mercoledì 26 febbraio 2020

Il veganismo spiegato ai principianti



L'uomo non è onnivoro, la sua fisiologia e conformazione fisica lo dimostra, ma è divenuto una cloaca tale da essere capace di ingerire pezzi di corpi altrui. Potremmo sopravvivere benissimo nutrendosi senza procurare morte agli animali e collaborando ad accelerare la nostra, ma siamo troppo ingordi e stupidi. Ovviamente, penso che anima ci sia su ogni cosa che vive, anche un albero. La differenza è il colore. La loro, creature abusate e massacrate, è candida, la nostra è lurida. Lorda e grondante di sangue, anche se siamo mandanti di stragi e olocausti ed esibiamo mani pulite. Se gli individui di razza umana volessero vivere più sani, vista anche la situazione all'alba del 3° millennio, non si ciberebbero di cadaveri di altrui creature innocenti, se questi individui fossero, poi, pure credenti, nella fattispecie di una religione così dogmatica come la cristiana (cattolica), beh, allora non si ciberebbero di corpi di altrui creature al cubo, perché costoro si rifiuterebbero di dare morte ingiustamente. Cibarsi senza uccidere, non solo è possibile, ma è più salubre per i nostri corpi, non costretti così a vivere marcendo dentro, pieni di putrefazioni, e naturalmente anche per il pianeta. 

56 commenti:

  1. Sarei curioso di vedere queste persone alle prese con le risorse Della Boldrini quella Strega nel cercare di convincerle a diventare vegani , i selvaggi Della Boldrini le orde fameliche Della Boldrini ah ah ah ,son curioso di vedere LA reazione degli Africani all'ipotesi di sgranocchiare insalate e verdure varie o tofu , secondo me questa Daniela Billiani finirebbe in un batter Di ciglio a cuocere in un bel pentolone per poi fare da piatto principale da piatto del Giorno vegano bollito ,poi bisognerebbe chiudere tutto e mandare a spasso senza soldi migliaia di lavoratori operai macellai salumieri ristoratori trattorie catene di ristoranti barbeque ecc ,ma voi vegani siete Matti vivete fuori dal mondo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in effetti si tratta di una bellissima utopia, di quelle che nascono solo nella mente e nel cuore di persone di buona volontà, dotate di coscienza.

      Peccato che lei non faccia parte di tale categoria e, per favore, non si offenda, facendo il permaloso, se glielo faccio notare.


      A me, dei salumieri, dei macellai, degli allevatori e dei macellatori non importa granché: meriterebbero l'inferno che fanno patire alle loro vittime.


      Tra l'essere un vegano...matto e un cadaveriano savio, è infinitamente meglio la prima opzione.

      Elimina
  2. La mia ex ragazza, tipa, amante, bè lasciamo perdere... mi stressava perchè per lei era esagerato che io cercassi sempre prodotti non testati su animali non-umani o leggessi le etichette dei vestiti prima di provarli.

    Alla fine è finita.

    Amen.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veronica da Ivrea (Guerriera Vegana)mercoledì 26 febbraio 2020 20:08:00 CET

      Il mio ex compagno, una volta dopo che avevamo litigato perché aveva mangiato ragù di asino, mi aveva detto che se gli avessero proposto di mangiare della carne umana, lui l'avrebbe assaggiata... e sai cosa ti dico? Aveva ragione, a modo suo, non vedo lo scandalo da parte di chi si nutre comunque di cadaveri... che siano umani o animali, è uguale.

      Elimina
    2. Visto che stiamo parlando di rotture di relazioni, una tipa con cui stavo 4 anni fa, adepta della Sokka Gakkai, mi lasciò perché le dissi che non sarei mai diventato buddista.

