lunedì 11 maggio 2020

Siamo di fronte a un bivio


Fonte: L’Officina

La democrazia si sta dissolvendo. Doveva essere la forma di governo per sempre. Invece viene svuotata di ogni sostanza diventando puro assetto formale. Stiamo scivolando verso un sistema che nulla ha a che fare col potere del popolo. Tutto comincia dalla caduta del Muro. Sparito l’antagonista del Sistema, il capitalismo diventa turbo. Si apre una nuova fase: globalizzazione, migrazioni, finanziarizzazione dell’economia, svuotamento degli stati, internet, ecc. Il processo è sostenuto da un’ideologia: il Pensiero Unico. “Unico” in quanto ingloba tutte le correnti e le mode compatibili con il liberismo mondialista centrato sul denaro, sul mercato e sullo sviluppo indefinito. Contemporaneamente la sovranità popolare viene annullata attraverso la delegittimazione della politica e trasferita a organismi internazionali non elettivi.

Paradigmatico l’esempio dell’Italia. Il primo passo è Tangentopoli. Ci siamo cascati tutti, ma oggi, storicizzati gli avvenimenti, è chiaro che fu l’espediente per distruggere i partiti, che nel bene e nel male avevano svolto il ruolo di mediatori fra il popolo e le istituzioni e creando benessere. 
Essi vengono sostituiti con dei contenitori asserviti ai leaders: più facile controllare un capo-partito che centinaia di migliaia di iscritti. Viene meno anche la loro funzione di selettori del personale politico, che da allora scende a un livello sempre più basso, fino a toccare il fondo con i grillini.

Il passo successivo è trasferire sulla politica il discredito gettato sui politici. Meglio l’economia -inculca il mainstream- che vuol farvi star bene tutti. Su questa base la politica viene “commissariata”. Sono le banche ed i potentati economici ad esprimere gli Amato, i Prodi, i Ciampi, i Monti, i Draghi, i Casaleggio e quella schiera di personaggi che compongono l’establishment. Negli ultimi 10 anni non c’è un governo eletto dal popolo. Addirittura Renzi vuole dimezzare il Parlamento. Non ci riesce, ma dopo qualche anno il numero dei parlamentari viene ridotto di un terzo, sempre “per risparmiare”, mentre centinaia di migliaia di immigrati clandestini vengono mantenuti vitto e alloggio a spese dei cittadini. 

Poi è arrivato il virus, forse voluto, forse no, che ha avuto l’effetto di accelerare la deriva oligarchica col “distanziamento sociale”, che trasforma i cittadini in monadi, costretti per comunicare a ricorrere al web, col risultato di essere tutti controllabili. Democrazia significa sovranità e controllo popolare. Oggi, non solo non esiste più la prima, ma addirittura è il popolo che viene controllato. Allora le possibilità sono due: o il processo si compie e s’instaura definitivamente il potere del Grande Fratello oppure il popolo, presa coscienza, reagisce e si riprende la sovranità. Che in ultima analisi è la libertà di decidere del nostro futuro.

17 commenti:

  1. non sono provvisti di cervello. Non c'è speranza. Anche se "pare" che conte conte abbia solo il -40 % dei "consensi cagasotteschi". Abc

    RispondiElimina
  2. per chi dice che gli ebrei sono Atei: non è vero sono satanisti, che è ben diverso dal'essere senza religione. Non provate a fare lo sporco giochetto delle tre carte.
    Lo dice chiaramente SA DEFENSA. Pare che ilare clinton sia passata "oltre", ma lo nascondono. Abc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ateo significa senza Dio, non senza Diavolo... A meno non si voglia annoverare satanasso fra gli Dei.

      Elimina
    2. Per loro satana è dio...
      Quindi è sostanzialmente corretto quanto dice ABC

      gg

      Elimina
    3. O meglio satana e dio sarebbero per loro la medesima cosa, almeno così ho capito da quanto ha detto il dottor biglino se non sbaglio.
      Roberto è più ferrato e può confermare o smentire la cosa

      gg

      Elimina
    4. Mi scusi, Mauro b, se mi permetto di esprimere la mia opinione, ma l'internauta che si firma gg mi è più vicino, "satanasso", come lei lo definisce, è un elohim e quindi un "Dio".

