venerdì 24 gennaio 2014

Questo non lo possono censurare

 

Venuto a conoscenza di una particolare promozione pubblicitaria sugli autobus di Bergamo, mi sono tolto una soddisfazione personale. Ho dato il via a un contratto pubblicitario, della durata di un anno, per l'esposizione di un cartello 70 x 25 all'interno di dieci autobus. Il cartello riporta l'immagine di un aereo che rilascia una scia chimica, con su la dicitura: 'Basta scie chimiche, adesso siamo al limite', di seguito alcuni link utili per informarsi. Vorrei che questa iniziativa fosse fatta in ogni città d'Italia, noi non abbiamo altri mezzi a disposizione, visto che i 'media' sono tutti al soldo di chi vuole schiavizzare. Diffondiamo la verità sulle scie chimiche, riprendiamoci il cielo. Riprendiamoci il Pianeta.

14 commenti:

  1. Risposte
    1. Ero tentato di mettere come titolo: "Una trappola per Wasp", ma poi ho pensato che sarebbe stato troppo personalistico.

      :-)

      Elimina
    2. Vero!
      Bastare piccola esca per catturare glande pesce.

      Elimina
    3. Io mi metto anche nei suoi panni e in quelli dei suoi colleghi.

      Cosa può pensare Wasp e i suoi amici se un signore spende dei soldi per acquistare spazi sugli autobus, basandosi su una leggenda metropolitana?

      Sarebbe come se qualcuno spendesse dei soldi per avvisare i motociclisti di stare attenti ai cavi d'acciaio stesi attraverso la strada, basandosi sulla leggenda del motociclista senza testa.

      Elimina
    4. "Cosa può pensare Wasp e i suoi amici se un signore spende dei soldi per acquistare spazi sugli autobus, basandosi su una leggenda metropolitana?"
      Che si fa gli affari suoi: cerca di spennare gli ingenui ed ignoranti boccaloni.
      La Draco Edizioni produce e vende libri...

      Elimina
  2. Caro Freeanimals,la conoscenza,riguardo il diabolico progetto scie chimiche, stà crescendo sempre più giorno dopo giorno e questi loschi figuri compreso il "fantomatico" grafico (importato) Sanremese non lo sopportano...anche perchè sono foraggiati per cosolidare il contrario.
    Condivido appieno l'ottima iniziativa,che rilancio molto volentieri sul mio Blog.
    Ps.bellissima la leggenda del motoclista senza testa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che Angelo Nigrelli, in arte Wasp, sia pagato ma, se escludiamo anche una manipolazione mentale nei suoi confronti, ad opera dei padroni occulti del mondo, non mi resta che concludere che la sua pervicacia nel negare le scie chimiche sia un mistero.
      In altre parole, non so da dove nasca la sua ferrea determinazione nel negerle.

      Per il resto, umanamente parlando, Wasp qui è il benvenuto, come anche i suoi colleghi.

      Elimina
    2. http://lesciechimicheagenovafotodidoriano54.blogspot.it/

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Doriano54 tra un po se ci mettiamo d'impegno le chemtrails non ci saranno più, e i provocatori diranno che gli aerei hanno cambiato carburante o che gli aere volano più in alto o più in basso o che l'umidità dell'atmosfera non è più quella "di un tempo" quella del tempo delle scie....
    Già soffia il vento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. laurama, si vede che non sei molto attenta... Tutto ciò che ipotizzi è già stato ufficialmente dichiarato dal vostro guru-papa-grande-capo della sacra setta delle scie chimiche: anche quando il cielo è azzurro, le scie ci sono e sono mortali! Eheheheheh! A lui non la si fa!
      È lui il provocatore?

      Elimina
    2. "Rosario Marcianò: Infatti se c'è alta pressione usano le "non persistenti ed i filamenti sono la diretta conseguenza dell'impiego di specifici additivi addizionati al carburante nelle giornate di cosiddetto "bel tempo". Risultato? Cumuli da bel tempo... neanche l'ombra. Sono distrutti dagli elementi igroscopici di ricaduta."

      E voi gli credete! Ahahahahahah!

      Elimina
    3. Vabbè ma quando smetteranno di irrorare con quel mix adatto in prima istanza -poi c'è anche la seconda- a manipolare il clima, vedrai che tutto finirà e le scie non si vedranno più.

      Elimina
    4. Mi spiego meglio tutto lo schifo che spruzzano ora nel cielo non ci sarà più, ma ci saranno solo le "brevi" scie di condensa che ci sono sempre state (non quelle persistenti della geoingegneria per cieli nuvolosi o evanescenti per cieli limpidi), tra un po ce lo faranno a stelle e strisce il cielo).

      Elimina