      Elimina
  3. Io sono passato dal carnivorismo "toscano" (bistecche alla fiorentina, salsicce, porchetta..) al veganismo da un giorno all'altro senza più ritorni indietro o sgarri... ed ha anche funzionato, perché, come alternativa alla bistecca, mi propongo una bella pizza margherita fumante (con la mozzarella vegana), delle melanzane alla parmigiana, sformati, gelati e dolci vari, logicamente con soli ingredienti vegetali.
    Oggi non nutro alcuna nostalgia per la carne.. anzi.. mi ricordo dei miei primi vent'anni da carnivoro come, relativamente a come me la vivo ora, un periodo "austero".. non festoso e di gusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' l'effetto "coscienza pulita".

      Chi non ha la coscienza non può capire.

      Elimina
  4. Io sono un vegano antispecista e spero che macellai, allevatori, pescatori, cacciatori, ricercatori e carnisti muoiano e che le loro anime brucino all'inferno per l'eternità. A mali estremi, estremi rimedi.

    Alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La pensiamo tutti nello stesso modo, con grande scandalo di alcuni utenti di questo blog, come SDEI.

      Questo nostro modo di ragionare, apparentemente impietoso, affonda le sue radici nella cultura giudaico-cristiana dell'occhio per occhio, dente per dente.


      A cui va a sovrapporsi quella induista della legge del Karma.

      Elimina
  5. Io sono per la massima "Se dovevo mangiare erba nascevo capra"
    Credo di aver mangiato carne di ogni animale che si usa mangiare in Italia (quindi mi mancano rettili vari e cani e gatti, questi ultimi per questione di affetto verso i miei cani e gatti avrei difficoltà a mangiarli, mentre la carne di serpente la vorrei provare prossimamente). C'è carne che mi piace e carne che non mi piace, così come ci sono prodotti vegetali che mi piacciono (legumi) e altri che non mi piacciono (verdura ed "erbe" varie). Insomma, me ne frego altamente. La mia unica remora è verso animali che mi fanno "tenerezza", come i criceti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Citazione:

      "me ne frego".


      L'ho già sentito questo slogan.

      Apparteneva a un regime politico che è finito male, circa un'ottantina d'anni fa.



      Ci sono turisti italiani che quando vanno in Perù mangiano il porcellino d'India, quando vanno in Giappone mangiano i serpenti e quando vanno in Sudafrica carne di elefante e coccodrillo.

      Evidentemente, tu appartieni a questa immorale categoria.

      Elimina
  6. Ma no ma ripeto voi vegani dovete pensare all'indotto cioe' I lavoratori che campano con I soldi guadagnati magari in allevamenti non solo di carne ma anche di pesce , vedevo qui da me centinaia di allevamenti di gamberetti bellissimi che danno lavoro a povera gente birmani cambogiani che attraversano le frontiere per guadagnarsi qualcosina di piu decente o I pescherecci che a milgliaia salpano per portare il pesce, per voi questa gente deve andare a fare in culo di punto in bianco trovateci un lavoro voi visto che gli volete togliere quello che hanno , ripeto voi vegani dovreste si cercare di fare proselitismo Ma dovreste avere anche un progetto dare un alternativa voi offendete e basta tirate 2 accidenti a chi mangia carne e buona Notte al secchio , mi pare un po ' miserino come programma ... Da bambini viziati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando all'università espressi la mia condanna della vivisezione, una collega di studio s'arrabbiò dicendomi che avrei dovuto, prima, fornire delle alternative agli esperimenti sugli animali.
      Ora si fa avanti lei a chiedere programmi lavorativi per i pescatori cambogiani.



      Nel merito, una legge dell'economia dice che è la domanda a creare l'offerta.

      Se, per ipotesi, nessuno chiedesse più gamberetti - che so, perché si rivelano mortalmente velenosi - i suoi allevatori di tali crostacei si ritroverebbero di punto in bianco disoccupati.

      E allora, cosa farebbero?

      Verrebbero a sedersi davanti al suo bungalow e chiederebbero a lei, ricco bianco viziato e in sovrappeso, di farsi mantenere.


      Per inciso, lo fecero con Montanelli in Etiopia dopo che lui li aveva affrancati dalla schiavitù.

