giovedì 27 novembre 2014

Nella prossima puntata ci sarà il picco degli ascolti

 

Luis Miguel Chiasso, carabiniere di Monterubiaglio in servizio a Roma, è stato trovato senza vita stanotte in caserma intorno a mezzanotte. Ferito a morte con un colpo d'arma da fuoco. Trentenne, aveva chiamato i genitori intorno alle 20,30. Poche ore prima della tragica notizia della scomparsa. Una scomparsa che si tinge di giallo, con il messaggio che il carabiniere ha lasciato su Facebook, un vero e proprio addio a tratti delirante. «Lavoro per i servizi segreti italiani ed internazionali, da tempo sto vedendo cose a noi sconosciute, cose non di questo mondo ma dei nostri creatori, purtroppo sapere determinate cose porta delle responsabilità - è scritto nel post - mi resta poco da vivere so già che stanno arrivando per chiudere la mia bocca per sempre». Secondo la cronologia del social network il post è stato pubblicato intorno alle 21. Sono in mano al Reparto investigativo dell'Arma della Capitale, le indagini sulla morte di Luis Miguel Chiasso. Già disposta l'autopsia che potrebbe svolgersi sin dalla giornata di oggi. Al momento l'ipotesi più accreditata è il suicidio.


IL MESSAGGIO SU FACEBOOK tuttavia apre scenari inquietanti che occorre indagare. Ed è quello che gli investigatori stanno tentando di fare sotto ogni profilo, linguistico e sociologico, per risalire al profilo psicologico e non solo di chi lo ha pubblicato. Nel messaggio il giovane carabiniere svela di lavorare per i servizi segreti nazionali e internazionali. Un'affermazione degna della massima attenzione. Anche se dalle prime verifiche pare non ne potesse far parte tecnicamente, si sta verificando se vi fosse entrato in contatto in qualche modo. Nel suo addio Chiasso dice di volersi togliere anche un'altra maschera. Quella del personaggio Adam Kadmon, il personaggio immaginario esperto di teorie del complotto ed argomenti esoterici, popolare in Tv per la trasmissione Misteri. L'avrebbe ideato lui insieme ad un attore. Dal 2010 - data di messa in onda del programma - l'identità della persona che lo interpreta non viene rivelata.

10 commenti:

  1. Storia misteriosa...e alquanto puzzolente!

    RispondiElimina
  2. come mai una foto del ragazzo con le rose rosse?!?

    E' risaputo che di solito ci si fa fotografare con un mazzo di rose rosse in mano, spece noi uomini vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SVEGLIA!!! Le rose sono state aggiunte (si vede!) da qualcuno che "'ncià 'ncazzo da 'fa".

      Elimina
    2. Sì, le rose rosse sono state aggiunte.

      Io ho trovato la foto su Facebook e mi sono subito chiesto chi le ha aggiunte.

      Qualcuno che è al corrente dell'esistenza di un'organizzazione criminale chiamata "Rosa Rossa", che commette omicidi rimanendo impunita e che è studiata da Paolo Franceschetti.

      Il fotoshop aggiunge mistero a mistero.

      Elimina
    3. La fuffa di Franceschetti... La rosa rossa e la rosa nera?
      Gomblotto!!!

      Elimina
    4. Wasp, anche i mass-media parlavano pochi giorni fa delle stranezze inerenti la morte di Pantani. E' un....."gombloddo" anche quello?

      Elimina
    5. Franceschetti e Frabetti mi censurano! Dopo ti dico perché...!

      Elimina
    6. Sono curioso. Frabetti non lo conosco.

      Elimina