mercoledì 22 marzo 2017

Noi lo chiamiamo Hic et Nunc


In India insegnano "le quattro leggi della spiritualità".

La prima dice: "La persona che arriva è la persona giusta", cioè nessuno entra nella nostra vita per caso, tutte le persone intorno a noi, tutte quelle che interagiscono con noi, ci sono lì per un motivo, per farci imparare e progredire in ogni situazione.

La seconda legge dice: "Quello che succede è l'unica cosa che sarebbe potuta accadere." Niente, ma niente, assolutamente nulla di ciò che accade nella nostra vita avrebbe potuto essere altrimenti. Anche il più piccolo dettaglio. Non c'è un "se avessi fatto quello sarebbe accaduto quell'altro...". No. Quello che è successo era l'unica cosa che sarebbe potuta succedere, ed è stato così perché noi imparassimo la lezione e andassimo avanti. Ognuna delle situazioni che accadono nella nostra vita sono l'ideale, anche se la nostra mente e il nostro ego siano riluttanti e non disposti ad accettarlo.

La terza dice: "Il momento in cui avviene è il momento giusto." Tutto inizia al momento giusto, non prima non dopo. Quando siamo pronti ad iniziare un qualcosa di nuovo nella nostra vita, è allora che avverrà.

La quarta ed ultima: "Quando qualcosa finisce, finisce." Proprio così. Se qualcosa è conclusa nella nostra vita è per la nostra evoluzione, quindi è meglio lasciarlo, andare avanti e continuare ormai arricchiti dall'esperienza.

Penso che non sia un caso che stai leggendo questo, se questo testo è entrato nelle nostre vite oggi; è perché siamo pronti a capire che nessun fiocco di neve cade mai nel posto sbagliato." (Grazie a Luca Vercesi)

19 commenti:

  1. Completamente d'accordo. :-)

    ti:ci:

    RispondiElimina
  2. Fuffa new age del falso illusorio positivismo... e l'inganno continua...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sei messo il giusto nick. Sei proprio mortalmente ingannato.
      Prova prima, come ho fatto io molto tempo fa.

      Ma voi maledetti trolls, avete il libriccino delle istruzioni accanto alla tastiera?

      ti:ci:

      Elimina
    2. ma faffa... trols anonimo sarai tu...

      tu continua a sorridere che intanto ci gasano dall'alto continuamente come insetti con l'insetticida... Continua ad illuderti di essere il creatore della tua realtà, indotta anche nei tuoi pensieri positivi da altri e tu manco ne sei consapevole... e poi dai pure del trol a chi ti dice la verità in faccia che tu non vuoi vedere... ANONIMO DEI MIEI STIVALI!

      Elimina
    3. sì,è bellissimo sorridere al cernefice.....
      d'accordo che a sto mondo c'è di tutto e l'essere umano dovrebbe essere dotato del libero arbitrio,ma qua siamo giunti alla follia....

      michy

      Elimina
    4. Michy, si dice che la regina Maria Antonietta, a Parigi, quando fu di fronte alla ghigliottina che la stava per decapitare, disse: “Finalmente ora mi passerà questo maledetto mal di testa”. Almeno è morta serena.

      Quando trovai la frase indiana “Siate come il legno di sandalo, che profuma la scure di chi lo taglia”, rimasi talmente impressionato (e non ero più un ragazzino) che lo trascrissi su un foglio e lo attaccai in cucina, così da leggerlo tutte le volte che gli passavo davanti.

      Non c’è alcun dubbio che la filosofia della Non Violenza, da cui il cristianesimo nella sua essenza morale è scaturito, abbia in sé una grande attrattiva. Tuttavia, se guardo alla mia vita passata come attivista liberatore di animali, con tutte le conseguenze legali che ne sono derivate, ho agito in modo diametralmente opposto, spaccando, rompendo, infrangendo vetri e scavalcando cancelli, per portare in salvo animali, cioè mi sono basato sulla semplice idea che gli animali, a differenza di noi, non possono scegliere la Non Violenza, perché la violenza la subiscono e basta. Le religioni, come anche le filosofie sono cose per noi umani.