      Elimina
  7. Colui che uccide volontariamente un animale, deve prepararsi all'idea di poter essere ucciso.
    Non è una minaccia: è la legge del Karma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimmi genio dello stomaco, quando mangi verdura pensi di avere salvata una pianta? Perché nel caso non lo sapessi, in qualsiasi caso anche tu hai ucciso un essere muto ma vivo prima che finisse tra le tue fauci, ne consegue che la Legge del Karma vale anche per te.

      Elimina
    2. Troll anonimo,le piante sono prive del sistema nervoso, non soffrono a differenza dei mammiferi. La legge del karma fa ammalare gli onnivori e va bene così, le malattie ve le andate a cercare, stupidi magnacadaveri che non siete altro!!!!

      Elimina
    3. All'anonimo.

      Questa obiezione non sta in piedi.


      Per favore, non farci perdere altro tempo con le stronzate.

      Elimina
  8. @Gentili & attenti LETTORI,

    ecco la STORIA degli "storici" GUELFI & GHIBELLINI si ripete nuovamente su questo delicato & SEMPRE attuale TEMA, che è quello della scelta ALIMENTARE che ognuno fa, e fa fare es. ai BANBINI, nel proprio VIVERE quotidiano;

    le " FAZIONI in lotta questa volta SONO, gli "involuti!?" ONNIVORI vs. gli "evoluti!?" VEGANI, i VEGETARIANI(= come me) i CRUDISTI i FRUTTARIANI i MELARIANI i BRETHARIANI faranno da "interessati" spettatori;

    per quanto mi riguarda, per commentare, aspetterò che salga sul RING informatico anche il RADICAL(E) VEG, in quanto l' irriducibile CARNIVORO, il "tenace" Sed Vaste, è già salito e sta aspettando "impaziente" l' AVVERSARIO di turno;

    penso che sarà molto istruttivo & chiarificatore CAPIRE i PRO & i CONTRO delle DUE parti contrapposte, anche se poi alla FINE dello scontro "mediatico", a differenza della BOXE, qui NON ci saranno ne VINCITORI ne VINTI, scommettiamo !?

    AD MAJORA

    SDEI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, vabbè, non so che senso abbia tirare in ballo i guelfi ed i ghibellini, ché qui non stiamo a difendere papi né imperatori, bensì siamo qui per ribadire per l'ennesima volta (ripetere giova) che il veganismo costituisce un gigantesco balzo in avanti in termini di progresso e di civiltà. Oltre al veganismo, giudico piuttosto positivamente anche il fruttarismo ed il crudismo vegetale. I melariani (se esistono realmente) sono degli imbecilli perché non si può vivere di sole mele, ed i "brethariani" esistono solo in qualche fiaba indianeggiante.
      Da vegano, non sento di avere alcun rapporto di parentela con i latto-ovo-vegetariani, perché quest'ultimi, pur avendo rinunziato alle carcasse, comunque partecipano attivamente alla pratica di sfruttamento sadico-schiavistico degli animali non-umani. L'industria delle uova e quella lattiero-casearia sono anch'esse intrise di mostruosa insensibilità verso altri esseri senzienti. Ai vegetariani dico di darsi una mossa e di accelerare la transizione: la loro meta deve essere il veganismo.
      Mi dispiace deluderti, ma io non intendo cimentarmi in conflitti da internauti con alcun deviato onnivoro. Piuttosto, mi fa sorridere, ed anche riflettere, la "compassione cristica" che tu nutri nei confronti degli onnivori, che, per te, sono semplicemente "compagni che sbagliano", e non carnefici, complici, e sicari di quell'orrore inenarrabile rappresentato dalle decine e decine di miliardi di animali non-umani massacrati per soddisfare la gola e gli istinti più ignobili di certa umanità. Sono fiero di essere un vegano radicale. Gli onnivori sono... primitivi.

      Elimina
    2. SDEI, qui non ci sono due parti in causa, ma un'unica verità, eterna e universale, con cui anche tu concordi anche se non lo vuoi ammettere.


      E poi ci sono dei parassiti inutili e frivoli, chiamati comunemente Troll.


      Non c'è partita!

      Elimina
    3. A Wandervogel.

