giovedì 23 marzo 2017

Le porcate del mondo di Orwell


Testo di Antonio Corona

Sessant'anni fa sembrava che tutti noi italioti avessimo davanti a noi un'autostrada di opportunità infinite. Tutto cominciava ad ingranare discretamente e uniformemente. La povertà si dissipava a vista. L'ignoranza prettamente dettata dall'analfabetismo dilagante si affievoliva. La gente si istruiva, si emancipava. Avevamo un gagliardo spirito competitivo, producevamo cose buone e belle. Eravamo coesi e sensibili verso chi stava peggio e ci godevamo la vita con semplicità. Stavamo veramente per realizzare un "paradiso in Terra". Dopo cos'è successo? Sembra come che una sostanza venefica sia calata sulla nostra intera penisola. Un virus aggressivo ha intaccato le nostre deboli menti. Siamo lentamente ed inesorabilmente regrediti. E' ritornata l'ignoranza, quella determinata dall'egocentrismo, dal lassismo perbenista e dal bigottismo cattolico imperante, che hanno travalicato impietosamente gli argini di una società rispettosa e ordinata.



Oggi è uno scempio autorizzato. La corruzione non ha più freni. La spocchia dei nostri dementi politicanti irride anche il nostro amor proprio. C'è una consistente crescita di giudici che si sono messi ad espletare casi di giustizia all'incontrario. Non sto ad elencare tutte le altre porcate del mondo di Orwell. La mia utopia reale, invece, mi dice che 99 possono sgombrare l'1. Siamo in tanti, se po' fa. Però ci vuole la manifestazione di un contro-virus sotto forma di un condottiero (possibilmente immortale). Darei una utopica occasione a Salvini, però prima voglio vederlo in diretta se è capace di dare un pesante calcio in culo a Bossi. Ho notato ultimamente che gli è difficile andare a farsi un sonnellino, perché ha ancora forza di aprire la bocca per proferire insulse padanate. Penso che dovrò tornare a sognare il mio vecchio piano B, molto più efficace.

4 commenti:

  1. Ottima analisi di questo ritaglio di vissuto, e una disamina accurata dell'imbarbarimento sociale oggi in atto. I personaggi che contano e che dovrebbero guidare con capacità e fermezza il nostro bel paese, sono ormai quasi tutti andati fuori di testa, diventando quanto di più abbietto si possa immaginare: ladri, corrotti, depravati e pure indirettamente assassini e vigliacchi senza cuore. Questo virus è deleterio! Una larga parte del popolo sonnambulo vota i PiDioti e adesso abbiamo nella nuova classifica anche i DiPiùidioti. Poi c'è l'altra nuova nata, Alternativa popolare, l'ultima chimera di quel miserabile traditore di alf-ANO. Prendiamo coscienza alla svelta, se no son dolori!

    Mi chiedo che cosa intenda Corona con il suo sibillino sognare il piano B.

    ti:ci:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, me lo chiedo anch'io. Chissà se ce ne renderà edotti.

      Elimina
  2. purtroppo questa è la dura realtà dell'ingannato terrestre...

    Prima ci danno il benessere e poi ce lo tolgono per manipolarci ancora meglio... auguri a tutti...se vivrete...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse,ingannato,il benessere ce lo togliamo tra noi........
      non è sempre e/o solo colpa degli altri......

      michy

      Elimina