      In quanto al battibecco tra “ti:ci:” e “Ingannato terrestre”, secondo me avete una parte di ragione tutti e due, e quindi non c’è bisogno di litigare. Siamo avvelenati come insetti e però una buona disposizione d’animo, improntata alla serenità, è senz’altro preferibile come strumento di lotta.
      Io la intendo così: “Dì la verità sorridendo”, un po’ simile alla latina “Castigat ridendo mores”.

      Elimina
  3. Molto veritiero questo pensiero... non credo sia soltanto new age/positivismo ma anche fisica quantistica, entanglement, anche qualcosa della legge dell'attrazione, ecc... (vedere recenti studi di Corrado Malanga4, anche se piuttosto complessi, prima di credere che non siamo davvero gli artefici della nostra vita). Giordano Bruno: "Che ci piaccia o no, siamo noi la causa di noi stessi. Nascendo in questo mondo, cadiamo nell'illusione dei sensi; crediamo a ciò che appare."
    Certo, le scie chimiche e la geoingegneria ci sono... i complotti di pochi contro i tanti... il NWO, eccetera. Cambia poi il punto di vista, la consapevolezza. Personalmente ho fatto tante battaglie (ho pagato parecchio, come chi si occupa di certi argomenti) e non ha vinto nessuno, ne io nè nessun altro, so soltanto che in quei periodi ero incazzato nero con la gente, contro i piloti mercenari, contro gli illuminati, contro i ricchi, contro il mondo tutto insomma. PER COSA mi sono chiesto? CUI PRODEST? Ho cambiato le cose? Forse qualcosa si, forse no! Ho soltanto cambiato punto di vista e non rinnego una virgola nulla quanto detto o fatto. Accorgersi che siamo noi stessi il cambiamento e gli artefici della nostra VITA, è un passo fondamentale per stare "meglio" (non in senso newagiano), più consapevoli e armonici con tutto quello che ci circonda. Per fortuna (o sfortuna) l'oriente insegna...
    Felice giornata a tutti :)

    RispondiElimina
  4. Osho, il pensiero positivo: la filosofia dell'ipocrisia:

    http://www.renudo.it/osho-il-pensiero-positivo-la-filosofia-dellipocrisia/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scaricato, ma è troppo lungo per pubblicarlo.

      Elimina
  5. Per l'ingannato terrestre.

    Ti sei incazzato di brutto. Devo dedurre(con grande piacere) che non sei un maledetto troll. Sono per ciò dispiaciuto, e ti chiedo venia.

    Però, a leggere di primo acchito il tuo nick viene spontaneo pensare che sia un trollaggio perfetto, abbi pazienza.... :-)
    Anche il testo era improntato ad azzerare in toto la più piccola fiammella di bontà e speranza.
    Non riesco a capire perché trovi fuffa le 4 leggi indiane. Sono antichissimi aforismi di vita creati da persone sagge, altamente evolute. Non hanno niente a che vedere con i serpenti velenosi creatori indiscussi del devastante caos odierno. Io quando mi sento stanco psichicamente, entro in me stesso, e cerco l'approccio in esempi di vissuto tangibile che mi confortano. Perseguo con tenacia il vivere per essere e non per avere. Mi sono liberato dell'incudine che mi appesantiva la mente, mollando la strenua presa del materialismo sfrenato che mi stava stritolando. Ho bevuto un buon digestivo che mi ha messo in pace. Tu che fai, vai ancora al bar? ;-)

    Ti saluto cordialmente

    ti:ci:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io al bar non ci vado... sono povero, ho mollato tutto i sistema 9 anni fa... ora sto morendo, perchè grazie alle 4 leggi indiane et simil pensiero positivo appicato con fiducia su di me e messi in pratica mi trovo senza nulla e senza simili che mi comprendano... sono solo pieno di rabbia, quella rabbia che il pensiero positivo per anni avveva sotterrato inconsapevomente come scritto nell'articolo precedente... io non ho futuro in questo SiXtema di demoni che ci imprigionano... ho rimasto poco da campare... non possso neanche comprarmi da mangiare la frutta che mi farebbe tanto bene per il mio tumoore allo stomaco... Quindi il tuo:

      tu che fai, vai ancora al bar? te lo rigetto direttamente con un altro bel ma vaffa...! Cordialmente

      Elimina
    2. Potrei cancellare il tuo commento perché “vaffanculo” a un altro utente non lo devi dire, tumore o non tumore.