      La frase "sono compagni che sbagliano" mi ha acceso una lampadina.

      Lo diceva il P.C.I. all'epoca degli anni di piombo in riferimento ai brigatisti.


      E quindi: P.C.I. = BR : vegetariani = carnivori


      Ovvero, il partito comunista sta alle Brigate Rosse come i vegetariani stanno ai carnivoristi.

      Elimina
  9. Il vegano talebano wandervogel si qualifica da solo , e' un commento fatto da una persona con problemi mentali non indifferenti m'immagino che poi l'essere Campano non aiuti neanche un po visto il degrado e LA mancanza di stato congenita ,non LA invidio wandervogel si curi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sed Vaste, quando si dice a qualcuno che è malato mentale, significa che si hanno esaurito gli argomenti e si cerca lo scontro.

      Si sforzi di pensare che forse è una sua carenza culturale, quella che le fa esprimere tali severe sentenze.

      Il conflitto, non nuovo, è tra il mondo com'è (lei) e il mondo come dovrebbe essere (Wandervogel).


      Si può discutere senza mancarsi di rispetto reciprocamente.

      Elimina
  10. ahahahaaahha il mitico Sed vvaste, me lo ricordo ai tempi dei libreidee dove scriveva commenti sui suoi gusti sessuali cioè Bdsm, fetish, bondage estremo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa? Cosa? Cosa? Io sono rimasto fermo ai....cirlini!


      Comunque, sono fatti suoi. Basta che non faccia del male a bambini e animali...

      Elimina
  11. Primo non e' vero che mangio carne anzi cerco di evitarla magari a volte mi strafogo allo shabushi in thailandia ,li' veramente perdo il senno della ragione da provare vergogna ma mi capita di rado di farlo anche xche' 2 ore di buffet senza cognizione son pese rischio l'aldila' sui gusti sessuali purtroppo o per fortuna mi mancano I mezzi comunque spolperei volentieri qualche cirlino o anche qualche badile ma mi mancano I ghelli periodo di magra ma va bene lo stesso adesso son in un posto con hotel - ristorante e ho detto Tutto

    RispondiElimina
  12. Ogni tanto mi ritrovo a sognare ad occhi aperti...un'epidemia mondiale di proporzioni epiche collegata al consumo di carne/pesce/latte o uova (tipo mucca pazza, salmonella e altre tutte insieme!) che d'un colpo fa fuori tutti i carnivori e lascia vivi solo noi vegan!
    Sarebbe l'unico evento che potrebbe salvare questo pianeta...

    Un saluto al nonno Sergio che mi ricorda il nonno di Heidi:-) :-)

    RispondiElimina
  13. A me dà fastidio sentire la puzza di cadavere, anche quando passo al centro commerciale, mi allontano dal reparto carne e pesce. E difficilmente passo inosservata perché mi lamento sempre ad alta voce. Se in casa qualcuno cucina qualcosa del genere accendo minimo 3 incensi, ci sto male a sentire la puzza. Ciao e GO VEGAN!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse inconsciamente, ma anch'io al supermercato passo in fretta davanti al banco del pesce e della carne.
      Distolgo lo sguardo, utile abitudine per sopravvivere in questo mondo di assassini.

      Elimina
  14. @Veronica da IVREA,

    a parte il fatto che sei RIPETITIVA, infatti l' hai già inviato in un altro POST il tuo "sconcertante & catastrofico" SOGNO ad OCCHI aperti, e che SIAMO ancora su sponde diverse nel PENSARE & VIVERE;

    ma il paragone che mi fai con il NONNO della carinissima & simpaticissima HEIDI, mi ha fatto veramente tanto SORRIDERE, anche PERCHE', da come a volte scrivo, sembro un TIPO "burbero" & "intransigente", ma in realtà SONO gioviale & ironico e molto POSITIVISTA, chiedi al "testimone" conregionale Roberto;

    ma tu che mi definisci un NONNO, preferirei lo ZIO ma NON d' AMERICA=USA, quanti ANNI hai !?, certamente NON sarai una VENTENNE come il Wv, e la MELA "avvelenata" l' hai già "assaggiata" magari anche più volte, e allora forza "scopriamo" le tue CARTE, egregia AMAZZONE=GUERRIERA VEG !!!

