giovedì 6 dicembre 2012

Vampiri

“Buon sangue, non mente!”, rispose Dracula quando gli offrirono delle mentine.

Con il sangue abbiamo un rapporto controverso: lo beviamo se viene dal bestiame e gridiamo allo scandalo se è di provenienza umana. Da bambino mia madre mi preparava i tortelli al sangue di gallina; nel film “Baaria” c’è una scena dove il sangue di una mucca appena assassinata viene bevuto dai macellatori e offerto a una donna in gravidanza; i sanguinacci di maiale credo siano ancora in vendita nelle macellerie (non posso saperlo perché non le frequento).
Le donne di certe tribù cannibali dell’Africa usavano inumidire i propri capezzoli con il sangue dei nemici uccisi, prima di allattare i pargoli, così da abituarli fin da piccoli al sapore del sangue umano. Lo afferma un antropologo tedesco dell’Ottocento di nome Eberard Volhardt.
Tutti noi abbiamo visto i Masai del Kenya e della Tanzania colpire con arco e frecce la giugulare di mucche immobilizzate, farne zampillare il sangue dentro una ciotola di latte e berne il miscuglio che ne deriva. A me provocherebbe conati di vomito, ma loro lo fanno da millenni e ci sono abituati.
 
L’apostolo Paolo disse ai cristiani delle prime comunità di astenersi dalla carne sacrificata agli idoli e dal sangue, ragion per cui i Testimoni di Geova sono famosi per rifiutare le trasfusioni. Se non è esistito nessuno che rispondesse al nome di Saulo di Tarso e i quattro Vangeli, gli Atti degli apostoli e le lettere di San Paolo sono stati scritti da Ario Calpurnio Pisone, figlio di Lucio e padre di Giulio, Giusto e Proculo, se ne deduce che nella mentalità pagana dei romani già esisteva la repulsione per il sangue animale o umano.
Il Nuovo Testamento, dunque, che vieta il consumo di sangue, fu un’opera letteraria nata dall’otium di persone colte che rappresentavano lo stato romano invasore in Palestina, e che non avevano niente di meglio da fare che inventare storie dal sottofondo religioso.
Sacrifici animali venivano fatti anche presso i romani, ma non mi risulta che il sangue venisse bevuto. C’era un certo Galeno che vivisezionava animali nelle pubbliche piazze e questo fa capire quanto spietati fossero quei tempi.

Oggi veniamo a sapere di riti satanici compiuti nel ricco Nord Est da liberi professionisti e altra gente facoltosa e annoiata. Non si sa fino a che punto tali riti siano diffusi, ma le notizie non mancano. Una di queste parla di quattro ragazzi che si sono lasciati convincere a bere sangue umano, gentilmente offerto dal padrone del locale notturno dove si erano recati.
Sembra che il locale sia stato chiuso. La testimonianza dei quattro minorenni è stata raccolta dal GRIS, gruppo di ricerca e informazione socio-religiosa, sul sito del quale compaiono anche alcuni articoli di Cecilia Gatto Trocchi, morta misteriosamente nel 2005, vittima della Rosa Rossa, a detta di Paolo Franceschetti.

Il GRIS è un’emanazione del Vaticano e se è vero che, oltre alla pedofilia ormai di dominio pubblico, all’interno della Chiesa ci sono gruppi di satanisti che praticano il sacrificio di bambini, la faccenda si fa estremamente interessante.

Per spiegarmi meglio vorrei evidenziare tre situazioni a mio avviso contradditore.

1)    Il Partito Democratico descrive Mario Monti come un vampiro proveniente da Tassilvania, anziché Transilvania. Lo fa in maniera ludica e per nulla incisiva. Se poi si pensa che, anche se non lo hanno eletto, lo stanno appoggiando e lo indicano come la migliore soluzione per l’Italia sprecona, lascito di Berlusconi, hanno poco da scherzare con Monti-Dracula e farebbero meglio a stare zitti. Infatti, anche Casa Pound denuncia i comportamenti vampireschi di Equitalia, ma non lo fa per celia o per far ridere la gente; con Casa Pound c’è poco da scherzare.

