa però che lo siano veramente, poiché i condizionamenti delle masse esistono e anche tu, geologo, lo dovresti ammettere. Il popolo, ce lo insegna la Storia, è sempre stato ingannato dai potenti (vedi Machiavelli e tanti altri autori). Perché, secondo te, nell'anno 2011 i potenti, palesi o occulti, avrebbero dovuto cambiare filosofia e diventare improvvisamente buoni?
    Infine, le tue analisi andrebbero fatte nei posti giusti al momento giusto, cioè dovresti accompagnarti a qualche...complottista e fare la raccolta dei campioni insieme a lui, cosa assai improbabile, mi sembra.

    Un grazie sincero a tutti per i vostri interventi.
    Ciao

    RispondiElimina
  31. GG, il tuo ultimo commento non compare nel blog. Non so perché.
    Potresti postarlo di nuovo, se vuoi.
    In merito al contenuto, sono perfettamente d'accordo con te che vadano fatte analisi sicure e fidate, ma chi le deve fare?
    Torniamo al punto di partenza: se tu dovessi trovare qualcosa d'insolito, che non ci dovrebbe essere, lo pubblicheresti? Avresti questo coraggio o ti lasceresti scoraggiare dalle conseguenze negative?
    Il fatto che finora tu non abbia trovato bario e alluminio, nelle analisi che hai fatto, non significa che in altre località quelle sostanze non sia possibile rintracciarle.
    Il giorno in cui le troverai, cosa fai, cambi opinione?
    Grazie.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  32. Wasp, vedo che continui a fare il....ragazzaccio della Via Paal.
    Quello è stato il primo libro che mi è stato regalato e che ho letto ed apprezzato in vita mia... Quando gli aerei erano ad elica e non lasciavano scie; per strada non c'erano auto e si sentiva solo puzzo di capre, pecore, vacche e muli.

    RispondiElimina
  33. Freeanimals, rosario marcianò non danneggia nessuno?
    Beh arrivati a questo punto gli effetti della sua attività non mi interessano più, che faccia quello che gli pare, lui e tutti quelli che gli danno piena fiducia, donategli quello che volete, comprate i libri (almeno ci pagherà le tasse), cliccate sugli AD e altro.
    In ogni modo, così per curiosità personale, prova a chiedergli di rendicontare pubblicamente i proventi delle donazioni ricevute con la causale "ricerca scie chimiche".
    Se avesse incassato qualche centinaio di euro, potrebbe investirli proficuamente acquistando una moderna fotocamera con teleobiettivo.
    La fotocamera è uno strumento tradizionale assolutamente più efficace del fantomatico telemetro e dell'inutile AirNav.
    La fotocamera deve essere utilizzata per immortalare, con ogni minimo dettaglio, tutti gli aerei che irrorano a quota cumulo... a Genova straker ha confermato che i tanker dovrebbero volare tra i 900 e i 2.500 metri di quota.
    Le foto di aerei a quote così basse sono talmente dettagliate da consentire il conteggio degli atomi di bario presenti nella scia :-) ma in questo caso bastano per leggere dettagliatamente la sigla di immatricolazione.
    Ci sono diversi siti che illustrano con chiarezza i metodi di ripresa e analisi delle foto realizzate.
    Sarebbe la prova decisiva per dimostrare la fondatezza delle sue congetture, basterebbe solo questa per zittire tutti.
    Costa poco ed è semplicissima da realizzare.
    Se non lo vuole fare allora chiedigli "PERCHE'?"

    Grazie per la disponibilità.

    RispondiElimina
  34. RB211, non ti chiedo di leggere tutto l'articolo, ma di osservare la foto che ho postato:

    http://freeanimals-freeanimals.blogspot.com/2011/06/giocando-nascondino-tra-le-nubi.html

    L'ho fatta a Gorizia nel maggio scorso con una macchinetta digitale. Secondo tutti gli atlanti di geografia e i testi di meteorologia, i cumuli stanno tra gli 800 e i 2500 metri, metro più metro meno.
    Se sbaglio correggimi e se non sono cumuli dimmi tu che tipo di nuvole sono quelle nella fotografia.
    La scia che si intravede è molto al di sopra delle nuvole? E' sui 10.000 metri, per caso?
    Riguardo a Marcianò, io non m'intrometto nella sua vita: è adulto e vaccinato. Ma per quanto riguarda me, prima o poi mi deciderò di usare il teleobiettivo e di riprendere gli aerei che passano nella mia zona. Poi, vediamo cosa salta fuori.
    T'informo che stanotte hanno girato come dannati e non erano di certo a 10.000 metri dato che si sentivano benissimo i motori rombare.
    Cosa cacchio stanno facendo? Si stanno esercitando per andare dove, in Iran? O in Siria?
    Grazie per la visita.
    A presto.

    RispondiElimina