      Lo lascio, invece, perché so che il destinatario del tuo maleducato “vaffanculo” (ti aveva anche chiesto scusa) ha le spalle larghe e potrà risponderti a dovere.

      Tu per me sei un Troll, ingannevole e bugiardo. Ci ero cascato anch’io, per un momento, ritenendoti autentico.
      Il tuo scopo è far perdere tempo alla gente e se veramente sei rimasto solo si capisce anche perché.

      Non sarai mica un parassitato?

      Il tuo problema è veramente lo stomaco o hai un alieno nel cervello?

      Domande retoriche e ora mi aspetto che mandi “affanculo” anche me.
      Accomodati!

      Elimina
    3. rinuncio, visto che avete tutti la paranoio da trools e siete solo paranoici... pensatela come volete... io son stanco di vivere non ho voglia di sprecare altre energie con i vostri dubbi... dal mio punto di vista i trolls siete voi... gallina che canta ha fatto l'uovo

      Elimina
    4. Grazie del rinnovato vaffanculo. Ne ho ricevuti così tanti in vita che li considero un complimento ormai.
      Io non ho un tumore(ancora), ma una malattia che mi trascino da trentacinque anni: si. Ho inghiottito fin'oggi quintali di pastiglie di ogni sorta e continuo. Se è vero ciò che dici mi dispiace per te. So cosa vuol dire star male. Non ho neppure completato i miei contributi per la pensione, proprio perché non ne potevo più. Per superare le continue crisi mi sono dato alla lettura. Tutte le letture che per te è fuffa, a me hanno aiutato molto. Avido di sapere, continuo ancora oggi, sempre con costante interesse. Non ho alcuna paura di abbandonare il mio contenitore, anche fosse in questo momento che pigio sulla tastiera. Sono in pace, cerco e trovo l'armonia nel mio piccolo attorno me. Mi rilasso, medito e dormo più che posso che fa bene. Ho imparato a cogliere l'attimo fuggente.
      Sto bene anche se sto male. E la vita amico, non mi rivolto più verso di essa come quando ero giovane e scevro di sane e utili esperienze.

      Chiedendoti se andavi al bar era una domanda allegorica. Io ho bevuto il digestivo molto amaro della vita, e ci ho scherzato sopra, pensando che tu non l'avessi ancora degustato.
      Adesso so che non l'hai ancora fatto. Dovresti liberarti un po' della rabbia che covi, perché proprio essa, ha il suo centro focale nello stomaco.

      Rinnovo il saluto

      ti:ci:

      Elimina
    5. vedi, se ti comportavi come in questo tuo ultimo messaggio anzichè etichettarmi come trolls, non mi sarei mai arrabbiato con te... la rabbia che covo è perchè sono rimasto solo e senza aiuti materiali... non ho un futuro non prenderò mai una pensione per campare (mai maturato nulla a causa di lavori sempre a contratti dubbi e investimenti sempre di soldi e mai guadagni=... ho lasciato il sistema quando speravo di dare l'esempio e trovare altri come me che si unissero.... ora sono malato, nonostante mi fossi ripreso con prima la dieta vegan crudista e poi fruttariana, stavo finalmente di nuovo bene... ma poi i denti devitalizzati da anni mi hanno creato problemi anche ai denti sani... ora ho perso quasi tutti i denti dell'arcata superiore e ho solo 44 anni... da li è cominciato il mio inferno che dura da 3 anni... ho finito tutti i risparmi non posso più da un anno e mezzo comprare la frutta matura e buona che mi compravo... dipendo da altri per la spesa ho ricominciato a mangiare male e il mio tumore e la mia rabbia son tornati... ora sto veramente male... e sono solo e senza soldi... se tu credi che mettendomi a meditare e pensare positivo, tornerò a vivere mi sa che non hai ben chiara la situazione... e conosco benissimo le cose che dici ti facciano stare bene le ho applicate e studiate per 20 annni, ma la mia esperienza mi dice che non valgono sempre e comunque dato che fattori esterni ed assolutamente inaspettatti arrivano all'improvviso ogni volta a bloccarti ogni cosa positiva che sembra andare a buon fine ma che poi ti lascia sempre nella merda...

      Ti saluto e ti aguro di non provare mai quello che io ho vissuto e sto vivendo...