2)    Ricordo che Mistero aveva fatto un servizio su giovani americani che bevevano sangue che essi stessi facevano fuoriuscire dai loro corpi con piccole ferite e ora viene fuori la notizia di quei quattro minorenni trevisani, circuiti da un adulto. Se si grida allo scandalo per la degenerazione dei costumi dei nostri giovani e, al contempo, si mandano in onda serie televisive come Twilight che hanno molto successo di pubblico, specie fra le giovinette, cosa ci si può aspettare se non atteggiamenti di emulazione?

3)    Infine, ammesso e concesso che magia e satanismo siano sempre stati praticati in seno alla Chiesa, perché scandalizzarsi per quattro ragazzini immaturi che vogliono provare un’esperienza emozionante e tacere di ben altre efferatezze che si praticano (o si praticherebbero) all’interno della Chiesa stessa? E’ un fatto che migliaia di bambini spariscono nel nulla: dove vanno a finire? Chi li preleva e per farne cosa? L’unico sospetto che abbiamo è che gli adoratori del Dio Moloch siano ancora in attività e finché non verrà fatta chiarezza su questo punto, non potremo far altro che sospettare di satanisti e altri antichi adoratori di divinità pagane, o forse anche aliene.
Da questi tre esempi emerge un quadro di ambiguità criminale, in cui la condanna ufficiale del Partito Democratico e della Chiesa Cattolica serve a nascondere le responsabilità dell’uno e dell’altra. Si attua una specie di cura omeopatica o di vaccinazione, in cui s’iniettano in un cavallo piccole quantità di virus affinché il quadrupede sviluppi gli anticorpi. Analogamente, le istituzioni iniettano nella società piccole quantità di virus (i quattro ragazzi trevisani), affinché la coscienza collettiva si abitui e soprattutto guardi nella direzione sbagliata.

Del resto, è la prima gallina che canta quella che ha fatto l’uovo e se Chiesa e partiti politici indicano in Monti, o in non meglio precisati satanisti, la causa dei mali degli italiani, significa occultare le prove della propria colpevolezza e dare la croce addosso ad altri. La trave nascosta dal fuscello.
Le informazioni in nostro possesso indicano nella CIA e in altre agenzie governative gli schiavisti che detengono migliaia di bambini prigionieri in basi militari segrete. Il movente c’è: l’invio di automi eterodiretti verso obiettivi precisi, quando occorra. I metodi per ottenerli ci sono: MK-ultra e progetto Monarch. I risultati si vedono: gente che impazzisce e va a fare stragi nelle scuole, kamikaze che si fanno saltare in aria, persone che si uccidono in massa come avvenne nel 1978, ad opera della sedicente setta del Tempio del Popolo. Tutte stranezze che si spiegano con la manipolazione dei cervelli, ovvero con la zombificazione di schiavi reclusi in appositi centri militari.

C’è chi si spinge oltre e fa nomi e cognomi. E’ il caso di Cathy O’Brien che nel libro “Trance Formation of America, afferma di essere stata rapita da piccola e avviata al ruolo di schiava “modello presidenziale”. Parla di ex presidenti degli USA che non solo abusavano di lei e di altre schiave, ma si dedicavano alla caccia all’uomo all’interno delle loro vastissime tenute. Leggendo quel libro non si può non pensare che più le si spara grosse e più si viene creduti. Tuttavia, che i potenti della Terra si riuniscano nel Bosco Boemo o in alberghi di lusso, una volta l’anno, in quello che si chiama Club Bilderberg è un fatto assodato. Se poi si lascino prendere dall’ebbrezza del potere e alcuni di loro abusino di esseri umani manipolati mentalmente, è verosimile. Ché tanto godono dell’impunità più assoluta, viste le cariche che ricoprono.