    A ri-leggerti

    SDEI
    (Il NONNO di...... HEIDI)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad ogni modo, Veronica da Ivrea non è obbligata a riportare le sue caratteristiche anagrafiche.

      A meno che non lo voglia.

      Elimina
  15. Marco Bassi da Lumezzane (BS)giovedì 27 febbraio 2020 10:25:00 CET

    Mangiare carne è perfettamente naturale, e personalmente prenderei la gente che fa questi discorsi e la prenderei a calci nel sedere dalla vetta dell'Everest fino alla Fossa delle Marianne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Citazione:

      "Mangiare carne è perfettamente naturale".


      Lo dicevano anche gli increduli cannibali ai missionari che gli facevano visita, armati di crocifisso.

      E glielo dicevano prima di ucciderli e metterli a cuocere.

      Elimina
  16. Ma io non ho ben capito se scherzate o dite sul serio ,un mondo di assassini ... Passo alla svelta davanti al bancone della carne e del pesce ... Sogno un epidemia mondiale ... freeanimals ma state scherzando, vuol far il provocatore apposta per l'audience xche' qui per questi alienati non ci vuole la galera ma lo psichiatra ,guardi free animals che LA stanno circuendo LA stanno dileggiando si capisce si sente , ma roba da Matti ! LA gente muore di fame perlomeno LA meta' si sogna una bistecca come se fosse un segno di benemerenza dal Divino e voi parlate a quel modo non avete rispetto neanche un po x chi e' meno fortunato di voi , il vostro discorrere e' da incoscienti e' uno schiaffo alla miseria , vivi e lascia vivere un po di solidarieta' umana ma roba da Matti! The lo credo che le asspciazioni vegane sono tango pubblicizzate dal Sistema Ebraoco , quale miglior occasione per dare a spazio a sciroccati simili dei fanatici eretici del 2000

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suo è un modo di ragionare distorto dall'antropocentrismo.

      Non deve dimenticare che l'umanità basa la propria alimentazione sui cereali: riso in Asia, frumento in Europa, miglio in Africa.


      La carne è sempre stata un surplus.

      In Madagascar è vero che mangiano tanta carne, come in tutta l'Africa, ma una scodella di soupe Chinoise è il loro desiderio quotidiano maggiore. Lo so perché li ho visti con i miei occhi.

      Tra i ricchissimi ebrei, Rothschild e compagnia bella, e i vegani, chi affama il popolo?


      Chi ha maggiori responsabilità per la fame nel mondo?

      Elimina
  17. Leggevo i suoi commenti freeanimals da invasato Ma come si puo' non chiamare malati mentali coloro che si augurano LA morte Della gente che mangia carne del prosciutto Della porchetta Della mortazza ecc ,tradizioni culinarie tramandate dai nonni dai propri avi da secoli per millenni , starsene in silenzio davanti ad un fanatismo illogico del Genere vuol dire fare come avete fatto a riguardo dei clandestini difatti ora siete allo Stremo finiti come popolo , mi dispiace ma io non mi giro dall' altra parte ,boia chi molla !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occhio per occhio, dente per dente. Tu uccidi mio fratello maiale, io uccido te!

      Fa parte della nostra cultura giudaico-cristiana, che le piaccia o no.

      Elimina
  18. @Freeanimals & Co. briscola,

    come PROVOCATORE sei addirittura migliore del MAESTRO il Sed Vaste, e mi riferisco all' accostamento POLITICO che fai dei COMUNISTI=BRIGATISTI come VEGETARIANI=CARNIVORI, pertanto mi sento "stimolato" come VEGETARIANO a risponderti a MUSO duro così:

    P.C.I.=BRIGATE ROSSE come VEGANI=TALEBANI(= bella la RIMA !) o ESTREMISTI o RADICALI o FAZIOSI o OLTRANZISTI o SETTARI(= da setta !),

    scegli tu il TERMINE che più ti aggrada, per ME è indifferente con gli ESTREMISTI=DEPOSITARI assoluti della VERITA', si può forse ragionare !?

