martedì 13 ottobre 2015

L’urlo di nonno Mario


Testo di Mario Cherubini

FUORI I CACCIATORI DALLA NOSTRA TERRA!!! Oggi, lunedì 12 ottobre, è da poco passato mezzogiorno e stanno ancora sparando, i cacciatori con i cani, a due passi dalla cascina dei miei due suoceri, quasi novantenni. Chi scrive è nonno Mario, non più giovane, che vive qui nei Boschetti di Montichiari, in cascina con la moglie, e molto spesso ci son qui le mie due figlie con mariti, altre due mamme anziane e sei nipotini che scorrazzano nel cortile. Ebbene, questi signori cacciatori si avvicinano alla cascina con i loro cani e sparano, sparano…l’altro giorno i bambini han dovuto rientrare di corsa in casa. Abbiamo anche animali, galline, conigli, gatti spaventati e un cane da guardia che penso stia perdendo la sua voce per quanto abbaia. Sia io che mia moglie abbiamo urlato spesso a quei “signori” cacciatori di andarsene. Ma non la capiscono! Quindi, oltre a questa denuncia alle autorità (comune, carabinieri e guardia forestale), ho deciso di scendere in campo con un megafono, il bastone da passeggio e la macchina fotografica per avvertire questi signori, minacciarli con il bastone e fotografarli. Ho disegnato anche il cartello che vi allego e che appenderò agli alberi della proprietà di mio suocero, agricoltore da generazioni, e invito chiunque desideri a stamparlo ed utilizzarlo nelle proprie terre in Italia. Chissà che questa piccola proposta non spinga le autorità ad eliminare definitivamente questo assurdo sport-assassino!!! Proprio ieri è morto in Valsabbia un giovane per incidente di caccia. Vadano a sparare nei campi di tiro autorizzati! Lascino in pace questi poveri uccelli, fagiani e lepri ormai decimati e spaventati!! USCITE DALLE NOSTRE TERRE. Firmato: nonno Mario.

2 commenti:

  1. Bravo Nonno Mario.
    Moltiplicati!
    Noi siamo con Te!
    CACCIAMO I CACCIATORI !
    Morgana

    RispondiElimina