martedì 21 ottobre 2014

E' andata male, malissimo!

 
Fonte: You Tube

Questo video vi dimostra come ci si deve comportare con questi boia patentati del C.I.C.A.P. che hanno venduto l'anima al "diavolo". Bisogna sbiancare le loro sporche bugie con virulenza come le loro scie fanno ogni giorno sopra le nostre povere teste!! Non vergognatevi più di alzare la voce in pubblico, è l'unica vera arma che ci è rimasta!!!

8 commenti:

  1. Non poteva andare altrimenti!

    RispondiElimina
  2. UFO IN FRIULI VENEZIA GIULIA

    di Alfredo Lissoni

    1954, 19 ottobre ore 10.20 o 22.20 Gorizia. Un disco atterra sul fiume Isonzo.

    1954, 29 ottobre meriggio, Pordenone. Corpo luminoso con luce vivissima.

    1961, 01 novembre, pomeriggio, S.Daniele del Friuli (UD). Una nube bianca scarica una serie di filamenti che si dissolvono al contatto con le mani dei presenti.

    RispondiElimina
  3. Ondata di UFO alla fine dell'ottobre del 1954, anche in Friuli, come a Firenze.
    Faccio notare che alla metà del 1954 Wilhelm Reich INGAGGIO', come dalle sue stesse parole nel libro "Contact With Space", "LA BATTAGLIA CONTRO GLI UFO" a Tucson, e NOTO' LA AFFINITA' fra il fenomeno delle strane luci nel cielo con la formazione del DOR, polveraccia IGROSCOPICA secondo lui rilasciata dagli UFO allo scopo di IMPEDIRE LA FORMAZIONE delle NUBI DA PIOGGIA... Ho detto tutto: tutta spiegata anche la fenomenologia delle odierne scie chimiche, che Reich erroneamente considerava scie di condensazione dei jet. Polveri di BARIO e ALLUMINIO in filamenti. Quella tecnologia ALIENA, ad oggi, è stata ripresa dai nostri aereomobili, allo scopo di MIGLIORARE LA CONDUTTIVITA' dell'atmosfera, per le telecomunicazioni, e IMPEDIRE LA FORMAZIONE DI PERTURBAZIONI E NUBI DA PIOGGIA. Gli UFO sono sempre AMICI DELLA SICCITA', SUCCHIATORI DI ACQUA COME COMBUSTIBILE ELETTROMAGNETICO, DISSIPATORI DI NUBI E DI UMIDITA'. Per me è TUTTO chiaro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beato te!
      Io ho ancora molte lacune.

      Sapevo dell'ondata del 1954, come anche di quella del 1978, ma non avevo mai messo in relazione gli avvistamenti ufologici in Friuli con l'alluvione di Latisana del 1966.

      Anche ora l'abbinamento mi sembra piuttosto azzardato.

      Elimina
    2. No no, infatti qui non sto dicendo quello. Anzi gli UFO dovrebbero essere piuttosto legati alla siccità, non alle ingenti piogge. Certo è che essi sono strettamente in relazione con la geoingegneria. Esistono comunque casi di UFO che si nascondono dentro a Tornado o tempeste, ma sempre come se fossero catalizzatori di energia elettromagnetica. Una pioggia costante e sana è dunque ciò che di più lontano possa immaginare dal fenomeno UFO. Altra cosa è la frequenza degli avvistamenti nella zona del Friuli meridionale e centrale... Aviano c'entrerà ?

      Elimina
    3. Aviano è come il prezzemolo: va bene dappertutto. Ma si trova nella zona pedemontana pordenonese, abbastanza lontano dalla Bassa Friulana.

      E quindi, in definitiva, gli UFO temono l'umidità.

      Elimina
  4. Gli UFO ASSORBONO, SI NUTRONO di umidità... A livello energetico, forse a livello di carburante elettromagnetico. E sappiamo che la nostra vita biologica è BASATA sull'acqua...

    RispondiElimina