    BUONA PACE & VITA

    SDEI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse dimentichi che le Brigate Rosse uccidevano, mentre i vegani non uccidono nessuno.

      Quindi, ritenta con le formule, sarai più fortunato!

      Elimina
  19. Mio fratello maiale ? Lo ammetta free animals lei vuole fare il provocatore si e' montato LA Testa come ha detto giustamente Sdei , vuole Fare il caudillo vegano del web ha sentito il gusto del sangue del successo e adesso vuole abbattere il monopolio controinformativo del Blondet e cosi si e' messo a fare l'estremista vegano ha Capito dove bisogna andare a beccare per avere del seguito ,bravo free animals sta diventando un esperto di tattica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri il contatore mi dava 10.862.

      Oggi siamo già a 16 mila.

      In realtà, non voglio fare il "caudillo" vegano, ma finché non è arrivato Wandervogel io ero una....cellula dormiente.

      Mi ero appisolato, ma ora, grazie a lui, sta venendo fuori la mia vera natura.

      A lei sembra un cambiamento come dal giorno alla notte, ma non è così.

      Le ricordo ancora una volta che questo blog nasce 10 anni fa con il titolo di FREEANIMALS, che, fino a prova contraria, significa "animali liberi".


      Liberi da cosa?


      Dall'oppressione dell'uomo nei loro confronti.

      Elimina
  20. Alcune considerazioni.
    "Essere vegetariani o vegani è roba da benestanti di oggi"
    No, è un'indole umana in auge da qualche secolo prima di Cristo. Il fenomeno nacque in oriente, ma anche i primi cristiani erano a favore di un'alimentazione incruenta:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Vegetarianismo#Storia

    "Se ci fosse la miseria vorrei vedervi!"
    In stato di miseria, i vegetali sono i cibi più accessibili al volgo, al contrario carne e derivati sono prerogativa di chi se la passa bene. Non a caso la gotta, causata da eccessi di acidi urici derivanti da carni e compagnia bella, è stata chiamata "La malattia dei ricchi".
    Se ancora li avete, chiedete ai vostri nonni cosa mangiavano in tempi di guerra (quindi non di benessere diffuso): la carne la vedevano col binocolo, cosa che mia nonnna classe 1920 mi confermò, di carne ne vedevano ben poca in tempi di guerra e miseria. E campavano a patate (bucce comprese) e poco altro ancora, magari non erano vegani ma quasi, ma giusto per far capire quali siano gli alimenti in voga in caso di guerre o carestie varie. La carne è sempre stata un surplus di lusso, gli alimenti di base, di sussistenza, sono sempre stati da che mondo è mondo i vegetali.

    Discorso secondo cui se smettiamo di mangiare animali intere categorie lavorative fallirebbero: è una questione di cambiamento dei tempi. Qualcuno si è preoccupato per i produttori di musicassette che hanno imperato dagli anni 60 agli anni 90 e quando è arrivato il compact disc sono spariti? E le videocassette vhs? Sparite anche quelle, e con loro i vari blockbuster dove andavi ad affittare videocassette, ma mi risulta che nessuno abbia pensato a chi ci viveva producendole, commerciandole, affittandole e relativi indotti.
    Per fare degli esempi banali. Avrei potuto parlare anche di produttori di calesse soppiantati dal motore a scoppio, per dirne una.
    I tempi cambiano e ci si deve adattare e/o reinventare se si vuole andare avanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.

      Questi sono argomenti, non chiacchiere.

      Spero che il nostro utente Sed Vaste possa trarre beneficio da questo tuo bellissimo commento.

      Sulle categorie che perderebbero il lavoro, di cui lui si preoccupa, nel caso in cui l'umanità si convertisse al veganesimo, vorrei aggiungere altri due semplici esempi.


