mercoledì 14 settembre 2016

Per l'ebreo Saviano l'autoinvasione è l'unica opzione possibile


Testo di Roberto Saviano

Detesto il razzismo più di ogni altra cosa. Lo detesto e proverò sempre a convincere chi ascolta Matteo Salvini che l'accoglienza è l'unica opzione possibile. Abbiamo stigmatizzato chi ha reso un inferno le vite dei nostri avi emigrati in Svizzera, Germania, Stati Uniti e ovunque nel mondo. Chi ha reso le loro vite un inferno in terra utilizzando argomentazioni identiche a quelle che oggi usa Salvini e la peggiore stampa che gli va dietro. Vengono a rubare il nostro lavoro, a loro si danno alloggi e i nostri connazionali indigenti vivono in strada, rubano, commettono crimini, non rispettano le nostre tradizioni. Queste accuse sono state rivolte (e qualche volta ancora accade) agli italiani emigrati in ogni angolo di mondo. Facciamo che la crisi economica che sta vivendo l'Italia non ci tolga anche l'umanità e la consapevolezza della nostra storia, il ricordo delle sofferenze.



Poi, due parole sulla Lega Nord, per ricordare, al di là delle foto sexy di Salvini, esattamente al cospetto di chi siamo. Ricordate quando Roberto Maroni, al tempo ministro degli Interni dell'ultimo Governo Berlusconi, ci impose letteralmente la sua presenza a "Vieni via con me" per dire che no, al Nord di mafie nemmeno l'ombra? Certe cose il tempo le cancella. Il tempo cancella le responsabilità di un partito, la Lega, che è stato negazionista rispetto alla presenza delle mafie al Nord, di fatto favorendole perché nell'ombra e nel silenzio le mafie crescono e si strutturano. Superficialità? Può darsi, ma forse anche altro dato che l'ex tesoriere della Lega Nord, Francesco Belsito, è stato rinviato a giudizio per truffa sui rimborsi elettorali ai danni dello Stato e per riciclaggio. E qui la cosa si fa interessante per i presunti legami tra Belsito e i De Stefano dell'omonima e potentissima ndrina di Reggio Calabria. Lo scorso gennaio a Francesco Belsito vengono sequestrati beni mobili e immobili, negli stessi giorni diventava tesoriere e Vice Presidente del Movimento Sociale Italiano - Destra Nazionale. C'è ancora chi si fida di lui, ma questa è un'altra storia.


Tornando alla lega Nord, vediamo: ha governato con Berlusconi tanto a lungo da non poter accusare altri di fallimenti che sono anche i propri. Ha negato la presenza delle mafie al Nord mentre la 'ndrangheta era ovunque e nel silenzio diventava più forte. Ha gestito male i finanziamenti pubblici e l'ex tesoriere si sospetta abbia riciclato (è sotto processo anche per questo) capitali per la 'ndrangheta, mentre i leader aprivano i comizi al grido di "Roma ladrona".
Ecco, fossi in voi di un partito con questo pedigree diffiderei. Ma ormai la politica è solo questione di fede.


3 commenti:

  1. Il signor saviano querela molto
    http://mauriziodangelo.blogspot.it/search/label/giornalista%20saviano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare di capire che le sue querele gli si ritorcono contro.

      Elimina