martedì 22 ottobre 2019

Milano ridotta come Calcutta


Testo di Pas De Ritis (21 ottobre)

Non so se ieri sera-notte qualcuno ha visto lo speciale Tg1 "okkupate", un servizio sulle occupazioni abusive nelle grandi città, credo ambientato a Milano e del degrado aberrante che vi regna. Vedendolo, vi sareste potuti rendere conto di come è ridotta l'Italia, demograficamente, economicamente ed istituzionalmente. Credo che nessuno e nessuna forza politica o movimento siano in grado di cambiare una situazione del genere, a meno che effettivamente si faccia un piano totalmente rivoluzionario e sconvolgente di tutto l'esistente e di tutta la burocrazia e le chiacchiere completamente inutili dei nostri politici altrettanto inutili e finanche dannosi.

3 commenti:

  1. Un gesto dadaista nella artificiale Milano. Così potrebbe essere interpretato dagli 'accoglioni' questo fatto. Agli stranieri, di pelle scura, tutto è permesso e concesso. Possono infrangere non solo la legge in modo plateale (vedi la vendita di merce contraffatta a Roma, a pochi metri dal Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri!) ma anche il buon senso e la decenza. Che sarà mai un escremento di bimbo! E' ciò che si cela dietro il vero problema. L'invasione se ne frega del comune senso del pudore. In nome dell'accoglienza tutte le norme e le consuetudini possono essere infrante. Quel delicatissimo equilibrio instabile (in Italia) tra senso comune, leggi e società rischia di collassare con conseguenze preoccupanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho avuto in casa con me una cagnetta che non faceva mai i suoi bisogni sul pavimento, ma mi chiedeva sempre di uscire.

      Poi volli prendere un'altra cagnetta che invece fa i suoi bisogni in casa quando vuole.

      Ebbene, la prima cagnetta, quella bene educata, ha preso il cattivo esempio dalla seconda e ora devo diventare matto a pulire le deiezioni di entrambe.

      Questo si chiama "livellamento verso il basso".

      Elimina