      Elimina
    5. Quel che ho imparato io da Biglino è che "satana" sta per "pubblico ministero".

      Ovvero, se sorgeva una contesa, qualcuno non faceva l'avvocato del diavolo, ma faceva....il diavolo.

      Finita la contesa, finito il processo, il diavolo pubblico ministero cessava le sue funzioni.

      Non era quindi un'entità dotata di personalità, ma un ruolo adottato da chiunque temporaneamente.


      Poi, i padri della Chiesa hanno fatto e disfatto, a loro piacimento.

      Elimina
    6. Grazie Roberto e Giorgio per le precisazioni molto interessanti.

      Quello che dici è ben evidente nella storia del Giobbe dove effettivamente satana sembra ricoprire proprio il ruolo di pm, inoltre sembrava frequentare l'empireo come se nulla fosse (non doveva forse essere invece nell'abisso nel quale doveva essere stato gettato dopo la battaglia con il collega Michele?)

      Metto qualche link per chi volesse approfondire:

      semplicemente Satana non esiste: è una invenzione delle due altre religioni.
      il satan (con l'articolo, perché non è nome di persona reale o esistente) è tutt'altro: è la natura materiale umana che spinge l'uomo a fare le cose umane, anche indispensabili: bere mangiare, dormire unirsi sessualmente. se supera i limiti deve essere controllato dalle regole morali attraverso la natura spirituale


      Satana secondo la Bibbia ebraica

      Altrogiornale.org (Questo è particolarmente interessante)

      GG


      Elimina
    7. .....Consulenza ebraica.


      Interessante!

      Elimina
    8. Non concordo molto con "consulenza ebraica" (non sul caso specifico ma in generale, anche sull'approccio che hanno).
      Tuttavia mi piace mostrare più punti di vista sullo stesso argomento.

      gg

      Elimina
  3. Certo che rispolverare una forma di governo di 2500 anni fa di un posto dove si conoscevano tutti e applicarla in una chiavica manicomiale come l' Italia dove si fa a gara a chi è più scemo e disagiato e ogni campanile ha una cultura più scema e disagiata dell' altra e se ne vanta, non è stata una mossa particolarmente intelligente; questo lo sanno tutti, anche gli insegnanti. Non vale la teoria della cricca mondialista nel caso dell' Italia, perché: non ha risorse, non conta un cazzo, gli italiani non sono impiegabili per via della pausa caffè ogni cinque minuti e della pausa chiacchiera ogni trenta secondi, il clima è stupido. Persino la navigazione è una rottura di palle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Commento nichilista allo stato puro.

      Ammirevole, per certi aspetti, ma disfattista per altri.

      Elimina
  4. Parafrasando una citazione di Jomo Kenyatta: Quando sono arrivati, loro avevano soltanto il vaccino, mentre noi avevamo la nostra libertà. Ci hanno insegnato a vaccinarci, con gli occhi chiusi: quando li abbiamo riaperti loro avevano la nostra libertà e noi avevamo il vaccino.”

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In fondo, sempre di religione si tratta, da accettare supinamente.

      Elimina
  5. Fin dagli esordi "Mani pulite" mi puzzava di bruciato dal momento che dal suo mirino era escluso il PCI che era già il padrino della magistratura come il tempo successivamente ha ampiamente dimostrato.

    Sono per l'abolizione del suffragio universale con la sostituzione di un rappresentante di ogni singola specie di arte, mestiere, professione aggiornando il sistema politico della "Serenissima" o quello di Adriano Olivetti.

    RispondiElimina
  6. La serenissima mi sta bene ma non Adriano olivetti figlio del Rabbino ebreo camillo olivetti, se non siam sempre li'a cambiare di posizione ma sempre con un biscotto giudeo tra le chiappe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sed, la Serenissima contrariamente alle altre società dominava gli ebrei, ormai in numero sparuto e non è la prima volta che glielo scrivo, lei continua a scambiarli con i sionisti, altra pasta, Olivetti essendo ebreo aveva attinto dalla prima.

      Elimina