      Elimina
    6. Non cambiare le carte in tavola, Ingannato Terrestre, perché di me si può sapere vita, morte e miracoli, tanto che mi puoi scrivere in privato sulla mia mail, mentre di te non si sa nulla. Potresti essere un creativo ingaggiato da qualche ente governativo per gettare scompiglio nei blog alternativi ed esserti inventato tutto, tumore compreso. Potresti essere lo stesso tizio che l’anno scorso si firmava con nomi di donna, oppure un certo Giona nella Balena, che ora è assente da qualche tempo.
      Le parole sono fonte di malintesi, diceva Saint-Exupery ne “Il piccolo principe”. Se vuoi che non ci siano più malintesi tra noi, comincia con il presentarti. Dacci la prova che sei una persona moralmente rispettabile. Comincia a dire come ti chiami, non in pubblico, ma sulla mia posta elettronica. Se sei su Facebook potresti mandarmi il link della tua pagina. Se lo farai, mi convincerò che sei una persona autentica e che quello che dici è la verità. Se non lo farai, continuerò a considerarti un bugiardo patentato e stipendiato. A te la scelta.

      Elimina
    7. Sono ritornato qui per rileggere la discussione e voglio ringraziare "ti:ci:" e Roberto (in cui sono sostanzialmente d'accordo) e "L'ingannato terrestre" che si è scoperto molto nei suoi ultimi commenti, va a lui infatti il mio pensiero: purtroppo non posso esprimermi sul fatto del tumore in quanto è un argomento delicato e anche complesso, ma per il resto posso dire che ti capisco bene. Infatti bisognerebbe aver provato le cose sulla propria pelle prima di parlare, aver fatto esperienze soprattutto "negative" (proprio da queste ultime si impara, si cresce, ecc...). Nulla è immediato e non esistono le bacchette magiche, la differenza è se siamo disposti a cambiare noi stessi per cambiare il nostro stato. Parole, parole, certamente... ma secondo il mio punto di vista vorrei dirti FERMAMENTE, se anche le cose in questo momento sono difficili, che a tutto c'è una soluzione... altrimenti non ti ritroveresti qua a scrivere. La più brutta cosa infatti è ritrovarsi apparentemente "soli", senza nulla e con questi problemi che sembrano precipitare. Vorrei dirti che c'è SEMPRE qualcuno di ONESTO/A che può darti veramente una mano, una parola, un consiglio, eccetera... però sta a noi, sempre a noi, riconoscerlo/a. Come? Dove? Quando? La risposta sta sempre in te e intorno a te. Meno rabbie e cercherei di andare veramente a fondo al problema (Jung insegna), riconoscerlo e tentare di risolverlo! Purtroppo il solo pensiero cosiddetto "positivo" fa solo da palliativo, proprio come le medicine moderne. Secondo il mio punto di vista, un buon punto di partenza potrebbe essere l'ipnosi, la pnl e/o altre discipline correlate. Dovresti trovare qualcuno che a GRATIS sappia farti comprendere le cause inconsce del tuo attuale stato interiore. Buon proseguimento a tutti! :)

      Elimina
    8. Roberto, abbiamo scritto praticamente contemporaneamente. Prendo atto di quanto hai scritto :) potresti aver ragione, vedremo. :D ciao

      Elimina
    9. Grazie Andrea Nicola

      purtroppo vorrei fare ipnosi regressiva... avrei bisogno anche di un buon osteopata per la mia schiena malandata erniata in zona lombare e cervicale (la depressione a causa dei dolori giornalieri è ormai alta)... avrei bisogno di un buon dentista che mi faccia bonifica sicura come il dot ronchi a Milano secondo il metodo acerra... avrei bisogno di gente che fa tutto questo gratis... ma in questo SiXtema di cose non esiste soluzione per chi non possa pagare...

      Grazie ancora per la tua comprensione...

      E grazie anche a te freeanimals, ma io su internet non ho ne facebook e non ci tengo neanche a rendermi noto per dimostrare niente a nessuno... le tue paranoie sui trolls o su gente parassitata puoi continuare a fartele io ho problemi più grossi a cui pensare piuttosto che doverti dimostrare qualcosa a te... saluti cordiali a tutti

      Elimina