      Sparita la peste manzoniana, qualche sindacalista si è preoccupato dei monatti diventati disoccupati?

      Abolita la pena di morte, qualche sindacalista si è lamentato che i boia avessero perso il lavoro?

      Questo, per dire che, una volta tanto, sarebbe preferibile far prevalere l'etica all'economia.

      Chissà se il nostro amico lo riesce a capire?

      Elimina
  21. @1) abbicidieeffe & 2) Freeanimals,

    badate BENE che NON voglio fare l' AVVOCATO difensore di Sed Vaste, con il quale in PASSATO ho avuto delle "accese"
    dispute ed anche pesanti scontri informatici, ma....;

    1) la tua disamina sull' ALIMENTAZIONE povera & tipica di un certo periodo, oltre che ESSERE esaustiva & chiara e anche nella, quasi, totalità CONDIVISIBILE, il quasi SONO gli esempi riduttivi che fai delle "vecchie" ATTIVITA' lavorative da "riciclare";

    ma vuoi veramente paragonare qualche migliaia di addetti artigiani di CARROZZE e di imprese DISCOGRAFICHE, rispetto ai milioni & milioni di ALLEVATORI & LAVORATORI della FILIERA della CARNE, ma stai scherzando!?;

    2) lo stesso discorso vale ancora di più per te, che porti come esempio qualche centinaia di PERSONE, come i MONATTI di Manzoniana Memoria e i BOIA, ancora in SERVIZIO, a te idealmente tanto cari & stimati;

    questa attrazione "morbosa" deriva dal fatto che forse lo sei STATO anche tu, che ne dici di questa IPOTESI !?, tra l' altro alcuni ANNI fa ti ho anche scritto, questo raccontato da una potente MEDIUM, chi sei STATO in una VITA precedente te ne sei già dimenticato !?

    BUONA PACE & VITA

    SDEI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ricordo cosa mi hai raccontato sul mio conto: dovresti rinfrescarmi la memoria.

      Gli esempi che ho fatto non saranno stati calzanti, ma il concetto che l'etica sarebbe preferibile al mero guadagno materialista e immorale ti è chiaro?

      Elimina
  22. Ma abcdeffe e' pretestuoso il suo ragionamento , si arrampica sui vetri con esempi che non calzano neanche un po, cassette e CD paragonati al cibo Uelah ma Siam Matti a fare certi paragoni ! Del Cibo l'uomo ha una necessita' vitale Mentre DeL CD delle cassette e di internet si puo anche fare a meno e mandare a scatafascio e affanculo tutto quanta sta robaccia robotica sti scipiti simulacri ebraici ( che Dio li maledica) , mandare tutto al macero anche domani xche' l'uomo continui ad esistere lo stesso e forse anche meglio ! senza sta robaccia tecnologica , vista poi LA spazzatura che vi propinano I media ebraici giornalmente una bulimia di Rumenta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli esempi che ho fatto, come ho specificato, erano banali, giusto per far capire che cambiando i tempi e le abitudini cambiano anche i lavori. Ma di esempi se ne potrebbero fare altri su altri settori.
      "Del Cibo l'uomo ha una necessita' vitale"
      Giustissimo. Ma il cibo veramente necessario per vivere è quello vegetale, mangiare animali è un di più. Fanno eccezione ovviamente alcune popolazioni come gli Inhuit per ovvi motivi. Fosse necessario mangiare animali per vivere io assieme a milioni di altre persone non sarei qui a scrivere ma sarei al camposanto. Se si vuole evitare di essere compartecipi delle sofferenze e dell'uccisione di animali innocenti scegliendo di cibarsi di soli vegetali lo si può fare benissimo. Sempre che lo si voglia fare.

      Elimina
    2. A Sed Vaste.

      Gente che perde il lavoro ce n'è ogni giorno e a volte, quando sono grosse fabbriche a chiudere, ne parlano anche alla tivù.

      Peccato che non perdano il lavoro macellai e salumieri, perché se accadesse significherebbe che l'umanità ha fatto un balzo in avanti in fatto di civilizzazione.