L’autrice, che scrisse quel libro incredibile insieme a Mark Phillips, dice che i bambini rapiti vengono tenuti in gabbie appese al soffitto e che li si sottopone a traumi per ottenere ciò che gli psicologi chiamano “dissociazione mentale”. E’ un po’ quello che l’opinione pubblica mondiale, e soprattutto americana, ha fatto quando sono state colpite le torri gemelle: che sia stato il governo degli Stati Uniti è cosa troppo grossa da poter accettare. Così, nel singolo, un trauma troppo feroce viene rimosso e la mente si compartimentalizza. E’ troppo grave per un bambino subire abusi sessuali da suo padre e la mente va in tilt.

Dalla compartimentalizzazione, cioè dalla rimozione di episodi troppo brutali, si passa alla fase successiva, che è quella di ottenere schiavi telecomandati. Basta una parola o un suono per far scattare i meccanismi d’obbedienza cieca in un soggetto manipolato in quel modo. Il film “Manchurian candidate”, lo ha spiegato alla perfezione.
Una delle vessazioni a cui i piccoli rapiti vengono sottoposti è quella di tenerli a bagno in vasche di urina e feci, o di sangue prelevato nei mattatoi. Ecco che ritorna l’elemento sangue.

Nel film “Salò o le 120 giornate di Sodoma”, Pasolini mostra i perversi gerarchi fascisti che fra le altre piacevolezze tengono alcune ragazzine in ammollo negli escrementi. Se anche non c’è alcuna relazione tra il regista friulano e i satanisti della CIA, almeno la tecnica di obbligare giovani vittime a restare immerse in liquidi putridi esiste. Non possiamo escludere che qualcuno lo faccia, anche in questo momento, per il puro piacere sadico di far soffrire il prossimo o forse nell’ambito di una strategia volta ad ottenere schiavi obbedienti.

Nessuno meglio dei potenti che godono di assoluta impunità potrebbe fare una cosa del genere e riuscire anche a mettere le cose a tacere. Se pensiamo che ci sono persone al mondo che sono proprietari di giornali e televisioni, nulla c’impedisce di sospettare che oltre a possedere oggetti materiali, si dilettino a possedere anche essere umani in carne e sangue. Io credo che l’umanità sia di proprietà di alieni malvagi, come ci credeva anche Charles Fort, ed è verosimile che alcuni loro emissari, umani o ibridi, si divertano a fare la stessa cosa, abusando di vittime innocenti al di fuori di ogni legge.

Pasolini è stato ucciso; forse perché, con quel suo ultimo film, aveva parlato troppo. Sono troppe le morti misteriose di personaggi in vista che muoiono prematuramente, ma che la Rosa Rossa, costola della Massoneria, fa passare per morti accidentali. Secondo l’ufologia parafisica, vampiri e lupi mannari vengono dallo stesso luogo da cui vengono fate, gnomi e dischi volanti. Io non ho alcuna prova, al massimo potrei intervistare quei quattro ragazzi per chiedere le loro impressioni e le motivazioni del gesto, ma ciò che mi piacerebbe veramente scoprire è la fondatezza dei sospetti sull’esistenza di sette segrete e intoccabili, dedite al consumo di sangue, bevuto come aperitivo, per preparare lo stomaco alla carne umana.

Lo scopo per cui gli Aztechi sacrificavano migliaia di vittime era per ritardare la fine del mondo; può darsi che le stesse entità che agivano in Messico secoli fa, stiano agendo ora su tutta la Terra con la stessa motivazione. Non bastando i sacrifici umani fatti alla spicciolata nel chiuso di conventicole irraggiungibili, stanno irrorando veleni nell’aria per farci cadere addosso bombe d’acqua e annegare quanti più umani e animali possibile. Con l’acqua o con il coltello, l’importante è che sempre più esseri viventi vengano sacrificati.

Moloch è soddisfatto.

2 commenti:

  1. Visto che segui anche Franceschetti, e hai accennato alla RR scaricati questo archivio...

    All'interno vi è un interessante PDF da leggere cui fare riferimento per i documenti allegati, tra cui un video di un macellaio che racconta cose abbovinevoli sulla preparazione di carne umana per determinati individui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatto!
      Grazie.
      (non so quando riuscirò a leggerlo tutto....)

      Ciao

      Elimina