      Non accade.

      Qualcuno vuole impedirci di crescere spiritualmente?
      Ci sono teorie esoteriche in proposito, ma so che a lei, Sed Vaste, non piacciono.

      Elimina
  23. Dimenticavo: il fattore discriminante sarebbe quello del numero di lavoratori coinvolti?
    Allora faccio un esempio più consistente: anche l'industria petrolifera dà lavoro a milioni di persone in tutto il mondo e in più settori, quindi se per ipotesi si trovasse (già c'è, ma è un altro discorso) un sostituto del petrolio voi protestereste a favore dell'industria petrolifera perchè il suo andare in disuso comporterebbe la perdita di lavoro per tot persone? Ho capito bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo, come esempio di lavori che scompaiono, quello dell'illuminazione pubblica.

      Nell'Ottocento, negli USA, le strade di notte erano illuminate con l'olio di balena.

      Quando i lampioni vennero alimentati a petrolio, i cacciatori di balena ebbero una flessione e molti dovettero cambiare mestiere.


      Gli uomini possono adattarsi, le balene, in quel caso, non potevano far altro che morire per mano dei balenieri, finché le città americane (e forse anche europee) non si ammodernarono.



      Basta scuse!

      Elimina
  24. Ok, ma ciò che mi chiedevo io, stando alle risposte ricevute, è se il punto del discorso fosse il numero dei lavoratori coinvolti.
    Perchè se così fosse, come detto, il settore del petrolio coinvolge ben più milioni di lavoratori direttamente ed indirettamente (basti pensare quanti prodotti di uso quotidiano si ottengono dal petrolio) rispetto a quello degli allevamenti.
    Perchè rispondono scandalizzati se si parla di posti di lavoro derivanti dagli allevamenti ma non proferiscono parola quando gli si fa notare che ben più posti di lavoro sono implicati nella produzione di petrolio e derivati?
    Sarà forse che il fulcro del discorso non è il numero di lavoratori ma il settore specifico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fulcro del discorso secondo me è lo stesso che porta la gente ad andare al circo e a trovarlo pure divertente.


      Agiscono inconsciamente meccanismi psicologici che permettono alle persone senz'anima di sentirsi padroni di qualcosa, padroni di qualcuno.

      Vedono gli animali resi schiavi e si sentono soddisfatti. Sanno che la nostra specie è ancora padrona del pianeta Terra.


      Così è con il preteso diritto di mangiare animali. Se glielo togli, si sentono oltraggiati, una specie di lesa maestà.

      Gli argomenti salutistici sono per loro di secondaria importanza.

      Elimina
  25. @abicidieeffe,

    almeno per quanto mi riguarda NON hai capito BENE, il Sed Vaste parlerà per lui, ho semplicemente "contestato" l' ESEMPIO molto banale che hai fatto, in quanto improponibile
    come confronto con i MILIARDI di INDIVIDUI interessati & coinvolti nella FILIERA della CARNE;

    riguardo all' importante TEMA dell' uso dei CARBURANTI fossili, personalmente da convinto AMBIENTALISTA, credimi SONO molto sfavorevole per l' INQUINAMENTO che producono
    a TUTTI i LIVELLI;

    ancora di più SONO contrario, sull' USO del NUCLEARE, sappi che gli effetti di CHERNOBYL, qui in FVG, si fanno ancora sentire con un aumento anomalo di TUMORI della TIROIDE & anche altre PATOLOGIE;

    SONO invece molto favorevole alla FUSIONE FREDDA e alle applicazioni pratiche di TESLA, sulla ENERGIA LIBERA=DEMOCRATICA, uno straordinario SCIENZIATO serbo volutamente "ignorato" dalla SCIENZA cosi detta "ufficiale";

    spero che anche tu sia sulle stesse miei POSIZIONI, spero anche di AVER chiarito con te, il mio PENSIERO & IDEE al riguardo di questi fondamentali TEMI del ns. VIVERE terrestre !!!

    BUONA PACE & VITA

    SDEI

    RispondiElimina